LUKAKU: “Risultato meritato, ma al ritorno dobbiamo fare ancora meglio. Restare alla Roma? Non voglio polemiche con l’Inghilterra…”

11
463

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Romelu Lukaku parla ai microfoni dei giornalisti al termine di Roma-Brighton.

Di seguito tutte le dichiarazioni del calciatore giallorosso sula gara di andata degli ottavi di finale di Europa League appena conclusa allo stadio Olimpico:

Cosa ti è piaciuto di più nella preparazione tattica del match?
“Bella partita. Il Brighton gioca molto bene e cerca sempre di bucare la difesa, ma difensivamente abbiamo fatto un ottimo lavoro. In attacco abbiamo tanto, potevamo fare tanti gol e ci siamo riusciti. Contro le squadre inglesi non è mai finita, al ritorno dobbiamo giocare ancora meglio”.

Il tuo gol?
“Speravo che Dunk lasciasse rimbalzare il pallone così avrei utilizzato il mio corpo per spostarlo, ma alla fine ha sbagliato lo stop. Bisogna sempre credere nell’errore del difensore. Poi ho analizzato il portiere tramite alcuni video, quindi sapevo cosa fare”.

Nella proposta offensiva, cosa vi ha dato di più De Rossi?
“Più libertà ai centrocampisti. Io devo attaccare più la profondità, mentre prima giocavo di più di sponda. In Italia ho sempre giocato con un attaccante al mio fianco, è la prima volta che gioco da solo in attacco, ma ora mi sto trovando bene. Dobbiamo continuare così e credere che possiamo arrivare nelle posizioni più alte anche in campionato e andare più avanti possibile in Europa”.

Non vi accontentate di nulla in Europa League?
“Dobbiamo sognare e arrivare più avanti possibile. A Brighton dobbiamo fare la partita, una grande squadra cerca sempre di migliorare e di vincere ogni partita. Stiamo cambiando la nostra mentalità, noi giocatori stiamo dando il massimo”.

Che effetto ti ha fatto essere arrivato a Roma direttamente con l’aereo dei Friedkin?
“È stata un’esperienza diversa. Quando sono arrivato ho visto l’amore dei tifosi per questa magnifica squadra. Nainggolan mi spiegò come comportarmi nella Roma, poi c’è il lavoro. I compagni di squadra sono stati bravissimi con me sin dal primo giorno, Mourinho mi ha aiutato e ora lo sta facendo anche De Rossi. Cerco sempre di dare il massimo per la Roma, ero in una situazione difficile, tanta gente non lo sa. Ringrazio la Roma per avermi aiutato”.

Ti piacerebbe rimanere a lungo a Roma?
“Non voglio polemiche con l’Inghilterra (ride, ndr). Devo essere intelligente e stare zitto”.

Cosa vi ha dato De Rossi dal punto di vista mentale?
“Parla sempre di avere nuovi obiettivi e di dare il massimo in allenamento. Ogni seduta è un test per noi e a me piace tanto, tutti i giocatori di grande livello devono essere stimolati. Il mister ci dice sempre di non mollare, abbiamo degli obiettivi di raggiungere, ovvero arrivare tra le prime quattro in campionato e andare il più lontano possibile in Europa League”.

Quando De Rossi ti ha visto la prima cosa che ti ha detto è stata ‘Ma sei stato sempre così grosso o mi sono rimpicciolito io’.
“Durante una partita dell’Europeo io e lui giocavamo contro c’è stato un diverbio tra noi due, sono contento di non aver fatto il furbo lì (ride, ndr). Sono molto contento di lavorare insieme a lui”.

ROMELU LUKAKU AI CANALI UFFICIALI DEL CLUB

“Siamo tutti contenti per il risultato di oggi, dobbiamo continuare così, potevamo fare più gol. Questo risultato è buono, ma non è ancora finita. Le squadre inglesi hanno la mentalità di continuare, andiamo lì e dobbiamo fare la partita anche lì”.

Per un attaccante un gol è vita, è il 18esimo stagionale. Ti aiuta a rendere?
“Sì, sai, il gol per me è la cosa più bella nel calcio, ma vincere così…far gol è ancora meglio. Io sono un vincente, voglio vincere. La squadra vuole vincere, stiamo crescendo come squadra e dobbiamo continuare così”.

Ha detto De Rossi che avete lavorato di più tatticamente, è servito…
“Sì. Penso che abbiamo lavorato tanto sui loro dettagli in fase di possesso, poi anche sulle cose che dobbiamo fare noi come squadre. Il risultato è meritato”.

Tutti dicevano sempre “Se Lukaku e Dybala sono in forma non ce n’è per nessuno”…
“(Ride, ndr). Dobbiamo continuare così, stiamo bene, poi alla fine noi due proviamo a fare il meglio per la Roma, tanti calciatori stanno crescendo e dobbiamo crescere come squadra. Sono contento”.

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedenteDE ROSSI: “Non ho fatto niente di speciale. Se pensiamo di essere già qualificati ci ribaltano. Questi sono giocatori forti, lo ripeterò fino alla morte”
Articolo successivoTroppa Roma, Brighton surclassato

11 Commenti

  1. Grande Romelu ancora in gol !!!
    Un Campione e l’intervista poi è stata tutta da ridere, ad un certo punto è diventata comica e Lukaku che si stava piegando in 2 dalle risate dopo averci messo del suo con tantissima simpatia a rendere l’intervista in tale modo.
    Sarebbe bello se ci fossero possibilità concrete che Lukaku restasse a lungo alla Roma.

    • Ragazzo intelligente! Una botta al cerchio e una alla botte senza fare figli o figliastri! Praticamente non ha sdegnato nessuno… Ne la Roma, ne la squadra Inglese che ne possiede il cartellino! 10 e lode… Nella speranza che rimanga gli auguro felice proseguimento di carriera ovunque vada!

    • In passato alcune sue dichiarazioni sul futuro lo hanno un po’ messo nei guai con la squadra per la quale giocava o con il Chelsea, perciò adesso che gli rifanno la domanda ha capìto che non ci deve più cascare.
      Comunque il Chelsea naviga a metà classifica, lontanissimo dalle coppe. Se la Roma dovesse approdare in Champions forse lui potrebbe pensare a ritoccarsi un poco lo stipendio e rimanere, perché qui sta bene.

    • Idi ma purtroppo credo che il problema sia anche e soprattutto il costo del cartellino.

    • @romano,quello che tifa lazzio pe er coefficiente UEFA… il costo del cartellino non è un prezzo fisso,si fa in 2,anzi in 3,perchè c’è di mezzo pure il giocatore,il cui volere conta eccome.
      Sarai dispiaciuto che l’Alassio ha preso la bastonata col Bayern,aripjate compà…

    • @romano è un discorso complesso. Il Chelsea deve vendere perché rischia seriamente di essere penalizzato come è accaduto all’Everton (e come non sembra accadere per il City, staremo a vedere). Per questo motivo difficilmente accetterebbe di scendere sotto i 43 milioni con i quali si valuta il costo del suo cartellino. Però occhio, bisogna vedere come evolve il mercato: l’affare Dybala ha cambiato molte cose anche a livello europeo e il Chelsea deve capire quale squadra investirebbe 43 milioni per un 32enne, considerando che sulle sue casse pesa anche lo stipendio del Belga.
      Insomma, qualche margine c’è.

  2. Il futuro di Lukaku dipende tutto dal futuro della Roma,se farà o meno la Champions il prossimo anno. In caso positivo ,non è per niente scontato che Big Rom ritorni in un Chelsea che veleggia all’11° posto in classifica.
    Può darsi che in questi giorni si stia cementando un feeling non indifferente tra De Rossi e Lukaku,che ha ritrovato entusiasmo e voglia di giocare.

  3. Trovare un nuovo Lukaku è difficile!.Non so questa società che cosa ha in mente e chi sarà il DS se è modesto come leggo vuol dire che non hanno capito niente dagli errori fatti e manca l uomo spogliatoio sennò de Rossi rimarrà solo come Mourinho . I campioni sì tengono .

  4. se il Chelsea non abbasserà le pretese.. Lukaku torna a Londra!43 milioni più l ingaggio sono troppi x un 32enne seppur bravo x le casse della Roma…anche se dovesse andare in champions.ricordiamoci che dobbiamo sistemare i terzini(vera priorità) e anche un po’ il centrocampo.cmq con Ddr potrebbe rilanciarsi anche Abraham.

  5. Questo Lukaku così, senza infortuni e fisicamente a posto, a noi serve come il pane, pensate se ad inizio campionato la Roma giocava come adesso, credo che avrebbe fatto “qualche” gol in più

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome