Lampo di Oliveira, Roma più vicina ai quarti

23
901

AS ROMA NEWSBuona la prima. La Roma passa di misura sul campo di patate del Vitesse e mette un primo importante tassello sul passaggio ai quarti di finale di Conference League.

La prestazione non è stata convincente come quella contro l’Atalanta, ma sulla gara hanno influito i cambi (alcuni ancora non all’altezza, nonostante quello che dica Mourinho) e un terreno di gioco ai limiti della praticabilità che rendeva quasi impossibile il fraseggio palla a terra.

Il Vitesse, che sembrava più abituato a quel genere di campo, ha cercato di dare subito la svolta al match: partenza a razzo degli olandesi, ma Openda sbaglia gol anche clamorosi e tiene a galla la Roma nei primi 45 minuti. Poi Sergio Oliveira colpisce nel recupero con un sinistro fulmineo dall’interno dell’area avversaria che si spegne sotto al sette.

Per la squadra di Letsch è una doccia freddissima. Il Vitesse, che stava già perdendo consistenza con il passare dei minuti, si spegne. La Roma nella ripresa si aggiusta, con Mou che rimette le cose a posto inserendo Karsdorp, Cristante ed El Shaarawy per i deludenti Mailtand-Niles, Veretout e Vina, e i giallorossi gestiscono il vantaggio senza particolari affanni.

E’ anzi Abraham ad avere l”occasione migliore per chiudere il discorso qualificazione, ma l’inglese la fallisce con un tocco sotto che non riesce a insaccarsi grazie al provvidenziale salvataggio di Rasmussen in scivolata. Poi l’espulsione di Sergio Oliveira, a dir poco severa, ridà qualche speranza agli olandesi, ma la Roma si difende con ordine e porta a casa un risultato prezioso in vista del ritorno, in programma tra una settimana all’Olimpico.

Terza vittoria consecutiva per la squadra di Mourinho, terzo uno a zero per una squadra che a fine partita si professa più compatta e meno “naif” (come dirà lo stesso allenatore). Le parole però se le porta via il vento. Quello che conta è il campo. Udinese e soprattutto Lazio sono i banchi di prova che la Roma dovrà superare per dimostrare di essere davvero cresciuta.

Giallorossi.net – A. Fiorini

Articolo precedenteLETSCH: “Risultato deludente, dovevamo sfruttare le occasioni. Il campo? Era brutto anche per noi”
Articolo successivoGasperini si sfoga: “Gol tolti e messi, all’Atalanta hanno fatto cose pesantissime”

23 Commenti

  1. guardando il calendario della conference, se si va avanti si gioca tutti i giovedì (esclusa la pausa nazionali) praticamente le settimane senza impegni infrasettimanali sarebbero solo prima di Venezia e Torino che sono le ultime 2 giornate di campionato.
    Gli stessi impegni li avrebbero Atalanta e Juve. Bisogna sperare che tutte e tre si vada avanti in Europa, e non bisogna assolutamente sbagliare gli scontri diretti con Lazio e Fiorentina, considerando che dobbiamo affrontare anche Inter e Napoli.
    E’ fondamentale una vittoria con l’Udinese, non si possono perdere punti con le squadre di bassa classifica. La settimana scorsa guardavo alcune statistiche e la Roma era 18esima in campionato per chilometri medi percorsi, terzultimi. Però mi sembra che nelle ultime partite la squadra sia più compatta e si muova meglio tutta insieme, come se effettivamente stessero correndo di più, speriamo che le riserve consentano turnover, perché del 1° tempo di ieri c’è da preoccuparsi; non possono giocare sempre gli stessi.

    • Si è vinto e questo è l’importante, però ieri la squadra ha faticato tanto dal punto di vista fisico su quel campo infame dove loro però correvano come addannati.
      Non c’è dubbio che queste partite si pagano poi in campionato. E questo rende difficile il discorso del quarto posto che senza continuità di risultati non raggiungerai mai.
      Credo vada fatta una scelta. A questo punto, se si passa il turno, vale la pena puntare tutto su questa coppa per tentare di vincere finalmente qualcosa dopo tanti anni.

    • la classifica dei km percorsi vale come il 2 di coppe quando regna bastoni..meno di zero
      si può correre meno ma correre bene o viceversa ma questo non è certezza del risultato
      altrimenti il Milan sarebbe 12.mo ed il Venezia quarto.
      E comunque tanto pe capisse tra i primi 10 calciatori per km percorsi ci sono Cristante e Pellegrini…fate vobis

    • Rod, non sono fra chi ti ha messo “pollice giù”; ma questo ragionamento è giusto nelle premesse (queste partite si pagano in campionato e minano la continuità di risultati).

      Ma sul fare la scelta, dopo un campionato da montagne russe, col record di sconfitte, direi che è pericoloso: psicologicamente, questo organico non mai mostrato il carattere di chi esce dal campo avendo veramente dato tutto; non si può permettere alibi in campionato e di non puntare almeno alla qualificazione in EL. E questo anche per motivi finanziari (sul quarto posto, beh, se anche fossimo eliminati dalla Conference, penserei, conoscendoli, più al contraccolpo piscologico che alla capacità di dare continuità di risultati in assenza di altri impegni).

      Piuttosto, si può puntare a far giocare di più Bove e Zalewsky, o recuperare Shomu. Ad es; ieri s’è visto un Cristante che verticalizzava in uscita, a centrocampo, “chiudendo” il passaggio con velocità di esecuzione mai usata prima.

      Insomma, qualunque cosa va tentata. Ma fargli capire di poter mollare in campionato sarebbe un disastro.

    • Quel che non volete capire è che non hai una squadra per giocare su due fronti. Sei legato sempre ai soliti che fanno la differenza: Abraham, Zaniolo, Micky, Pellegrini. Il resto sono comprimari. Ma questi tre non possono giocare ogni tre giorni e l’abbiamo visto.
      Per me, considerato che vincere questa coppetta sarebbe cmq qualcosa (e ti porterebbe cmq in e.l. il prox anno) si deve puntare tutto lì (come del resto fece Fonseca lo scorso anno).

    • Rod, io cercherei di guadagnarmi almeno l’EL anche in campionato. E’ un traguardo alla portata, non di certo i vacui sogni riguardo la Champions.
      La vittoria in Conference è tutt’altro che garantita (come non lo fu quella in EL l’anno scorso), e io francamente almeno una coppa decente cercherei di giocarla l’anno prossimo.
      Poi siamo d’accordo che la vittoria di un trofeo sarebbe comunque più importante del piazzamento, ma puntare tutto su un cavallo è sempre molto rischioso, a meno di circostanze contingenti quale l’ecatombe di infortuni patita l’anno scorso nella seconda parte di stagione.

    • Rod secondo me non puoi pensare solo alla coppetta; anche perché la finale è dopo la fine del campionato, per cui dovessi anche arrivarci, la qualificazione in E.L. devi guadagnartela prima in campionato. Non è pensabile non fare le coppe europee l’anno prossimo sia per il bilancio che per il ranking, che attualmente è comunque alto e va mantenuto il più alto possibile…
      Aemilius è ovvio che non conta quanto corri ma come corri, come il possesso palla o altri dati, però dai dati si evince che corrono tanto appunto Cristante e Pellegrini e molto meno gli altri, forse è un indicatore che la squadra per gran parte del campionato è stata poco compatta. ultimamente mi sembra ci sia meno distanza tra i reparti, magari è solo una mia impressione, in tv si capisce poco, sicuramente chi ha visto tante partite allo stadio avrà un’idea più corretta

  2. Un passo avanti per il risultato, un passo indietro per la prestazione.
    Nel primo tempo la squadra è stata insufficiente ed infatti Mourinho ha detto che il risultato era immeritato.
    Insomma c’è ancora da migliorare e di molto se vogliamo arrivare in finale.

  3. È Il Sergio Oliveira voluto da Mourinho…quel Mou dei 25 tituli, e quei fatti parlano,ed è un fatto che questo condottiero adesso lo abbiamo noi; L’ ASROMA….una società che ancora è un cantiere….indovinate perché?

  4. Mah… è vero che dobbiamo ringraziare il Cielo per i gol che il Vitesse si è mangiato ma comunque ieri solo due squadre hanno vinto fuori casa: noi e il Feyenoord (a Belgrado).

    Rennes, Basilea, Gent, LASK e Alkmaar hanno perso. Copenhagen ha pareggiato…

    Quindi, unitamente alla prova caratteriale / difensiva (e al recupero di ElSha), la giornata mi è sembrata positiva (molto positiva 😊). A parte i cartellini 🙄…

    Continuiamo ad essere una squadra in corso d’opera ma alcuni errori ricorrenti / debolezze di vario genere sembrano in via di correzione (speriamo…).

    Mi rifiuto di pensare al Derby fino a che non sarà la partita da giocare: prima c’è l’Udinese (e il ritorno col Vitesse): 18 punti meno di noi ma con due partite da recuperare (che se le vincesse entrambe sarebbe subito dietro al Sassuolo…). Ha appena pareggiato con Milan e Lazio e battuto la Sampdoria… e non perde da un mese (da Verona).

    Capisco quindi che Mou abbia cercato di fare più turn over possibile ieri… ci mancheranno Miki e Kumbulla (che al momento, tolto Smalling, mi sembra il nostro difensore più efficace…) e avremo nelle gambe la partita di ieri mentre loro no.

    Il meglio che riesco ad augurarmi è una gara dura, impegnativa e sofferta dalla quale però, in qualche modo, uscire coi tre punti.

    Ciao a tutti 😊.

  5. Tutte le partite la roma o prende gol o c’è sempre da tremare , un giocatore sempre dietro l’ultimo difensore, possibile che nessuno se ne accorge e corregge questo banalissimo errore?….e poi cosa elogiare….abbiamo giocato con una serie D eppure abbiamo tremato pure con questi……questa è la vera roma che state osannando?….bha c’è chi è contento. Prima di mettere pollice verso….riguardate la partita con calma.

    • se il giocatore avversario è sempre dietro il difensore è in fuorigioco, lo dice il regolamento.
      il problema è che ci va’ da una posizione regolare.
      Quindi va’ contenuto. Di solito dell’assorbimento dell’inserimento di un giocatore se ne occupa un centrocampista. quando si giocava con il Libero quello era il suo compito.

  6. ER PAGGELLONE (sintetico) DE IDI

    Rui Patricio 7: salva squadra e risultato in almeno due occasioni, sbaglia una sola volta. Il vero Capitano è lui, l’unico con la mentalità giusta.

    Mancini 5: 18esimo giallo, col quale salterà il ritorno. Per proteste! Bene in difesa, ma non ha più 12 anni.

    Ibanez 5,5: molle.

    Kumbulla 7,5: è il leader della difesa. Lo avreste detto a Ottobre?

    Maitland-Niles 4: dopo 15 secondi (SECONDI!) di partita va molle sull’avversario. Ho rimpianto Piris.
    Karsdorp 6,5: in attatto nullo, ma chiudee il buco sulla fascia.

    Mkhitaryan 6,5: no Miky, no party.
    Smalling 6: gioca 6 minuti ma con lui in campo sei tranquillo.

    Sergio Oliveira 6: chi fa goal ha sempre ragione.
    (Voto senza goal: 4)

    Veretout 4: molle, con Sergio fa un buco nero a centrocampo. Il Vitesse ringrazia.
    Cristante 7: chi diceva che non ha le p*lle? Entra lui e cambia la partita.

    Vina 5: gioca senza fermarsi da più di un anno, però anche sulla sua fascia il Vitesse passeggia. Molle.
    El Shaarawy 6,5: grintoso.

    Zaniolo 5: Prova no. Ci sta, alla sua età ha diritto di sbagliare una partita.
    Pellegrini 6,5: vedi El Shaarawy, con in più un assist per il potenziale goal di Mancini.

    Abraham 6,5: gli danno UNA palla giocabile in tutta la partita, lui crea DUE occasioni. In più capisce l’andazzo, cioè che oggi bisogna aiutare dietro.

    José Mourinho 7: Capisce al volo l’antifona e all’intervallo fa i cambi che mettono al sicuro il risultato.

    ROMA 5: tutti sapevano come sarebbe partito il Vitesse. Se 5 su 10 sono molli, la squadra è molle. Alcuni non lottano per la maglia che indossano, non gli trasmette nulla. Defenestrare.
    Però. Però sono tre partite che prendi sberle da chiunque ma non vai a tappeto e alla fine vinci la partita, e questo non può essere passato sotto silenzio. In Coppa nessuno ti regala nulla.

    • @Achille, ieri il Vitesse ci ha mandato in tilt a più riprese. Il Vitesse. Lo Spezia, che con tutto il rispetto è lo Spezia, ha tenuto in bilico la partita fino all’ultimo avendo anche l’occasione per il colpaccio. L’Atalanta ha fatto il suo gioco. In tutte e tre le situazioni non è mai stata la Roma a imporre l’andamento del match, o un tipo di gioco 8come ci si aspetterebbe dal blasone), ma si è adattata incassando e reagendo di conseguenza. Sono però venuti fuori 3 1-0 e onestamente io ci metterei la firma per fare tutte le partite in fotocopia come quella di ieri, fino alla fine della stagione. Se succede una volta è fortuna, se inizia a ripetersi spesso, con goal sul finale delle frazioni, significa che qualcosa sotto c’è e a me piace.

  7. Gioco del vitesse visto che giocano Sempre su quel campo di patate superare velocemente la metà campo sugli esterni e cross a giro in area ne avranno fatti perlomeno 30/40 noi non giochiamo così ed è de la difficoltà anche dei due nostri esterni, se salivano scrndavo di più dietro a loro per poi crossa re viceversa se rimanevano bassi cross quasi da metà campo al ritorno se è ripeto se la Roma. Gioca il suo normale gioco prendono 3/4 goal

  8. Quasi incredibile a dirsi, ma questa squadra difficilmente può permettersi di rinunciare a Cristante e Karsdorp. Non certo per il valore assoluto dei due, ma semplicemente perché dietro di loro continua ad esserci il vuoto pneumatico.
    Nel caso di Cristante potrebbe esserci Bove, ma Mourinho continua ad utilizzarlo col contagocce, malgrado le poche esibizioni del ragazzo siano state incoraggianti.
    Dobbiamo evidentemente continuare a fidarci delle sue valutazioni e pensare che il ragazzo non sia ancora pronto. Effettivamente si tratta di un ruolo e un compito delicato, però spero che da qui in avanti possa avere qualche occasione in più per avere un’idea più precisa del suo valore.

  9. Maitland Niles e Vina ai lati ?
    Difficilmente MOU li schiererà di nuovo in contemporanea.ma ieri Mou ha ” preservato” i calciatori a rischio visto il campo di gioco.

    Finalmente ieri qualcuno ha compreso l’ importanza di Cristante ,unico della Roma a saper gestire palla e a lanciare , non a caso anche quello che CORRE DI PIÙ nella Roma .
    Serve non averlo in campo per capire quanto è importante ?
    Forza BRYAN .
    VERO …serve un regista puro , che giochi PER o CON Cristante . che sappia dare i giusti tempi.
    MKITHARYAN vero fuoriclasse della squadra =
    ad ora se gioca dietro manca qualcosa avanti ,
    se gioca avanti manca qualcosa dietro .
    PS
    Cosa è successo a Veretout ?
    Lo scorso anno ? fondamentale
    Quest’ anno ? Spesso in confusione , sbaglia troppo spesso i tempi di gioco.
    Forza Jordan abbiamo bisogno di te

  10. 3 vittorie con soli 3 gol : sembriamo quasi una squadra SERIA.

    Alla faccia dei BABBEI che si esaltano per le vittorie inutili per 5-0 in un campionato scacato contro avversari che manco in Serie B dovrebbero stare, e poi si finisce per l’ennesima volta senza TROFEI e si esaltano i mezzi-giocatori come pellegrini che segnano il quarto gol in un 5-0 contro un bologna di merxa qualsiasi : questo era con pallotto, lo squallore totale.

    Ora ci stiamo scrollando di dosso gli ultimi rimasulgli mefitici del pallottismo e i risultati si vedono : si vince per 1-0 senza fare gli sboroni e senza nessuno che si esalta perché e’ solo una vittoria di misura e quindi si sa che c’ é ancora tanto da lavorare.

    Umiltà, dedizione, abnegazione, spirito di gruppo : tutte cose che stiamo ritrovando ora che pallotto e la sua mal riposta boriosità se ne sono andati affanxulo per sempre.

    Avanti cosi’ per un futuro VINCENTE che non avrà nulla a che spartire col fruttarolo e le idee PERDENTI di chi gli va dietro : QUESTA e’ la ROMA che vogliamo !

    La ROMA degli adulti, della gente SERIA, contro la rometta fasulla dei teenagers social media-dipendenti che guardabno quel COXXIONE der lenticchia su youtube che dice solo STRONXATE tipo che la rubbe sarebbe un “modello da imitare”…. eh, il male che ci ha fatto pallotto di cui vi parlo sempre e’ soprattutto questo : che ha creato una generazione di tifosi ORRIBILI e completamente rincretiniti dalla STRONXATE che lui faceva dire ai suoi saltimbanco e vabbé ve lo ho già spiegate ste cose.

    Mo’ 1-0 a udine, 1-0 al ritorno in Coppa e poi sulle ali dell’entusiamo ci sfoghiamo al Derby e gli facciamo un mazzo cosi’, MAZZONE-STYLE : pam pam pam nel sedere e lazzie merxa !

  11. eh eh..ci stà ..alla sua eta’..di sbagliare una partita..eh eh..invece x gli altri..nun ci stà di sbagliare..una partita..eh eh..cmnq bravo..ritenta..eh ehs

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome