Lukaku avvicina la Roma agli ottavi

101
1284

AS ROMA NEWS – Daniele De Rossi può ritenersi soddisfatto per l’esordio in Europa da allenatore: il pareggio che la Roma si porta a casa da Rotterdam è un buon risultato in vista della gara di ritorno che si giocherà all’Olimpico tra una settimana.

L’1 a 1 del de Kuip è un pari prezioso considerando l’insidia della trasferta, anche se la partita di ieri palesa una differenza abbastanza marcata tra il Feyenoord, ben allenato e organizzato, e la Roma. Gli olandesi, privi per di più di diversi titolari, si dimostrano ancora una volta inferiori tecnicamente ai giallorossi, e nonostante la spinta del pubblico di casa non possono recriminare per il risultato finale.

Il primo tempo, terminato abbastanza clamorosamente con i padroni di casa avanti, aveva palesato una chiara supremazia capitolina: i giallorossi scendono in campo aggressivi e sorprendono il Feyenoord, collezionando una serie di palle gol. La traversa di Paredes e le occasioni fallite da Zalewski e Lukaku avrebbero potuto mettere in discesa il match per la Roma, costretta invece a inseguire.

Bella e ariosa la manovra offensiva, non altrettanto efficace la fase difensiva, con la squadra che lasciava troppi spazi sulla trequarti e ballava dietro quando veniva aggredita. La dormita in occasione del gol di testa di Paixao (167 centimetri di altezza) in piena area è il manifesto di qualcosa che in difesa ancora non funziona.

Nella ripresa il Feyenoord sceglie di difendere il vantaggio acquisito nel recupero del primo tempo, con la Roma che fatica a trovare gli spazi giusti per creare occasioni. Fino a quando Spinazzola si scuote dal torpore, va via a sinistra e mette un cross per la testa di Lukaku: anche stavolta il belga non colpisce bene, ma la traiettoria della sfera, dopo aver sbattuto sulla spalla dell’attaccante, disegna una parabola imprendibile per il portiere avversario. Big Rom si libera dai fantasmi ed esulta con un gesto di protesta contro le violenze in Congo.

La Roma, soddisfatta del risultato, bada a controllare la reazione dei padroni di casa, che a parte un legno esterno colpito su punizione da Ivanusec e una conclusione potente ma centrale di Gimenez, non riescono più a impensierire Svilar. L’uno a uno finale scontenta, sulla carta, più il Feyenoord che puntava a costruirsi in casa un piccolo vantaggio in vista del ritorno.

All’Olimpico la Roma partirà da favorita: ai giallorossi basterà vincere con qualsiasi risultato per strappare il pass per gli ottavi di finale. Alla luce di quanto visto al De Kuip, la missione non è impossibile. Prima però la squadra dovrà pensare a vincere un’altra partita, quella di domenica contro il Frosinone. Una formazione che per valori tecnici e organizzazione di gioco non è di molto inferiore al Feyenoord privo di diversi titolari visto ieri. 

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

Articolo precedenteSLOT: “La Roma ci ha sorpreso nei primi 20 minuti. Identico il loro modo di pressare nei quattro match in cui li ho affrontati”
Articolo successivoDe Rossi “ribalta” Mourinho, la Roma si affida al nuovo ds

101 Commenti

  1. Sappiamo che, oltre ad un difetto di qualità in alcuni interpreti, il problema della Roma è la tenuta atletica. Credo, quindi, che abbiano fatto il massimo e si torna a Roma con un discreto bottino. Considero infatti che il fattore campo inciderà come ha sempre fatto.
    Il goal preso mi preoccupa poco, per due motivi: primo, torna N’Dicka e Smalling è in rampa di lancio, secondo immagino sia dovuto ad una fase di passaggio da una difesa e 3 ad una a 4, Mancini e Llorente devono recepire sul campo i movimenti – non che non li conoscano, ma l’esperienza continuata fa tanto.
    Nei fatti non ho visto un Feyenoord così pericoloso, né così qualitativo negli ultimi 16 metri. Gli Olandesi sono una minaccia se prendono palla e partono velocemente, in quello hanno calciatori bravi, ma direi che la Roma ci ha preso bene le misure. Sono abbastanza ottimista per il ritorno, dopo, ovviamente, la palla è tonda.
    Se Zalewsky migliora nella fase della scelta finale diventa un calciatore davvero interessante, mentre Dybala va capìto come gestirlo, perché attalmente mi sembra in una situazione negativa, non so se psicologica o dettata dal fatto che se forza per il grande colpo poi si rompe, e quindi gioca al di sotto delle sue potenzialità; guardate i suoi calci piazzati, stasera li ha sbagliati tutti malamente.

    • Se è vero che al Feyenoord mancavano titolari il pareggio non è un risultato buono a mio avviso.
      Ieri veramente mi sembravano la versione più scarsa di quelle viste finora nelle sfide contro di loro.
      In quelle occasioni devi vincere perché non sai come sarà il ritorno.
      Capisco la psicologia di DDR di voler sostenere i suoi (molto diversa da Mou) ma Zalewski ieri ha giocato male. Ha sempre fatto la scelta sbagliata ed anche Bove (visto il mutare delle gerarchie) non è più brillante.
      Abbiamo bisogno di entrambi non avendo una grande panchina e devono essere coinvolti nel progetto DDR.
      Contro una squadra mediocre abbiamo fatto tante azioni fino al limite dell’area, ma abbiamo segnato con autogol ed il gol subito è vergognoso.
      Continuo a pemsare che avere per 70 minuti sia Pelle sia Dybala sia un dazio che contro squadre più forti (Atalanta, Bologna, Fiorentina) pagheremo.
      La scarsa vena dell’attacco nel secondo tempo è coincisa con il loro calo atletico.
      Speriamo che DDR se ne accorga..

    • Mi piacciono i vs commenti, anche se non condivido tutto. Parto da DDR. Mi piace, ero piuttosto perplesso, sono sorpreso e incuriosito di vedere fra qualche mese come sarà la sua Roma. Svilar è pronto, sulle uscite e palla sui piedi è nettamente più reattivo di Rui, Svilar ci fa giocare meglio, anche il rilancio veloce…insomma lo terrei in porta fino alla fine.
      Le fasce sono una disgrazia: li abbiamo visti tutti e ieri Angelino non gioca…pertanto aspetto di vedere l’evoluzione della difesa con il rientro di Ndika e poi a seguire con Smalling.
      Il centrocampo la sorpresa più grande, intendo l’organizzazione, il filtro, la corsa.
      Davanti ho imprecato contro Lukaku, avrei voluto a 30′ dalla fine l’ingresso di Azmoun ma poi la spallata alla fine ce l’ha messa lui, quindi! Dybala è l’unico fuoriclasse di questa squadra e secondo me non si discute. Ora è necessaria la vittoria a Frosinone…
      Passiamo al capitolo depressione…
      Aouar-Sanches grossissimi sbagli. Zalewsky-Karsdorp-Celik-Llorente-Spinazzola (questultimo per il rendimento fino ad ora espresso) non sono del livello necessario, quale che sia l’allenatore ed il ruolo che gli viene richiesto di svolgere, se ci mettiamo Rui sono 8 giocatori, e sono già troppi, se aggiungo quelli che a giugno si svincolano diventa una squadra.
      Il futuro è un’incognita colossale, FriedkinOut!

    • Ricordo a tutti che siamo sesti potenzialmente ottavi in classifica, che i giocatori in scadenza giugno 2024 sono 7 più Sanches, Huijsen, Boer totale 10, cui aggiungere a furor di popolo: Karsdorp, Celik, Zalewsky, Smalling e la cui loro vendita potrebbe portare che pochi spicci.
      Allenatore? DDR
      DS?
      E che ad oggi si ripartirebbe con Svilar, Mancini, Angelino, Cristante, Bove, Pellegrini, Tammy, Elsha, Dybala, rientrano Kumbulla e Belotti.
      Francamente non capisco cosa c’è da stare allegri….

    • @Fred
      Aour e Zalewski se saranno venduti porteranno qualche soldo

      Celik in panca forse potrebbe anche essere utile in quelle situazioni in cui servirà essere più attenti in difesa

      tutti gli altri …invece.. per carità non aggiungono nulla in campo ( o poco ci manca ) ne ci porteranno un vantaggio economico

      In ogni caso si può essere “moderata ottimisti ” per il fatto che intanto partiranno quelli che non ci sono piaciuti e si spera ndanarrivino altri per migliorarci e lo ripeterò fino alla noia …si può fare una squadrone senza spendere cifre enormi basta avere il DS e gli osservatori giusti… e ora aspettiamo con ansia di sapere chi saranno…e il nome non lo so sapremo prima giugno perché è chiaro che si tratta di qualcuno ancora sotto contratto

  2. Sicuramente ci si aspettava di più considerando che non avevano dei titolari e anche per il primo tempo contro l Inter. Abbiamo poco tempo per preparare la partita con il Frosinone ma è sicuramente alla nostra portata. Non devono essere in discussione i 3 punti

  3. Ieri ho notato commenti di utenti che, pur critici verso alcune situazioni, esultano alla vittoria della Roma (Zenone su tutti), altri che, invece, si arroccano sulle proprie posizioni continuando a sputare veleno e sentenze, ridicolizzando i nostri portacolori.
    Mi è addirittura toccato sentire, dal barbiere, un ragazzo di circa venticinque anni dire “Lukaku è uno degli attaccanti più scarsi che abbiano mai giocato a calcio”: sarebbe stato, letteralmente, da prendere a pedate nel deredano.
    Ma comunque, alla fine, un buon pareggio, segnali di vita a Trigoria. Per il momento accontentiamoci.

    • Hai chiesto al ragazzo che squadra tifava, certamente era interista.
      Ho un amico interista che sostiene che Lukaku è scarso, però l’anno scorso quando ne parlava era una specie di Dio del pallone.
      Io gli ho chiesto allora in Roma Inter quanti palloni ha toccato Lautaro e non mi ha saputo risponderere perchè l’unica cosa che fatto in tutta la partita è stato prendere a gomitate le costole di Paredes.e stiamo parlando del capocannoniere attuale.

      So’ fatti così, vedono tutto in nero azzurro.
      Perdonali.

    • Chi non esulta per i risultati positivi dell’AS Roma è un laziale, io nemmeno li considererei.
      Chi non capisce l’importanza di avere in squadra gente di spessore, come Lukaku, e apparecchia un futuro senza Campioni è pure peggio.
      Dunque, risultato buono quello di ieri.
      Primo tempo ottimo, assurdo chiuderlo in svantaggio ma non si possono prendere gol in fotocopia.
      Pareggio sacrosanto, poi nel finale problemi di tenuta atletica.
      Speriamo siano dovuti al richiamo di preparazione fatto da DDR perchè, anche considerando gli abbondanti recuperi, non si possono tirare i remi in barca per 20-25 minuti a partita.
      Comunque col ritorno in casa li faremo ancora fuori, è quello che si meritano.

    • Io credo che la verita’ e’ una e non e’ relativa.
      Il fatto di dover comunque sostenere e cercare di evitare di insultare chi indossa la nostra maglia lo posso capire…
      Allo stesso tempo, per onesta’ intellettuale, non posso far finta di non vedere quella che ritengo una verita’ oggettiva e cioe’ che il ragazzo dal barbiere, pur esagerando, ha ragione.
      Io questo l’ho sempre pensato e lo scrissi anche qui un minuto dopo l’annuncio del suo arrivo.
      Lukaku rappresenta per me 150 chili di equivoco calcistico, uno che non ho mai capito come abbia potuto raggiungere la fama ed il valore di mercato che ha raggiunto e che mai avrei voluto per la Roma.
      Io credo sia piu’ una cosa legata al fatto che sia un ragazzo di colore che gioca per una nazione europea (semi-tedesca poi, non ne parliamo…), il Belgio, e quindi e’ spinto dai media per motivi piu’ che altro politici piu’ che un effetivo valore.
      A parte che in assoluto e’ tecnicamente fortemente carente, ma poi il problema da non poco e’ caratteriale: scompare proprio quando conta, lo ha sempre fatto e non e’ cosa di oggi.
      Per vincere contro le piccole e, forse, le medie, pero’, non serve il campione (sempre ammesso e non concesso che Lukaku lo sia… io dico che del campione ha solo lo stipendio, che non si merita) ma bastano giocatori buoni che CORRONO con il giusto spirito, messi bene in campo ed istruiti su cosa fare quando si’ ha la palla.
      Io l’impalpabilita’ di Lukaku e la sua inconsistenza a livello tecnico e caratteriale (sempre in rapporto alla sua imotivata grande fama) l’ho sempre chiaramente avvertita. Quello che mi sorprende e’ che non la avvertano i “dottoroni” addetti ai lavori…
      Ripeto che secondo me il modo in cui viene spinto e il modo in cui il suo valore viene pompato ha poco a che vedere con il valore effettivo dell’atleta.

    • @Leon, Lukaku ha fatto più di 370 goals, e non nella serie C italiana, ma giocando anche in Premier.
      Credo che il discorso sia chiuso.

    • Leon, fare a capocciate contro i numeri è sempre un’impresa disperata.
      Ciò non toglie che Lukaku abbia pause anche prolungate nel suo rendimento.
      L’anno scorso all’Inter è stato quasi nullo fino a marzo, però c’è da dire anche che veniva da un infortunio muscolare rognoso.

    • 150 kili d’equivoco calcistico…l’unico rammarico che c’ho è che nun te posso sfonnà de dislike, me devo accontentà de uno solo…

    • Vabbè pure Brera criticava aspramente Rivera, non lo faceva nessuno e quindi il terreno era fertile…ma sempre una stronxata era.

    • @Idi, I numeri vanno contestualizzati. Guardare ai numeri e’ quello che fanno gli algoritmi prendendo spesso delle toppe clamorose perche’ nella valutazione di un giocatore subentrano molti piu’ fattori.
      Io con i numeri mi pulisco sai cosa perche’ ho occhi per vedere e capacita’ giudicare cosa sia un campione.
      In Premier, dove comunque non ha mai deciso nulla o quasi, ha si avuto momenti di forma relativa con qualche gol fatto. In virtu’ di questi momenti favorevoli, le grandi squadre che poi lo hanno preso a suon di sterline, si sono mosse per assicurarselo, pensando che potesse essere un crack.
      E’ un fatto incofutabile che queste aspettative sono sempre state disattese ed da ultimo il Chelsea non sapeva come liberarsene senza perderci soldi.
      Non vedo la fila di grande squadre per assicicurarsi questo fenomeno…
      Chiediti il perche’…
      Un grande giocatore e’ un’altra cosa…
      E’ cosi’ evidente per me la sopravvalutazione di questo giocatore che mi sembra ridicolo anche doverne parlare… Ma de che stamo a parla’?… Di eroi di cartapesta…
      Certo, spero per il bene della Roma che giochi bene e che riesca a giustificare i soldi che prende. Detto questo, e’ altrettanto certo che chi pensa di lui che sia un campione capisce poco di calcio, cosa si puo’ dire della stragrande maggioranza di chi lo segue, il calcio, purtroppo… Grande tenerezza mi fanno questi estimatori del nulla o del quasi nulla.
      Mai lo avrei voluto alla Roma e mi fecero pena quelli che si comportarono come stesse arrivando Batistuta.
      E prima va via e meglio e’, per me.
      Poi mi si puo’ dire che meglio di lui in giro approcciabile dalla Roma c’e’ non molto. E posso anche essere d’accordo. Questo pero’ non significa che Lukaku sia forte in assoluto ma solo che c’e’ un livellamento in basso della qualita’ tecnica ed umana dei giocatori che fa spavento.
      Significa che il calcio sta’ inguaiato, non che Lukaku sia forte.

  4. Io capisco che non si voglia esaltare un risultato alla fine normale come un pareggio, ma sostenere che Feyenoord e Frosinone siano più o meno equivalenti mi pare una forzatura nell’altro senso

    • Il Feyenoord senza diversi titolari (tra l’altro molti erano i migliori) non è molto più forte del Frosinone. Paixao, Minteh e Ueda non sono più forti di Kaio Jorge, Soulé e Harroui.

    • Ha ragione Corrado, giocare a Rotterdam ed a Frosinone è più o meno uguale, i ciociari, se giocassero il campionato olandese, vincerebbero scudetti a ripetizione.

    • Non ho parlato della storia del Feyenoord, ho parlato della squadra vista ieri in campo, quella che è a 10 punti dal PSV in un campionato che, tolto anche l’Ajax, è di una modestia assurda. QUESTO Feyenoord senza 3 o 4 titolari non è molto più forte del Frosinone. Ripeto, non è molto più forte. L’italiano mi sembra chiaro. Domenica ne riparliamo. Ciao.

    • @Corrado, io non sono d’accordo, il Feyenoord è una squadra ostica ed organizzata, specie in casa, anche nell’undici schierato ieri.
      Ma ognuno è libero di pensare quel che vuole.
      Ciao.

    • Che devo leggere io, cosa devono leggere i miei poveri occhi stanchi, che uno che segna caterve di goals ovunque ha giocato, è scarso. Se lo dice Leon che Lukaku è scarso allora è vero….ehhhhh ma sicuramente….sinceramente…..

  5. Non era semplice uscire indenni ieri da una gara che presentava molte insidie con gli olandesi desiderosi di vendicarsi e sostenuti da uno stadio pieno e molto caldo.
    Direi che Daniele ha superato positivamente l’esordio europeo cosa affatto scontata.
    Una considerazione sui singoli. Llorente si dimostra ancora una volta un difensore che patisce l’1 contro 1 e i corpo a corpo cose che in una difesa a 4 non sono tollerabili. Se ci fosse una possibilità di non riscattarlo la perseguirei. Al momento credo che Smalling, N’Dicka e Hujysen siano più affidabili dello spagnolo.

  6. La partita di ieri sera era assai insidiosa per la Roma ma soprattutto per De Rossi.In caso di tracollo sarebbe stato scontato il paragone con Mourinho,visto il fresco precedente dello scorso anno. Invece la Roma è uscita fuori dal catino di Rotterdam con un risultato ancora migliore della trasferta del 2023 in terra d’Olanda : 1 a 1 invece della sconfitta di misura registrata allora. E’ inutile e dannoso aggrapparsi ancora a Mourinho. La vita va avanti,la Roma va avanti nonostante tutto. Certamente restano da limare alcune sbavature emerse ancora ieri sera, quale la fragilità nel gioco aereo difensivo,dove la Roma eccelleva fino all’anno scorso. Troppi gol presi in questo modo,ieri da parte addirittura di un brevilineo che non arrivava al metro e settanta in altezza. Auspico il rientro a breve di Smalling ( o di Ndicka) al posto di Llorente,apparso in seria difficoltà come in altre occasioni.
    In porta Svilar meriterebbe una chance anche per il campionato. Ieri sera ha effettuato un paio di belle uscite in area di rigore che Rui non ha mai fatto.
    Insomma ci sono le premesse per fare bene ,anche se il compito che attende i giallorossi sui due fronti è alquanto arduo.

  7. A me questo pareggio sembra un discreto risultato per la Roma. Non dimentico mai una frase che ho sentito spesso allo stadio sin da quando ho cominciato a frequentarlo (parlo di qualche… secolo fa, perché ero ancora un ragazzino): “Nessuna squadra si porta la vittoria da casa”.

    • la.prima frase da stadio che ricordo..
      ero un bambino.. in un Roma Fiorentina di oltre cinquant’anni fa ( forse 1974 )…in curva sud sentii più volte sto commento su DeSisti:.je pesa Er ciulo …e lì ho capito che nessuno è inintoccabile

  8. peccato che si sbaglia molto dentro l’area, sia nostra che avversaria, zalenski sembra sicuramente in ripresa ma ancora troppi errori, spero esca dal tunnel. pellecchia ha smesso di correre a vuoto e mi fa sia piacere che incazz@re, ieri sbaglia l’ultimo passaggio per dybala perché lo manda sul fondo invece che permettergli di tirare, ma capisco che non è un fuoriclasse e ci sta. al ritorno bisogna stare concentrati e portare a casa il passaggio perché mi rode ancora tanto la finale scippata dello scorso anno. c’è solo l’AS ROMA.

  9. Romelu, al di là del gol un po’ fortunoso, ieri ha giocato bene.
    Buone sponde, buna difesa della palla, buoni tagli fermati solo da falli da cartellino degli avversari.
    Al contrario Dybala, pure essendosi mosso molto per il campo, sembra in crisi tecnica.
    Ha praticamente sbagliato malamente tutti i calci da fermo, tirato alle stelle l’occasione avuta al limite dell’area, perso tanti palloni e sbagliato passaggi semplici.
    Visto che ha giocato quasi tutta la partita, considerata la sua nota fragilità col Frosinone schiererei Baldanzi dall’inizio al suo posto.
    A Romelu è invece difficile rinunciare, anche se in panca abbiamo una buona alternativa in forma come Azmoun. Magari un questo campo potrebbe starci un avvicendamento in corso d’opera.

  10. Dopo il buon pareggio
    di ieri ho un solo grande timore, che gli schemi di De Rossi, almeno per ora, rendano troppo vulnerabile la difesa. Attenzione è vero che abbiamo preso un palo nel primo tempo, ma loro hanno avuto svariate occasioni alcune clamorose.
    Vedremo nei prossimi turni, col rientro di alcuni titolari, se dietro ci sarà una maggiore solidità, o se il problema non sia di uomini ma di modulo.

    • Perfettamente d’accordo, io proverei Mancini a destra , poiché i ns 3 esterni non sono bravi né sulla fase offensiva che sulla fase difensiva, con Huijsen e Ndika al centro (almeno avresti una difesa più solida), con la speranza che rientri Smalling in buone condizioni. Per Huijsen un discorso a parte, un 2005 di grandi prospettive, che nella Juve attuale troverebbe difficoltà a giocare come titolare. Chissà, mai dire mai….

    • Il grande problema della Roma è la mancanza di un grande centrocampista in grado di spezzare il gioco avversario e far ripartire il nostro, al posto di Cristante. Ad esempio, quel Fofana del Monaco che va in scadenza di contratto sarebbe da prendere immediatamente. Se poi ci si mette il fatto di giocare in dieci, con Karsdorp che lascia crossare chiunque, questa carenza ci impedirà di fare risultati all’altezza dei 100 milioni e passa di ingaggi. Purtroppo questa squadra è stata costruita coi piedi, spero solo che a pagare non sia De Rossi, che secondo me ha ottime idee.

  11. Bella partita gajarda, con tecnica, gioco e sofferenza. gli olandesi sul loro campo sono tosti in smbiente ostile per tutti.
    Adesso il ritorno all’Olimpico la Roma dovrà essere cinica e…. LUPA!
    FORZA ROMA

  12. Aggiungo che si è finita la gara senza risse o clima da Far West, addirittura con i giocatori che a centrocampo si salutavano sportivamente. Dovrebbe essere una cosa normale mentre invece ultimamente era diventata cosa rara. Specialmente con questi olandesi qua.

  13. La Roma di DDR mi è piaciuta, come sempre. Possiamo vincere, perdere o pareggiare ma affrontiamo tutti alla pari, non mettendo il pullman davanti alla porta o giocando gli ultimi 10 minuti con 5/6 attaccanti per recuperare o cercare di vincere una partita fino a quel punto noiosa e tecnicamente inguardabale. Avanti così, abbiamo una squadra fortissima.

    • Che la squadra sia fortissima ho qualche dubbio, che abbiamo una rosa inferiore a Bologna, Fiorentina, Atalanta e Lazio, pur costruita malissimo, è roba che solo l’eterno cercatore di scuse poteva affermare.

  14. Non so cosa dire, non so cosa pensare… una squadra mi sembra ‘forte’ quando non spreca le occasioni da gol che le capitano (a prescindere da quante sono) e noi (…e meno male anche il Feyenoord che nel primo tempo ha avuto tre ottime occasioni, una in fila all’altra, oltre al palo nel finale…) non facciamo per niente parte di questa categoria 🤷…

    Stiamo facendo del nostro meglio, secondo me, e non credo che possiamo chiedere di più: Mourinho mi piaceva da matti ma adesso vedo che c’è più serenità nell’ambiente (niente polemiche con gli arbitri o con la dirigenza, niente clima da ‘noi contro tutti’…) e chiaramente auguro a DDR di essere un allenatore fortissimo e vincente.

    La concorrenza però è forte, sia in Italia che in Europa e come sempre non ci resta che sperare che tutti i nostri sogni si avverino…

    Ciao a tutti 😊.

  15. A centrocampo manca qualcuno con il cambio di passo, accelerate.
    Peccato che Sanchez si è dimostrato uns mezza cartuccia, ci sarebbe servito.
    Sto dubitando di Bove, tanta grinta ma poca tecnica. Ma è giovane e spero che migliorerà.
    Zalenski fa delle ottime giocate ma spesso inutili e ci mettono in difficoltà.
    Al ritorno serve una grande Roma.

    • Oggi Pisilli sarebbe meglio di Bove. Bove risultava ottimo nel “rompere” il gioco avversario ai tempi di Mourinho, oggi che in mezzo al campo con De Rossi in panchina bisogna “giocare” a calcio fa più fatica, come fa fatica Cristante.
      Vedremo….
      FORZA ROMA.

    • Credo che Bove risenta un po’ della contemporanea presenza di Pellegrini e Dybala.
      Bove ha fatto vedere belle cose con gli inserimenti e con il recupero di palloni: se davanti hai quei due non puoi esprimerti troppo in avanti, e così Edoardo è meno appariscente. Il risultato è che non ti piazzi nemmeno davanti alla difesa, come fa Paredes, perciò giochi nella No man’s land, facendo tutto il lavoro sporco. Tommasi era uno che giocava lì, non lo sentivi mai, poi lo toglievano e la mancanza la sentivi. Ma la tigna il “cane malato” a centrocampo ce l’ha messa, sul finale era spompato come il resto dei compagni, ma finché ne ha avuto gli Olandesi hanno fatto poco.

  16. Buona partita della roma anche se c’è da domandarsi del perchè corrono e si danno da fare tutti come se fossero Lazzarizati, ma questo è un altro discorso e ora vecchio , non mi piace Zelewsky fa sempre la scelta sbagliata e ha rischiato di farci prendere in contropiede piu di una volta , cosi come mi rimane difficile vedere dibala senza la sua impronta però , sarà un miracolo quando cade non esce cosa che avveniva puntualmente un mese fà anche qua opera dello Spirito Santo , per me villar è il portiere titolare non ho ombra di dubbio specialmente se Dd vuole giocare come penso di aver capito e visto , per ultimo non darei la croce addosso a Kardsrop perche su quella fascia è sempre solo , un qualcosa pero ieri mi ha messo di buon umore , mi è sembrato di rivedere quando iniziava l azione la Roma di Luis Enrique con DDR che scendeva nei due centrali e inizava ad aprire l azione consentendo di uscire con la manovra da dietro ecco perche secondo me Paredes sta facendo partite da6.5 7, per il resto sono sicuro di una vittoria in casa , però ora testa al frosinone perche se non si arriva 4 siamo nella M.. se poi arrivano gli arabi mi tuffo da ponte milvio

    • Mi sembra di notare un serio stato confusionale, probabilmente da dolore non completamente assorbito.
      Villar in porta effettivamente non l’abbiamo mai provato, non è detto che non avrebbe potuto essere una buona idea ma ormai è tardi.
      In quanto alla grande corsa che tu noti per subdoli fini, potrebbero esserci varie spiegazioni.
      La prima è che è solo una tua impressione, in quanto per esempio la media km di Pellegrini era elevatissima anche prima e le statistiche sono lì a tua disposizione.
      La seconda è che in passato si copriva solo una metà del campo e che per coprirne due occorre muoversi di più.
      Terzo, potrebbe essere che adesso ci si allena di più e meglio.
      Quarto, ci si muove senza palla e si detta il passaggio al compagno, un fondamentale che prima non era previsto.
      Per finire, attenzione alla quantità di acqua presente nel fiume in occasione del tuffo e soprattutto cerca di non bere perché potresti accusare qualche effetto collaterale.

    • In effetti Villar, dopo le poche cose mostrate a centrocampo e spedito in giro a vagare tra prestiti e delusioni.. lo potevamo provare in porta..

  17. Ieri mentre guardavo la gara , incazzeto perché stavamo perdendo nonostante le numerose palle goal create, pensavo questo : sarebbe ora che DE ROSSI sostituisse Lukaku inserendo Azmoun.
    Neanche il tempo di pensarlo che Lukaku segna il goal del pareggio, quindi è certificato che non devo nemmeno pensare…😂😂

    • Pensa che io me lo sono segnato: era il 51esimo e ho pensato: domani scrivo che al 51esimo volevo mettere dentro Belotti al posto di Lukaku, solo che il Gallo non ce lo avevamo più.
      Invece Romelu ha preso a spallate la porta avversaria!
      Sono contento per Lukaku, mentre invece avrei tutta la vita messo dentro Azmoun per uno spento Dybala.
      Se Dybala non si dà una scossa io a Giugno terrei l’Iraniano e mi libererei dell’ingaggio pesante. Mi dispiacerebbe, ma abbiamo dei conti…con cui fare i conti, e lussi da calciatori che giocano bene ma poco non possiamo permetterceli. Poi, ovviamente, tutti i calciatori possono attraversare un momento no, anche Paulo.

    • È l’esatto contrario, devi sempre pensare in negativo, dalla prossima inizia a pensare che occorre sostituire Dybala, vedrai che segna pure lui.

    • Azmoun però dovresti pagarlo, riscatto fissato a 12 milioni, e quindi alla fine non risparmieresti nulla rispetto a Dybala.
      Finora l’abbiamo visto talmente poco che risulta impossibile farsi un’idea di quello che potrebbe essere il suo impatto.
      Mi sembra però difficile che la Roma investa quella cifra su di lui, a meno di un sostanzioso sconto da parte del Bayer.

  18. francamente,anche se passiamo il turno,ci sono squadre in El che questa Roma non può battere..specie su un doppio confronto!in primis il Liverpool…primatista in premier league!dobbiamo sperare che si suicidino con qualcuno ed escano dalla competizione!anche la corsa al 4 posto è ardua…inutile negarlo!da qui a fine stagione ci vorranno il miglior Dybala Lukaku ed anche Smalling se rientra a modo.cmq sempre Forza Roma.

    • Intanto cerchiamo di arrivarci fino a giocarcele, poi vedremo come sará lo stato di forma. Per me il motto rimane: una squadra piú avanti va, piú forte é.

    • Il Siviglia l’anno scorso è arrivato in finale facendo fuori in successione United e Juve.
      E in campionato ha faticato a salvarsi.
      In un torneo lungo alla fine i veri valori vengono sempre più o meno fuori ma in partite secche non si deve mai partire battuti contro nessuno in partenza.
      Magari li becchi in un momento di calo mentre tu sei al massimo, dipende da tante cose.
      Però innanzitutto arriviamoci e poi ce ne preoccuperemo.

    • Per me vedi i fantasmi anche dentro casa chiama i Ghostbuster e non ho perso tempo a prendere gli altri

      Zenone 😎
      15 Febbraio 2024 At 20:13

      Goooooooooo goooooooo goooooooooo
      Giustizia è fatta!
      L U K A K UUUUUUUU

      Nando Mericoni
      15 Febbraio 2024 At 20:15

      Daiee lukakone

    • Sai, non avevo fatto nomi, quindi excusatio non petita, accusatio manifesta, come dicevano i giallorossi di un tempo, in latino…

  19. Posso dire che da tifoso non sono soddisfatto?
    Non lo sono.
    Quella di ieri sera è stata una partita che si poteva vincere.
    E’ vero,ci sono tutte le attenuanti,allenatore incluso,ma come ha ammesso lo stesso De rossi,questa squadra prende goal con troppa facilità e nemmeno in attacco siamo granchè visto le occasioni sprecate.Spero che nelle prossime partire le cose possano cambiare rapidamente.

    • molte cose sono già cambiate in meglio e anche rapidamente appunto…e probabilmente miglioreremo ancora

      ma non eravamo il Real Madrid prima e non lo siamo nemmeno ora… si dovrà lavorare bene nel prossimo mercato estivo

  20. soprattutto per scaramanzia eviterei di nominare il precedente allenatore, lo dico a tutti….
    alle vedove inconsolabili del vecchio portoghese annuncio che fortunatamente non tornerà mai più a Roma, che DDR è da un mese che allena a trigoria e che i risultati positivi si stanno già vedendo….
    Daniele si accolla le responsabilità per il gol preso e lo amo alla follia solo per questo.
    Daje Daniè Daje!!!!

  21. Gaetano nessun fasciarsi la testa ci mancherebbe.sono solo riflessioni!che questa Roma,con i suoi eterni svarioni difensivi.cali di concentrazione ecc,possa eliminare la squadra capolista in premier è quasi un utopia.poi al confronto secco in finale è un altro discorso.ma ci sono altre squadre molto competitive.in campionato la strada sembra meno complessa..però DDR ha preso una squadra al 9 posto.le rivali hanno una partita da recuperare.l atalanta sembra tornata quella di prima.se noi non invertiamo la tendenza degli scontri diretti,che ci vede sempre sconfitti,la vedo dura.ripeto…occorerranno i migliori giocatori che abbiamo…ma non a sprazzi come fino ad adesso…ma in maniera continua.

  22. A me questa Roma piace e parecchio, finalmente si gioca un calcio propositivo, i giocatori mi sembrano molto più tranquilli e contenti, spero solo che Dybala e Lukaku alzino i giri e nessun obiettivo sarebbe precluso

  23. sarò impopolare, ma a questo punto fossi in DDR metterei Svilar titolare anche in campionato e tanti saluti a Rui pasticcio che sta facendo danni inenarrabili.
    Quanto alla partita di ieri, complice la solita dormita abbiamo preso gol di testa da un tappo in pieno recupero, con un minimo di attenzione in più era una partita che si poteva portare a casa. Però abbiamo creato tanto ed è la cosa che più mi piace di questa nuova Roma. Sono fiducioso per il ritorno

  24. Comunque quei “tifosi” che sempre e comunque trovano qualcosa per sminuire vittorie o pareggi, hanno qualche problema di fondo sulla propria personalità. Addirittura sto vedendo scritto ultimamente che Lukaku è scarso, proprio ieri ha fatto il 379° goal in carriera, Lukaku ha segnato anche il suo 100° gol in Premier League, diventando contestualmente il quinto giocatore più giovane e il più giovane non inglese a segnare 100 volte nella competizione, all’età di 24 anni e 322 giorni.
    Quelli che trovano sempre il pretesto e non sono mai soddisfatti della Roma, molto probabilmente sono così anche nella vita. DAJE ROMA DAJE

    • Generalmente ti darei ragione, ma è un po il discorso che non puoi criticare mourinho perchè ha vinto 26 titoli.

      Ad oggi lukaku, viste le aspettative, proprio di uno che ha segnato quasi 400 goal in carriera, erano ben altre.

      Ad oggi siamo nella media dei goal che ha fatto abraham il primo anno di roma e da uno come lukaku, nelle partite che contano, mi aspetto che faccia la differenza.

      Ma ad oggi non ci sta riuscendo, stessa cosa di dybala.

      Si spera che da qui in poi possa trovare miglior fortuna, ma pur stando a 16 goal stagionali, l’impressione è che stia deludendo le aspettative.

    • lorysan dire che un giocatore sta deludendo è un conto, dire che è scarso è un altro. Per me sono tutti criticabili, anzi siamo tutti criticabili ma quando si etichetta una persona o uno sportivo bisogna rendersi conto di ciò che si dice, bisogna pensare prima di scrivere o parlare.

  25. PARTIAMO DAL PRESUPPOSTO che chi parla di squadra decimata, il fayenord, in realtà non è cosi, perchè gli mancavano 3 giocatori, incluso gimenez che è entrato nel secondo tempo.

    A noi mancavano abraham, smalling (considerato tale) e ndicka di ritorno dalla coppa d’africa, 3 titolari potenzialmente.

    DETTO QUESTO, il fayenord, tanto bisfrattato, si sta contendendo l’eredevise con il PSV (anche se è a 10 punti di distanza), quindi non stiamo parlando di una squadra scarsa, ma di un ottima squadra che gioca un ottimo calcio soprattutto d’intensità, proprio la caratteristica che abbiamo sempre sofferto.

    Stata una partita, che tolti i 7 minuti finali, che reputo equilibrata, quasi un match di box per i colpi dati e presi.

    Questa roma mi da VERAMENTE l’impressione che se dentro ci metti quei 2/3 giocatori ad hoc, potresti veramente giocartela con tutti a differenza del passato dove sapevi che se mettevi dentro messi ti garantiva la metà del potenziale.

    UN DATO INTERESSANTE lo vorrei rivolgere ai tocchi di palloni effettuati e la precisione:

    I primi CINQUE giocatori per palloni giocati, inclusa la qualità, sono Llorente (94%, 79 tocchi), Bove (91%, 42), Mancini (90%, 2), Karsdorp (90%, 44), Paredes (89%, 78).

    Questi sono dati importanti che riflettono un miglioramento enorme nella gestione e conduzione del pallone.

    Quando denigriamo Llorente per un errore difensivo, è un po come se a barcellona criticavi pique perchè in fase difensiva non era puyol.

    Llorente in un sistema di gioco tecnico e di gestione del pallone è ORO a differenza per esempio di ibanez o smalling che erano e sono giocatori che palla tra i piedi vanno in difficoltà.

    DDR vuole un gioco tecnico e la dimostrazione è la costruzione dal basso al quale è più adatto llorente che smalling.

    Che llorente faccia degli errori è normale, ma stiamo parlando di un giocatore che ha la media del 90% a partita di passaggi azzeccati, tra lanci lunghi e grande verticalità, idem mancini per dire.

    Per questo pure Paredes per questo gioco è perfetto e lo stiamo vedendo: paredes per questo gioco è più adatto di matic per dire che a sua volta era più adatto al gioco di mourinho invece.

    Io vi ripeto, le analisi vanno fatte contando il cosi detto OSTE, cioè ddr e il suo credo calcistico, sennò è inutile.

    • Ma sai che io avevo anche avuto l’impressione in diretta che Karsdorp non avesse giocato tutta questa partitaccia come è sembrato dagli innumerevoli insulti letti qua sopra.
      Molti gli hanno anche attribuito la paternità del gol preso in cui lui c’entra poco e niente perché aveva stretto a prendere l’attaccante sul primo palo.
      Una situazione questa verificatasi più di una volta ma che è richiesta da DDR al terzino per fare maggiore densità all’interno della nostra area.
      Un meccanismo che ha ancora bisogno di molto lavoro per essere perfetto perché a volte il terzino stringe ma la mezzala o l’esterno alto sono in ritardo nella copertura del portatore di palla.
      I tuoi dati mi confermano che la partita di Karsdorp non è stata così scandalosa come tanti vogliono far credere.

    • Infatti sonny alle volte si esagera nella valutazione di un giocatore sia in positivo che in negativo.

      Karsdorp ha fatto una partita senza infamia e senza lode.

      Non stiamo parlando di un giocatore di alto livello ma di livello normale che eccelle alle volte nella corsa ma con falle difensive.

      Il goal preso è causa di un errore di marcatura di Bove sul crossatore e di llorente in mezzo all’area di rigore.

      Ripeto, giocatore con grandi limiti che a 29/30 anni non recuperi, ma non stiamo neanche parlando di un giocatore di serie B.

    • L Eredivise è un campionato scarso ci stanno 3 buone squadre e basta. Il livello lo ritengo alquanto basso. Comunque loro sono una buona squadra ma negli ultimi confronti la Roma li h sempre battuti e anche stavolta dobbiamo farlo

  26. finalmente un messaggio sensato zenone
    vedi che quando non vuoi fare il fenomeno
    sei razionale e lucido
    complimenti e continua così
    sei una colonna di questo spazio
    prima di questo messaggio per le assurdità,
    il tuo ego ipertrofico e inutile,
    spero d’ora in poi per commenti tipo questo
    e non perchè d’accordo o non d’accordo
    ma per aver tolto per una volta e spero per sempre
    il tuo pernicioso essere autoreferenziato

    • orange..quello che l’attacca sempre..guarda Ale che una rondine nun fa primavera..eh eh..quello lassù va’ dove gira il vento..eh eh eh eh..

  27. C’è ancora da giocare il ritorno e fermo restando che è meglio un pareggio di una sconfitta, ma anche considerando che i difetti di instabilità difensiva sono i medesimi di prima, non userei questi toni trionfalistici. Ora sembra che cambiando l’ordine degli addendi cambi il risultato, di prove invece a mettere a giro i difensori ne sono state fatte, nella disponibilità dei sani ed arruolabili al momento. Invece a me sembra che se non risolvono la partita Lukaku o Dybala il risultato non cambia, come prima.
    Io come prima continuo a sperare.
    Come cantava Tony Dallara, come prima più di prima ti amerò😂

  28. Ieri ad esempio in tanti smoccolavano contro Karsdorp e Zalewski. Su Karsdorp stendo un velo pietoso, continuava a giocare e raramente quando proprio gli altri stavano peggio. Ma ricorderete che Mourinho con lui era stato crudele🤣🤣🤣 Zalewski per molte partite e vedetevi le partite ha iniziato dalla fascia a mettersi mezz’ala tirando poi alto o sbagliando l’assist ma a detta dei professori qui, era già stanco 😂 c’era la ripartenza sulla fascia sguarnita e ci segnavano.
    Ieri pure De Rossi lo ha dovuto sostituire.

    • Mourinho con Karsdorp si era comportato da piccola persona, dandogli del traditore, quando è soltanto un giocatore mediocre. Se fosse stato realmente un traditore non lo avrebbe di certo rimesso in campo. Ma a voi va bene tutto, se fatto dal vate, no?

  29. Con il nuovo regolamento sui gol fuoricasa, in sostanza ieri è come non aver giocato, conterà solo il risultato della partita du ritorno, io non sono contento di aver pareggiato, io voglio vincere sempre tutte le partite, io sono tifoso della Roma.

    • C’e’ da dire che in quanto tifosi della Roma noi vinciamo a prescindere…
      Questo mai dimenticarlo.
      Il nome di Roma nobilita le competizioni a cui partecipa gia’ solo essendone parte.
      Io la vedo cosi’.
      Quando sei Roma, puoi guardare tutti dall’alto in basso sempre.

  30. La difesa a 4 è quella che viene insegnata da subito dai preparatori nelle giovanili e continua ad essere messa in campo perché almeno i più avveduti evitano di condannare tre ragazzi a non divertirsi, costretti in un compito fisso in una zona di campo. Dico questo in quanto sulla difesa a 4 abbiamo tanti esempi e una letteratura. Tuttavia regola imprescindibile è insegnare ai due centrali la distanza tra loro per non essere troppo vicini e permettere al laterale avversario che è seguito dal terzino di avere il corridoio in area e non l’ostacolo davanti del centrale che può chiudere la gabbia.
    Mi sembra che la Roma non difenda così.

  31. Lo scorso anno abbiamo dovuto giocare la partita di ritorno dovendo ribaltare l’1-0 per loro nel match di andata, stavolta iniziamo il match partendo da un risultato pari e la possibilità di qualificazione è maggiore.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome