Malagò: “Io alla Roma con gli arabi? Sono il presidente del Coni, non aggiungo altro”

30
540

AS ROMA NEWS – Giovanni Malagò, presidente del CONI, ha rilasciato un’intervista al Tg2 e tra i vari temi trattati si è soffermato sulle voci riguardanti un eventuale cessione della Roma ad un fondo arabo.

Secondo Dagospia, il primo a rilanciare queste indiscrezioni lo scorso sabato, i sauditi vorrebbero mettere Malagò a capo del club con Francesco Totti come vice.

Queste le parole del diretto interessato: “L’unico commento da fare è che io sono presidente di un ente pubblico, peraltro eletto, con scadenza 30 maggio 2025 e al tempo stesso ho l’onere e l’onore di presiedere il Comitato organizzatore delle Olimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026. Non credo di dover aggiungere altro“.

Fonte: TG2

Articolo precedenteLa Saudi Aramco di Al-Rumayyan vuole la Roma, Friedkin chiede 1 miliardo di euro
Articolo successivoCalciomercato Roma, un terzino e un esterno d’attacco per De Rossi. Fiorentina su Belotti, proposto lo scambio con Ikonè o Brekalo

30 Commenti

  1. Infatti lo dice da persona UMILE, troppo umile..
    Per essere il presidente della Roma avrebbe bisogno di una buona dose di SUPERBIA…!!

    • Le conoscenze che ha questo signore a certi livelli, dalla politica a personaggi di potere passati e presenti, sarebbero manna dal cielo per una società come l’AS ROMA.

    • La risposta è chiara. Lui non può abbassarsi, non saprei come spiegarlo. È come se la Meloni diventasse sindaco di Roma

    • @Adriamo
      ha risposto come quando chiedi ad un calciatore, con due anni di contratto, sulle voci di un suo possibile trasferimento ad un altro club.

    • @Don
      Esatto, forse qualcosa bolle in pentola. La risposta è sibillina, come quando dicevano a Pjianic o Vucinic se lasciavano Roma, la risposta era sempre la stessa : ” ho altri due anni di contratto con la Roma..”

  2. Nel senso che Malago ‘non accetti? Ci sarà qualcuno”altro
    Ora pensiamo ai piangina della Salernitana , pure ieri si sono lamentati dell'”arbitri. Un lacrimatoio senza fine …

  3. dott, direttore , ing, cav di gran croce , eccellenza , presidente megagalittico, eminenza dello sport di confine e oltre .

  4. Piu’ che romanista lo vedo laziale nei circoli pariolini ecc, ecc, e’ un politicante no politico un personaggio molto ambiguo va sempre con i poteri forti. Se continuano a scrivere ste scempiagini normale che risponda cosi’

    • Ok Dwalter, ok, un personaggio così non fa per noi, quindi non lo vogliamo.. ma certo che se continuiamo a stare perennemente all’opposizione, ora che patron come Viola e Sensi oggigiorno non esistono più, quando mai riusciremo a farci trattare in modo decente? Come? Con gli americani che scelgono i manager con l’algoritmo?? E intanto nella stanza dei bottoni lasciamo campo libero a Delamentis, viperette e panzoni vari indisturbati?? Ora non voglio dire di stendere tappeti rossi a Malagò, ma pure basta schiaffoni eh … mò basta

  5. Come presidente di un Ente pubblico, come dice Malagò, lo stipendio è sempre assicurato, come pure il posto in Tribuna d’onore..
    Come presidente della Roma al soldo degli Arabi,certamente no…
    Tutta qui la differenza, anche se non è una sfumatura….

  6. “e ho detto tutto…!” diceva Peppino de Filippo in Toto, Peppino e la Malafemmina.
    Quello che intende Malago e’ che per fargli scollare il deretano dalle sue eterne e comodissime poltrone di privilegiato storico, ce vo ‘na camionata de soldi.

  7. Un tristo uomo di potere e finto romanista, che auspicava la squalifica dell’Olimpico per gli incidenti avvenuti prima di Liverpool Roma, senza conoscere il regolamento.

  8. A me la sua non sembra una smentita. Avrebbe potuto dire apertamente che non è interessato, invece si è limitato a dire che adesso è il presidente del CONI, come se non lo sapessimo già…

  9. Ma come che delusione. Qua gli “opinionisti” gombloddisdi da radio si erano già scatenati.
    E mo tocca aspettare la prossima balla oppps scusate , notizia inventata in radio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome