Lazio, Lotito: “Presenteremo il progetto stadio entro l’inizio di maggio”

27
389

ALTRE NOTIZIE Presenteremo il progetto dello stadio, speriamo entro la fine del mese o al massimo per i primi di maggio“. Sono le parole del presidente della Lazio, Claudio Lotito, a margine della sfida del campionato Primavera tra i biancocelesti e il Lecce, giocata al centro sportivo di Formello.

Proprio in merito al centro di allenamenti, Lotito ha aggiunto che stanno per iniziare “i lavori dell’Academy, che prevederanno la realizzazione di una foresteria, di una zona studi, di una chiesa e tutto ciò che serve a supportare i ragazzi che decidono di dedicarsi al mondo dello sport”.

Completeremo quindi la struttura che coprirà tutte le età con altri sette campi facendo diventare il centro sportivo di Formello un punto di riferimento d’eccellenza“, ha concluso il presidente della Lazio.

 

Articolo precedenteRoma, Josè Fontes si avvicina alla carica di nuovo ds. La Repubblica: “Suggerì Vina e Sanches, bocciò Svilar e Ndicka”
Articolo successivoSERIE A – Il Milan fa turnover e pareggia a Sassuolo (3-3). Il Napoli fermato in casa dal Frosinone (2-2)

27 Commenti

  1. sarà una magnifica realtà….un esempio da seguire per tutte le squadre compresa la loro che militeranno nella serie cadetta …

  2. “stanno per iniziare i lavori dell’Academy” si…per le nomination agli Oscar 2025.

    “a realizzazione…di una chiesa”
    Mi sembra perfetta come idea, trattandosi di squadra da oratorio.

  3. Non ho capito oltre l’ Accademy lo stadio lo fanno a Formello ? Li’ e’ il progetto ? E le pecore dove pascolano ? Il latte di pecora e formaggio fanno bene peccato, grande progetto sicuro in una zona ad alta densita’ Stadio da 25000 spettatori presumo….Abitat per laziali !!!!

  4. a Loti’ te sei scordato de di in che anno? so almeno tre anni che dici sempre le stesse ca@@ate e non fate mai nulla, devi fa i fatti che de chiacchiere ne fai già abbastanza. Forza Roma

  5. Non ne dubito: “Formello sarà un punto di riferimento nel campionato di Eccellenza”.

    Il caxxaro, giustamente, costruisce una chiesa per avere il permesso di realizzarci attorno i campetti della parrocchia…

  6. Tralasciando tutto il discorso sul centro di allenamento.. Accademy e roba varia.. Visto che ormai tutti hanno dei centri all’avanguardia.. Loro semmai sono gli ultimi..

    Ma lo stadio dove lo fanno?.. E lo chiedo seriamente.. A Roma il problema più grande è proprio questo.. Dove???

    Ha parlato più volte del Flaminio.. Ma personalmente mi sembra un idea pessima.. Per tanti motivi.. E comunque anche con una ristrutturazione pesante non sarebbe uno stadio moderno.. Tralasciando tutti gli altri problemi..

    Quindi?… Perché parla di progetto ma non indica la zona?…

    Tutti siamo capaci a dire.. “progetto stadio”… Ma se non dai la minima indicazione, sembra la solita presa per il culo..

    Un progetto ha bisogno di un area.. Lui non la fornisce neanche lontanamente.. E sono anni che fa la stessa cosa.. Di concreto come sempre non c’è nulla..

    Però sono certo di una cosa.. Fino a quando l’Italia non sarà in grado di costruire stadi di proprietà il nostro campionato, seppur bello tatticamente parlando, avrà sempre un problema legato al valore del campionato..

    La premier nasce così.. Tutti stadi di proprietà innovativi.. Anche squadre di serie B.. E tutta Europa ha seguito questo esempio..

    Ci guadagnano tutti, le società in primis.. Grazie alle sponsorizzazioni legate allo stadio.. Per non parlare dei diritti tv che possono aumentare di colpo..

    Ma noi siamo gli ultimi a capirlo..

    Forza Roma

  7. Questo mi fa pensare che per lo Stadio della Nostra Roma siamo a buon punto, in genere quando il ciccione si agita…
    Cmq per il centro sportivo direi che arrivano come sempre in ritardo visto che Trigoria dispone di Foresteria (da 40 anni), liceo sportivo, zona riabilitativa (piscine e crioterapia) oltretutto ha subito ristrutturazioni su ristrutturazioni diventando sempre più moderna e funzionale.
    Vabbè ma quelli con la gestione Lotito sono fermi agli anni 80 non c’è da meravigliarsi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome