Lega Serie A: il campionato resta a 20 squadre. Roma, Milan, Inter e Juve sconfitte

20
507

AS ROMA NEWS – È andata in scena oggi l’Assemblea della Lega Serie A, che ha ribadito la contrarietà alla riduzione del numero delle squadre che prendono parte al massimo campionato italiano e ha confermato il format a 20. Solo quattro club – Inter, Juventus, Milan e Roma – hanno votato a favore della riduzione a 18 squadre.

“La Lega Serie A ha approvato oggi, nel corso dell’Assemblea svoltasi nella sede di via Rosellini, il proprio documento di indirizzo contenente le proposte di riforma del calcio italiano – si legge nella nota della Lega -.

Nel corso della stessa riunione, è stata ribadita la assoluta necessità di mantenere nello statuto federale il diritto di intesa, così come nei principali sistemi calcistici europei. E’ stato, inoltre, confermato l’attuale format a 20 squadre del campionato di Serie A”.

Articolo precedenteStadio della Roma, presentato un esposto ai carabinieri: “Bullismo istituzionale e falle nel progetto”
Articolo successivoDe Rossi cambia la Roma per il Feyenoord

20 Commenti

  1. Ma infatti c’è un motivo se le quattro squadre sono andate alla FIGC: perché sapevano che in Lega la mozione non sarebbe mai passata. Quindi, o la FIGC prende atto che un campionato a 20 squadre è insostenibile, e agisce di conseguenza, o l’iniziativa non verrà mai presa dalla Lega, che ha tutto l’interesse in ADL e in Lotito, oltre che nei club più piccoli, a lasciarla a 20.
    E come biasimarli, i piccoli: avete visto in che condizoni versa la B?

  2. Da notare come la lazzie, con scacculator che fa le lacrimazioni plenarie a reti unificate ogni due ore sul fatto che “si giochi troppo”, ha apparentemente votato per rimanere a 20 squadre.

    Non ha confini la pena che mi fanno i miserandi gaggi che tifano per una societa’ demme’ come quella e fanno pure la voce grossa sui social sul senso di “appartenenza” e su come tifare per la lazzie li abbia “aiutati a vivere valori veri” (!!!)

    • è nelle serie minori che palpatine prende i voti anche con il ricatto (nella famosa telefonata sul carpi in serie a c’è anche un o voti come dico io o niente contributi)

    • Premier League:20 squadre
      LaLiga:20 squadre.
      I campionati che stanno avanti sono tuttii a 20. Poi se vogliamo accodarci alla mediocrità di Ligue1 e Bundesliga facciamo pure…

    • “Premier League:20 squadre
      LaLiga:20 squadre.”

      infatti sono anche avanti a tutti nell’ignorare e aggirare regole Uefa con imbrogli finanziari e magheggi vari che permettono a certe squadre di ingaggiare e mantenere 200 fuoriclasse che bastano pure per campionati a 40 squadre e Champions leagues che includono Asia e Oceania…

  3. Conferma che comanda Lotito perché ha in mano le piccole. E conferma del fatto che TUTTI non sanno che voglia dire creare un prodotto decente col calcio. Le piccole non le fai contente facendo più partite, ma rendendole più interessanti… Ergo, ripartendo in maniera più equa i diritti TV, ma non lo faranno mai e rimarranno a spartirsi il potere e lamentarsi. E intanto il calcio da noi finirà al livello della EREDIVISIE

    • Ennesimo errore strategico mettere il cappello su una proposta giusta, ma praticamente spacciata (o con pochissime probabilità di passare, a meno che non abbia in mano un potere che non hai). Anche qui il panzone è in una situazione con cui va a nozze: il massimo risultato con il minimo sforzo, e, senza aver mosso un dito, si intesta (ora, o si intesterà prossimamente, vedrete!) l’ennesima vittoria.

  4. ma De Laurentiis dove stava oggi? è sempre stato uno dei più polemici perché ci sono troppe partite in calendario e poi quando si vota per la riduzione si defila?

  5. Hanno appena preso i soldi per il prossimo cinquennio di diritti TV che Dazn e Sky hanno firmato su base di un campionato a 20 squadre.
    Una ipotetica riduzione del numero di squadre comporterebbe il mancato rispetto degli accordi contrattuali presi da parte della Lega dovendo ritornare a una nuova asta per i diritti televisivi con probabile riduzione dell’offerta attuale, non solo per pareggiare il numero più basso di partite, 60 annue, ma anche come possibile cartello fra gli unici due interessati a trasmettere un campionato che non spicca fra i tanti.

    Il fatto che i campionati maggiori siano a 20 squadre significa anche che i calendari attuali vanno anche bene (in Inghilterra giocano anche di più per le 2 coppe di lega).

    Quindi al momento impossibile ridurre il numero di squadre.

    • Ma secondo te: avessero deciso oggi di ridurre il numero delle squadre, il prossimo campionato sarebbe stato a 18 squadre?

  6. Se il campionato di serie A passasse a 18 squadre,il budget delle pay tv calerebbe del 10%.
    Tutti i presidenti stanno con l’acqua alla gola,come potrebbero accettare una proposta del genere?
    Prima di sparare fanfaronate a bizzeffe, innescate quell’organo chiamato cervello e non la panza,come fa l’Abboccone.

  7. l’ultimo problema della serie a sono le 20 squadre.

    abbiamo stadi e infrastrutture ridicoli, siamo la barzelletta d’europa, persino in Spagna squadre insignificanti come l’Alaves, la prima che mi viene in mente, ha uno stadio che qui sarebbe ORO.

    ❤️🧡💛

  8. La serie A è la barzelletta d’Europa !!!
    Ci sono campionati che possono permettersi 20 squadre, qui erano giuste 18 squadre per gli arci noti problemi, 20 squadre in serie A sono troppe.
    Addirittura è meglio il campionato argentino a 28 squadre che quello nostro a 20 per come siamo messi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome