Lukaku avvicina Theate alla Roma

20
641

ULTIME NOTIZIE CALCIOMERCATO ROMA – Josè Mourinho si gode il ritorno a Trigoria di Romelu Lukaku, reduce dal poker in nazionale, con il belga che potrebbe aiutare l’allenatore anche sul fronte del mercato.

E’ cosa ormai risaputa che a gennaio la Roma dovrà acquistare un difensore, molto probabilmente in prestito, per rimpolpare un reparto arretrato ridotto all’osso dall’infortunio di Smalling. La partenza di Ndicka per la Coppa d’Africa a fine dicembre farà il resto.

Per questo a Trigoria si sta lavorando all’arrivo di Arthur Theate, 23 anni, ex difensore del Bologna che sta trovando poco spazio nel Rennes. Il mancino ha rotto con l’allenatore Genesio tanto da essere escluso in 3 delle ultime 4 gare, ha voglia di tornare in Italia e di non perdere l’Europeo.

L’ipotesi Roma lo affascina, la presenza di Big Rom aiuta. Il Rennes, infatti, dopo lo “scippo” di Matic ha ricucito il rapporto in questi mesi e sembra disponibile al prestito. La carta Lukaku può aiutare Pinto a concludere positivamente un affare che permetterebbe alla Roma di avere un alternativa anche a sinistra.

Fonti: Leggo / Corsport / Il Messaggero

Articolo precedente“Potrebbe restare”, “Andrà via, ecco perchè”. I giornali si dividono sul futuro di Mourinho
Articolo successivoSmalling compie 34 anni, gli auguri della Roma (FOTO)

20 Commenti

  1. Oooh… Ma allora dietro sì ma in testa no! È INFORTUNATOOOOO pure questooooo! Si regge in piedi giusto per fare abboccare i primi polli che lo mettono sotto contratto e poi si parcheggia in infermeria insieme a Pellegrini & C… A proposito… Proprio quest’ultimo… In infermeria di sicuro è un vero Capitano! “In barella” gioca sempre! Ora però serve anche un Capitano per lo spogliatoio! Levateje quella cavolo di fascia e dategliela a Lukaku! Fossi io l’allenatore sarebbe la prima cosa che farei… Via la fascia e immediatamente sul mercato! Lui, Smalling, Rui.P, Paredes e quel fenomeno di Dybala che sta bene solo quando deve andare a giocare con la Nazionale! E comunque non lo fanno mai giocare! Via tutti i prestiti, da Aouar a Ndika… Gli unici che mi terrei sono Lukaku, Cristante, Mancini, Bove e Zalewski. Per la panca Elsha e Llorente. Il resto tutti giocatori nuovi! Pure giocatori di seconda fascia e Primavera purché siano sani! Sicuramente qualcuno che spicca esce fuori!

    • ahahahahahaha e si va dritti in serie B ahahahahaha mah certe idee come vi vengono.
      guardati la roma primavera o la roma femminile che è meglio!

    • Se Svejamo o NO! Svejate pure te però… hai scritto un inutile sproloquio… Theate è sanissimo… ha giocato 90 minuti le ultime due col Rennes e metà delle ultime due col Belgio… in stagione ha saltato soltanto una partita per affaticamento muscolare… ma de che stai a parla’?!?!

    • @ Valentino
      Se svejamo ha letto “rotto” e ha pensato che fosse rotto non che abbia rotto con l’attuale allenatore … mentre leggeva se è addormito! 🙂

    • Allora.. Tu stai dicendo che un giocatore sano come Theate in realtà è infortunato.. Peccato però che negli ultimi 3 anni ha avuto un solo infortunio che gli ha fatto saltare una sola partita..

      Sai penso che qualsiasi calciatore al mondo ha avuto 1 infortunio nella sua carriera..

      Poi.. Dici di dare la fascia di capitano ad un calciatore che è in prestito.. Un calciatore che a fine anno potrebbe lasciare Roma.. Ed è qualcosa che non farebbe neanche il Frosinone.. Ma tu lo faresti..

      Poi ci vieni a raccontare che Ndicka è Aouar sono in prestito.. Quando in realtà sono calciatori di proprietà della Roma..

      Però nello stesso tempo pensi che Llorente sia di proprietà.. Tanto che te lo terresti.. Peccato che ad oggi Llorente sia in prestito..

      Anche io penso che si devono svegliare in tanti, specialmente in società.. Ma diciamo che anche tu dovresti aprire gli occhi e svegliarti.. E magari un minimo di informazioni vere sarebbe importante averle..

      Forza Roma

    • Dajeeeee e poi ti svegli e gioisci perché ti ricordi che sei un l….le. Ma per favoreeeeee Siamo la AS Roma!!

  2. 12 anni di americani a Roma, per passare da Sabatini che comprava 5 giocatori giovani e sperava di averne 1 buono a Pinto che prende 5 giocatori rotti/svincolati/prestito e spera di averne 1 sano/buono. Siamo messi davvero messi male. Cacciate i sordi, fate la squadra, prendiamo tutte le penalizzazioni per un anno dalla UEFA ma finiamola con la storia del FPF. E’ ora di tornare a vincere, sono passati più di 20 anni dallo scudetto.

    • Caro Gio mi pare che Sabatini di giovani strabuoni ne ha presi diversi pagandoli quattro spicci e magari con la super plusvalenza del solo Marquinhos si è strapagato quelli eventualmente sbagliati fermo restando che con i giovani pagati poco ben poco perdi quando eventualmente li rivendi visto che anche il tanto vituperato Iturbe alla fine, bilancio alla mano, ha generato appena 3,2 milioni di minusvalenza LA STESSA MINUSVALENZA generata dal mago Pinto con Reynolds. E vogliamo per caso ricordare cosa ha fatto Sabatini con Rudiger, Salah, Naiìnggolan, Emewson Palmieri (solo i primi venuti in mente) E UN CERTO ALISSON????? solo 72 milioni di plusvalenza netta! Tra Sabatini e Pinto c’è un abisso molto,molto profondo.

  3. Romano…la mia non era una critica a Sabatini, magari ci fosse un DS come lui, perchè se quei giocatori da te menzionati fossero rimasti tutti a Roma, vincevi per qualche anno a mani basse. La mia è una critica alle proprietà che si sono succedute e quest’ultima con la scusa del FPF non spende un euro. Io preferivo stare fuori dalle competizioni europee (stile juve) e comprare i giocatori e/o non vendere quelli buoni per allestire una rosa competitiva per i primi posti.
    Il FPF è convenuto alla proprietà ma non al tifoso.

    • C’è solo un problema: i Friedkin non hanno venduto un solo giocatore di rilievo, a meno di non considerare tali uno Zaniolo che è ormai in palese crisi e non si sa se la supererà mai e un Ibanez che rappresenta un’eterna incompiuta a fronte di una cifra molto superiore all’effettivo valore del giocatore. Quindi vanno criticate non le proprietà, ma una proprietà ben identificata, quella di Pallotta.
      Poi, mi devi spiegare come puoi restare fuori dalle coppe e rinunciare a decine di milioni di incassi e ad entrate collegate alle sponsorizzazioni con un debito come quello che abbiamo. Dai Friedkin si può pretendere qualcosa di più, ma non di certo una fettina di culo vicino all’osso, eh…

  4. Certo da vendere era rimasto ben poco ai Friedkin, poi hanno lasciato partire gente come Dzeko, Miki e fatto cassa con Zaniolo e Ibanez, gli unici vendibili. Per me il debito non esiste, perché quando hanno acquistato sapevano l’ammontare e potevano pensare anche di risanarlo, vero, in quel momento non si poteva perché eri quotato in borsa, dopo gli è convenuto tenersi le cose così perché gli interessi erano bassi. Però se il debito comporta il FPF io da una nuova proprietà pretendo che venga pagato e azzerato per non avere paletti di nessun genere. Mi ricordo che in tanti si aspettavano questo e speravano in grosse quantità di denaro dalla Toyota come sponsor (Stile Juve con Jeep). Ecco se questo non avviene tu finirai secondo me sempre peggio, puoi prendere chi vuoi come allenatore, ma sarà dura arrivare tra le prime quattro.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome