La sincerità di Dybala che non può farci del male

55
4190

EDITORIALE – Partiamo da un concetto: i calciatori innamorati della maglia, pronti a restare in squadra a prescindere dal progetto tecnico e dallo stipendio prospettato, non esistono. 

Fissato questo dogma, non capisco chi ieri si è risentito davanti alle dichiarazioni brutalmente sincere di Paulo Dybala sul suo futuro in giallorosso. Al momento del suo arrivo a Trigoria gli era stato prospettato uno scenario di crescita del club con Mourinho alla guida, uno dei motivi per cui la Joya ha accettato di vivere questa avventura.

Se quello scenario rischia di venire meno, è normale che il giocatore, appena arrivato a vestire questa maglia, non possa promettere amore eterno ai colori giallorossi. Il problema dunque non è la presunta fedeltà di Dybala, semmai quali siano i programmi del club per il prossimo futuro, se sono ancora in grado di attrarre campioni del livello dell’argentino.

Senza Mourinho, la Roma non rischierebbe di perdere solo Dybala, ma anche Smalling, Matic, Wijnaldum. Tutti calciatori arrivati a Roma (o pronti a restarci) perchè sulla panchina sedeva una leggenda del nostro calcio. E a meno che i Friedkin non prendano al suo posto Guardiola, Klopp o similari, Tiago Pinto faticherà in futuro ad attrarre giocatori di quel calibro sul mercato.

Per questo il messaggio lanciato dalla Joya deve essere accolto non come uno sgarbo, ma come uno sprone alla società. Che poi la Roma continuerebbe ad esistere anche senza Mourinho e Dybala, questo è un fatto scontato. Così com’è scontato che noi saremo pronti ugualmente a sostenerla. Ma non sarebbe meglio farlo con Mou e Dybala piuttosto che senza?

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

 

Articolo precedenteRoma: Salisburgo il presente, Mourinho il futuro
Articolo successivoSolbakken non molla: si mette sotto con l’italiano e punta a conquistare Mou sul campo

55 Commenti

  1. I friedkin si stanno giocando la loro credibilità. Se la Roma a fine stagione dovesse perdere Mourinho e magari pure Dybala poi voglio vedere se tifoseria e stampa sarebbero ancora disposti a sostenerli

    • non si perde la credibilità perché un giocatore o un allenatore ha deciso di cambiare aria. Purtroppo noi parliamo ma non conosciamo nulla, zero di quello che succede tra gli affari di queste persone e gli interessi e progetti reali del club. giudichiamo è basta dimenticandosi di tifare.
      sono sicuro che i nostri presidenti siano stati molto chiari fin qui e personalmente sono orgoglioso. purtroppo c’è da far fronte a mille paletti ed è un peccato. ma ci porteranno fuori e Roma diventerà grande. questo è ciò che spero.

    • Di certo il sold out sulla fiducia se lo scordano. Allenatore da confermare, solo così continui il progetto.

    • I Friedkin non si giocano nulla, una famiglia che mette 800 mln di dollari fino adesso, per me, hanno stima e considerazione infinita, non solo, se si presentano anche con lo stadio, che dire? Avere uno stadio di proprietà, significa, il grande salto, questo è. Se un giorno MOU andrà via (MOU purtroppo è così … Non vuole affezionarsi più di tanto, triplete con l’ Inter e addio, ci farà vincere ancora e addio…) non avrò rimpianti… LA ROMA RESTA, I FRIEDKIN, MOU E CALCIATORI PASSANO, L’ AMORE PE STI COLORI NO…💛🧡❤️🏆🐺🐺🐺🏆

    • Da giorni leggo commenti sui soldi out della ROMA, con utenti felici di pensare che senza mourinho non ci sarebbe più il tutto esaurito. Allora punto primo, se non volete farvi l’abbonamento o andare allo stadio chi vi obbliga, il soldi out? Punto secondo la ROMA viene da sesti e settimi posti e fa tutto esaurito perché è la ROMA non per i risultati, punto. Poi ben venga mourinho, dybala, wijnaldum e abraham ci mancherebbe, però eravamo sessantamila con piacentini, lanna, oddo, annoni e compagnia cantante. La ROMA è una delle priorità della vita, anzi la prima dopo la famiglia, se vi serve mourinho per andare allo stadio o seguire la ROMA, mi dispiace dirvelo però sete dell’altra sponda calcistica.

    • Una risposta a “Io amo la Roma”.
      I tempi dei 60 mila con Piacentini e Lanna sono finiti da un pezzo.. era una Roma più romantica dove il costo dello stadio era inferiore (e chissà a quanto arriverà con il nuovo stadio vedi protesta dei tifosi del Bayern ieri a Parigi).
      Oggi il calcio è un’altra storia, non è fatta più di amore (Presidenti alla Dino Viola o Franco Sensi non ci sono più) ma di finanza, e le proprietà sono fatte da soggetti che mirano al business (vedi PSG utilizzato dagli arabi per avere il via libera per investimenti extracalcistici in Francia).
      Per questo parliamo come se fossimo clienti, e non tifosi, di mancato abbonamento o sold out perché queste sono le uniche parole che comprendono le nuove proprietà e perché minacciare il loro business è l’unica arma che hanno i tifosi.
      Hai visto le proteste dei tifosi inglesi contro la superlega come hanno fatto fare retromarcia?
      La Roma attuale è maggiormente in difficoltà rispetto a quella di Piacentini e co. perché ormai vi è una enorme differenza di ricchezza fra le società.
      E la sopravvivenza in questo quadro falsato di regole (rafforzato dal fpf) lo ottiene solo dotandoti di professionisti come fanno l’Atalanta o il Napoli .
      Nella Roma, da Pallotta a Friedkin, abbiamo aumentato gli stipendi a Trigoria, ma non la professionalità e l’abbandono di Dybala e Mou segnalerebbe a tutti il nostro dilettantismo.
      E non ci arriviamo al 2027 con il nostro monte ingaggi, senza le entrate Champions e con gli sponsor che ci abbandoneranno (pensate che Toyota senza Dybala e Mou resti???).
      I tifosi della Roma dovrebbero preoccuparsi e farsi sentire dai Friedkin.. con questo andazzo rischiamo il fallimento altro che progetto.

    • Amo Roma, d’accordissimo con te però debbo correggerti circa la sponda sul fiume, al limite la differenza è tra Tevere e Pò… quelli della sponda opposta (i sorci regionali) una squadra di livello l’hanno vista solo con Cragnotti e la sua finanza creativa con cui ha truffato mezzo mondo e con la quale ha permesso loro di vincere alcuni titoli coi soldi rubati anche a piccoli investitori malcapitati… quelli pure titoli revocare al pari delle vittorie mafiose juventine!

    • hai ragione Amo Roma, nessuno ci obbliga, infatti in questo biennio sono andato allo Stadio più volte che in un decennio di Pallotta… nessuno mi obbliga, però vi piace quando dal divano, magari con telecronaca portoghese, guardi lo spettacolo degli spalti che spesso sovrasta quello visto in campo…
      inoltre, un’altro particolare importante per me oltre ai dei sold out e che si evidenzia poco è che allo Stadio sono tornate le famiglie e gruppi d’amici che non frequentano costantemente lo Stadio mangiando panini sui seggiolini come una volta… chiunque abbia un abbonamento oltre la Sud lo potrà confermare…
      come fu per Totti, non serve Mou per andare allo Stadio ma Mou è la conferma di avere ambizioni vincenti visto che come piace tanto ricordare abbiamo vinto 3 Scudetti in 90 anni e ti invoja a fare quel sacrificio economico e non solo che con Pallotta non avevi…
      come fu per Totti, anche dopo lui continuerò a seguire la Nostra ASRoma e non ho smesso di seguirla come scriveva un certo “pinocchione” che oggi scrive qui con altro nick…

    • Solide realtà ex Sogni di Latta ma sei un co ed anche glione.
      stai sempre a scrive che ste locuste americane avrebbero messo 800 milioni, ma chi te l’ha detto? per caso eri li a vedere? e gli introiti non contano?
      secondo te questi sono arrivati e tiè ve regalo 800 milioni perchè siete belli….ahhhh cocco de mammaaaaa svegliaaaaa!!!!!

    • GS2012, che peccato! sei andato pochissimo allo stadio nel decennio Pallotta! quindi ti sei perso gli svariati 2/3 posti in campionato, la cavalcata spettacolare di Garcia, le notti di Champions, le giocate di Salah, il 3-0 contro Messi e compagnia, …che dire, vi meritate la Conference, il lupetto di Gratton, le Radio quelle giuste, e altre fregnacce per gli abbocconi…

    • Se Mou e Dybala se ne vanno, arrivederci e grazie. La Roma può andare avanti senza di loro (il primo libera 7 milioni netti di ingaggio il secondo 6 e porta 20 milioni circa per il cartellino) se i programmi sono seri. Sulle dichiarazioni di Dybala non sono d’accordissimo con Fiorini…data l’accoglienza che ha ricevuto (manco Mbappe vedrà di meglio in carriera), dati i sold out a raffica e le ovazioni mi sarei aspettato che un briciolo dell’amore ricevuto venisse ricambiato. Forse chiedo troppo io vabbè, l’importante è che continui a buttarla dentro poi a fine anno si vedrà.
      Forza Roma

    • Amici Romanisti, come solito mi piace molto il confronto pacato anche con chi la pensa differentemente da me tipo asterix, con cui condivido il disincanto per un calcio business che non mi rappresenta, magari solo per motivi di incapacità a sentirmi un cliente della ROMA. Il mio rapporto con la ROMA è proprio un’altra cosa. Non mi trovi d’accordo invece su atalanta e napoli, la prima perché ha vinto O e dopo il primo controllo antidoping ha smesso di correre, la seconda perché da anni fa disastri sul mercato basta leggere i commenti su giuntoli degli ultimi anni dei suoi tifosi, salvo poi questa stagione imbroccare tutto con una squadra che corre in modo incredibile il doppio di ogni avversario. A gs20 dico che giustamente decide quando andare allo stadio, la mia idea è sempre stata che o da casa o dalla curva chi ama la ROMA merito tutto il mio rispetto, io comunque allo stadio vado evidentemente da quello che scrivi più di te, quindi semmai da casa mi guardi tu a me. A srg che dire, hai ragione sulle pantegane e FORZA ROMA.

    • Alberto, l’odio e il disprezzo che emani verso gl’americani non ha eguali. Scommetto che nel giorno della Commemorazione degl’attentati in America godi come un riccio. Non vorrei che dietro il tuo nick, se nascondesse qualche filo-talebano. Solo un dubbio.

    • mah il problema è che la Roma ha questi conti e per il fpf è tenuta a fare un certo quantitativo di plusvalenze..una è stata zaniolo ed è stata inferiore al previsto la seconda forse sarà quella di Ibanez che è l’unico giocatore ad avere mercato. Dybala è l’unico giocatore della squadra che è di altro livello certo non so che programmi possano fare i friedkin con questi paletti. sarà un mercato di prestiti e parametri zero come quello fatto finora. la differenza ci può essere se la Roma riuscirà ad andare in champions ma per i giocatori che ha sarebbe un miracolo. se si andrà in champions e allora ci saranno più possibilità finanziarie allora Mou e dybala forse resteranno..Cmq Dybala è una cosa Matic Gini e Smalling giocatori ultratrentenni a fine carriera anche se ancora buoni è un’altra..

  2. Mi raccomando, dopo aver sperrnacchiato Mourinho ora prendetevela pure con Dybala… Editoriale condivisibilissimo.

    • ma scusate ma su che canale avete sentito Dybala dire che va via se va via Mou? Per caso pensate che se il real, o il PSG prendono Mou automaticamente si devono prendere anche Dybala?
      Io leggo solo di un Dybala che, avendo una clausola rescissoria, dice di non conoscere il suo futuro, che gli piacerebbe essere allenato ancora da Mourinho e che darà il massimo in questa stagione per far si che la >Roma giochi la CL alla prossima!

      Traduco quello che per me è l’interpretazione di queste parole.

      Io sto bene, do il massimo, vorrei giocare la CL il prossimo anno con la Roma, e mi piacerebbe che Mourinho restasse perchè è un grande allenatore, poi se Mourinho se ne va pazienza, ma se restasse sarei contento! Ovvio che se arriva una squadra che paga la clausola rescissoria e mi da 10 milioni di stipendio, vi saluto e me ne vado come farebbe chiunque altro oggi!

      Al momento in Italia la juve non lo riprenderebbe perchè si perculerebbero da soli, all’Inter non va perchè lo hanno preso per il XXXX, il Milan ha il tetto ingaggi, in Inghilterra nessuna squadra che gioca la CL investirebbe su un ventinovenne fragile muscolarmente come Dybala, al PSG farebbe la riserva, al Real sono stracoperti con i canterani… solo barca e bayern potrebbero soffiarcelo a mio avviso, io non mi preoccuperei troppo!

      FRS

    • Non si spernacchia nessuno, anzi sostenerli fino alla fine,poi se vog liono andare via , arrivederci e grazie .Gli allenatori e i giocatori vanno, la Roma resta.

  3. Sarebbe assolutamente meglio farlo con Dybala, è indiscutibile,
    e per molti di noi decisamente meglio farlo con Mourinho, anche se questo è discusso da altri grandi esperti. Io gli farei 5 anni di contratto, ma sono io.

    Però.
    La Roma ha dei paletti, che non possono essere rimossi in nessun modo.
    Ripetiamolo eh: in nessun modo, nè con la CL, nè con l’ennesimo aumento di capitale,
    nè con nuovi sponsor, nè vincendo il Superenalotto.
    La rosa dell’anno prossimo dovrà costare 1 € meno di quella di quest’anno.
    Chiaramente si può investire con oculatezza e azzeccare gli acquisti e le cessioni,
    vedi il Napoli quest’anno, ma non è facile, tant’è che lo stesso Napoli ha preso sole
    colossali negli ultimi anni. Maldini e Massara l’anno scorso sembravano i dioscuri del
    mercato, poi quest’anno hanno preso CDK, Origi, tenuto Tatarusanu come secondo, etc.-

    Per cui, anche ottenuta la qualificazione in CL,
    a Mou e a Dybala va bene restare in una società che per fare un passo in avanti
    deve azzeccare gli acquisti a prezzi ragionevoli?
    Di cessioni neanche parlo perchè a parte Dybala avrei problemi a indicare un incedibile.
    Forse solo Zalevski perchè ha tanti margini di crescita.
    E gli va bene guadagnare 6-7ML quando PSG o Chelsea potrebbero tranquillamente
    offrirne il doppio senza neanche pensarci?

    Se la risposta è no, è più che comprensibile, ma non c’è soluzione.
    E si tratterà d essere maturi e accettare la cosa.
    Anche perchè davvero non vedo alternative.

    FORZA ROMA.
    SEMPRE.-

    • Purtroppo il progetto Mou Dybala Gini Matic etc e’ a scadenza limitata.Andare avanti coi
      campioni dismessi dalle grandissime a parametro zero per raggiunti limiti di eta’ o per problemi di affidabilita’fisica non e’sostenibile nemmeno nel medio periodo.Oltretutto ci portiamo dietro,oltre agli enormi buffi di Pallotta,il peccato originale di aver cannato pesantemente la prima campagna acquisti di Pinto,l’unica con un grosso budget spendibile.Detto questo,fatico ad immaginare una personalita’credibile per il dopo Mou…

  4. Perché qualcuno non l’aveva capito che se c’è Mou in panchina questi giocatori vengono? Dybala vale il prezzo del biglietto e lo apprezzo per quello che ha detto.
    Speriamo lo capisca la Presidenza, altrimenti si ricomincia con un nuovo mister e amen. La maglia resta e noi con lei

  5. Pure er Cap spronava a’ società de turno co dichiarazioni de sto genere. Questa è gente che vò vince, so carciatori de livello, carismatici. Se semo abituati a li tre tenores nostrani; Pel-Cri-Ma…mediocrità a lo sbarajo..

  6. A me invece fa del male, immaginare la Roma senza Dybala e Mourinho, con il solo Pinto a decidere mi inquieta parecchio. Restano palesi le difficoltà a rinforzare la squadra, se dobbiamo vendere per comprare la situazione è tragica. Gli acquisti utili che abbiamo fatto fin’ora non si sarebbero seduti neache al tavolo di Pinto senza mou in panchina, al contrario le intuizioni del DS non sono state da luminare del calciomercato, ditemi voi come si fa’ a stare tranquilli? La Roma esisterebbe comunque, noi la tiferemo sempre, ma buttare quello che di buono c’è e ricominciare da 0 farebbe male, tanto male

  7. Nel calcio di 20/30 anni fa la probabilità di avere in squadra giocatori/tifosi per cui la passione per il calcio sposava l’amore per la maglia era più reale, oggi è molto più illusorio perché il calcio è puro business alla faccia delle bugie di Lotito.
    Oggi come in ogni lavoro la svolta è riuscire a trovare professionisti bravi e seri, ma questi giocatori non solo ti costano ma chiaramente vogliono giocare in squadre in cui ci sia dietro un’organizzazione che punti al risultato è non a galleggiare.
    Io non credo minimamente che i Friedkin vogliano galleggiare e se non fosse per il FFP si sarebbero mossi in altro modo sul mercato, ma ci deve essere un rapporto di fiducia tra club, allenatore, giocatori e proprietà per riuscire a superare questi momenti e portare a casa I risultati.
    Così come i Friedkin si impegnano a cercare sponsor e fare mercato per quello che gli è concesso Mou e la squadra devono vincere.
    Dybala ha detto la sua, ci può stare, ma se Mou dovesse andare via difficilmente la proprietà ripiegare su un allenatore di basso livello perché hanno toccato con mano l’importanza di avere qualcuno di carismatico alla guida e che fa differenza nella scelta dei giocatori oltre ai soldi.

  8. Tutto giusto e condiviso , dopo le parole servono i fatti , se perdiamo due mostri come il mister e Dybala torneremo a competere per il settimo posto e magari a fare figuracce come con Di Francesco e Fonseca, per non parlare dei 20 sold out consecutivi , adesso la palla passa alla proprietà che deve dimostrare con i fatti quali sono le reali intenzioni , io per il momento credo ancora ai Friedkin ma questo mi sembra una un momento cruciale in cui si decideranno le nostre sorti future , FRS!!!

  9. Comincio a pensare che la squadra vada rifatta dalle fondamenta e solo dopo gli abbellimenti. Prima i Marquinhos e gli Alisson (presi a pochi spicci) e poi eventualmente i Dybala e Wijnaldum. Si deve ripartire da un tetto ingaggi credibile che non spinga i campioni a chiedere somme esorbitanti. Bisogna avere una rete di scouting con i controcaxxi. Bisogna ricominciare dai Carnesecchi e dai Baldanzi. Bisogna ricominciare a sondare i mercati sudamericani ed africani e lasciar perdere la Premier dove è molto più difficile risparmiare. Una volta fatto questo, si può pensare alle ciliegine sulla torta. Invece rinnovando Cristante e Mancini, avendo sul groppone Pellegrini che guadagna come Osimhen (!)…è un ottimo viatico verso un’eterna mediocrità

    • “Bisogna ricominciare a sondare i mercati sudamericani ed africani ”
      Da cui puoi prendere 1 calciatore l’anno + 1 altro se liberi un posto e il calciatore rispecchia alcuni parametri.

    • Sì, lo credo anche io. A meno che non ci siano in giro occasioni alla Dzeko o alla Kolarov, una società come la Roma non può fare a meno di scovare i nuovi Nainggolan e Strootman in giro per le “medie” squadre europee e le “piccole” italiane.
      Riempirsi di prestiti non mi sembra molto lungimirante.

  10. Fiorini .. il suo Editoriale fa piangere .. io ho le lacrime agli occhi ..
    ma non perche’ sia brutto, falso o scritto male o superficiale ..
    perche’ e’ vero .. e’ tutto sacrosantamente vero ..

  11. Mah.. abbinare la sincerità al mondo calcio mi sembra un accostamento piuttosto stridente. Se viene il M.U. e gli offre 10 m. l anno si fa allenare pure da Paperino, e il daje Roma daje ce mette n attimo a diventa’ c’mon .. Vale per lui come per tutti gli altri.L importante, per me, è che finché sta qui da il fritto per la Roma ( come per altro sta facendo) Forza Roma.

  12. Dybala a Pinto non se lo fila per niente. Alla fine del Mondiale, Paulo ha chiamato Mourinho per dirgli che sarebbe tornato a Roma con qualche giorno in anticipo.
    Duole dirlo, ma Pinto è il Direttore generale dei Celik, dei Solabakken, der Gallo.
    Dybala, Matic,Wijnaldum stesso fanno riferimento solo a Mourinho.
    Con buona pace degli Abbocconi. 😱

  13. ce ne fossero professionisti così, non ipocriti e che rimangono per VINCERE, e vanno dove si può VINCERE.

    Abbiamo disperatamente bisogno di gente con questa mentalità.

    ❤️🧡💛

  14. Tutto vero e condivisibile, PERÒ, il mister non può nemmeno “ricattare” la proprietà… dopotutto, visti i risultati, (si, ok, tirana a parte) il mou dovrebbe LUI per primo tirarsi su le maniche e mettere in condizione la società di rimpiangerlo qual ora andasse via… in questi 2 anni di mou (al momento) cosa abbiamo visto di ENTUSIASMANTE a parte il 3-0 nel derby, tirana appunto, e atalanta-ROMA 1-4? Con ciò, voglio dire che il mister, per avanzare richieste, DOVREBBE quanto meno essere “competitivo” sotto tutti gli aspetti… SE POI, scende a Fiumicino con l eu-league e raggiunge 2°/3°/4°, posto allora SONO IO IL PRIMO a stendergli il tappeto rosso davanti ai piedi…

    • Vero quello che dici, e questa sera avremo già una prima risposta riguardo alla competitività raggiunta, oggi si comincia a fare sul serio.

    • Paolo B(ambolo), ora più che mai… come si fa a vincere quello che favoleggi te con una Cristante a centrocampo e il Gallo all’attacco?
      Svejaaaaa compa’😱

  15. Ma i programmi della società dipendono soprattutto da loro
    Perché un conto è la Roma che si qualifica per la Champions e potrà aver un budget, un altro è se non si qualifica.
    Poi francamente a certe domande provocatorie alla vigilia di una partita importantissima, si potrebbe anche rispondere no comments, domani abbiamo una partita vitale dentro o fuori pensiamo a quello il futuro lo vedremo domani invece si gioca un o si esce o si resta dentro.
    Quando si parla di mentalità, noi non l’abbiamo mai avuta questa mentalità, perché o immaginiamo Rome magnifiche o la Rometta di Anzalone e purtroppo questo modo di pensare poi contagia pure i tesserati, quindi siamo costretti a cedere Zaniolo perché pensa al futuro e se ne frega del presente, siamo costretti a sorbirci le malinconie di Mourinho, che e la cosa mi spiace molto ora contagiano anche Dybala, ragionando così capite bene cari signori che non sarà mai possibile stare sul pezzo, perché per stare sul pezzo e vincere le partite devi essere feroce e pensare solo a quello, qui invece si pensa sempre ai programmi e ai contratti.
    Sono basito

  16. Chi non onora la maglia può andare via.
    Dopo l’addio di Totti, non esiste nessun calciatore che può rimpiazzarlo nei nostri cuori.
    Non volete restare alla Roma, ciao, grazie di tutto.
    Qui vogliamo solo chi è attaccato alla maglia.
    I mercenari via da Roma.

  17. E va bene, ormai anche la spettabile Redazione è caduta nel vortice della Mou-dipendenza e del prossimo esodo biblico che ci attende appena il Mosè-Mou avrà deciso di abbandonare l’Egit..Trigoria.
    Qualche piccola doverosa precisazione: né Smalling, né in passato giocatori come Dzeko, Keita, Miky sono arrivati qui grazie a Mourinho. Eccezion fatta per Matic, che sta a Mourinho come Gervinho stava a Garcia.
    E parliamo pure di Dybala, il quale è arrivato a Roma per circostanze del tutto fortuite e solo di striscio per la presenza di Mourinho. Tanto che il campione argentino sarebbe sbarcato felicemente a Milano sponda Inter a farsi allenare niente meno che da Simonetta Inzaghi.
    Chi ha buona memoria ricorderà che quando Pinto parlò dell’arrivo di Paulo, disse che vi era già stato un primo sondaggio a marzo, ma che non “vi erano allora le condizioni per proseguire il discorso”. Eppure Mourinho stava già qui, oppure sbaglio?
    Dybala si era promesso a Marotta che poi lo ha lasciato col cerino in mano: non avendo ricevuto altre offerte ritenute appetibili, accettò quindi quella della Roma pur con uno stipendio di molto inferiore a ciò che pensava di ottenere, timoroso di perdere il treno per il Mondiale.
    Fosse arrivato un altro club cogli 8 e oltre mln che Dybala e il suo procuratore pensavano di ottenere, hai voglia Mourinho a chiamare, stava ancora al telefono a quest’ora.
    I campioni si fanno allenare pure da Serse Cosmi, basta che li paghi.
    Al PSG adesso ci sta Galtier, tanto per dire, eh?

    • Il tuo discorso fa acqua da tutte le parti. Tu chiacchieri, chiacchieri, tiri in mezzo addirittura il PSG (ma che davero?) ma scordi l’elemento fondante di questo discorso: se questa Roma avesse avuto Fonseca in panchina invece di Mourinho, Dybala avrebbe mai accettato di giocarci? E Wijnaldum? E Matic? La risposta è semplice, e la sai anche tu. Non servono tanti giri di parole per articolare un commento sensato. Ma ormai vi siete infilati in questo odio atavico nei confronti del nostro allenatore da spingervi perfino a negare l’evidenza.

    • Ma poi lo hanno dichiarato TUTTI che sono venuti alla Roma perchè c’era Mourinho, dai su. Addirittura Dybala ora è arrivato a dirti che senza Mou lui se ne va. Più di così, non so…veramente negare l’evidenza.

    • Alessia, ma che ti devono dire? Glielo chiedono, e su…ancora non avete capito quanto sono paraculi i calciatori?
      Con Fonseca sono arrivati Smalling e Miky, calciatori plurititolati, ma nessuno gli ha chiesto se erano venuti per Fonseca. Così come nessuno ha mai chiesto a Dzeko se Rudi Garcia fosse stato un fattore per la sua scelta, anzi, penso che a malapena lo conoscesse.
      All’infervorato adepto B.R.S. posso invece dire…perché non devo tirare fuori il PSG?
      Messi, Mbappé e Neymar non hanno problemi a farsi allenare da uno che nel curriculum può vantare niente meno che squadroni come St. Etienne, Lille e Nizza, pensa un po’.
      Per un attimo fantastichiamo e pensiamo che Mbappé l’anno prossimo venga alla Roma…la prima domanda che gli fanno è “quanto ha contato Mourinho nella tua scelta?”
      E lui secondo te che risponde?

    • Ancora co sta storia del PSG…ma si può fare un paragone del genere? Ti rendi conto anche te che tra Roma e PSG al momento ci sono 5-6 categorie di differenza. La Roma non ha blasone, non gioca la Champions da anni, e questo pesa tanto nell’attrattiva che ha sui calciatori migliori. L’unico motivo che ha un top player a vestire la maglia giallorossa al momento è la presenza di Mourinho. Il resto è fuffa astrusa per cercare di avere ragioni a tutti i costi.

      P.S. Ti prego di rivolgerti a me senza usare termini stupidi quali “adepto” o similari.

    • Invece il PSG che blasone aveva 10 anni fa quando lì hanno iniziato ad andare i Lavezzi, Pastore, Cavani? Zero, un club con una storia ridicola, gli hanno semplicemente sganciato i contanti, e tanti.
      Chi è che vuole avere ragione per forza quindi?

    • Ah scusa, non sapevo che la Roma avesse gli sceicchi del PSG come proprietà. Io pensavo che stavamo messi che potevamo spende 7 milioni per fare mercato. Scusa, c’hai ragione te, sono io quello che vuole avere ragione per forza…

  18. Siamo tifosi ROMANISTI…e tali testeremo con o senza MHOU,con o senza DYBALA… dico solo che i FRIEDKIN hanno fatto tanto e sono convinto che faranno ancora di più… Sosteniamo questa proprietà.. LA ROMA SIAMO NOI, l’anima di questa gloriosa SOCIETÀ siamo noi TIFOSI. LA ROMA È NOSTRA. FORZA 🧡🍷

  19. Me sto a iberna’ svejateme quando c’avemo no squadrone pe vince tutto senza fa polemiche tra de noi. Ao svejateme pero’….

  20. se una società da ‘ 5 milioni circa a pellegrini e 4 a cristante e mancini tra parte fissa e bonus circa, ed i risultati sono questi, ci meravigliamo che dybala se ne andrà? fossi in pintus mi chiederei perché se ne andrà piuttosto o pensa di vincere qualcosa con celik, cristante pellegrini, ibanez e mancini? per non parlare del porterei!!! fossi il presidente il primo a cacciarlo sarei io!! tante parole, progetto tecnico che ogni anno ci rifilano e poi puntualmente il campo dice altro! vedi cremonese, Lecce, Milan, etc per non parlare della coppa

  21. Il PSG ha solo una Coppa delle Coppe vinta a suo tempo, la Roma ha 2 coppe europee e più storia del PSG, il PSG ha vinto in un campionato che per carità non voglio definire ridicolo ma di livello inferiore al nostro ed ha raggiunto il Saint Etienne come scudetti vincendo da quando c’è lo sceicco che aggira quella ridicolaggine del fair play finanziario.
    La Roma una finale di Champions l’ha fatta nel 1984 e persa nemmeno sul campo ma solo ai rigori e per di più pure rubata da quell’arbitro svedese.

    • perche’ c’era fallo, nell’area piccola del Portiere, su Tancredi .. quello fu l’aiuto piu’ sfacciato dell’ arbitruccio di turno al Liverpool .. io c’ero allo Stadio e ho pianto per tutta la notte finche’ non mi sono addormentato ..

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome