Lo spettacolo sugli spalti: la Tevere incanta con la coreografia per Di Bartolomei

29
858

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Il derby capitolino è stato caratterizzato, come spesso succede, da un autentico spettacolo andato in scena sugli spalti. E stavolta non sono state solo le curve a prendersi la scena.

La prima ad esporre la propria coreografia è stata la Nord, con la scritta SS Lazio a campeggiare in bella mostra su sfondo azzurro. La Sud risponde con “Prima scrivi Roma poi Lazio, te vedo confuso, poi espone lo stemma della Lupa e la scritta ASR, accompagnato dallo striscione “Sei tu l’unica mia sposa sei tu l’unico mio amor.

Ma la coreografia più bella ed emozionante stavolta va alla Tribuna Tevere, che riesce a riproporre in maniera efficace l’immagine dell’indimenticato capitan Di Bartolomei nella sua posa più iconica, quella in cui calcia la sua famosa “bomba”. Brividi.

Tanti poi gli striscioni ironici con le due curve che si punzecchiano goliardicamente: “Sempre detto che ve ce vole er Tudor”, “Su Turone fai l’ironico, poi piangi per uno scudetto preistorico”, “Malvestiti”, “Romanista… romanista”, “1927 data esatta sconosciuta. Sei annato a dormi che tifavi na squadra, te sei svejato che ne dovevi tifa n’altra”. 

Da evidenziare, stavolta in negativo, gli ululati e i cori razzisti della Nord, sia nei confronti di Lukaku che di Abraham, e il coro della Sud “sei uno zingaro” cantato nel finale di partita nel momento più caldo del match.

Giallorossi.net – T. De Cortis

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteQuesta è Roma
Articolo successivoLotito: “Derby? La Lazio avrebbe meritato il pareggio”

29 Commenti

  1. “Da evidenziare stavolta in negativo gli ululati e i cori razzisti della Nord, sia nei confronti di Lukaku che di Abraham”. Leggere delle quaglie che protestano per la bandiera anti-lazio sventolata da Mancini è davvero il colmo. Hanno davvero la faccia come il didietro😅

    • Non è il caso di rispondere al razzismo col razzismo. Che brutto mondo quello del tifo estremo

    • Intanto è notizia di poco fa, che la procura sportiva (su imbeccata di Gravina) ha aperto un inchiesta sui festeggiamenti di Mancini Qui siamo al culmine della vergogna

  2. Se è vero che vogliono squalificare Mancini per lo sventolio dei bandierone anti-lazio e non punire severamente la Nord, per i cori razzisti delle quaglie ci sarebbe da scendere in Piazza contro la Procura Sportiva

  3. ne avete dimenticato uno che hanno scritto gli sbiaditi.
    ci invitava a una cura psicologica xche’ abbiamo il membro piccolo.
    E’ vero …..lo hanno detto le loro mamme (laziesi) che a lungo ci hanno giocato.
    ciao ‘nvidiosi…

  4. Ci ho messo un po’ a capire cosa rappresentasse la scenografia della Tevere, da brividi e coccolone.
    Tra poco più di un mese e mezzo saranno 40 e 30 anni da una delle date più infauste per tutto il popolo giallorosso.
    Sarebbe stupendo se Daniele e i ragazzi potessero dedicare qualcosa alla memoria del condottiero del secondo storico scudetto.

  5. Ero vicino al vetro che divide la Monte Mario ai distinti Nord e ci hanno tirato di tutto! Poi parlano di stile e di provocazioni. So me….acce

  6. Ma no che dite mai: la tifoseria laziale si macchia di episodi di razzismo? Mi giunge nuova questa!
    E poi ce vonno le prove: metti che urlavano come Acerbi, come se ne stesse volando la dentiera….
    Noi invece colpevoli e colti sul fatto: goal annullato a Mancini, sei giornate di squalifica e 3-0 a tavolino per le quaglie!

  7. Sono 40 anni dal 1984
    sarebbe bello riprendersi e dedicare ad Agostino proprio contro il Liverpool quello che glie è stato e ci è stato tolto quel giorno

    • @Faber63. É a specchio, non di sinistro: per fare arrivare la “bomba” verso la Nord. Tutto qui
      SEMPRE FORZA ROMA SEMPRE

  8. Io ero in Tevere sud, ho pianto come un bambino quando ho alzato il rettangolo arancione del volto di Ago, la lupa, il logo, lo striscione in Sud.
    Stadio meraviglioso, di altri tempi, derby giocato da romanisti d.o.c., quel palo di elsha trema ancora…
    Tutto stupendo, il bis di ringraziamento della squadra sotto la Sud, lo sventolìo malandrino del mancio, la ferocia agonistica di Mister De Rossi.
    Un abbraccio storico, il 6 Aprile rimarrà a lungo nei nostri cuori e nei nostri pensieri. Un punto di partenza notevole, una carica psicologica determinante per le prossime gare a dir poco importanti. Da domani si pensa una partita per volta, senza paura di niente e di nessuno!
    SEI TU L’UNICO MIO AMOR!!!💛❤

  9. 08 aprile Buon Compleanno Eterno Capitano !!!
    Grande scenografia in Tribuna Tevere, il giusto omaggio ad un Grandissimo Campione !!! Agostino, questo derby l’hai vinto anche tu, hai guidato la Roma da lassù.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome