Lucas: “Mourinho? Se non ti piace sentire la dura verità, meglio non lavorare con lui. Ma alla fine vedrai che aveva ragione…”

27
1633

AS ROMA NOTIZIELucas Moura, calciatore del Tottenham, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni del podcast Flow Sport Club.

Tra i vari temi trattati, il brasiliano si è soffermato anche su José Mourinho, il quale lo ha allenato per 80 partite proprio negli Spurs.

Ecco uno stralcio delle sue dichiarazioni: “L’allenatore con cui mi è piaciuto di più lavorare è stato Mourinho. Ti guarda negli occhi ed è molto trasparente. A volte mi chiedeva ‘Come stai?’ e io gli dicevo ‘Sto bene’ e lui diceva ‘Davvero? Perché nell’ultima partita hai giocato una m***a…’

È schietto, con lui non importa chi sei, puoi guadagnare dieci milioni a settimana, ma se non lavori ti fa sedere in panchina. La stampa crea un’immagine di lui totalmente diversa da com’è. Se sei una di quelle persone a cui non piace ascoltare alcune dure verità, non ti divertirai a lavorare con lui. Alla fine vedrai che lui aveva ragione“.

Fonte: Flow Sport Club

Articolo precedenteLuis Enrique non dimentica: “Forza Roma, ho un grande ricordo” (VIDEO)
Articolo successivoKarsdorp rompe con la Roma: convocato a Trigoria, non si presenta agli allenamenti

27 Commenti

  1. Qui non si può cadere in equivoci ,non sta parlando un giornalista ,un tifoso,un commentatore dell’ ultima ora,ma chi ha lavorato con Mou per ottanta partite,poi anche Mou fa i suoi errori ma quanto dichiarato è realtà

    • @ Giannis

      Sottoscrivo TUTTO completamente quanto scritto da te !!!

      Anche a me, ultimamente ha lasciato perplesso per qualche situazione, sia extra campo che per quel che riguarda il campo vero e proprio… si puo’ criticare certo … puo’ sbagliare, certo che si …ma se decine e decine di giocatori che lo hanno avuto ( e i giocatori sono quelli che realmente possono giudicarlo, NO i giornalisti o peggio ancora i “famosi” opinionisti delle radio/TV … ), continuano a dire che, al netto dei suoi difetti, è comunque uno che ti lascia dentro qualcosa e che “qualcosa” ( pure con noi … pensate …) ha vinto, ci sarà un motivo oppure NO ???

      Sbagliero’ e saro’ smentito … e in tal caso sarò prontissimo ad essere giustamente “spernacchiato” da tutti … ma secondo me, continuo a pensare di essere fortunato, come tifoso Romanista, ad avere nostro allenatore uno cosi’ … poi solo il tempo potrà dirci la verità.

      Sempre Forza ROMA !!!

  2. La Roma è passata da un gioco senza punte ad averne 3 più una seconda punta. Prima il problema era la mancanza di vere punte adesso ci sono ma non segnano uguale. Belotti doveva essere l’alternativa ad Abraham ma tra i due non si sa chi sta peggio in questo momento, Shomurodov è molto altalenante. Non penso che Mou si aspettava questa involuzione in attacco ma la realtà è questa. Ad oggi non vedo un reparto della Roma che spicchi in modo particolare dagli altri così da poter sopperire a delle mancanze, quindi se qualcosa gira male ne risente tutta la squadra. Se avevi una difesa solida o un centrocampo che filtrava e inventava molto l’attacco poteva anche sbagliare di più ma davanti di sbagli ne fanno e così anche dietro, vedi il derby, quindi fare risultato in queste condizioni è veramente difficile.

    • solo un appunto su Shomu … giudico altalenante che gioca almeno un filotto di partite e alterna prestazioni buone ad altre negative ma Eldor ha giocato di tanto in tanto gli ultimi minuti ed è sceso titolare solo una volta solo il primo tempo…
      per me resta ingiudicabile.

  3. …a Roma vogliamo vincere col gioco del Brasile 82…

    …poco importa se il rango del centrocampo attuale è da 5/6 posto. Mah!

    FRS 💛 ❤️ 🇮🇹

  4. Si ma questo lo sappiamo Mourinho punta tutto sulle motivazioni, ma nel campionato italiano così tattico spazi zero, bastano le motivazioni?
    Per esempio Belotti entra ed ogni volta si fa spaccare la capoccia, quindi il calciatore è motivato e caricato a molla, ma poi in campo non sa come muoversi, con o senza palla, non sa dove andare, se la motivazione non è assistita da un sistema di gioco valido e preciso ho paura che si romperanno solo la capoccia

  5. vabbè ma si sa chi é MOU… un giorno un articoletto pro, uno contro (di qualche giornalaro strisciato o laziale, o qualche pirl.. alla Cassano) e vai coi click…😉!
    Giocatori che ne parlano male su 10mila avuti…? Bho’.. qualcuno forse lo trovi
    Colleghi che non lo stimano?… bho’, quello del Bodo?😂😂😂…
    tifosi della Roma? Mah… qualcuno (LEGITTIMO!) non ama il suo calcio o la persona, altri amano il calcio tiki taka di Fonseca o Guardiola (ma si è corretto un poco pure Pep, Gasperini, Sarri… se voglion vincer qualcosa), altri invocano tipo un TUCHEL (che gioca come Mourinho, ha vinto in sem. il PSG e in finale il REAL giocando UGUALE a MOU, solo con gente diversa, tipo Mount per Karsdorp…).
    Molti non guardano il calcio ma lo “ascoltano” dagli AGRESTI (ricordate? quello che si lamento’ con le porte chiuse e simili dicendo che loro le partite le raccontano ANCHE SENZA GUARDARLE…😊.) E insistono sui 4 dietro ora che, da mo’, mezzo mondo gioca a 3 (o 2) centrali…
    Metter Mourinho sotto contratto è stato una grande mossa della società. Oggi saremmo a vivere nel momento peggiore di EDF o Paulo Fonseca, altrimenti.
    Oggi infatti fatichiamo, pure con tanta Italia contro al solito…

    • Ma i 4 dietro mica devono essere 4 stopper, eh? Mi pare la scoperta dell’acqua calda che si giochi con 3 o 2 centrali. Se giochi a tre, almeno due di loro devono sapere cosa fare con la palla in mezzo ai piedi, altrimenti è ovvio che soffri in fase di impostazione, a maggior ragione se i centrocampisti si chiamano Cristante e Camara, che non sono proprio dei fari da questo punto di vista, e i quinti passano più tempo nella propria metà campo che nell’altra.
      Mettila come vuoi, il calcio resta sempre una coperta corta, se ti copri troppo da una parte ti scopri dall’altra.
      Adesso prendiamo due o tre tiri in porta? Bene, un gol di solito ce lo insaccano comunque, mentre noi non tiriamo quasi mai e ovviamente non segniamo.
      Però ci sentiamo soddisfatti perché abbiamo “limitato” il Napoli. E gli zero punti conquistati in classifica hanno un altro sapore…

  6. Me fate ridere. E allora i suoi ex calciatori che ne parlano male? Credete solo a quello che vi fa comodo, vero? Imparate a giudicare i fatti senza preconcetti. Su Mourinho parleremo a fine anno in base ai risultati, senza scusarlo all’infinito come fanno molti di voi…

    • i nomi degli ex calciatori, colleghi e gente varia, e le fonti, caro UTR… altrimenti hai scritto solo fuffa “preconcetta”.

  7. Ha ragione Mourinho e basta.
    Poi se si pretende un gioco spumeggiante senza quei giocatori top che alzano il livello, ovvero quelli che sono stati infortunati a parte Matic e Smalling, mettiamoci pure che il più deludente è stato Abraham fortemente involuto rispetto alla scorsa stagione e siamo rimasti più o meno con quel blocco base di livello che varia dal 5° all’8° posto, più o meno tra il 6°-7° ovvero quel cosiddetto zoccolo duro di durata pluriennale composto da Mancini, Ibanez, Karsdorp (che adesso non ci sarà più), Cristante, Spinazzola non recuperato al meglio e nuovamente infortunato, Pellegrini al 50% c’è poco da fare un certo tipo di gioco.

  8. Parole sacrosante di un giocatore che ha lavorato con Mourinho per anni, Lucas è sempre stato un mio rimpianto, peccato non averlo mai visto con i colori giallorossi. Gran giocatore.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome