Lupi affamati: la Roma sbanca San Siro e manda in crisi l’Inter

107
2180

AS ROMA NEWS Una serata quasi perfetta. Dalla direzione di Massa agli interventi del VAR, dalla prodezza di Dybala all’esultanza (lontana dai riflettori) di Mourinho, quella di ieri per la Roma è stata una nottata da ricordare.

Piange l’Inter, trema Inzaghi. Che dopo il gol di Dzeko, annullato da un attento Mazzoleni, e quello di Dimarco, con la complicità di Celik e Rui Patricio, sperava in un risultato ben diverso da quello che si materializzerà al termine dei novanta minuti.

La Roma parte maluccio, soffre l’avvio più determinato dei padroni di casa, ma poi trova nei suoi giocatori più forti la forza di cambiare marcia. Un sinistro potente di Dybala su assist del redivivo Spinazzola rimette le cose a posto, cambiando l’inerzia del match.

I giallorossi ci credono, sempre più consapevoli della propria forza, mentre nell’Inter qualcosa si incrina. Nella ripresa la Roma macina gioco e comincia a spaventare San Siro. Poi però l’uscita di Dybala, sempre più punto di riferimento e leader di questa squadra, coincide con il nuovo calo dei suoi compagni e l’Inter torna a farsi minacciosa.

Ma a parte la traversa di Calhanoglu colpita su punizione e un paio di conclusioni dalla distanza che non inquadrano la porta di poco, Rui Patricio non deve scomodarsi più di tanto. E così è la Roma, più cinica che mai, a colpire: punizione perfetta di Pellegrini a pescare Smalling, l’inglese nell’area piccola è una sentenza e di testa opera il sorpasso romanista.

L’Inter barcolla, la Roma in contropiede potrebbe colpire ancora, ma prima Abraham e poi Camara falliscono le occasioni per chiudere definitivamente il match. Poco male, perchè la reazione dell’Inter si scontra con la solidità di una squadra compatta e concentrata, determinata più che mai a portarsi a casa un risultato di prestigio.

Arriva così la prima vittoria di questo campionato contro una big, e per di più su un campo difficile come San Siro. Mou fa festa nel pullman della Roma dove ha seguito da solo il match: lo Special One sa che questi tre punti valgono doppio e possono rappresentare una svolta per la stagione giallorossa, specialmente sotto il punto di vista emozionale.

Quella di Mourinho è ancora una squadra con diverse imperfezioni, specie sotto l’aspetto della fluidità del gioco, ma che continua a dare l’impressione di avere un potenziale inespresso. Dalla partita di San Siro ci si attendeva una risposta forte, e la squadra lo ha fatto, lanciando il suo messaggio al campionato: quest’anno bisognerà fare i conti anche con la Roma.

Giallorossi.net – Andrea Fiorini 

Articolo precedenteSerie A, harakiri Empoli col Milan: pari al 92esimo, poi perde 3 a 1
Articolo successivo“La curva Sud intitolata a Maestrelli”. È polemica: “Una provocazione”

107 Commenti

  1. Buona domenica giallorossa e romanista

    Chapeau José Mourinho
    Chapeau friedkin
    Chapeau ragazzi

    Forza grande Roma ale’

    • La Roma non ha giocato bene come contro la dea, è stata più attenta contenendo linde, ha subito, ma dopo lo svantaggio ha alzato il baricentro, anche subendo le ripartenze pur di vincere, prova essenziale e gajarda, su tutti, Smalling, Matic e Dybala…. 💛♥️🐺🐺🐺🏆

    • Tre pensieri sparsi:
      (1) è anche bravo quando attacca, ma ogni partita click regala un paio di occasioni da gol agli avversari, dimenticandosi di marcare.
      zalesky non farebbe meglio?
      (2) la squadra non corre, non pressiamo, siamo sempre lenti ed in pochi ad accompagnare le ripartenze, spesso ci schiacciamo troppo bassi concedendo tiri comodi da fuori area (aslani ieri, Scalvini la partita precedente contro l’Atalanta, ecc.). Sembra un pensiero negativo, ma se riusciamo a restare a galla, quando nella parte centrale della stagione entriamo in forma (è successa la stessa cosa anche lo scorso anno) ci sarà da divertirsi, e chissà…
      (3) forza roma

    • GRANDIIIII! Ma poi lo sapete che ve dico…. SPIAZZE… PER PUBBLICO,SPIAZZE… PER CALLIOPE (pe l’amici… FIEROLOCCHIO!) E SPIAZZE PER I RAGAZZI, in particolare per Acerbo, Corre, Miky e Dzeko, che ce tenevano tanto…. SPIAZZZE! 💛♥️🐺🐺🐺🏆

    • Sarà un caso ma quando giochiamo con sostanza è pochi fronzoli facciamo risultato.
      Io continuo a dire che questa squadra deve giocare compatta dietro la linea della palla.
      Alla Mourinho per intenderci.

    • Si, è vero, vedere Zaniolo che gioca con tatticismo, più per la squadra che per lui, è un diritto d’autore… Chi glielo spiega a Mancini, parente de Simonetta… 💛♥️🐺🐺🐺🏆

  2. La partita di ieri mi dà la conferma che la squadra ha la qualità e volendo anche la personalità per vincere le partite.
    Ieri dopo il loro goal annullato, il solito classico goal dell’ex, i giocatori hanno visto i fantasmi delle precedenti sconfitte. La squadra si è intimorita, ha arretrato il baricentro e si è consegnata agli avversari.
    Poi la perla di Dybala, una prodezza apparsa più come un gesto estemporaneo piuttosto che come il coronamento di una nostra pressione, ma che è stata la scintilla per svegliare la squadra e farle prendere consapevolezza della sua forza.
    Dopo il nostro goal si è vista un’altra partita. La Roma è apparsa cattiva, determinata, direi anche dominante a tratti.
    Insomma una squadra con “le palle” per dirla alla Mou.
    Ieri l’amico UB si interrogava su questa Roma a due facce. Io credo che non sia semplice per i giocatori scrollarsi di dosso un certo senso di inferiorità maturato in questi anni nei quali abbiamo galleggiato tra il 5 e il 7 posto. Credo faccia parte di un’atteggiamento fisiologico specie quando vai a giocare in stadi nei quali in passato hai perso spesso e volentieri come San Siro o il cloaca Stadium.
    La partita con la Dea per me invece ha un’altra chiave di lettura. Arrivavamo a quella gara dopo un tour de force nel quale si era giocato ogni 3 giorni e sempre con gli stessi.
    In quella gara è mancata un po’ di freschezza, lucidità e gamba (vedi occasioni sprecate, vedi Cristante che arranca e non copre su Scalvini).
    Ecco se devo fare un’appunto a Mou è che a mio parere dovrebbe utilizzare meglio la rosa a disposizione. Siamo tra le squadre di serie A che hanno utilizzato meno di tutte la panchina ed è un paradosso dal momento che la rosa lunga, i due giocatori per ruolo, sono stati il mantra del tecnico.
    Proprio Pinto ieri ci ha ricordato che ci aspettano 12 gare in 44 giorni.
    Sono convinto che la coppia Matic Cristante sebbene troppi simili sia la più forte ma ogni tanto uno dei due dovrà riposare altrimenti ce li giochiamo.

    • @Vege
      perdonsmi se ti correggo, l’errore sul gol subito dall’atalanta e’ di squadra.
      Si guarda troppo il pallone, e’ successo ancora ieri sera in diverse occasioni, riguarda la partita e giarda i movomenti senza palla della squadra nell’intero.
      Sono convinto che Mourinho sta lavorando anche su questo, il fatto che vengono schierati in coppia Matic e Cristante e’ per dare equilibrio e attenzione, in alcune situazioni molti calciatori seguono troppo la palla, vedi il gol di Di Marco o quello subiti contro Udinese Empoli, sono in fotocopia, quello e’ il lato debole della squadra, nonostante ieri sera avevamo 3 trequartisti e nessuna punta vera ma solo due centrocampisti come a Udine ed Empoli siamo stati colpiti sempre nella stessa e identica transizione difensiva in pratica con un traversone contrapposto.
      Quando sara’ possibile giocare con il 4-3-1-2 ci sara’ maggiore equilibrio nelle due fasi, per il momento si fa di necessita’ virtu’, Mourinho lo sa, ci sta gia’ lavorando, ieri sera nella parte finale di gara la Roma era assai vicina a quella che sara’ l’idea di gioco futuro.

      La difesa a 4 e’ la chiave.

      SEMPRE FORZA ROMA.

    • Non sbagli, l’ esperimento di MOU sta funzionando, Cristante – Matic sta funzionando, più giocano insieme è meglio è, Camara mi piace tantissimo, per la sua personalità e il tiro da fuori, anche sulle punizioni non è male. Veramente, la squadra, è più matura ed essenziale, meno naif… 💛♥️🐺🐺🐺🏆

    • Ma, quel pollice verso, che senso ha?
      Una disamina più lucida di questa…
      Perfetto, Vegemite.

    • Secondo me più che il discorso “5 e il 7 posto” la squadra soffre che al minimo errore viene punita pesantemente, si difendono bene ma sbagliamo troppi gol e veniamo puniti da tiri “strani” ma precisi. Anche il tiro di Dimarco è un tiro strano, fatto per anticipare, col piede sbagliato, che finisce a filo palo. Il gol Atalantino è stato un tiro che più precso di così non si poteva e così altri gol presi. Poi mettici gli errori come quello con l’udinese, è normale che la “paura di sbagliare” un po’ ci sia, stessa cosa vale davanti, sopratutto per Zaniolo e Tammy. La cosa “buona” è che siamo lì con 3 attaccanti su 4 che non sono al momento “on fire”. La speranza è che nel momento che Dybala sarà meno fortunato nei tiri magari comincino ad esserlo Tammy, Niccolò e Lorenzo (e magari pure il Gallo!)

    • Hai ragione dopo il gol ci siamo ripresi
      Ma non è che l’Inter abbia fatto chissà quali tiri in porta.
      Due tiri. Il gol annullato per fuorigioco
      E il gol di DIMARCO regalato da Rui Patricio.
      Poi quello che e’ successo a noi nei primi minuti e’ successo all’Inter .

    • Sono d’accordo con te Gaetano, anche per me , come postato ieri sera, a parte la corresponsabilità di CeliK, il goal va senz’altro attribuito a RUI PATRICIO, troppo lento e reattivo su un tiro da appena dentro l’area non sicuramente forte e neanche troppo angolato. Infatti nel replay si vede chiaramente come il pallone passi lentamente sotto la manona di Patricio partito troppo tardi e non era nemmeno coperto. Non lo so ma rispetto allo scorso anno mi sembra quasi addormentato!

    • Sarò anche banale e ripetitivo, ma per me la differenza principale tra la partita con l’Atalanta e questa è che ieri c’era Dybala in campo e con quelli no.
      Il gol di Dybala ha cambiato tutto.
      Con Dybala avremmo vinto anche contro l’Atalanta. Ne sono convinto.

  3. Molte le similitudini con la partita di Torino.
    In difficoltà iniziale ( e non e la prima volta ) si è cresciuti finquasi a diventare padroni del campo.
    Ma ieri c’è stata la ” fame di vincere ” , anche grazie ai cambi , vista una mentalità finalmente cattiva.
    Saper soffrire per poi punire.
    PS
    Voglio fare un complimento a Zaniolo.
    Al 35 ha guadagnato un fallo laterale.
    4 minuti dopo gol di Dybala.
    Non riesco a trovare altro di positivo.

    • Se pensi che si vinca solo con i gol di Smalling o Dybala ti sbagli, devi considerare anche il lavoro sporco che hanno fatto Pellegrini, Zaniolo, Matic, Cristante per vincere ci vuole una squadra..Zaniolo e’ parte integrante di questa squadra come tutti gli altri che devono essere sostenuti a prescibdere perche’ indossano la nostra maglia quella dell’A.S.Roma !

    • Ancora stiamo a criticare Zaniolo quando il primo fallo a favore ieri gli é stato fischiato verso il 75° quando 4 (quattro!) giocators dell inda lo hanno abbattuto.
      Zanigol é una forza della natura (per molti apparentemente fenomeno inspiegabile, ma tant’é) e con lui in campo o meno cambia completamente la fisionomia della squadra.
      Molti evidentemente ancora preferiscono i giocatori “simpatici”, mi chiedo quali siano?

    • Che strano ,,, leggo ” bradipo” citofono e potrei continuare ma , riguardo a Zaniolo ATTACCANTE che non segna e non fa assist la comprensione è massima.
      FELIX avrebbe fatto più pressing .per dire .Lo avreste elogiato allo stesso modo ?
      23 gennaio 2022 ( ultimo gol ) .

    • il gioco sporco lo deve fare matic ,cristante, non zaniolo ,lo faceva dzecko e lo ha anche fatto abrham ,ma zaniolo deve fare assist,sponde ,tirare in porta ,segnare ,nulla di tutto questo ha fatto .ho preferito abram che appena è entrato ha fatto un paio di sponde e si è procurato 2 occasioni da gol .

  4. si. comunque Rui patricio nostro punto debole assomiglia a Pau Lopez ogni partita che passa sempre di più.
    a gennaio un portiere affidabile per favore.

  5. Condivido: Ieri la Roma nonostante le difficoltà ha ottenuto una vittoria importante su di un campo difficile, donando a noi tifosi tanta “goduria e tranquillità” (Figuriamoci cosa avrebbero scritto e detto in caso di risultato negativo) Sempre Forza Magica 💛💖

  6. Per me ci sono alcune cose su cui dobbiamo credere per mantenere quello “iniziato” ieri :
    1) Non essere Dybala dipendenti. Lui è il classico “GRANDE” in una squadra di buonissimi
    giocatori e quindi ok, ma non aspettiamo e speriamo solo le sue giocate.
    2) Mourinho deve avere più coraggio nei cambiamenti in partita in corso. Ma rischiare anche
    formazioni in cui “mostri sacri” finiscono in panchina.
    3) Abbiamo uno Smalling “MOSTRUOSO” e un Ibanez che seguita a crescere in maniera
    esponenziale il resto sono solo buoni giocatori di difesa (per me compreso l’attuale
    Spinazzola) anche se ieri ho visto bei segni di ripresa. Quindi qui un ulteriore intervento
    serve.
    4) Non credo che il centro campo sia scarso oltre Matic e Cristante ne abbiamo altri 4 che
    tra rientri a Gennaio e giovani in esplosione possono creare un cc di livello europeo

  7. Solita Roma, nel bene e nel male… A volte si vince e a volte si perde se regali un tempo agli avversari. Contenti per il risultato, ovviamente, ma ai soliti noti per cui ora siamo di nuovo campioni del mondo, consiglierei di guardare le partite e capire cosa stanno guardando. Questa Inter, come per la Juve, è la peggiore degli ultimi anni e con assenze pesanti, quindi ok festeggiare, ma i primi 40 minuti sono stati pietosi. Per chi vuole veramente vincere e cambiare la mentalità, come al vostro amato Mou, certe cose non possono andare bene… Quindi perché vanno bene a voi “tifosi vincenti”? Ieri Pellegrini e Cristante sono tornati due fenomeni? Oggettivi ragazzi, o non si cresce mai (dedicato al fenomeno che mi nomina a ieri… Io le palle di scrivere il mio pensiero ce le ho sempre, quando si vince e quando si perde)

    • Sottoscrivo…

      Diciamo la verità la fortuna mancata con la dea l’abbiamo trovata ieri sera.

      Risultato in bilico fino alla fine, ma episodi a nostro favore altrimenti poteva finire anche male.

      Tuttavia prestazione della squadra buona. (come contro la dea)… Ma non buonissima per le solite distrazioni (in difesa Celik ed in attacco Abraham) ma soprattutto per la poca voglia di fare veramente male quando riparti…si torna ancora troppo indietro (fino a Rui) anche quando in attacco riparti in parità numerica.(lenti lenti).

      Resta una prestazione dove hai dato tutto e ne esci con orgoglio e consapevolezza di te. La vittoria della Conference ha influito eccome da questo punto di vista.

      Complimenti (tanti) a JM che ottiene il massimo con quello che ha e che fa crescere la forza del gruppo. Perché la vittoria di ieri è un segnale a tutti, al campionato ai denigraratori e soprattutto alla Roma stessa.

      FRS 💛 ❤️ 🇮🇹

    • Ciao Criptico
      abbiamo giocato 11 contro 11
      Cosi come abbiamo fatto contro Salernitana, Cremonese, Rubentus, Monza, Udinese, Empoli, Atalanta e ieri sera contro Inda
      Con o senza calciatori, gli assenti li abbiamo avuti anche noi e senza lamenti siamo sempre andati in campo in 11, purtroppo sappiamo che le squadre gestite da Mourinho non hanno mai brillato per la bellezza dello spettacolo, ma Mourinho sa cone si vince e penso che non siamo in debito con le vittorie.
      Abbiamo preso a pallonate l’Atalanta e tutti l’hanno esaltata per la sua abilita’ di pragmatismo, i punti per noi pero’ sono stati zero.

      Ieri sera 3 tiri in porta 2 gol, quando siamo pragmatici anche noi facciamo punti.

      Quale Roma preferiamo ?

      Ciao
      SEMPRE FORZA ROMA.

    • Ecco bravo, continua così che, evidentemente, porti pure bene.
      C’È SOLO L ASROMA 💛 ❤️!!!

    • ciao criPtico, vai tranquillo per la tua strada, senza curarti di chi pretende di dare lezioni di tifo a gente che sedeva sui seggiolini di legno dell’Olimpico costruito per le Olimpiadi del 60.
      Con l’impermeabile di plastica, il caffè Borghetti e l’ombrello di quello della fila di sopra che scolava sopra di te.
      Da un anno e mezzo a questa parte è concesso assumere solo posizioni fideistiche, non si può più parlare di calcio perché è autorizzato a farlo solo uno e gli altri ascoltano in religioso silenzio.
      Tanti che magari non si facevano scrupolo a credere di capire di calcio più di un Fonseca o un Di Francesco, quando è evidente che la distanza che separa ognuno di noi da questi due, come da chiunque sia o sia stato un professionista ad alti livelli, è infinitamente maggiore di quella tra loro e Mourinho.
      Ieri la prestazione è stata inferiore a quella offerta contro l’Atalanta, sembra abbastanza chiaro a chiunque abbia la volontà di tenere gli occhi aperti.
      Abbiamo vinto perché in questo preciso momento l’Inter di Simonetta è più “Paperino” o “Tafazzi” di quanto lo siamo noi.
      Però l’ortodossia vuole che si dica che abbiamo giocato una grande partita, altrimenti parte subito la scomunica.
      Alcuni hanno certamente offerto una grande prestazione, ma non più di quattro su undici. Altri onesti, altri ancora insufficienti.
      Oggi siamo però costretti ad adeguarci al mantra del giorno che è “big balls”, altro non è concesso.

    • Trovano un messaggio uno , uno solo , dove qualcuno ha detto, scritto che siamo i campioni del mondo..
      Non dobbiamo fare voli pindarici?
      Va bene. Ho detto va bene.
      Ma manco stare sempre a piangere, a criticare, a vedere solo i casi negativi.
      E una volta il mantra era ehhh non vinciamo mai uno scontro diretto.
      Poi ehhh ma sto tikki takka…dove andiamo …
      Ora ehhh ma giochiamo male..
      Ma chi se ne fotte.
      Non esistono , lo ripeto per l’ennesima volta, non esistono e non sono mai esistite squadre che scendono in campo e giocano tutti i 90 minuti , in tutte le partite mettendo sotto gli avversari .
      Abbiamo giocato male i primi 40 minuti …le partite durano 90 minuti.
      Con l’Atalanta abbiamo giocato a una porta e abbiamo perso..28 tiri in porta 0 gol
      Ieri sera quanti ne abbiamo fatti di tiri in porta?
      4? 5? Per me meglio le partite come ieri sera.

    • “…i nostri primi 40 minuti sono stati pietosi…”
      Invece quelli dell’Inda sono stati favolosi, vero?
      Poi, piccolo particolare, le partite durano 90 minuti….

    • Ma sentinte un po’, criptici e ub40 vari..veramente volete mettere sullo stesso piano chi prende posizione nel difendere un tecnico che dove è andato o quasi ha vinto (compresa Roma) e chi ancora sostiene personaggi come l’innominabile di boston che dopo una semifinale di champions e i milioni incassati ne mercato precedente ti smonta la squadra oppure il tecnico che ci ha fatto perdere due partite a tavolino facendo sei sostituzioni e tenendo fuori rosa Dzeko solo per uno screzio personale quando all’epoca era l’unico o quasi che risolveva le partite? Chi tra questi sarebbe quello che ha un atteggiamento fideistico? Fonseca e Di Francesco ne sanno più di tutti noi? Ovvio, ma almeno per quest’ultimo non si parla di gioco e tecnica ma di errori che vanno oltre. O mi vuoi venire a dire che se dal cofano della macchina esce fumo e rimango a piedi devo essere per forza un meccanico o un ingegnere per arrivare alla conclusione che qualcosa non va?

    • Mio caro San Josè (io come santo ho solo la AS Roma), voi spuntati recentemente con questi pseudonimi da setta religiosa forse vi siete persi qualcosa.
      Per esempio le mie e altrui diuturne battaglie per dimostrare come colui che tu chiami “innominabile” ci stava portando verso il baratro.
      E anche allora come adesso c’erano dei pasdaran, guardiani della fede, che distribuivano patenti di “romanismo” a chiunque osasse insinuare il minimo dubbio sulla bontà delle azioni di quello che io chiamavo amabilmente Grande Skipper. Con la tipica arroganza di chi è debole negli argomenti da portare sul tavolo della discussione.
      Erano arroganti, ma perlomeno abili sul piano dialettico; tutto sommato era anche stimolante smontare i loro arzigogoli sulla gestione della Roma.
      I nuovi pasdaran, ahinoi, hanno molto da imparare da quelli, poiché oltre il turpiloquio c’è il vuoto, il nulla, esattamente come i fanatici ai quali si ispirano.

    • UB40 anche tu ti sei perso qualcosa, io valuto I FATTI, tanto è vero questo che altrove in questo forum ho comunque dato merito a chi ha portato Smalling nonostante fosse un personaggio dell’altra gestione e su altri lidi, prima della campagna acquisti estiva, ho anche affermato che se i Friedkin avessero ceduto Zaniolo avrebbero fatto qualcosa che li avvicinava all’innominabile.
      Pertanto non mi considero un “guardiano della fede” se non di quella romanista, ma solo uno che si è rotto di leggere ovunque nella rete provocazioni ben riconoscibili travestite da valutazioni tecniche e che non vuole esser preso per i fondelli. Il mio nick lo considero un giusto tributo a uno dei tecnici più vincenti nella storia di questo sport e che alla faccia di tristi personaggetti in malafede che infestano la rete al primo anno qui ci ha portato un trofeo europeo che mancava da 60 anni.

    • SAN José
      Hai ragione…. hanno stancato… sanno soltanto offendere la as Roma e José Mourinho… sono provocatori

      Forza grande Roma ale’

  8. Uno dei temi della partita sarebbe stata la paura dell’Indah. E così è stato.
    Vero, la serata non può dirsi perfetta, perché soprattutto nel primo tempo la Roma ha faticato tantissimo. Inoltre, alle sue ‘estremità’ (Rui Patricio e Abraham) stenta ancora a ritrovarsi. Però questa squadra dobbiamo valutarla alla distanza: la tattica di Mourinho ha prevalso, e ha prevalso la determinazione dei giocatori, e si tratta delle armi più forti che abbiamo.
    Che dire, pur con i limiti attuali la vittoria c’è la prendiamo tutta, e speriamo di stare ritrovando la sicurezza della Roma mourinhiana dell’anno scorso. Una prece per Simincino Simoncello.

  9. Bene per la vittoria, benissimo, tanto che avevo chiesto solo quella senza curarmi del resto.
    Ma adesso che l’abbiamo portata a casa, e quindi senza l’orpello di polemiche e morale basso, è il caso di analizzare attentamente alcuni aspetti.
    Per quanto riguarda la prestazione in sé, per me è stata migliore quella contro l’Atalanta, nella quale abbiamo costruito almeno cinque palle gol pulitissime, sprecate solo per la dabbenaggine di chi ha concluso in porta.
    E questo è il primo aspetto: in porta con efficacia e freddezza ci tira solo Dybala: gli altri, vedi Tammy e Shomurodov (tralasciando ancora Belotti), sprecano, oppure non ci arrivano mai, come Zaniolo e Pellegrini.
    La Roma segna su invenzione della Joya o su calcio piazzato, troppo poco per sperare in grandi cose.
    Il secondo è che iniziamo troppo spesso i big match in modo impacciato e timoroso: siamo andati sotto in tutti e tre quelli giocati finora, e in modo assolutamente meritato contro Juve e Inter, meno con l’Atalanta che aveva combinato poco e niente come noi.
    Terzo, il portiere sta dando brutti segnali: papere ne ha sempre fatte qua e là, riprendendosi sempre alla grande, ma adesso sembra in difficoltà proprio coi riflessi, e questo è abbastanza preoccupante, perché dietro Svilar non mi sembra ancora pronto. Speriamo sia solo un momento transitorio.
    Godiamoci questa vittoria, perché vincere al Meazza è sempre una goduria doppia, ma non pensiamo di avere risolto chissà quali problemi.
    Le colonne di questa Roma, al momento, oltre ovviamente a Dybala, sono Smalling e Ibanez, oltre al contributo di sagacia tattica del 34enne Matic.
    E’ necessario che almeno Pellegrini, Zaniolo e Tammy alzino di molto la posta, altrimenti è complicato sperare in qualcosa di grande.

    • Sono d’accordo con l’analisi, se solo scrivi che il gioco della Roma ancora non è fluido, vieni spolliciato.
      Io però vedo un potenziale enorme, con Spina che pian piano sta tornando, Zaniolo ha un ampio margine di miglioramento, Matic sta entrando nel gioco,. Belotti e Camara li vedo belli carichi, Abraham si riprenderà….Per ora abbiamo due colossi in campo, Smalling e Dybala, e un condottiero che ha in testa solo una parola, vincere.
      L’unica critica che faccio è l’approccio della squadra almeno all’inizio

  10. Gara della Roma su un contenuto tattico attento, mai spregiudicato fatto di grande attenzione, il 3 contro 2 che ci dava fastidio sugli esterni comunque e’ stato arginato bene.

    Lo scambio stretto centrale dell’inter ha creato qualche punizione contro di troppo, Lautaro Martinez si alzava e ci creava non pochi problemi i nostri 3 centrali aiutati da Matic e Cristante hanno avuto comunque la meglio, il numero di parate di Rui Patricio praticamente mai veramente impegnato, pero’ e’ stato incerto su troppi frangenti di gara come l’ingiustificato ritardo sul gol subito, sembra sconnesso dal resto della squadra mentre oggi il ruolo del portiere ha un’importanza non trascurabile, lui e’ sempre passivo, sempre con i piedi sulla linea di porta e poi denota tempi di reazione insufficienti.
    Grave per un portiere !!!

    Grande gara di sacrificio da parte di Pellegrini, Zaniolo, Dybala che hanno fatto una gara troppo lontana dalla porta di Handanovic, la transizione difensiva li ha impegvati non poco, peccato perche’ hanno qualita’ per far male a qualsiasi avversario.

    Il vero capolavoro a mio parere e’ avere dato respiro a Dybala, Zaniolo e Pellegrini messo in sequenza Habraham, Belotti e Camara che hanno alleggerito il lavoro difensivo e messo alla frusta la setroguardia nerazzurra.

    Un’inciso per Mancini, Smalling, Ibanez, Matic, Camara:
    DETERMINANTI AL FINE DEL RISULTATO.

    Mourinho, grande stratega tattico ora sa di poter contare su un’organico con GRANDI PALLE!!!

    • Tutto giusto, ma giocando con 10 giocatori a difendere per 40 minuti senza fare altro, abbiamo preso 2 gol ridicoli, e meno male che il primo era in fuorigioco, perché l’azione della difesa era da Mai dire Gol. Meno male che i citofoni in porta erano due, perché Handa se la butta in porta da solo. Ieri abbiamo riscosso solo la dose di fortuna mancata con l’Atalanta, perché con quel primo tempo, stare sotto due o tre a zero non sarebbe stato assurdo. In più tu la chiami sagacia tattica, ma a me andare a San Siro senza un centravanti, avendone 3 in panchina, mi sa solo di cagasotto che va a fare la partita da provinciale… Io voglio sempre andare a giocarmela, non a fare le barricate e poi vediamo come va… Siamo la Roma, non una neopromossa… Che messaggio passa alla squadra? Siete talmente scarsi rispetto a quelli la che dobbiamo difendere in 10? Ma dai… Lo avesse fatto un qualsiasi altro allenatore di giocare senza centravanti lo avremmo massacrato, mentre questo passa per genio pure se scorreggia in ascensore…. Solo per rispetto al nick che usi, sai bene che il calcio è tutta un’altra cosa…

    • @Criptico
      con l’Atalanto li abbiamo presi a pallonate 0 gol, puni 0.

      con l’inter 3 tiri all’interno dello spechio porta, 2gol punti 3.

      Le classifiche si fanno con i punti, gli spetacoli al circo.

      Ora ti attacchi anche al mio nik, non sai piu’ dove arrampicarti.

      La mia e’ una disamina tattica cerco di valutare i valori tecnici che a mio parere per noi in questo periodo sono inferiori all’inter, ma non per questo vado a milano gia’ decapitato, oggi ho attaccato indietreggiando, anche questo fa parre del calcio, Herrera ci ha insegnato molto del calcio ed e’ cosi che ha vinto attaccando indietreggiando, cosi ha fatto Trapattoni, cosi ha fatto Rocco cosi ha fatto Mourinho i titoli che si vincono sono nelle bacheche di questi signori che hanno insegato calcio e vinto attaccando indietreggiando.
      Il calcio e’ anche questo puo’ non piacere ma e cosi.

  11. Oggi è davvero una bella giornata…
    Fa bene l’estensore dell’articolo a sottolineare la prodezza del var. Complimenti agli arbitri, nessuno di noi si era accorto del fuorigioco.
    Speriamo, ora, che Gaetaniello e la sua claque chiudano i rubinetti da cui sgorgano da anni fiumi di lacrime…😭
    Mentre i Romanisti, a petto in fuori, belli come il sole, cantano la gloria di Roma.. 🌞❤️

    • Pe’, PERDONAMI, sarno sarà anche colorito e folkloristico nelle sue continue battaglie con la classe arbitrale però non è che ha popio torto… come noi ne ha viste TANTE, chiaramente è stufo… poi fa la somma con i trattamenti che ricevono gli altri è normale che si storti…pure te, se ti nomino bergamo, garcia aranda e skomina (per dire) nun penso che tte fai na risata… ⛽🌋⬅️ Giusto?

    • Lascia perde, scommetto che sei stonato come na campana. Ahò, ma non sapete proprio godè senza denigrà il prossimo Ma che siete dei poppanti?!

    • Certo, Paolo, è così.
      Sono il pianto preventivo e il vittimismo che proprio non sopporto, come sai.
      È un modo diverso di affrontare la vita, temo. Buonissima giornata a te ✋

    • Non prendendo le difese di nessuno pienamente d’accordo con quanto detto da Paolo B. Attenzione, a sottovalutare quanto è accaduto in Empoli-Milan. Per carità nessun pianto o complottismo ma quel gol concesso ai rossoneri (che trovo alquanto irregolare) non è dovuto al caso. Sarà stata anche una “furbata” (ammessa dallo stesso Tonali) ma che un intera “terna arbitrale” non veda un fallo laterale battuto metri e metri piu’ avanti mi sembra alquanto assurdo …

    • Basara…
      Seguendo il tuo ragionamento, se ne deduce che quest’anno il Palazzo avrebbe deciso di favorire il Milan e di abbandonare al proprio destino popodimenoche… Inter e Juve! Certo, certo, è proprio così…
      Intanto, il Napoli è meritatamente primo in classifica.

    • @Kawa62 intendiamoci bene, come già detto e ripetuto “nessun complottismo” Il mio voleva essere un semplice “riporto”. Che alcuni “arbitri” giudicando in maniera errata, favorendo sempre e comunque la vittoria di alcune “squadre” mi sembra oramai un fatto assodato Quel che mi piacerebbe sapere è se taluni metri di giudizio errati siano dovuti a scarsità ed incompetenze innate, oppure a favoritismi e malevolenze Certo che se ripenso a Calciopoli e a quei tanti “scandali” che hanno colpito l’AIA (inclusa la squallida vicenda dei rimborsi “gonfiati” e i “giudizi taroccati” per favorire la scalata di alcuni arbitri e la penalizzazione di altri) il dubbio assale…

  12. Mi piace, la squadra parte guardinga, studia la situazione, capisce quando è il momento di comportarsi anche come fanno le squadre più piccole, e poi colpisce. Segno di maturità tattica, di consapevolezza. Sul cammino giusto per diventare grandi.

    • Un ringraziamento speciale va a Southgade, allenatore dell’Inghilterra, che ci lascia a completa disposizione Smalling, non convocandolo per la nazionale. Dear Gareth , noi tifosi della magica ti siamo infinitamente grati.

    • ok la palla a dybala ,ma quel gol ha come coefficiente di difficoltà 9 e sono i pochi che riescono a calciare in quel modo

  13. Come dice Sacchi la Roma ha qualità tecniche per produrre un calcio migliore e invece giochiamo come una squadra da lato destro della classifica di serie a, ieri ci è andata bene contro un Inter scarsa, infatti sono in crisi da un po’ e i tifosi nerazzurri chiedono la testa di inzaghi da diverse settimane, tuttavia con il gioco che che abbiamo non sarà facile arrivare in champions league, con un pelato in panchina e con questa rosa a disposizione saremmo tranquillamente primi in classifica oltre ad esprimere un gran gioco

    • Che raffica di stonxate!… Intanto Sacchi che gia da qualche lustro da segni di demenza evidente, la squadra gioca come sa e come deve (trad.: intanto bisogna fare punti per raggiungere il famigerato 4° posto, poi qualche volta capiterá anche “er ber giogo”, stai sicuro). Ieri non ci é andata affatto bene visto che il gol loro é un regalo di Rui Patricio, e per il resto hanno prodotto meno occasioni di noi. L ‘inda a me tanto scarsa non sembra, anzi mi viene da pensare che battendola ci siamo messi nella condizione psicologica di battere chiunque in serie a, e su qualsiasi campo. Su Saponetta non mi voglio dilungare, solo una considerazione: é possibile che Mhkitaryan ad oggi sia la riserva della riserva di Brozovic (ecco questo mi da da pensare). Per quanto riguarda u napule, e sono pronto a scommetterci, a maggio ci stará dietro.

  14. Felicissimo per la vittoria di ieri, confesso che in settimana ero scettico e intimorito… onestamente parlando, a sto giro, abbiamo avuto dalla nostra gli episodi, ma in attesa di miglioramenti tangibili, VA BENISSIMO COSÌ… a proposito di esultanze, fantastica quella di Zaniolo, a testimoniare che non è che ci sia rimasto male male della sua “forzata” 😏 permanenza a Roma… chiudo salutando Dandalo che mi pare da un po’ di tempo sia assente dal blog… spero di risentirlo presto… 🙋‍♂️😉 Buona Roma a TUTTI, SOPRATTUTTO ai centoventimila e passa tifosi che gremiranno l olimpico contro betis e lecce…🤞✌💪

  15. La Roma vive sulle giocate di Dybala e basta. Non ha un’identita’ di gioco, non fa pressing, non ha schemi. Si ripropongono nel mezzo sempre gli stessi, senza neanche provare a sperimentare qualcosa di diverso. Mi auguro che con il recupero di Wijnaldum e il maggior impiego di Camara e Bove le cose possano cambiare.

  16. stamattina cammino a 100 metri da terra dalla GODURIAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!💛❤🍾🥂🍐🍐

    • Io vado a fare sesso…. giusto coronamento dopo la vittoria della as Roma…..voi insetti subdoli… continuate a rosicare e spara’caxxate….

      Chi c’ha José…ce l’ha durissimo….

      Buona domenica caxxari

      Forza grande Roma ale’

    • Cucs
      Ovviamente il voi… è riferito ai nemici della as Roma e rincojoniti

      Ti abbraccio forte
      Forza grande Roma ale’

  17. E chiaro che Paulo è di un altra categoria ,gli dai una palla sporca e lui la fa diventare un diamante, ma la.Roma ha altri ottimi giocatori e non deve dipendere da lui.Ho visto una squadra più corta,messa meglio in campo dopo una vittoria del genere va tutto bene ma la posizione anomala di Zaniolo a vagare in mezzo al campo non ha senso.
    Lui è 1 vs1 deve attaccare la profondità, palla addosso serve a poco ,onestamente non ho proprio capito la sua collocazione tattica ieri,lui per me deve partire da destra e spaccare le partite non avrà mai una precisa identità tattica è un giocatore particolare.Una carezza al.nostro Tammy,se sta a magna na valanga de goal spero si riprenda presto non mi sembra tranquillo sotto porta daje Tammy!

    • Portiamo pazienza con Tammy, non è diventato un bidone all improvviso… abbiamo sostenuto i doumbia, i fabio junior, i bartelt, i dhalin, nonda, marazzina e mido, mo che famo, se scomponemo per Abraham? Ci inorridiamo? Avemo sopportato carnevale e ciccio cervia graziani mo stai a vvede che l inglese è na pippa ar sugo🤣😂🙈… prima di criticare RICORDATEVI ROMA-cazzio e ROMA-leicester…😏

  18. Me tocca anche leggere….mou deve avere più coraggio…

    Lo special One… quando è nato…. sono usciti prima i cojoni immensi….

    Rassegnazione e mutismo… che fate più bella figura….. uomini piccoli con attributi insignificanti

    José Mourinho li stai redicolarizzando

    Buona domenica ‘nvidiosi

    Forza grande Roma ale’

  19. Più leggo commenti e piu vedo che cerchiamo di spiegare l’inspiegabile.Questa Roma è talmente inedita che sfugge a qualsiasi considerazione di ordine tecnico.L’unica certezza è il 21

    • Situazionismo tattico?… é probabile: il fumo negli occhi funziona spesso con fessacchiotti come Saponetta.

  20. solchetto. solchetto fra noi e rube/inter, che va zappato con costanza. intanto, per iniziare. giornata che può solo riservarci belle sorprese, a questo punto, ossia una delle altre che perde punti. anche se Er Senator Don Claudio ha parlato di scudetto, quindi c’è da aspettarsi che sia loro.
    la crescita psicologica della squadra, argomento del giorno, a me pare importante fino ad un certo punto, perchè: 1) hai cominciato la partita comunque in modo succube e poco deciso; 2) hai vinto na coppa europea che in Italia non succedeva da 3 lustri, che altro te serve pe capì che se forte?
    il gioco della Roma… vabbè, si sa come la penso. ci sono 2 mesi di mondiali per costruire il gioco, intanto arriviamoci più su possibile.

  21. Molti commenti lamentano che la Roma fa poco pressing.
    Invece la Roma fa un pressing mirato in determinati momenti della partita, quando decide di aggredirla per segnare, poi torna al gioco tipico di Mourinho, fatto di difesa e ripartenze.
    A mio parere questo modo di giocare “conservativo”, in una stagione in cui si giocherà una partita ogni tre giorni, darà i suoi frutti.
    Al contrario squadre che che giocano alte praticano il pressing sistematico, come la Fiorentina di Italiano, sono già ora in difficoltà e la cosa è destinata a peggiorare con il prosieguo della stagione.
    Anche l’Atalanta, sebbene benefici del fatto di non giocare in Europa, ha cambiato il proprio modo di giocare ed ora è molto meno arrembante.
    La stagione in corso sarà più che mai una gara di fondo, dove conterà molto saper gestire le energie.
    Lo dico anche con un po’ di speranza di vedere il Napoli, ad oggi ingiocabile pur senza Osimhen, perdere colpi a marzo – come spesso capita alle squadre di Spalletti – quando la stagione diventerà un vero tour de force e gli impegni in Champions peseranno come macigni.

    • Finalmente una analisi intelligente e da chi capisce di calcio

      Chapeau fratello romanista
      Forza grande Roma ale’

  22. Ieri a S.Siro capolavoro tattico di Mourinho. Non ha schierato la sua punta centrale per non dare un riferimento ai centrali dell’inter e ha infoltito così il centrocampo,intasando le linee di passaggio dei milanesi nella costruzione del loro gioco. E’ spettato così ai vari Skrinjar e Bastoni l’onere di far partire l’azione,in assenza del metronomo Brozovic e poichè non hanno i piedi propriamente educati , i loro lanci a media gittata hanno cominciato a finire sempre più frequentemente in fallo laterale.Merito di Zaniolo,che si dannava a chiudere la fascia di sua competenza, di Pellegrini che interpretava il ruolo di guastatore a tutto campo e dello stesso Dybala,che quando c’era da arretrare arretrava ,facendo densità e filtro,cosa che nella Giuve non gli ho visto fare mai.Altro merito dello straordinario Special One.
    E in avanti,direte voi? Mourinho è un temporeggiatore. E’ come Fabio Massimo. Lui sa che nel corso della partita arriva un corner ,un calcio di punizione,una svista dei loro difensori e in questo la Roma è micidiale. Tempo fa ho scritto che un calcio d’angolo per la Roma ,ormai è un calcio di rigore. L’intesa Pellegrini-Smalling sui calci piazzati è stupefacente e non casuale.E’ per questo motivo che Mourinho non toglie mai dal campo Pellegrini,anche quando un suo calo fisico lo consiglierebbe.
    Questo era il piano tattico studiato a tavolino da Mourinho e così è stato.La Roma ha sbancato San Siro con una vittoria clamorosa ,dagli effetti positivi incalcolabili.
    Il bel gioco ? Non fa parte del bagaglio tecnico-tattico di Mourinho,il bel gioco è l’alibi dei perdenti,per Lui conta un solo obiettivo: il risultato finale ,che deve coincidere con la vittoria.

    • Vedi Zeno
      Oggi ho capito che chi ti offende a livello personale…sul tavernello…

      Oggi starà ad Ariccia…cor fiasco dei castelli…

      Ciao umbriaconi…

      Forza grande Roma ale’

    • Sti personaggi da osteria e mbriaconi…. chiamano le loro stronxate…. analisi…

      Dallo psichiatra de formello dovete anna’

      Forza grande Roma ale’

    • Sono d’accordo. Aggiungo che, sono convinto, quando sarà il momento Mourinho/Fabio Massimo, diventerà Mourinho/Scipione L’Africano. Lui sa farle queste cose.
      FORZA ROMA.

    • Ne consegue che contro Udinese, Atalanta e Ludogorets è stato un caprone perché abbiamo perso…e conta solo il risultato.

  23. vittoria importantissima che ti può cambiare una stagione
    Smalling top
    Dybala e Matic molto bene
    gli altri …. insomma
    Pellegrini, Zaniolo, Abraham, Mancini, Patricio mi duole dirlo ma sono sopravvalutati per gli stipendi che prendono, mi aspettavo molto di più da loro

  24. ancora tante grazie all Inter che in estate c’ha lasciato il 21 perché non sapeva cosa farci ed anche ieri ha dimostrato che qualcosa poteva fare pure con loro, che giocatore di alto livello, altra categoria e tante grazie anche alla juve che se le fatto scappa a 0 un giocatore del genere. Forza Roma

  25. Sono d’accordo con quelli che dicono che ieri non si sia vista la migliore Roma. Ma a livello soprattutto mentale questa è una vittoria davvero inestimabile. Finalmente abbiamo capito (speriamo una volta x tutte) che ce la possiamo giocare in qualsiasi stadio in Italia, che è sbagliatissimo partire con la sudditanza psicologica nei confronti dell’avversario (a dire il vero anche ieri abbiamo fatto una mezz’ora col freno a mano). Se vi è capitato di sentire l’intervista a Mancini dopo il match, ha candidamente ammesso che questo è un difetto della squadra (ha espressamente detto che Mourinho aveva dato ordini di aggredire dall’inizio), che stanno lavorando x superarlo. La medicina migliore è data da questo tipo di vittorie. Ieri, oltre al solito Dybala, uno Smalling sontuoso, Spinazzola in ripresa, un ottimo Matic.
    E adesso sotto col Betis💪

  26. Non è tutt’oro quel che luccica dice il detto e penso sia cosi anche nei panni della roma.

    Abbiamo visto una roma a due facce come al solito: primo tempo brutto, veramente brutto a parte la perla di dybala, con le solite offensive mosse non da logica ma da iniziative personali che se handanovic non avesse avuto le mani di frolla quella palla non sarebbe mai entrata (idem ovviamente il goal dell’inter che viene da una scarsa reattività di rui patricio).

    L’inter ha offerto un calcio nel primo tempo superiore a quello della roma ma inferiore nel secondo tempo.

    La differenza l’ha fatta un punto forte della roma in questi due anni, cioè i calci piazzati, per il resto se fosse finita pari non sarebbe stato nulla di rubato.

    Il problema della roma rimane sempre il solito, cioè quello del centrocampo e che quando deve fare calcio ha grandissima difficoltà… ma a questo punto anche un problema caratteriale, una bipolarità preoccupante e pericolosa che ti porta a fare partite come quelle contro l’udinese e poi contro l’inter del secondo tempo.

    Mourinho doveva agire la, nella sfera della tempra, della continuità, ma più in generale non permettere i classici blackout che la roma negli ulitmi 5 anni sembra non uscirne più. In questo il portoghese non ci sta riuscendo…

    La roma speriamo possa convertirsi sulla via di damasco, sennò sarà la fotocopia della scorsa stagione con la differenza che giochi in europa luege.

    Sono rimbalzato sul divano al triplice fischio, ma ormai la roma mi ha abituato a sogni che durano una notte perchè poi dalla partita dopo contro una neo promossa toppa; Ecco, speriamo che si possa dare continuità e che faccia giocare le secondo linee, perche ieri vedere uno a centrocampo che correva forte, veloce, tempra e coraggio non ricordo in questi anni.

  27. che la crisi di Inda e Ladrentus sia conclamata é ormai chiaro a tutti. Ma bisogna restare vigili, io Palazzo si inventerà di tutto per farli restare a galla, specie a nostro danno

    • @gianlux eppure nonostante l’anno scorso vi siano stati “errori decisionali” a nostro sfavore che hanno portato a relative “sospensioni”, la mia idea è che sotto sotto vi sia dell’altro Provo a spiegarmi meglio: Poichè è una questione che non riguarda solo la Roma ma un pò tutte le squadre, vista la tanta (troppa) corruzione che gira nel nostro Paese (partendo dalla storiaccia dei “rimborsi truccati”) non vorrei che alcune “giacchette” (guardalinee compresi) a seconda della convenienza intascassero mazzette sottobanco. Mi ripeto: Il mio è solo un sospetto, una maldicenza dovuta ai tanti troppi episodi inspiegabili Non si può essere scarsi fino a questo punto. A tutto vi è un limite…

  28. Vincere a San Siro è sempre tanta roba e finalmente non abbiamo fatto rinascere qualcuno in difficoltà. Detto questo.. Zaniolo: ok rinnovare perché sennò lo perdi a zero (o a poco) ma siamo sicuri che la cifra deve essere per forza più di 4 netti? Ma siamo sicuri che un attaccante che non segna mai la trova una squadra che gli dà più di 4 netti?..poi Abraham: io non riesco ancora a decifrarlo..arrivi davanti al portiere e lì o tiri di sx sul palo più lontano o di dx sul palo più vicino..lui tira di dx (di piatto) sul palo più lontano.. ovviamente gli esce una mozzarella che va fuori. La freddezza non è proprio nel suo bagaglio, gravissimo per un centravanti

  29. Diciamo che con l’Inter siamo riusciti a fare quello che non ci è riuscito con l’Atalanta….Abbiamo sfruttato 2 occasioni su 3 nette avute…..Dobbiamo imparare ad essere più cinici. Ne vorrei vincere 20 di partite così…..Comunque era la mia prima a S.Siro…..Me sa che ce ritorno co’ l’altri strisciati rossoneri…..Godere tra gli interisti è stato fantastico. Anche se devo dire che all’uscita dello Stadio quasi tutti dicevano :” vittoria meritata”…..

    • Uhmm strisciati in casa loro..
      Sento TV, radio… tutti a dire che se fosse entrato il tiro de asllani, de callanoglu….
      Li conosco gli strisciati io, perculano…!!!
      Io gli auguro de non risolvere i problemi societari/finanziari che hanno, gli auguro il fallimento a sti “falsi”….
      ricordo il 2006… unici a non essere puniti anche se partecipavano alle riunioni carbonare…
      mi ricordo cosa fecero con Fiorentina e Napoli…
      la giustizia dev’essere unica per tutti…
      Questi sono i peggiori degli “strisciati”….
      💪🧡❤️

  30. Mah, caro Jose’, avrai visto che scrivo ormai pochissimo: sai perché? Perché anche quelli che qui avrebbero le credenziali per parlare di calcio, in un vortice di polemiche asseriscono cose che non fanno onore alle loro competenze. Esclusi i tastieristi ovviamente tipo slimer sbinf criptico ub40 asterix che scrivono per istinto compulsivo, qui alcuni come ripeto avrebbero le possibilità di spiegarci per quale motivo ad esempio Special One non passa dietro a 4, tuttavia preferiscono vaticinare. Su questo cambio, per come la vedo io, JM certo che ci lavora ma non ci passerà e perché gli mancano gli interpreti affidabili. Poi da che sono tifoso, ero fanello, dopo la vittoria se si osava dire un …però… erano vaffa e si perdeva di credito ahaah.
    Un saluto e Forza Roma

    • Ti abbraccio forte grande Herbert

      Hai ragione e condivido il tuo pensiero….

      Rispetto a questi personaggi mitomani e compulsivi….noi tifosi della as Roma siamo felici e fieri di essere romanisti….

      Forza grande Roma ale’

  31. Siccome nessuno l’ha ancora fatto, lo faccio io anche se non rappresenta il mio ideale di centravanti e mi ha fatto smadonnare più di una volta ultimamente 😂
    Buon compleanno Tammy 🎉🎂🍾

  32. Bello, bellissimo essere ieri lì, torre 3 blocco 340 fila 2 posto 7-8 (io e mio figlio) con qualche romanista di fianco e tanti interisti…..tremare dopo 9 minuti, gioire per l’annullamento del VAR, preoccuparsi per il loro goal al 30′, gioire come un pazzo per il bel goal di Dybala ed i dieci minuti finali del primo tempo…..ma poi, al goal di Smalling……e chissenefrega che ero in mezzo agli interisti: DAJEEEE ROOMAAAA…..Che piacere a fine partita stringere la mano ad un tifoso interista di Viterbo….si mi è piaciuto proprio, così dovrebbe sempre essere: vedere e tifare la propria squadra del cuore senza preoccuparsi di trovare qualche testa di….. a provocare danni, tifo per la mia squadra e mai contro l’avversario, tifo ROMA e solo ROMA, perdermi dietro gli avversari non ne vale la pena. Grazie per la bellissima serata.

  33. Bellissimo vedere piangere i vermoni nerazzurri strisciati gemellati con gli sbiaditi formellesi dopo avrgli fatto 2 fischioni a casa loro con San Paulo la Joya che ha piegato le mani ad Handanovic con quella bordata al volo di sinistro.
    Bello pure vederli sprofondare in classifica visto che sono peggiori dei gobbi, sono quelli che ci hanno rubato più trofei superando la rubbentus in questo.

  34. Credo che la critica se è costruttiva sia sempre giusta.. Ed è anche un modo di capire ciò che abbiamo visto sia in negativo che in positivo.

    È credo sia più onesto criticare dopo una vittoria, invece che lasciare sfoghi isterici dopo la sconfitta..

    La Roma è partita male, cosa che succede quasi sempre.. La colpa è del mister e di come prepara la partita.. Oppure dei giocatori?.. Ha risposto Mancini a questa domanda..

    Il mister l’aveva preparata in modo diverso.. Squadra leggermente più alta, pressing sui braccetti.. Lasciando il solo Acerbi libero.. I giocatori invece si sono abbassati più volte.. Sono riusciti a fare ciò che il mister chiedeva solo dopo aver preso il goal..

    Questo è un limite della Roma.. Un limite che ancora ci portiamo dietro da anni ormai.. E queste non sono parole mie ma di un giocatore della Roma..

    Mourinho ha cambiato in parte la personalità di questa squadra.. Ha creato un ambiente importante intorno alla Roma.. Ma dei limiti ancora restano..

    Inzaghi ci racconta che Handanovic non ha fatto una parata.. Ma perché Rui Patricio cosa avrebbe fatto?.. Ci dice che è la migliore partita dell’Inter.. Facendola passare come Roma – Atalanta.. E non c’è nulla di più falso..

    Per quanto riguarda i calciatori.. Rui Patricio ha fatto l’errore di credere che Di Marco Avrebbe tirato dal lato opposto.. Questo lo ha spiazzato.. In quel caso la colpa è di Celik che si è fatto ingannare dal movimento di Di Marco..

    Per quanto riguarda Abraham.. Lo scorso anno dopo 8 partite aveva fatto 2 reti.. E un calciatore che ci mette più tempo a carburare.. Ma il suo apporto in fase di non possesso e enorme..

    Per quanto riguarda Zaniolo invece.. Per me c’è un grande equivoco.. Zaniolo non è un attaccante.. Deve partire più indietro.. Portando fisicità, tecnica, strappi.. Tuttavia ieri Skriniar non è mai salito fino a che c’è stato Zaniolo in campo..

    Per finire.. Perché la Roma non passa alla difesa a 4?.. A questa domanda ha già risposto Mourinho.. Più volte con motivazioni diverse..

    I difensori si sentono più tranquilli così.. E stata la risposta data lo scorso anno.. Per poi aggiungere.. Che sia Spinazzola che Zalewsky.. Ma anche Karsdorp sono terzini più adatti a giocare alti con il centrale dietro

    Io ci aggiungerei che per giocare con un 4-2-3-1.. In primis devi mettere Dybala a fare un ruolo che non è mai stato il suo.. E poi ci mancano gli esterni.. Lo puoi fare a partita in corso..

    Per gli amanti del bel gioco chiedo.. Chi in Italia fa veramente bel gioco?… Forse il Napoli ed il Milan.. Che sono due squadre che hanno interpreti con caratteristiche molto diverse dai nostri calciatori..

    Vincere a San Siro non è mai una cosa semplice.. Forse si sottovaluta un po’ troppo questa vittoria.. Senza dimenticare che siamo solo ad inizio stagione.. L’importante è rimanere aggrappati al gruppo..

    Forza Roma..

  35. Ciao Marco, complimenti per il commento impeccabile, hai fatto un’analisi che rasenta la perfezione.
    Per quanto riguarda le critiche costruttive, ci vogliono più quelle e gli attacchi isterici quando le cose non vanno bene con insulti eccessivi al posto delle critiche non ci vorrebbero mai e per niente, mi riferisco alla prima mezz’ora di gioco quando poi ci siamo trovati sotto 1-0, io non scrivo mai durante la partita ma sempre abbastanza dopo che è terminata, quando mi sono messo sul sito ho letto i commenti più vergognosi nei confronti della squadra, di Mourinho e dei singoli giocatori.
    In quella mezz’ora le critiche potevano anche starci tutte, ma non in quella becera maniera.
    Poi, è andata bene con questa bella importantissima vittoria per 1-2.
    Normale che sono ancora presenti alcuni limiti, se non ci fossero saremmo primi a mani basse a punteggio pieno e con la migliore differenza reti, idem nel girone di EL.
    L’avere zero limiti sarebbe un bellissimo sogno ma non deve essere una pretesa perché non so in una squadra, anche nella squadra più forte al mondo se c’è almeno un limite oppure se esiste solo perfezione e tra l’altro la perfezione assoluta è impossibile averla perché parliamo sempre di esseri umani e nessun essere umano è perfetto.
    Ridurre al minimo quei limiti che si hanno, quella può essere una cosa possibile, eliminarli totalmente nel modo più assoluto invece è cosa impossibile e questo vale per tutti.
    Adesso ci servono 3 punti contro il Betis ed andiamo avanti che comunque la Roma è una grande squadra, è forte, nonostante qualche limite.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome