Mancini e la bandiera della discordia: le scuse non bastano, rischia un turno di squalifica

46
686

NOTIZIE AS ROMA – I festeggiamenti da tifoso romanista più che da calciatore potrebbero costare caro a Gianluca Mancini, difensore che ha deciso il 160esimo derby della Capitale in Serie A.

Stando a quanto raccontano oggi diversi quotidiani, il difensore, reo di aver sbandierato un vessillo con sopra un ratto in mezzo ai colori della Lazio, rischierebbe infatti una multa ma anche un turno di stop. Non sono bastate le scuse del giocatore, che ha parlato di “golardia” per ridimensionare l’accaduto.

La Procura federale ha infatti immediatamente aperto un’inchiesta, un atto dovuto anche se l’arbitro non avesse segnalato il gesto a referto. Un comportamento che per certi versi potrebbe essere accostato a quello di Francesco Acerbi durante Roma–Inter dello scorso febbraio, quando il difensore nerazzurro insultò la Curva Sud mostrando il dito medio.

Anche all’epoca è stata aperta un’inchiesta dalla Procura, ma i nerazzurri hanno scelto di patteggiare con una multa di 5.000 euro. Si attende ora la decisione del Giudice Sportivo.

Fonti: Il Messaggero / Gazzetta dello Sport / La Repubblica

Articolo precedenteSERIE A: Ranieri fa un favore alla Roma, il Cagliari stende l’Atalanta nel finale (2-1). Il Frosinone ferma il Bologna (0-0), la Juve batte la Fiorentina
Articolo successivoManuel Pellegrini a cena con i dirigenti della Roma: i Friedkin pensano a lui per la panchina

46 Commenti

  1. Sventolare una bandiera per festeggiare la grande gioia dopo il derby può portare ad una multa o turni di squalifica per comportamenti anti sportivi, invece chiamare juan Jesus:” Vattene negro, che ti faccio nero”, lil fatto non sussiste …..ecco cosa sono la camarilla di Gravina e dei giudici sportivi guidati da questa gentaglia. Non gli basta manipolare calendari e partite a loro piacimento, ma anche quando tra mille difficoltà riusciamo con lavoro e sudore lottando non solo contro avversari ed arbitri , ci sono le istituzioni dei poteri forti a cercare di defraudarci con queste porcate , dal desiderio di raggiungere i nostri sogni. Mi chiedo, ma quando le società di calcio che subiscono sistematicamente, rapine calcistiche, torti e soprusi di ogni genere si faranno sentire nei palazzi del potere o metteranno in atto azioni forti contro questa federazione di corrotti?

    • La Roma subisce e subirà perché fa parte del Carrozzone. E i tifosi della Roma subiscono la passività del club perché non possono fare a meno del calcio. È una catena di dipendenze. Tossiche, ovviamente. Soprattutto la seconda.

    • Ormai è abbastanza evidente che le corrotte istituzioni calcistiche italiane (FIGC, AIA etc.), non riuscendo ad ottenere niente dalla dirigenza americana dei Friedkin (nessuno mi toglie dalla testa che anche il progetto dello stadio non sta andando avanti perché i Friedkin non sono disposti a pagare tangenti), stanno quindi mettendo in atto ogni possibile iniziativa per danneggiarci.
      Avanti così, non dobbiamo cedere a nessun ricatto

    • Forse è il caso di farsi sentire…..

      Rimango basito,…
      Se davvero verrà squalificato…..
      Spero che mancini non vada più in nazionale…
      Mi piacerebbe che i suoi compagni giallorossi, lo seguissero…..
      Mi piacerebbe che la A. S. ROMA 💛❤️…… Si ribellasse a tutto sto teatrino….

      Il sistema calcio… Non è mai stato credibile….
      Dal 1980… Per quanto mi riguarda.

      Che abbia inizio la ribellione giallorossa 💛❤️

  2. se fosse così un turno andiamo sotto il palazzo della fgic.Acerbi per dito medio solo una semplice multa.occhio che siamo stanchi

  3. Credo che al di la di tutto e cercando di essere obiettivi, Mancini poteva evitarselo.
    Abbiamo disapprovato energicamente altri gesti brutti per giocatori di altre squadre, dobbiamo disapprovare anche per un nostro beniamino.

    • Mancini è il Nainggolan dell’epoca, romanista dentro, sanguigno, non coatto come Radja ma siamo li. A noi piace così, però la grandezza di una squadra è anche la grandezza del suo Club e dei suoi giocatori. Ci vuole stile in tutto per uscire fuori dalla “Rometta” così etichettata da sempre. Per fare il famoso salto qualitativo per far parte delle squadre più forti d’Europa occorre anche questo. Per non fare la figura di cialtroni come gli sbiaditi quando quel mostro pieno d’odio di Pedro e quel frustrato di Guendouzi hanno fatto di tutto per provocarci e farci espellere. Atteggiamenti da squadretta di periferia.

    • A romano, ma sempre e solo noi dobbiamo evitare… Le sentenze di condanna contro i cori razzisti, le svastiche e le provocazioni dei giocatori scazziesi in campo a quando?

  4. ahahahah… un turno di squalifica a lui e niente ad Acerbi… ahahahah….. un sano sfotto’ contro un’offesa razzista….. ahahahah…. eppoi sulla bandiera mica c’era scritto ss lazio….. figc ridicola!!!!!

  5. La goliardia vale solo per la Lazio? Sarebbe ora che gli organi federali la finissero, gli sfotto’ sono sfotto’ e dovrebbero rimanere li sul campo e niente più. Pensassero piuttosto al razzismo di Acerbi. Buffoni.
    Forza Roma

    • festeggiamenti ben peggiori con striscioni inequivocabili hanno portato ad ammende di 4mila euro. se venisse squalificato sarebbe l’ennesimo scandalo italiano.
      domanda: ma dobbiamo subire sempre in silenzio? o si può mettere su una qualche forma di protesta?

    • Se squalifica sarà dobbiamo inondare lo stadio di fazzoletti bianchi con uno striscione con su scritto Gravina dimettiti e sopra la bandiera della Lazio con il sorcio . Ma il pugnetto dato da quel finto francese non è da procura nooo.

  6. Aspetto giovedì.
    Tutto il resto non mi distrae.
    Poi aspetterò l’altro giovedì.
    Tutto il resto non mi distrarrà.
    Anche se si sta facendo di tutto per farci inciampare:
    proprietà (Arabi), stadio (caltagirone), allenatore (pellegrini), calciatori (Dybala & Lukaku fanno ridere e bisogna cambiarli!), lega (arbitri vedi Lecce e ora Mancini)
    Forza Roma, sempre!

    • Fred, hai dimenticato il “sexgate”.
      Qualsiasi minchiatina diventa un caso nazionale, epocale e morale se riguarda la Roma.
      Se le altre (strisciate e sbiaditi, in particolare) sono coinvolte in casi di doping, falsi in bilancio, corruzione, infiltrazioni mafiose, razzismo, nazismo, condotte offensive o violente, minacce agli arbitri, un buffetto e passa la paura. Nei casi più gravi, uno schiaffetto sulla manina.

  7. Ci sono precedenti (derby di Milano) e al massimo è finita con multa.
    La squalifica non esiste e sarebbe palesemente discriminatoria

  8. Se accadesse veramente una cosa del genere, ignorando quanto commesso dagli scazziesi (sia sul campo che sugli spalti) non ci sarebbero piu’ dubbi Sarebbe la palese dimostrazione che siamo di fronte ad una vera e propria persecuzione. Tutta sta caciara per una bandiera sventolata a mò di sfottò mi sembra troppo!

  9. invece se lo fanno gli altri tutto ok acerbi help ha dato del negro a juan jesus quello va bene m…..cci vostra tra gravina e lotito non si sa chi è peggio

  10. Quante tristezza in questo mondo polically correct.
    Fra un po’ se si segna bisogna chiedere scusa agli avversari e stringere la mano a tutti.

  11. Ah scusate stavo vedendo i gol di Haaland delle ultime stagioni, festeggia sempre con il dito indice alla bocca, quindi in Italia sarebbe ammonito ad ogni gol? Praticamente non avrebbe mai potuto segnare tutti quei gol perché sempre squalificato, come è successo ad Huijsen. Calcio in generale ridicolo tra Fair play finanziario tarocco che vale solo per alcuni, in Italia siamo ridicoli a prescindere con le regole e leggi quindi nel calcio raddoppiamo la dose, va bene dire ne…o di mer…a ma non si può sventolare una bandiera bicolore con un animale.

  12. Ma che scherzi, persino sul forum c’è chi sostiene che il politically correct vale solo per i tifosi della Roma. Quando c’è da condannare la Magica son sempre in prima fila, poi però quando se tratta de commentà le porcherie altrui spariscono

    • Mah….il politically correct secondo me è la fine di una civiltà fondata sulla dialettica.
      Ogni opinione deve poter essere espressa, è chi ascolta che la valuterà.
      In tutto ciò….onore a Gianluca Mancini, quello che ha fatto è una medaglia al petto.

  13. Mancini non rischia un bel niente. Non lo dico IO ma la casistica,che in questi casi di giustizia sportiva fa testo. Nel 2007 un certo Aambrosini se ne andò in giro in pullman per tutta Milano dopo la vittoria della Champions esibendo un cartello che diceva testualmente : Lo scudetto mettetevelo nel kulo…indirizzato agli interisti. Come sanzione ,multa a lui e al Milan.
    3 anni fa poi quando il Milan ha vinto lo scudetto,c’erano 4 milanisti sul solito pullman con un cartello simile sempre rivolto agli interisti. Tra loro ricordo Tonali e Theo .Anche questa volta multa per loro e la società.
    La Roma pertanto in questa occasione deve far valere soltanto i precedenti.
    Basta a fare sempre i piagnoni. Piagnoni e Abbocconi,sempre gli stessi a piagnucolare e a fare le vittime.

    • A zenò vi sono decine e decine di sentenze taroccate a favore di strisciate e scazzie e condanne inventate contro di noi. Ti salutano gravina e acerbi qui se c’è un piagnone voltagabbana quello sei te che t’inventi panzane solo per darti delle arie

  14. nel frattempo Acerbi col dito medio …

    nel frattempo Radu con la felpa da povero mentecatto …

    che italietta 😭

    ❤️🧡💛

  15. L’unico errore di Mancini è stato non correre sotto la nord a sventolaje la bandiera n faccia! Per il resto laddove dovesse arrivare una giornata di squalifica non sarebbe altro che la certificazione di un sistema pesantemente influenzato dai soliti noti. Ricordarsi di Lulic e Rudiger. Forza Roma.

  16. Sono d’accordo, doveva andare a sventolargliela in faccia. E’ quello che si meritano, quella bandiera li rappresenta alla perfezione.

  17. quando non riescono a vincere sul terreno di gioco, mettono in campo la magistratura. un vecchio trucchetto usato dalla politica… la verità è che nun ce vonno sta’

  18. Al di là di tutto, Mancini ha semplicemente esposto una comprovata verità biologica e sociale. Che ce la prenderemmo con uno che dice che i canguri saltano, o che i maiali puzzano?

  19. mi ricordo un certo Di Canio che dopo un gol nel derby si fece una passeggiata sotto la Sud insultando i tifosi romanosti con il saluto fascista, non erano altri tempi perché Radu, che è stato anche capitano di quelli là, al derby stava con una felpa nazista, tutto questo non conta? Grande Mancio, sotto la mord dovevi andare

  20. Pare che a fine partita i sorci della Lazie abbiano anche assaltato un pulmino che portava tifosi romanisti disabili.
    Poi ditemi voi se quella bandiera non è una pesante offesa …. ai roditori.

  21. Infatti stai insultando i sorci chiamandoli ‘laziali’…. Vergognati e porta rispetto ai sorci che hanno molta piu’ classe di loro….

  22. Per un biondo tevere
    DELAZIALIZZIAMO ROMA da sti sorci !!!

    FORZA ROMA SEMPRE !

    💛❤️MANCINI SANTO SUBITO ❤️💛

  23. Questo è niente in confronto ad altre cose rimaste impunite, in definitiva si tratta di una bandiera con un sorcio disegnato nel suo centro senza scritte ingiuriose e senza offese pesanti, Mancini inoltre non è andato a sventolarla sotto la loro curva ma è rimasto sotto la Sud a differenza di di cagnolino che a suo tempo corse a fare il saluto romano sotto la Sud, per non parlare poi del dito medio dello z*zz*ne in bella mostra alla Curva Sud mentre il match era in pieno svolgimento, oltre a non aver preso il rosso diretto, nemmeno la squalifica con la prova tv e sempre lo stesso z*zz*ne è stato autore di un insulto a sfondo raziale nei confronti di Juan Jesus senza ricevere la dovuta squalifica.
    La goliardia di Mancini è zero in confronto a queste cose gravi, così come grave quello che ha fatto Guendouzi finita la partita dando un pugno allo stomaco a Paredes, già era stato graziato dal 2° giallo e quindi dal rosso dopo che aveva aggredito Dybala, allora meriterebbe minimo 2 giornate di squalifica, forse anche 3.
    E per non parlare del nulla assoluto dopo che tutta la squadra dei sorci sbiaditi festeggiava in 2 passati derby durante i gravi cori antisemiti della loro curva, poi la bottiglietta in testa a Bove, cose che sarebbero state da sconfitta a tavolino per 3-0.
    Ancora bu ed insulti razzisti da parte della loro curva a Lukaku, Abraham e Smalling con recidività dopo averlo fatto nei confronti di McKennie nel match contro la rubbe.
    Le bandiere con le svastiche nella loro curva, i cori antisemiti in trasferta a Marassi, lo striscione relativo alla birreria di Monaco di Baviera legato ad una celebrazione del nazismo nel match contro il Bayern, gl’insulti a sfondo razziale allo steward di colore.
    Tutte cose gravi rimaste impunite come un nulla di fatto e Mancini per una cosa da niente rischierebbe un turno di squalifica ? Se ciò accadesse il calcio italiano cadrebbe ulteriormente nel suo punto più basso ed infimo.

  24. Ed era peggio anche l’esultanza di Mertens quando ci segnò, l’imitazione del cagnolino che fa la pipì sulla bandierina. Non furono presi provvedimenti così come le esultanze di Bonucci ad ogni gol col gesto d’invito a sciacquarsi la bocca. Invece Huijsen a Frosinone è stato ammonito solo per fare il gesto di starsi zitti dopo gl’insulti che gli piovevano addosso dai ciociari ed in confronto ai gesti di esultanza di Mertens in quel caso e Bonucci in tutti i casi, è niente.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome