SERIE A – Il Milan fa turnover e pareggia a Sassuolo (3-3). Il Napoli fermato in casa dal Frosinone (2-2)

7
185

ALTRE NOTIZIE – Il Milan fa ampio turn over in vista della partita di giovedì contro la Roma (a riposo Maignan, Calabria, Gabbia, Reijnders, Bennacer, Giroud e Pulisic) e pareggia sul campo del Sassuolo per 3 a 3. 

Uno-due dei padroni di casa che vanno a segno prima con Pinamonti (4′) e poi con Laurienté (10′). I rossoneri riaprono il match grazie a Leao al ventesimo di gioco.

Nella ripresa i neroverdi allungano con la doppietta di Laurienté (53′), ma il Milan non ci sta e rimette il match in equilibrio grazie ai gol di Jovic (59′) e Okafor (84′). Da valutare Thiaw e Kjaer, che hanno accusato problemi muscolari.

Nel match dell’ora di pranzo altro passo falso del Napoli che viene fermato al Maradona dal Frosinone di Di Francesco. Azzurri avanti con Politano (16′), pareggio di Cheddira (50′), nuovo sorpasso partenopeo con Osimhen (63′) e rete del definitivo 2 a 2 sempre di Cheddira.

La squadra di Calzona vede allontanarsi la Champions: il quarto posto dista 10 punti, il quinto (per il momento) sei lunghezze.

Giallorossi.net – T. De Cortis

Articolo precedenteLazio, Lotito: “Presenteremo il progetto stadio entro l’inizio di maggio”
Articolo successivoDE ROSSI: “Partita difficilissima, dovremo andare ancora più forte. Pellegrini ha solo mezzora, Dybala out per il rischio infortunio”

7 Commenti

  1. Le cosiddette piccole, quando lottano per la salvezza, diventano ossi duri per tutti. Lecce, Cagliari, Sassuolo, Frosinone, Empoli e oggi Udinese saranno decisivi nella corsa alla Champions League.

  2. Il Milan impegna cinque attaccanti per riuscire a pareggiare con il Sassuolo, bene così, Leao e Theo stanchi e non riposati per giovedì.
    Imbarazzante in difesa Florenzi, anche se non è una novità.
    Padre Pioli deve sperare di non forza schierare Chaw e Kjaer insieme contro di noi.
    Ora testa a Udine. SFR

  3. Non so perché mi è venuta in mente sta cosa qui…ma immaginate un po’ se Aurelio avesse pensato a De Rossi per sostituire Garcia invece che a Mazzarri(sic!).
    Daniele naturalmente avrebbe accettato, come è giusto che sia, d’altronde ha anche uno staff che lo segue al quale deve garantire un lavoro, e il Napoli lo avrebbe preso in un momento con tanta corsa davanti a sé e tutto il tempo per recuperare.
    Oggi si può dire che probabilmente avrebbe fatto molto bene anche lì, perché il Napoli è e resta una squadra di qualità complessiva alta ma non ci sta con la capoccia, come dimostra la continua altalena di risultati.
    L’anno scorso avrà sicuramente overperformato ma comunque per me è strutturato almeno per andare in Champions in carrozza o quasi.
    Beh, fortuna che non ci ha pensato…

    • Quest’anno su partita secca è imprevedibile, può vincere e perdere con chiunque. Speriamo che al momento di Napoli Roma siano giù di morale.

  4. Bravo Di Francesco! Ma non per il risultato, quanto per aver mostrato un gioco propositivo in ogni fase della partita. Il Frosinone avrebbe meritato la vittoria se Soule e Seck avessero sfruttato una delle due facili occasioni che gli sono capitate.

  5. IL MIlan aveva la testa a Roma per giovedì. Cosa gli interessava vincere/pareggiare o perdere , tanto lo scudetto non lo vince e la Juve ,per come gioca ora, non è un pericolo, le altre sono tutte lontane.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome