Lotito: “Lo stadio della Lazio prima di quello della Roma? Non stiamo facendo una gara”

28
1112

NOTIZIE AS ROMA – Intervenuto sulle frequenze di Radio Roma Sound fm90, il presidente della Lazio, Claudio Lotito, ha trattato il tema della costruzione di un nuovo stadio.

“Stiamo lavorando per dare un impianto alla Lazio e alla collettività. Vedrete che con il tempo, spero il più breve possibile, potremo dare delle risposte. Dobbiamo sicuramente avere lo stadio di proprietà. Il Flaminio? È una delle ipotesi su cui stiamo lavorando”, le parole del patron biancoceleste.

Alla domanda se il suo progetto arriverà a compimento prima di quello della Roma nella zona di Pietralata, Lotito risponde così: “L’approccio è sbagliato. Qui non conta chi arriva prima, non stiamo facendo una gara. Noi vogliamo risolvere il problema nel modo migliore per avere una struttura che sia la casa dei laziali, dove i tifosi biancocelesti siano contenti di andare e la rispettino perché la considerano casa propria”.

Fonte: Radio Roma Sound

Articolo precedenteUFFICIALE: la Roma presenta la lista Uefa, out Kristensen e Azmoun
Articolo successivoCalciomercato Roma, ag. Baldanzi: “Avevamo parlato con i giallorossi e con la Fiorentina, ma poi…”

28 Commenti

    • Resta il fatto che questo losco figuro ha delle corsie preferenziali che gli hanno concesso di prendere la Lazio a zero euro, scavalcando imprenditori molto più ricchi di lui – per motivi di lavoro ne sono venuto a conoscenza all’epoca dei fatti.

      E’ un traffichino bipartisan…per carità, per certi versi è un’attitudine, ma…quando le cose non sono fatte nel modo più chiaro possibile, allora qualche macchia aleggia.

  1. Il Flaminio è proprio lo stadio della Lazio😂. Ma non possiamo comprarci l Olimpico e si finisce qui? Molto meglio di Pietralata. Ma chi ci va a lì?

    • È inconcepibile guardare la partita da distanze siderali, con quelle razzo di piste.
      All’Olimpico ci facessero gli eventi di atletica e basta.

  2. Domandare al loro presidente “Si farà prima di quello della Roma” è un perfetto simbolo di quanto vivano nel nostro riflesso. A me non entrerebbe mai nel cervello di farmi una domanda così, e sono un tifoso. Loro non solo si fanno ste domande, ma addirittura i loro GIORNALISTI le fanno al loro PRESIDENTE. Vi immaginate un Assogna che va da Dan Friedkin e gli chiede “Ma lo stadio lo facciamo prima della Lazio, ve presidé?” Che imbarazzo…

  3. Siamo quasi nel 2024.. Se guardiamo le nuove strutture Europee.. Almeno io.. mi fermo a guardare quanto siamo rimasti indietro..

    Noi siamo fermi ad Italia 90…
    Poi certo qualcuno ha comprato lo stadio e fatto alcuni lavori.. Come Atalanta ed Udinese se non erro.. Ma restano stadi vecchi.. Strutture antiche..

    Lo stadio va costruito da zero.. Anche se sembra qualcosa di complesso.. Specialmente a Roma.. Serve una struttura completamente diversa all’Olimpico.. Un po’ come ha fatto la Juventus.. Ma diciamolo.. Alla Juve gli è stato completamente regalato il terreno..

    Il Flaminio è storico.. Ed i laziali senza il minimo motivo lo sentono loro.. Ma anche quello resta un progetto complicato per vari motivi.. E resta comunque una struttura antica..

    In Inghilterra.. Per arrivare alla formula attuale della premier League.. La prima cosa che hanno fatto è stato costruire stadi.. Aumentare così il fatturato della società attraverso gli sponsor legati allo stadio..

    La Roma con lo stadio non diventerà improvvisamente ricca.. No.. Ma ci saranno 50/60 mln in più sul fatturato annuale.. E non sarebbero pochi per una società che arriva a mala pena a 200 mln..

    Niente cittadella.. Niente torri.. Solo una struttura moderna.. Fatta bene, che garantirà una visione nettamente superiore (senza la pista d’atletica).. Tutti più vicini al campo..

    Il vero guadagno non arriverà dai biglietti.. Ma dagli sponsor che si legheranno allo stadio..

    Questo è un modo per migliorare il calcio italiano.. Tutto dovrebbe partire da qui.. Ma è solamente un inizio.. Chiaramente non basta..

    Il valore del nostro campionato è troppo basso.. Quindi i diritti tv sono troppo bassi.. Serve riformulare il calcio italiano.. Perché fino a quando ci sarà questa enorme differenza con la premier.. Anche un West ham qualsiasi.. Sarà superiore finanziariamente alle migliori squadre di serie A..

    Servono cambiamenti.. Strutture, investimenti sui settori giovanili.. Campus per scovare talenti.. (E questa è un idea tutta Francese)

    Servono tanti cambiamenti se vogliamo veramente competere anche sul mercato..

    Il problema è che in Italia sembrano tutti fermi.. Qualcuno pensa allo stadio.. Poi basta.. Non si va oltre.. Ed anche sul discorso stadio fanno di tutto per non aiutare le società..

    Tutti conoscono i problemi.. Ma a tutti va bene così.. Vorrei degli innovatori.. E non il Gravina di turno.

    Forza Roma

    • La Roma diventerà più ricca automaticamente con la propietà dello stadio, avrà un accesso al credito “leggermente” diverso invece che affittuaria dell’Olimpico.
      Lo stadio di proprietà oggi sono le fondamenta di una società di calcio, è sempre stato così ma oggi tutto ciò assume aspetti diversi in relazione ai capitali che muove il calcio.

    • tutto giusto, ma, a onor del vero, ai gobbi la trattativa per lo stadio è durata 20 anni, e hanno ottenuto i terreni in “affitto” per 100 anni mi pare, a un prezzo di favore a metro quadro. La burocrazia italica non guarda in faccia nessuno, purtroppo.

    • È un Paese senza futuro, senza prospettive, masochisticamente attaccato a dinamiche controproducenti, ma favorevoli a chi detiene il potere e i circuiti economici e finanziari. Il problema è che la gente presta troppa attenzione ed energie a cose futili, per accorgersi di vivere in un perenne baratro. E ciò riguarda tutti gli ambiti della vita, anche quello sportivo.

  4. Lotito farà prima … a loro è sufficente un campetto, 4 mattoni per delimitare la porta ed un recinto su cui assiepare una cinquantina di estimatori

  5. Sono da sempre un suo critico implacabile, ma la risposta non mi pare inappropriata o sopra le righe come fa spesso. Il tema stadio è comunque una faccenda complicata. Anche chi, come lui, beneficia di intrallazzi e entrature politiche, non è che solo grazie a quelle si può fare, in un baleno, un suo stadio dal nulla … non a caso penso che l’ipotesi Flaminio la cavalchi principalmente per tenersi buona la sua piazza. E credo che, su la questione stadi, il problema geografico (e politico) pesi per lui come per noi: al nord si fanno, a Roma no …

  6. Un “baciato” dalla fortuna una “testa di legno” di cui si sono servite le istituzioni e ancora se ne servono.
    Agganci di potere e yes man dei potenti dalla pistola alle stelle, ma sostanzialmente un poraccio, un “rampicante ad occasione” in linea con molti altri personaggi di questo paese profondamente malato.

    • Lotito sarà il prossimo Ferrero…… è solo questione di tempo…..i Friedkin non devono temere tutte le mattine un citofono che suona alle 5…….nella lazio è consuetudine da sempre.

    • Questo paese, hai detto bene, purtroppo funziona così, l’amico dell’amico, la politica ect ect…

  7. Diciamo che prima bisogna costruire una grande squadra poi un grande stadio. È inutile che ti fai un grande garage e ci metti dentro una Cinquecento.
    Quindi prima si fa una grande stagione e poi si gioca in un grande stadio

  8. Lo stadio Garofoli di Formello sono anni che aspetta la Lazio, serve una romanella e non di più, musica per le orecchie del Panza, la capienza di 5000 posti è più che sufficiente

  9. Sto pinguino bolso fa finta di non sapere il casino che successe nel 1990, quando l’Olimpico era in ristrutturazione. Macchine sugli alberi e in verticale appoggiate ai palazzi. Due ore per districarsi.
    Se il problema di Pietralata è la viabilità, quella del Flaminio va moltiplicata per 100.
    Abitando a 100 metri, ho già fondato il Comitato No allo Stadio Flaminio.

  10. volere è potere… se veramente lo vuole fare tra Frosinone e Rieti avoglia a terreni edificabili che ci sono….e farebbe il tutto esaurito ogni settimana.

  11. se fosse per me raderei al suolo lo stadio olimpico, il foro italico e tutti gli accessori innominabili……
    il clown non farà mai lo stadio al Flaminio per i suoi ratti, straparla sempre quando vince una partita, il resto dell’anno sta sempre muto…… ma quando mai…..

  12. Er panzone il suo stadio può davvero farlo prima ma molto prima di noi, anche in meno di un anno, ovviamente a Bojano nel Molise dove ha preso i voti, stadio simile a quello del Bodo da 8.000 posti, nei pressi della fabbrica di mozzarelle, mettendo come opere di interesse collettivo lo sviluppo dell’industria casearia, la costruzione vicino all’impianto di stalle ed ovili di ultima generazione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome