La Roma punta sui giovani: ecco gli obiettivi più caldi nel mirino di Petrachi

21
2667

AS ROMA NEWS – Giovani, con stipendi abbordabili ma con grandi prospettive future. E’ il profilo di calciatori che la Roma sta cercando sul mercato in vista della possibile ed ennesima rivoluzione che sarà costretta a fare in estate. A questi Petrachi aggiungerà anche qualche parametro zero, risparmiando sul costo del cartellino, per completare la rosa del prossimo anno.

I nomi più caldi su cui il direttore sportivo giallorosso sta lavorando ormai da settimane, racconta l’edizione odierna di Tuttosport (S. Carina), sono sparsi per il globo. In attacco l’obiettivo noto è l’argentino Nahuel Bustos, 21 anni, individuato da tempo come il prossimo vice-Dzeko.

Per il centrocampo piace tanto l’olanese Ryan Gravenberch, 18 anni, mediano dal fisico imponente dell’Ajax su cui però c’è la concorrenza di top club come Real e Barcellona. Ma la Roma punta sulla corsia preferenziale tracciata da Raiola. Per gli esterni d’attacco i profili sui cui si lavora sono due: il primo è Tetè dello Shakhtar, 20enne brasiliano che piace tanto a Fonseca, il secondo è Giorgi Chakvetadze, anche lui 20 anni, georgiano che ha impressionato i giallorossi nel match contro il Gent.

Fonte: Tuttosport

 

21 Commenti

  1. Si si come no. Dovemo rientrà de 100 milioni pe mette a posto il bilancio e trovà altri soldi pe fa mercato e andiamo a compete con Barcellona e Real, ma che ve state a inventà. Nun ve se pó senti. Un giorno stamo meno della Juve un altro stamo co le pezze. Bah

    • E dove sta scritto che dobbiamo competere con Juve, Barcellona e Real? In fin dei conti, la Roma ha ceduto tanti giocatori in questi anni, ma ne ha acquistati altrettanti. E i profili nominati in questo articolo, sono tutti giovani di prospettiva, al di là del fatto che Tuttosport è attendibile quanto Maurizio Mosca.

    • Marcoilpollo, ti suonano familiari queste parole: “la Roma è una principessa, ne farò una regina”, “entro cinque anni la champions”, “entro cinque anni lo scudetto”? Ad occhio e croce, per raggiungere gli obiettivi prefissati dal proprietario della Roma, devi competere con quelle squadre.
      Se non ricordo male, c’era una frangia di tifosi (di cui sicuramente tu facevi parte) e “addetti ai lavori”, che aveva sposato lo spot “prima i campioni, poi gli abbonamenti”, e che sobillava le folle contro Rossella Sensi perché aveva venduto tal Aquilani, con tanto di lancio di sanpietrini contro la macchina quando era incinta.

      Bene, dopo nove anni, stiamo comprando tal “Giorgi Chakvetadze”. Non ha vinto una mazza, e si deve far perdonare il 26 maggio. Aprisse il portafoglio, e si vendesse i suoi assets: questo, Sensi, lo ha fatto. e lo può fare anche lui. Ogni anno può mettere dentro il 30% dei ricavi.

      Le chiacchiere stanno a zero. Pallotta, da buon ristoratore, deve pagare il conto.

      Rettifico la tua chiusura “tTuttosport è attendibile quanto…James Joseph Pallotta”.

    • È vero questi sono tutti ragazzi forti e neanche tanto di prospettiva, hanno già una quotazione molto alta, non è che te li regalano

  2. Cedo che competere in Europa ormai e utopia….il italia se si continua ad abbassare l’asticella di progettazione possiamo finire in un paio di anni a metà classifica….
    Cedere e comprare fa parte del.mercato di tutte le società sportive tutti hanno bisogno di plusvalenze…
    Ma guardando il risultato di queste operazioni fatte negli ultimi anni dalla roma si puoi dire che sia stato sbagliato quasi tutto…
    I giocatori ormai inutili li nominiamo sempre …
    E la roma che si muove col trading non si può permetteredi i sbagliare per tre anni consecutivi la campagna acquisti…
    Oggi siamo arrivati che non ai forza di acquisto,compri solo giocatori a parametro zero,ultratrentenni o ragazzi di 18 anni….
    Se questo è programmare dimmi tu…
    I responsabili sono tutti a roma e il più ingenuo a Boston…quanti soldi buttati …

  3. Io penso che se riusciamo a stare con costanza nei primi 4 posti per partecipare alla champion e’ gia qualcosa di concreto.Quest’ anno senza gli infortuni la quarta posizione sarebbe stata alla nostra portata, visto che tra l’ altro siamo ancora in lizza.Come si puo vedere anche la juventus ha difficolta’ a vincere in Europa, e a confrontarsi con i grossi club,vince le battaglie ma la guerra alla fine la vincono sempre gli altri, vincere non e’ mai facile ne per noi ne per gli altri.Programmare sui giovani e’ la cosa migliore da fare, ma su giovani che hanno voglia di vincere e lottare per la Roma,non su quelli che appena arrivati gia pensano al Barcellona,senza oltretutto aver dimostrato nulla.

    • Quello che non ha dimostrato nulla, Kluivert, senza il solito infortunio stava dimostrando di essere un giocatore in grande crescita. Quello che secondo qualcuno avrebbe dimostrato qualcosa, Pastore, negli ultimi 5 anni ha fatto un paio di partite decenti a stagione. Mi tengo quello presuntuoso e cedo volentieri quello venuto per svernare nel cimitero degli elefanti creato da Pallotta.

    • Siamo stati negli ultimi anni sempre in champion anche con buoni risultati….
      E spero che ricominciando il campionato si possa arrivare in champion.
      I giovani vanno fatti crescere vicino ai grandi…allenandosi con loro…dandogli tempo anche di sbagliare…ma messi in un contesto dove ci siamo figure e giocatori importanti e si spessore…..
      Poi ci sono anche gli allenatori come il nostro ,che non vede i giovani del vivaio a giusta p sbagliata ragione …lui però li testa tutti i giorni e ci dobbiamo anche fidare….

  4. Il prossimo anno calcistico senza cambio societario avremo disponibilità paragonabili ad Atalanta, Lazio, Udinese, Bologna, Torino…: bisognerà essere bravi. Forza Roma!

  5. Gaveraberch, bustos, tete, chavchetadze, forse verthongen, non lo so. Il livello, rimarrà quello attuale, e cioè devi sperare che qualche concorrente faccia peggio per arrivare quarti.

  6. Non credo che, con il protocollo che è stato varato, possa giocarsi il prossimo campionato, a meno che il virus non se ne vada in vacanza. Per giunta nessuno dei gestori televisivi sarà così pirla da firmare contratti non esplicitamente legati al numero delle partite trasmissibili. Così la massima parte delle società dovrà dichiarare fallimento. Se così non fosse, con giovani promettenti presi alla rinfusa non resta che la B-zona

  7. Dario,magari e’ proprio la presuzione che sta fregando Kluivert e lo sta facendo mettere sul mercato, talvolta certe dichiarazioni non piacciono a tutti,come non e’ piaciuto il saluto militare di Under.Comunque magari per evitare errori verranno ceduti entrambi,anche se con Pastore penso che ci saranno problemi.

  8. Io tifo Roma. Ma chi ricorda le frasi di Pallotta, dovrebbe anche ricordare che l’iter dello stadio e’ stato una guerra. Probabilmente l’attuale presidente pensava di averlo in 5 anni in modo da portare sponsor importanti e investitori altrettanto importanti in modo da permettere alla Roma il passo decisivo verso i vertici europei. Cerchiamo di essere obiettivi anche se contro Pallotta. FORZA ROMA SEMPRE

  9. Quando la Roma avrà la perspicacia di individuare 6 mesi prima dell’espoit del calciatore, acquistandolo a cifre bassissime, allora vinceremo lo scudetto. E’ chiaro che una volta esplosi siano sotto la lente di ingrandimento dei GRANDI CLUB mondiali.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome