La Roma Primavera raggiunge la finale scudetto! Battuta la Juventus due a zero, in gol Tripi e Vicario

55
1789

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – La Roma Primavera di Alberto De Rossi si gioca oggi pomeriggio l’accesso alla finalissima scudetto del campionato 2021-2022.

I giovani ragazzi giallorossi affronteranno la Juventus nella semifinale a gara unica che sta per giocarsi allo stadio Comunale Enzo Ricci di Sassuolo.

Vi lasciamo dunque al live del match con il racconto della gara e le formazioni ufficiali delle due squadre.

ROMA-JUVENTUS, LA CRONACA LIVE

SECONDO TEMPO

96′ – FINITA! La Roma raggiunge la finale scudetto battendo la Juventus per due a zero nella semifinale a gara secca giocata questo pomeriggio! Decisivi i gol di Tripi su punizione nel finale di primo tempo e di Vicario nella ripresa. I giallorossi sfideranno martedì prossimo al Mapei Inter o Cagliari nella finalissima scudetto. Gigantesca la prova di Ndiaye, migliore in campo per distacco. Bene anche Tripi e Volpato. 

90′- Sei minuti di recupero. 

89′ – OCCASIONE ROMA! Tahirovic calcia dal limite dopo uno schema su punizione, salva in angolo il portiere bianconero!

85′ – OCCASIONE JUVE: Strijdonck, dopo un’uscita errata di Mastrantonio, prova a calciare di potenza ma la conclusione è centrale e il portiere giallorosso respinge coi pugni.

77′ –  GOOOOOOOOOOOOL! VICARIO! Il difensore segna di testa dopo una parata del portiere bianconero su conclusione ravvicinata di Padula! Ma grande spunto di Tripi, decisivo nell’azione del gol!

74′ – DOPPIO CAMBIO ROMA: escono Feratovič e Volpato, entrano Keramitsis e Pagano.

68′ – OCCASIONE ROMA! Volpato scappa via a destra, entra in area e calcia sul secondo palo col mancino, palla che esce di un nulla!

67′ – Dopo un avvio di marca bianconera, ora la Roma sembra controllare senza troppi affanni.

65′ – CAMBIO ROMA: dentro Padula, fuori Satriano.

53′ – CAMBIO ROMA: fuori Cherubini, dentro Tahirovic.

50′ – TRAVERSA JUVE! Nzouango calcia dal limite un tiro potentissimo che sbatte sulla parte bassa della traversa, la palla rimbalza fuori dalla linea di porta e la Roma si salva!

46′ – Si riparte!

 

PRIMO TEMPO

45’+2′ – Finisce il primo tempo: dopo un avvio di marca bianconera, la Roma crea l’occasione migliore per sbloccare il match e nel finale trova la rete del vantaggio con una punizione magistrale di Tripi. 

45′ – GOOOOOOOOOOOL! TRIPI! Splendida punizione del capitano giallorosso che si spegne sotto al sette! Roma avanti prima dell’intervallo!!

36′ – OCCASIONE ROMA! Faticanti lancia in area Cherubini che calcia in porta, salva il portiere bianconero!

25′ – Cooling break per le due squadre: meglio i bianconeri in questa prima parte di gara, giallorossi ancora troppo imprecisi.

15′ – Ancora Juve pericolosa: conclusione di Savona da posizione decentrata, palla che esce sul fondo.

9′ – OCCASIONE JUVE: conclusione di Omic dal limite, Missori in scivolata salva una conclusione pericolosa.

0′ – Fischio dell’arbitro, si parte!

 

IL TABELLINO DEL MATCH

AS ROMA (3-4-1-2) : Mastrantonio; Ndiaye, Vicario, Feratovič (74′ Keramitsis); Missori, Faticanti, Tripi (C), Rocchetti; Volpato (74′ Pagano); Satriano (67′ Padula), Cherubini (53′ Tahirovic).
A disp.: Baldi (GK), Del Bello (GK), Morichelli, Voelkerling Persson, Oliveras, Cassano, Louakima, Pisilli.
All.: De Rossi.

JUVENTUS FC (4-4-2) : Senkó; Savona, Nzouango, Muharemovic (59′ Sekularac), Turicchia (78′ Rouhi); Mulazzi, Omić (C), Bonetti (59′ Turco), Iling; Hasa (67′ Cerri), Chibozo (78′ Strijdonck).
A disp.: Scaglia (GK), Daffara (GK), Citi, Fiumanò, Doratiotto, Dellavalle, Maressa.
All.: Bonatti.

Arbitro: Sig. Mattia Pascarella di Nocera Inferiore.
Assistente 1: Sig. Emanuele Bocca di Caserta.
Assistente 2: Sig. Glauco Zanellati di Seregno.
Quarto Ufficiale: Sig. Gianluca Grasso di Ariano Irpino.

Articolo precedenteRoma, i festeggiamenti finiscono in procura federale: giocatori e club deferiti per violazione dei principi di lealtà e correttezza
Articolo successivoAS ROMA FLASH NEWS – Tutte le notizie in giallorosso minuto per minuto

55 Commenti

  1. Dobbiamo far crescere nei nostri giovani il senso della vittoria e far capire ai gobbi che devono iniziare a starci sotto! Forza, Roma!

    • Ciao TONINO…! mi hai anticipato!… quindi mi aggiungo, se posso…
      Io la Primavera non ho modo di vederla sempre.
      Oggi l’ho vista in gran parte dei 96minuti (volume rigorosamente azzerato, é riflesso automatico se vedo immagini con voce italiana) e, come altre volte, ho visto questo ‘NDAYE che per me merita di esser messo in rosa di prima squadra.
      Ma già l’anno scorso, davvero ha molto meno di REYNOLDS ? (che il bimbo USA messo in mano a Fonseca prima e Mou poi ha appunto la nazionalità americana dalla sua parte?)… bho’.
      Poi ho visto pure PINTO in tribuna in Emilia andar via dal campo a fine gara, e mi son detto : “ecco il giovanotto DG giallorosso che sta seguendo, avranno già deciso chi?, quei 3/4 nomi che la stagione prossima saranno in prima squadra…”
      Abbiamo già senza dubbio alcuno trovato quest’anno quel ragazzino, ZALEWSKJ, che é già un sorprendente campioncino per me… magari troviamo e abbiamo già un signor laterale destro, che sa pure entrare in campo, a far compagnia a KARSDORP e senza spendere per AMNiles (che ha giocato e non sempre male, ma son soldi che puoi evitare e mettere altrove…)…
      Ok, fiducia in chi sta costruendo da tanto la MAGICA comunque.
      Oggi poi (non conosco bene l’età e i trascorsi) mi è piaciuto TAHIROVIC.

    • Tonino, Ndiaye faceva il terzino quando la Roma giocava a 4 in difesa. Poi De Rossi è passato alla difesa a 3 e lo ha spostato al centro.
      Secondo me ha ottime potenzialità ma ha bisogno di crescere ma ha bisogno di giocare in qualche squadra che gliene dia la possibilità. Un anno in prestito, tipo Milanese, per poi tornare a Roma.

  2. Tonino Cerasa,
    meglio per la carriera di NDJAE se te stai zitto. Sai com’è compa’, non è che sei un portafortuna, anzi 🦉

    • Solo un cieco non può non capire le potenzialità di questo giocatore. Ha gia personalità da leader

  3. E VAIII
    Altri fegati spappolati…
    Bravi ragazzi.
    Ora ricarichiamo le energie per la FINALE.
    Forza ROMAAAAAA

  4. Bravi ragazzi ed alcuni di loro andranno di sicuro in ritiro con la prima squadra questa estate. Il futuro è assicurato con Mourinho, vedi Zalewski. Ora VINCETE LO SCUDETTO! DAJE ROMA DAJEEEEE 💪💛❤️

  5. Molto bene. E tutto ciò senza Felix, Zalewsky, Bove. Volpato invece lo hanno richiamato. E ora la finale. Vogliamo anche questo “titulo”. Mou dai una buona guardata a questi ragazzi in finale. Primo perché porti bene, secondo perché ci terranno a vincere oltre che per lo scudetto anche per vincere un ritiro in estate con la prima squadra. E chissà che non esca un altro Zalewsky.

  6. Migliore in campo Tripi, ma ottimo anche Ndiaye. Volpato dà sempre l’impressione di potersi inventare la giocata. Bravo! Partita di solidità di Missori. Bravi tutti! FORZA ROMA!

  7. Ottima partita. All’inizio un po’ timorosi, poi in crescendo fino alla fine. Vittoria strameritata. Un altro piccolo passo… piano piano… a tutti i livelli…

  8. Bravissimi Lupacchiotti!
    Per gli altri che non sono…NOI:

    “Arenneteve, sète circondati”! Avete cominciato a capirlo e temerlo da quando è stato annunciato Mourinho. Vè? Ahahahahahahahahahahah…come godo; entro un paio d’anni manco l’arbitri er var ve basteranno ppiù!

    FORZA ROMA!

  9. Caro Mister Alberto, personalmente la vedrei non bene ma, di più, alla guida di tutto il movimento calcistico italico ,se solo certi ” figuri” indegni saprebbero apprezzare la sua filosofia .

    Lo ripeto, ce ne vorrebbero 1000 di Alberto De Rossi sparsi per l’Italia.

    Gente come lei mister, potrebbero risollevare le sorti di questo sgangherato movimento.

    Grazie mister , grazie perché credo che nel suo piccolo, si sia tolto tante soddisfazioni .
    GRAZIE !

  10. Ok ora vogliamo anche lo scudetto Primavera ma a proposito i giovani burinazzi formellesi che Campionato fanno? ma li fanno giocare? me sa di no.

  11. La U19 della Roma ha dominato il campionato Primavera 1 dall’inizio alla fine. Purtroppo occorre vincere anche tutte le partite con questo ridicolo sistema del playoff scudetto, per permettere alle squadre che hanno snobbato il campionato tutto l’anno (Atalanta Inter Juventus ecc.), o che lo hanno “drogato” con i fuori quota, di provare a scombinare tutto in partita secca, ovviamente con possibili complicità o sviste arbitrali.
    Nonostante ciò, grandissima solidità della squadra messa in campo da Alberto De Rossi, uno stile di gioco chiaro, un gruppo di ragazzi dotati (alcuni talenti davvero interessanti) che ha lavorato duro e seriamente tutto l’anno guidato da un professionista esemplare.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome