L’Al Nassr vuole ricoprire d’oro Dybala: offerto un triennale da 20 milioni di euro l’anno

28
666

ULTIME NOTIZIE CALCIOMERCATO ROMA – L’Arabia Saudita torna a tentare Paulo Dybala, usando ancora una carta che fa molta presa sui giocatori: una pioggia di soldi.

Stando a quanto rivela l’edizione odierna di Tuttosport, l’Al Nassr ha offerto alla Joya un triennale da 20 milioni di euro a stagione per tornare a far coppia con Cristiano Ronaldo come ai tempi della Juventus: la clausola rescissoria da soli 12 milioni (valida fino al 31 luglio) rende l’argentino un’opportunità invitante per i club stranieri.

Al momento però l’attaccante giallorosso non sembra particolarmente intrigato dalla possibilità di andare a giocare nella Saudi Pro League e nicchia dinanzi alle avance saudite nonostante la proposta monstre.

Dybala in questi giorni è totalmente concentrato sulla causa romanista, e si starebbe spendendo attivamente con De Rossi per convincere l’amico ed ex compagno Federico Chiesa a sbarcare nella Capitale.

Fonte: Tuttosport

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteLe Fee in arrivo a Roma, al Rennes 20 milioni. De Rossi lo aspetta per l’inizio del ritiro
Articolo successivoLa Roma riparte: oggi tutti a Trigoria, domani via alle doppie sedute. Sangarè l’unica novità, si rivedono Solbakken e Shomurodov

28 Commenti

  1. Magari. Bisogna cambiare tutto. Giovani forti e sani E che non scompiano, possibilmente, quando le partite diventano decisive.

  2. Questa eventuale scelta di Paulo sarebbe comprensibile,non può stare a perdere tempo per un progetto mai decollato a fronte di un offerta simile

    • Soldi per sottostare alle regole arabe! Posso quasi comprendere uno “scannato” che non c’ha na lira… Ma gente come Dybala e anche Ronaldo (che ha accettato) che sono già plurimilionari… Lo trovo incomprensibile! I soldi hanno un limite nella vita! Non possono e non devono valere tutto! Non scambio la mia vita per denaro! La mia vita vale molto di più dei soldi arabi e di quelli di qualsiasi “sceiccone” che schiavizza la gente per i propri piaceri!

    • Barbera hai ragione in linea di massima, ma la vita che può fare un occidentale da quelle parti è molto diversa da quella che puo fare uno nato li. Senza contare che con quegli stipendi non hanno certo difficoltà a prendere il primo volo anche per farsi un weekend in europa. Supponi ti proponessero di fare l’ ambasciatore o un diplomatico dello staff in Arabia, non accetteresti? A cifre enormemente inferiori e sapendo che a parte l’ orario di lavoro non vivrai in ambasciata. Per un tempo limitato della tua vita impareresti usi e costumi nuovi, vivendo però con le comodità del mondo occidentale. Nel caso dei calciatori il discorso è un po diverso. La domanda è voglio continuare con stimoli, adrenalina, voglia di lasciare il segno nel mondo del calcio o sostanzialmente mi ritiro e vado a farmi ricoprire di soldi? Per chi ha una certa età, vedi Ronaldo, la risposta è ovvia. Per i vari Milinkovic e compagnia, beh si qualificano perfettamente come persone con quella decisione.

    • Vis Romae… È proprio lì che volevo arrivare con il discorso… Lo stesso Ronaldo ha avuto problemi con “ambiente, costume e tradizioni” arabe che, ahimè, oramai conosciamo in molti! Anche se sei “sfondato” di soldi… Nulla ferma le restrizioni che possono avere le persone a causa di una religione anomala, in particolare le donne (compresa quella di Ronaldo che non sembra avere avuto sconti) che sono, nella maggior parte, costrette a girare come delle garritte!!! Ovvero solo con gli occhi scoperti! Se leggi qualche articolo a destra e sinistra potrai evincere i problemi che ha avuto anche il portoghese… Anche con la sua donna! Per non parlare del rischio che puoi correre se qualche pazzo si fa esplodere in nome di Allah! Per che cosa? Infine, come tu ben scrivi… Un conto è lavorare in ambasciata per questioni politiche… Un conto è legarsi per 2/3 anni come calciatore che nulla ha che fare con politiche ecc… Oltretutto, se esci fuori dai “quartieri protetti”, ti cambiano i connotati… Se ti va bene… Gli arabi, nella maggior parte dell’Europa e in particolare in Italia… Fanno il comodo loro e anche di più! Se ci provi lì… Basta solamente ascoltare il telegiornale e sai quello che ti aspetta se vai fuori dalle loro “leggi”… Un saluto.

  3. Ma gli esterni e i mediani a tutto campo giovani e veloci ? Non dovevamo investire in giovani da lanciare ? Chiesa e Le Fee sono due acquisti sbagliati ! Comprate nei campionati di serie D in Italia e all’estero gente che corre e costa poco . Il male della Roma e’ la mancanza di una dirigenza tecnica adeguata in grado di scoprire talenti . Serve un nuovo Sabatini

    • Per vis romae : secondo la mia opinione vivere in arabia non sarebbe facile neanche per un giocatore che guadagna 20 milioni l’anno. Le usanze, il modo di vivere, sono difficilissimi per un occidentale! Posso solo dirti che per strada non devi guardare in faccia le donne, esistono locali dove non possono entrare le donne, e poi hanno una religione che mette veramente paura! Tutte queste cose valgono 20 milioni? 20 milioni valgono la libertà? Io penso di no, ma questo è un mio pensiero avvalorato da gente che è stata in quei posti e che non vedeva l’ora di tornare in occidente!

  4. lo capirei…..siamo inaffidabili……poco competitivi….cerchiamo solo di non colpevolizzarlo esageratamente se lo farà.

    • Quindi anche De Bruyne andrebbe in Arabia perché il City è “poco competitivo”…come siete teneri!

  5. Si va be’ se si vede solo per soldi lui gia’ c’e’ l’ ha tanti poi il 20 si sposa digli di portare la moglie in mezzo al deserto tutta coperta chador e compagnia cantando vedi quanto ci rimangono in quei paesi…la donna non conta niente va be’ ogniuno e’ libero di fare le proprie scelte ma la vita li’ e’ dorata ma per chi viene da altri paesi e’ dura.

    • Ma che dura, stanno in comprensori-residence isolati di mega ville di lusso per soli stranieri miliardari dove i locali manco possono entrare, dove non c’è nessun velo, c’è l’alcool, c’è il divertimento, c’è il sesso e trovi a fai tutto quello che ti pare.
      Poi vero che vale solo per loro e che, chiaramente, meglio altrove per mille altri motivi se vuoi vivere la realtà locale….ma quale chador nel deserto? Ma ndo vivete?

    • A dirla tutta, anche per i locali la sharia varia a seconda del lignaggio e del censo.
      Duecento anni fa ho lavorato in ristoranti di lusso nel Nord Europa frequentati da questa gentaglia (per me sono “gentaglia”, esattamente) e non vi racconto nemmeno quanto scorresse Dom Perignon d’annata a fiumi e sigari cubani pregiati ai loro tavoli.
      Senza contare le odalisch…ehm, escort di alto bordo di cui si circondavano.
      Mi turavo il naso perché alla fine della serata piovevano bei bigliettoni di mancia anche per noi poveracci, ma sono brutta gente.
      Ecco perché da un certo punto di vista l’entusiasmo per una proprietà di quei lidi non è massimo per quanto mi riguarda.
      Diciamo che mi turerei il naso come facevo allora…

    • @drastico, sono brutta gente nella misura in cui lo sono tutti quelli che hanno soldi da far schifo, ipocriti, prepotenti, ego smisurato. anaempatici e senza senso della misura. viaggiano su un altro rivello della realtà e della vita. poi se ti stanno sulle scatole in quanto arabi e musulmani è un altro discorso. e uno ogni tanto bono, straricco da fare schifo di qualunque area geografica, si trova. ogni tanto

    • No @nottefonda, non tutti sono biforcuti e ipocriti come loro, ne ho visti tanti passarmi davanti, e non tutti ti fanno la morale davanti mentre dietro si strafanno e vanno a mign…., te lo assicuro.
      Perché a me quello dà fastidio, e loro sono maestri in questo. Sai, quando vieni da un posto dove tagli mani per un furtarello o lapidi una poveraccia per adulterio e sei infinitamente peggio di loro, la cosa non può che farmi schifo.
      Non è questione di provenienza geografica o religione.

  6. Farebbe bene ad andare e prendere gli ultimi ingaggi importanti della carriera, al posto di perdere tempo in una squadra da sesto posto

  7. io spero resti, ma si può giocare a calcio senza Totti, Baggio, Falcao e Maldini, figuriamoci senza Dybala. Dipende sempre da come lo rimpiazzi..Se mi crei una linea d’attacco con Gassova Lukaku e Chiesa io dormo tranquillo, anche col dubbio che quel giovane possa avere difficoltà d’ambientamento e debba giocare El Shaarawy. Ho detto questi 3 ma potevo dire anche Gassova Morata Grenwood, insomma gente di gamba e tecnica che magari ti fa anche 40/50 partite l’anno al contrario di Paulo

  8. Signori ma veramente stiamo prendendo in considerazione le voci di mercato del campionato ARABO riportate da TUTTOSPORT?

    Tanto per dare aria al disfattismo e criticare Dybala, l’unico campione in Rosa?

    Che brutto andazzo i commentatori del forum ultimamente.

  9. Perché dovrebbe diventare un ex giocatore a 31 anni, non gli bastano i problemi fisici? Vuole rimanere a Roma, ma anche garanzie sugli obiettivi del club. Però non ci possiamo assolutamente privare di Bryan Cristante? È il leader tecnico, ne dovresti trovare un altro

  10. purtroppo dietro i calciatori ci sono manager e la famiglia..per Dybala andare lì significa mettere fine alla sua visibilità nel calcio che conta ..ricevesse una offerta dalla premier oppure dalla Liga oppure la Bundesliga capirei ma andare a palleggiare nel deserto mi sembra troppo
    Ronaldo e’ andato lì dopo che ha vinto Champions a ripetizione e palloni d’oro. a gogò ma Dybala che ha vinto i. campionati con la Juve mi sembra poca roba

  11. De passaggio stacce tre anni nel deserto tutti i giorni, di vita dorata te rompi poi che calcio e’, li ci vanno quelli che hanno finito. Ma non ti chiedi perche’ tanti rifiutano ? Mi pare che l’ho detto gia’ ne prendono tanti qui ce campano per 10 vite. Della vita che dici tu qui gia’ la fanno ma li dopo 2 mesi te rompi tranquillo che e’ cosi’, apposta fanno di tutto per ritornare.

    • io c’ho lavorato quasi due anni .. avro’ senz’altro guadagnato soldini importanti per la mia famiglia ma .. che vita .. e mi sentivo pure in pericolo ..

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome