LLORENTE: “La Cremonese? Se faremo bene sarà una partita semplice. Mourinho è l’allenatore perfetto per la Roma, sarei felicissimo se restasse”

20
522

NOTIZIE AS ROMA –  Alla vigilia dell’ottavo di finale a gara unica di Coppa Italia tra la Roma e la Cremonese, il difensore giallorosso Diego Llorente ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Sportmediaset.

La Coppa Italia è una competizione che entusiasma la squadra, l’abbiamo preparata molto bene, c’è massimo rispetto per la Cremonese. Se facciamo bene sarà una partita semplice, altrimenti sarà complicata”, le parole del centrale difensivo spagnolo.

“L’eventuale derby ai quarti? Prima dobbiamo vincere e poi ci penseremo, il mio modo di lavorare è giorno per giorno. Serie A? Dove siamo ora non è il nostro posto, ma credo che nelle ultime due partite abbiamo fatto bene”.

“Siamo pochi ma dobbiamo lavorare con questo gruppo e non pensare se siamo pochi o tanti, se arriva un difensore bene se non arriva, pazienza – ha aggiunto lo spagnolo -. Mourinho è molto importante per me, mi ha portato qui, è l’allenatore perfetto per la squadra e per i tifosi, sarei felice se rimanesse. Giorno per giorno io guardo la qualità dell’allenatore ma il tifoso guarda la qualità della persona e lui si connette con i tifosi in maniera speciale”.

Fonte: Sportmediaset.it

Articolo precedenteGiudice Sportivo: anche Paredes entra in diffida
Articolo successivoAzmoun, accordo tra la Roma e l’Iran: partirà per la Coppa d’Asia solo dopo il 10 gennaio

20 Commenti

    • proprio il più fattibile con Inter e Napoli fuori?
      bella mossa.
      tanto se con atalanta e Milan non si fanno 6 punti, da uno ci togliamo già.

    • Non lo dure,che sei matto?…se no il tifosone tozzo e tutto d’un pezzo,quello che ” e vojo vigne tuteee…” s’impenna e si stramazza.

    • la Roma non può permettersi di mollare nulla.

      detto questo se c’è una competizione che quest’anno vedo davvero dura è l’Europa League.

      Per varie motivazioni, pretendenti fortissime (Liverpool su tutte), legge dei grandi numeri (3 finali su 3 sarebbe roba da fantascienza)…

      ❤️🧡💛

  1. in coppa Italia se le giochi tutte fai 4 partite e una devi giocarla per forza ci rinunci per risparmiare 3 partite ? ma anche no

    l’ EL sarebbe l’obbiettivo più ambizioso perché la finale ti dà risalto e vincerla ti porta in CL.e.soldi..quindi da puntarci assolutamente

    Il campionato invece è un altra storia per come siamo messi arriveremo con difficoltà al 5to posto che al momento ci sarebbe cmq la CL …dobbiamo provare i

    No non si rinuncia proprio a niente

  2. la Roma decidera’ quale competizione mollare .. se Serie A o se Europa League o se la Coppa Italia .. personalmente, spero si battera’ ,alla muerte, in ogni competizione ..

  3. Comunque è un dato di fatto che Llorente è molto migliorato sotto Mourinho. E’ cresciuto molto, e sta giocando tanto e bene. Non è il difensore più forte che abbiamo mai avuto, ma sta onorando la maglia che indossa, per cui merita il mio rispetto.

  4. parole di circostanza, come quelle di tanti altri. Llorente è in prestito secco, il suo futuro è tutto da scrivere avendo un contratto col Leeds fino al 2026.
    Avrà 31 anni al termine della stagione e ben difficilmente la Roma investirà soldi su di lui, sempre che ce ne siano. Un buon mestierante, né giovane né un campione.
    Cosa può interessare a lui del destino di Mourinho alla Roma?

    • guarda che non è scontato, visto le ultime partite il dubbio che non sapessero come si segna incominciavo ad averlo

  5. Guai a mollare un solo obiettivo. Si deve giocare su 3 fronti fino alla fine della stagione.
    Basta con le mediocrità di mollare un obiettivo oppure un altro oppure 2 obiettivi su 3.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome