Lukaku torna ad allenarsi col Belgio. Il preparatore: “L’infortunio all’inguine non è un problema”

9
282

NOTIZIE AS ROMA – Dopo il sovraccarico all’inguine che lo aveva costretto a fermarsi, Romelu Lukaku è tornato in campo con i compagni della nazionale belga per preparare la gara in programma domani alle 18.00 contro l’Irlanda.

A testimoniarlo sono proprio le foto che il Belgio ha postato sui propri canali social in cui si vede l’attaccante giallorosso sorridere nel bel mezzo dell’allenamento. I problemi fisici dunque sembrano essere alle spalle per Big Rom.

Un‘ottima notizia anche per la Roma, che rischia di dover fare a meno di Azmoun per qualche settimana. A confermare le buone condizioni di Lukaku ci pensa Lieven Maesschalck, preparatore atletico di Lukaku, ha rilasciato un’intervista parlando anche delle condizioni del centravanti giallorosso: “Nelle ultime settimane, Romelu ha sofferto di un problema all’inguine. Si era già allenato meno e aveva saltato una partita. Ma a quanto pare, il problema non è scomparso.

Ora viene da noi per un lavoro di riabilitazione e stabilità. Stiamo valutando se potrà tornare in Nazionale. Dovrebbe essere in grado di giocare contro l’Inghilterra e, con l’avvicinarsi dell’Europeo, il suo infortunio non è davvero un problema. La Roma gli chiede tanto ma lui fisicamente può sopportare“.

Vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie della Roma sul tuo cellulare? Iscriviti subito al canale Whatsapp di Giallorossi.net!

Articolo precedente“ON AIR!” – PIACENTINI: “Gli infortunati? Mourinho non era matto, certi giocatori sono fracichi”, FERRAZZA: “Il cambio di preparazione può aver inciso”, CASANO: “La nuova filosofia deve essere: prima i sani, poi i nomi”
Articolo successivoAzmoun, sospetto stiramento del tendine del ginocchio: l’attaccante sta rientrando a Roma

9 Commenti

  1. “Lukaku è tornato in campo con i compagni della nazionale belga”…
    Sperando che non s’incocci durante il match…

  2. La dichiarazione di Maesschalck (copia/incolla) è tutta in ottica campionato europeo per Nazioni.
    Le esigenze della Roma non le calcola affatto,anche se è Lei che paga tutti e due.
    Vabbè … (si fa per dire…)

  3. Basta co’ ste nazionali… C’hanno sfonnato er… Capito no? Si se rompono poi… Che almeno se l’accollassero… Società tutelate a 0… La nazionale rompe… La Società paga!

  4. Buon segno ma queste amichevoli delle nazionali hanno proprio stufato.
    C’è un Europeo in vista ? Ci sono i Mondiali in vista ? Bene, allora evitassero le soste per queste amichevoli del cavolo e facessero finire prima la stagione calcistica di 3 settimane in modo tale che queste amichevoli possano essere disputate a stagione finita prima della competizione per le nazionali.
    Le amichevoli durante lo svolgimento della stagione tra campionati e coppe europee sono solo inutili e dannose.

  5. E se proprio sono necessarie queste amichevoli, allora che le nazionali convocassero solo tutti i giocatori di squadre che non giocano le coppe europee o che sono state eliminate dalle stesse e lasciassero a casa tutti i giocatori delle squadre che devono giocare le coppe, almeno anche tutte le altre squadre avranno i giocatori con 3 partite in una settimana una volta ogni tanto.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome