MANCINI: “Non contestiamo i metodi di Fonseca, certe voci vengono dette per tirare la Roma nei casini”

53
4336

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Gianluca Mancini risponde alle domande dei giornalisti nella conferenza stampa alla vigilia di Ajax-Roma, gara di andata dei quarti di finale dell’Europa League. Queste le dichiarazioni del difensore giallorosso:

Hai giocato tante partite, ti senti stanco o riesci a tenere il livello alto? Questi giorni si è letto che molti giocatori contestano i metodi dell’allenatore, che atmosfera c’è a Trigoria?
Facciamo tante partite ma sappiamo che questo era un anno complicato, il Covid ha velocizzato le partite, giochiamo ogni 3 giorni, dobbiamo essere bravi a recuperare. Io mi sento bene, ho 25 anni e faccio la cosa più bella al mondo. Gli allenamenti giocando così tanto sono le partite. Quelle cose le ho lette anche io, sono cose che vengono dette per tirare la Roma nei casini, ma non contestiamo gli allenamenti.

Anche alla luce della rosa che avete, la vostra difesa in campionato ha subìto molti gol, troppi per una squadra che ambisce alla Champions League. Perché?
Hai detto bene, è inutile nasconderlo. Possiamo fare di più, noi calciatori in primis. Possiamo migliorare sotto questo aspetto facendo meno errori difensivi. Ne parliamo con il mister e cerchiamo di analizzare a Trigoria gli errori. Ci fa rodere. Cercheremo di migliorare a partire da domani, che è una partita molto importante.

Giallorossi.net – A. Fiorini

Articolo precedenteFONSECA: “Ajax fortissimo, servirà la partita perfetta. Si deciderà tutto al ritorno. Sulle scelte che riguardano il gruppo rifarei tutto”
Articolo successivoRoma, un solo dubbio di formazione: ballottaggio a centrocampo

53 Commenti

  1. ma dai? “certe voci vengono dette per tirare la Roma nei casini”?

    dev’essere complottista pure Mancini.

    Eppure solo ieri qualcuno dichiarava che i giornalai su sti “scoop” ci prendono sempre.

    Sono molto contento che i giocatori abbiano ben chiari quelli che sono gli intenti de sti giornalai, perchè la “Roma nei casini” fa comodo solo alle avversarie, e chi ci sguazza co sti casini cavalcandoli e amplificandoli, non è altro che un pupazzo di strisciate e pigiamati.

    • Lungi da me voler difendere certi giornali e certi giornalisti, ma un giocatore in conferenza stampa e per di più davanti al proprio allenatore cosa volete che rispondesse? “Sì, i metodi di allenamento di Fonseca ci fanno schifo”. Ma dai su… Piuttosto, trovo ridicola e inutile la domanda del giornalista.

    • Utente silente, si sarebbe limitato a negare quanto scritto dai Balzani di turno senza sentirsi in dovere di aggiungere il proprio giudizio: “tirare la Roma nei casini”

    • E cosa doveva dire?Che Fonseca non capisce un zzo?o che è permaloso?Ha detto ciò che chiunque avrebbe detto in questo momento per non gettare altra benzina sul fuoco..perché forse Mancini è uno dei pochi che veramente ha a cuore sta squadra….lui dovrebbe essere capitano

    • Caro Adelmo, sto arrivando di gran carriera ai 60 (oggi ricordavo con un amico una trasferta fatta proprio ai quarti di finale di coppa uefa in Belgio, era il ’91 e mi sembra ieri!), ho un pò d’esperienza e mi sento di darti un consiglio: nun te ce accorà, sai, ci sono persone che proprio non riescono a capire!

    • Eppure mi sembrava che oggi il Tuttosporc titolasse che Pirlo si giocava la strada di casa. O vittoria o morte.
      Da quando Pirlo allena la Roma, Cassandra?

    • Adé, non ne azzecchi una manco per sbaglio.
      Mi ricordi il protagonista della famosa barzelletta che vedeva protagonista un conducente di auto, che, sul GRA, accende la radio (non il tuo odiatissimo Marione, ma probabilmente il tuo amatissimo David Rossi) e sente “c’è un pazzo sul raccordo che va contro mano” e lui “uno? ce ne saranno almeno cento!”.
      Tu sei così. Non metti in dubbio che le tue idee possano essere sbagliate, ma lo sono sempre quelle degli altri.

      Mancini dice che certe cose vengono tirate fuori per mettere la Roma nei casini. Ma a mettere la Roma nei casini, non ci pensano i giocatori stessi e l’allenatore? No, perché se loro vincessero qualche partita, magari, non si parlerebbe dei metodi di allenamento di Fonseca.

      Perché non molto tempo fa, quando eravamo secondi, dissi che l’allenatore era inadeguato e che andava cambiato, mi sono beccato non so quanti pollici versi. Avete la memoria corta. Era secondo, e giocava Mirante in porta. Da quando è rientrato Pau Lopez, la Roma è risprofondata. E’ un dato oggettivo.

      Poi, ovviamente, ci si mettono anche gli errori dei difensori. Ibanez, il nuovo “marquinos” (che alla sua età però aveva già vinto qualche scudetto al psg) ne ha combinate parecchie, per non parlare dello stesso Mancini, dalla cui parte provengono quasi tutti i goal. Ovviamente, Gianluca, ha dalla sua l’abilità nel gioco aereo, che gli fa segnare qualche goal in più, e che “ammortizza” un certo tipo di errore. Ma il calcio non è fusione fredda: il portiere deve parare, il difensore deve saper difendere, il centrocampista costruire, l’ala dribblare e crossare, l’attaccante segnare. A Roma abbiamo il portiere che costruisce e non para, il difensore che imposta e non difende, il centrocampista che difende e non costruisce, l’ala che difende e non crossa, l’attaccante che non segna perché non gli arriva una palla giocabile ma deve costruire gioco.

      Caro Adelmo, dare la colpa alla stampa è dare alibi ai calciatori. Perché quando le cose andavano bene, nessuno si lamentava. A parte chi come me ha saputo vedere oltre. Perché la Roma aveva palesi lacune già quando era seconda. In due anni questo non ha dato un gioco alla Roma. E’ un dato di fatto.

    • Caro Tifoso Giallorosso,
      se non hai capito il gioco della Roma, ti consiglio di seguire un altro sport.
      Appoggio Adelmo in ogni parola.
      Non diamo nessun alibi ai calciatori, ma neanche a voi per le critiche velenose e pretestuose.
      Vi fate mettere in bocca le parole da questi giornalai da quattro soldi..

      Al netto degli errori fatti dal mister e dall’inizio dell’anno che lo mettete in croce.
      Vergognatevi…
      Io sogno che vinca l’Europa League e poi vi mandi tutti a fan….

    • 130 pollici versi, caro Adelmo così dal circo Massimo non ne usciamo… Mancini può aver detto quello che deve dire, e certe cose non dovrebbero uscire dallo spogliatoio, ed è giusto così: ma che tutte queste notizie o pseudo tali siano alimentate costantemente per creare un ambiente destabilizzato, è chiaro da tanto tempo, troppo tempo! Il fatto è che ormai della Roma non interessa più neppure ai romani, e questo è ancora più triste.

    • A Pirlo i media staccano la carne dalle ossa a morsi da mesi e nessun juventino viene fuori dicendo che c’è un progetto per destabilizzare la Juve e che Pirlo va male per colpa dei giornali. La destabilizzazione è il cavallo di battaglia del tifoso più ottuso e provinciale. Forse neanche a Canicattì ne parlano più, solo a Roma.

    • Stefano “Sacchi” Romano. Grande intenditore di calcio. Qualche utente nei giorni scorsi pubblicava una strana classifica che mostrava come Lorenzo Pellegrini abbia recuperato più palloni di veretout, il che è tutto dire. Però, da grandi intenditori di calcio, osannate il francese e condannate il romano…chissà perché.

      Siete voi, nostalgici dello gnocco bostoniano, a spalare m€[email protected] su Roma, romani e romanisti. Siete quelli che nel 2001 e per parecchi anni avete DOVUTO osannare Totti per non essere linciati. Dal vostro divano,perché lo stadio credo che si sia pronunciato piuttosto nettamente a favore del Capitano.

      Gioco? Questo brillante gioco non produce occasioni da goal nitide da non so quante partite. Se ci fosse un gioco, creeresti. La Roma non crea se non per il talento di alcuni suoi uomini. Calati fisicamente questi calciatori, il gioco sparisce.

      Se alla Roma cambi colore di maglia, non la riconosci, quando gioca.

      Nessuno dà alibi ai calciatori. Sono responsabili quanto l’allenatore.

      Però, chi è che parlava di Mancini e Ibanez come fenomeni? Chi è che si ostenta a difendere ad oltranza Pau Lopez? Emblematico il caso dei due difensori. Purtroppo a Roma il problema non sono le radio, ma chi chiama nelle radio, che spesso non capisce di pallone. La Roma magari fa 4 goal, vince la partita, tutti a parlare bene, e ad ignorare palesi errori in fase difensiva di alcuni giocatori: dato che magari l’avversario è il Crotone, o il Parma, i loro attaccanti non segnano. Ma se alzi il livello, le cose cambiano.

      Tutti questi grandi allenamenti… non capisco perché i panchinari del sassuolo correvano il doppio dei titolari della Roma. O che il Parma corresse di più. E con queste due squadre non è che abbiamo avuto chissà quante occasioni da goal.

  2. Ma come non vi ammutinate? E non contestate fonseca? Allora via anche te. Giocamo solo co brunone, er più amato de Roma; che tifosi…

  3. Certo voci vengono diffuse perchè fanno decollare i click e aumentare le tirature.
    Per me è questo il famoso “ambiente romano”.

    Mi spiego: qui a Milano se un giornale si permette di criticare di mezza virgola le società locali per questioni extra-risultato (cioè non per una sconfitta) viene seppellito da proteste da parte degli utenti, che sostanzialmente l’accusano di essere un Gobbo venduto e corrotto.
    E questo anche quando i risultati con Tohir e con il Cinese Buffarolo stentavano ad arrivare.
    Quando Pallotta disse che la gestione cinese del Milan gli sembrava fuori da ogni criterio,
    che era una cosa evidente a chiunque volesse guardare, la stampa milanese alzò un fuoco di sbarramento neanche avesse attaccato la Madunina e il risotto allo zafferano.-
    Idem ora per i ritardi semestrali degli stipendi : mutismo assoluto,
    per non far incavolare i tifosi/lettoi.
    Idem per il rinnovo di Donnarumma: non è lui che non vuole firmare, non è il Milan che non offre abbastanza, è Raiola brutto e cattivo che lo tiene prigioniero, lui nel Milan giocherebbe anche gratis, e il Milan gli offre tutto quello che vuole e anche di più!

    Per capire la differenza, basta vedere come tratta la stampa locale lo stesso caso con Mkhytarian: Pinto è un fesso, la Roma non c’ha mezzo € per aumentare l’offerta, Raiola fa il lavoro suo, Miki pensa a squadre più blasonate e non vuole più vedere Fonseca.
    Ma è così perchè su queste spalate di letame i tifosi ci si buttano entusiasti, invece di difendere la società. Per cui la stampa da quello che vogliono a Milano e quello che vogliono a Roma.

    Meditate gente, meditate…

    • Ineccepibile.
      La mia domanda e’ perche’ la maggior parte dei tifosi non riesce a vederevquesta realta’?

    • Antonio hai fatto un’ ottima analisi.
      A Milano e Torinoc’è sempre un motivo per gioire . Al limite per giustificare.
      Alla ROMA NO.
      Giocare SENZA Smalling Ibanez Kumbulla Veretout Zaniolo .
      Monte ingaggi alto SI.
      Vanno pagati ma NON SCHIERABILI Fazio Juan Jesus Pastore
      A questi finora da AGGIUNGERE anche Calafiori.

    • Io vivo a Milano e quoto parola per parola quello che dice Anto …lo vedo e lo sento tutti i giorni

    • A Milano massacravano Conte fino a poche settimane fa. A Madrid insultano da mesi Zidane come a Torino cacciarono a calci Allegri dopo 5 scudetti e due finali di champions. Sono ambienti difficili. A Roma si diceva che Fonseca fosse meglio di Conte dopo che aveva preso 3 o 4 gol da Napoli, Atalanta, Lazio e la Roma di Fonseca veniva paragonata al Barcellona di Guardiola

    • Anto, perfetto.
      Quello di un certo tipo di stampa è un problema reale di questa città, così come quello dei troppi tifosi che dicono di essere romanisti ma che in realtà sono tifosi della Sud, o del proprio gruppo di appartenenza, o di Marione. Tutta gente che invece di usare il proprio cervello preferisce seguire quello degli altri senza chiedersi se sia giusto o no e senza chiedersi quali motivazioni spingono “gli altri” ad usare sempre il bastone e mai la carota.
      Anche su questo sito ne abbiamo un’ampia dimostrazione, tra haters e acrobati della manipolazione dei numeri.
      Spero che domani sera la Roma li azzitti tutti facendo una grande partita e portando a casa una bella vittoria.

    • Ingolstadylt. È il contrario. A Roma non si vince uno scudetto da 20 anni. A Milano e Torino si vince ed è molto più difficile per allenatori e giocatori. Qui personaggi improbabili vengono esaltati. Non a caso la Roma è una piazza dove vengono lanciati i giovani. Ci sono anche risvolti positivi. Zaniolo all’Inter non sarebbe mai esploso nei tempi e nei modi in cui l’ha fatto a Roma. Allo stesso tempo a Milano, dove vivo, sono freddo e spietati. A Roma da fregnoni ci si affeziona agli allenatori e giocatori anche se sono scarsi. Lì non danno tregua ad uno con il curriculum di Conte e fino a un mese lo riempivano di insulti.

      A Torino hanno cacciato tra gli insulti prima Allegri vincitore di 5 scudetti e poi Sarri che aveva vinto lo scudetto. A Roma fino a una settimana fa c’era gente che faceva le barricate per Fonseca che non ha vinto uno scontro diretto in due anni (anche la Rometta degli anni 70 in casa batteva Milan e Juve) e fallito l’obiettivo per due stagioni di fila, finendo due volte su due dietro la lazio di Lotito. Tornando a Milano, Pioli è stato sulla graticola, subendo un trattamento inumano per mesi e confermato solo perché a momenti vinceva il campionato con Salemaker e Castilejo

    • però Nick, 51 persone hanno detto che
      A: nun è vero che vivi a Milano
      B: nun è vero che è quello che vedi e senti tutti i giorni
      C: fatte na visita da Salmoiraghi & Viganò e da Amplifon

    • Abboccato. ​È colpa dei media poi degli arbitri e del palazzo. Giocatori e allenatore sono povere vittime. Il tifoso medio della Roma si fa prendere in giro da 20 anni.

  4. Bravo Mancini!!!
    Era importante far sapere che ne siete coscienti.
    Ora dimostrate sul campo che siete coesi e cazzuti!
    Non vi abbiamo mai chiesto i trofei, anche se li sogniamo, ma sudore e fatica.
    Avanti ROMA.
    FORZA ROMA

    • Voi Giocattori siette di veri casinari guadagnatte tropo per quello che valette non andatte neanche in Champions Voi Giocattori dovrette pagare per giocare nella Roma

  5. Ma non sono solo i giornali, ci costruiscono sopra trasmissioni radiofoniche, sui i calciatori della Roma che imputano a Fonseca di farli allenare poco.
    Io so,un albatros mi ha detto, apre così la pagina della Roma, un famoso laziale di passo corese.
    Informazione stile Barbara D’Urso, anche sulle radio romane,Pallotta aveva come al solito ragione

    • Va tutto alla grande alla Roma. Non ci sono problemi tra giocatori e allenatore anche se è mancato poco che Dzeko e Pedro si menassero in campo con Fonseca. Pellegrini va in TV a smentire l’allenatore. E un altro pò e si menavano in campo. Ma lo hanno inventato e la Roma sta facendo un grande campionato.

      Tifosi così ingenui non li ha nessuna squadra.

  6. Ma se Padre Sermone dice che i giormalari dicono la verità, allora e’legge.
    E che diamine.
    Ma qua stiamo dando i numeri.
    L’ambiente non esiste..punto.
    Esiste questo
    Esame farlocco Suarez
    Esami farlocchi tamponi
    Partite spostate a piacimento
    Per caso, i giormalari romani Hanno fatto la guerra , a ste porcherie?
    Colcacchio
    Meglio scrivere della lite, dell'”ammutinamento. Del mandare via l’ennesimo allenatore.
    Tutto questo con una partita importante ancora da giocare.

  7. David One 😎 - Rinnegato per la Roma - 🚫 🐀 no rats - 🚫 no tifosotti blablabla 🗣️🗣️🗣️

    C
    A
    P
    I
    T
    A
    N
    O
    !

  8. I giocatori sono furbacchioni e paraventi. Hanno gioco facile a fare abboccare quelli come Adelmo che danno continui alibi (media cattivi, arbitri, palazzo) a giocatori e allenatore

  9. Sicuramente uno dei danni piú grandi per la Roma sono la pseudo stampa e radio che gettano letame da anni e seminano zizzania affinché siano letti o ascoltati. In ogni caso che nello spogliatoio della Roma credo che non regni la pace la serenitá, visto i risultati delle ultime partite.Ormai i danni dono stati fatti, bisogna aspettare solo la fine del campionato e visto che la proprietà sembra seria, cercare di ricominciare rifondando di nuovo la società con un allenatore che conosca bene il calcio italiano e dei nuovi innesti che rafforzino la squadra.

  10. Tu no, ma.dzeko pellegrini pedro miky, veretout si, e chissà com’è i giovsni stanno zitto sperando di fare bella figura, invece le persone che capiscono di calcio e hanno giocato a calcio ed hanno esperienza, non lo calcolano proprio…ah, e non lo dico io lo dice il campo, lo dicono le reazioni ai cambi….

    • David One 😎 - Rinnegato per la Roma - 🚫 🐀 no rats - 🚫 no tifosotti blablabla 🗣️🗣️🗣️

      Quindi Mancini è nbusciardo?

    • No è uno che viene pagato profumatamente, e non spala merxxa sul suo responsabile davanti ai microfoni. Svejate

  11. Dentro Trigoria è tutto pace e tranquillità,manco fosse un convento dei Cappuccini…se poi succede che a Dzeko gli levano la fascia di capitano e lo spediscono in tribuna ,è colpa dei giornalisti che pensano male…e se poi succede che Pedro ,ogni volta che viene sostituito,si mette a discutere con l’aiuto di Fonseca,nemmeno stavolta è successo niente…e se Mikhtaryan s’ è messo a fare lo sciopero bianco in campo prima di farsi male,è perchè si sentiva stanco e allora si riposava giocando.
    Forse non è questo che vogliono sentirsi dire gli Abbocconi , che tutto va bene, mentre la Roma in campo prende solo mazzate?

  12. Per Silente.
    Dopo l’affermazione di Mancini, sei ancora convinto che non ci sia nessuno che destabilizzi l’ambiente soprattutto in momenti cruciali come questo?!?

    • I giocatori non ci mettono proprio nulla a mettervi in tasca e continuare a fare i propri comodi. Dare colpa agli arbitri o ai giornalisti funziona sempre con voi, così continuano a spassarsela e a non prendersi nessuna responsabilità per il fallimento sportivo (siamo in conference. Road to Tirana) mentre a Trigoria ci sono ammutinamenti, si arriva alle mani, i giocatori vanno fuori rosa, alcuni remano contro l’allenatore, altri si infortunano per mesi perché non c’è la firma sul contratto. Ma è il complotto mediatico contro giocatori e allenatore che invece si stanno comportando benissimo. Se rinasco voglio fare il giocatore alla Roma per prendervi in giro come fanno loro. Meritate che vi trattino così.

  13. Chiariamo: per un sacco di gente che scrive qui sopra, è destabilizzare l’ambiente anche scrivere di Allegri o Sarri alla Roma. Per me quello non è destabilizzare: si chiama calciomercato. E’ sempre esistito, e sempre esisterà. Se non vi piace, seguite il curling.

    Per quanto riguardano invece gli articoli davvero “destabilizzanti”, tipo quello che parlava di giocatori contro l’allenatore per gli allenamenti troppo blandi, credo che la maggior parte di voi ignori un fatto fondamentale: certe voci vengono da dentro Trigoria. Dare sempre la colpa ai giornali è guardare il dito invece della luna.

  14. Un conto è fare cronaca, altra cosa e mettere su articoli che prendono di mira la società partendo dal presidente, per passare alla squadra con campagna acquisti h24 partendo dil portieri fino ad arrivare ai magazzinieri! Questo succede solo alla Roma! Nelle altre piazze si parla di rinnovi e probabili cessioni, qui invece ogni giorno ci sono quattro allenatori contattati e undici giocatori in trattativa! É semplicemente ridicolo.

  15. come scrivevo ieri… visto che sono loro i diretti interessati e smentiscono categoricamente come si fà a destabilizzare la squadra???
    corrette risposte di circostanza, che però toglie ogni altro alibi per domani… se nn dovessero fare una prestazione decente, anche considerando la giustificazione assenze, indicherebbe come il problema è ben più grave di stimoli ed allenatore…

  16. che tristezza ‘sti tifosi…invece di sostenere la squadra che dicono di amare, alla vigilia di un turno di coppa, si fomentano a gettare odio e fango contro la società…me fate schifo!

  17. ma come i giornalai ieri dicevano che volevano parole grosse tra giocatori e mister e mo mancini li smentisce? ma dai non ci credo i giornalai non sbagliano mai e non inventano nulla. Forza Roma

    • Anche tu ti aspettavi che Mancini dicesse in conferenza stampa: “È vero. Lo spogliatoio ha rotto con l’allenatore qui seduto di fianco a me, come emerso persino in campo dai comportamenti di Dzeko messo fuori squadra e Pedro con Fonseca”

  18. Ma chi si firma “silente” non farebbe meglio a tacere?
    Ma quanto vi piace avere ragione? Sicuramente più di quanto vi piace tifare la Roma

  19. Beh giocatori e allenatore hanno davvero molte responsabilità sulla situazione attuale di classifica e di mancanza di convinzione, cattiveria ed umiltà, ma solo a Roma ci si fa la guerra fra testate, giornaletti, stazioni radio, gruppi di tifosi, quelli tradizionalisti contro i progressisti, quelli che fa tutto cagare.. Spero che i Friedkin se ne rendano conto presto.. E tutto ciò fa molto male alla AS ROMA. Nel resto del mondo ( vivo a RE) frega nulla di queste dinamiche che ci sono solo all’interno della città di Roma, fuori neanche se ne accorgono, anzi vengono viste con distacco e divertimento….. Comunque DAJE ROMA!! Basta stronzxxte fuori le pxxlle! Fumiamoci sti olandesi !!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome