MATIC: “Mou severo ma vincente, è uno dei motivi per cui sono qui. Con la Roma faremo grandi cose” (VIDEO)

39
1519

AS ROMA NEWS – Questa la prima intervista rilasciata da Nemanja Matic da giocatore della Roma ai canali ufficiali del club giallorosso:

Avevi dichiarato già tempo fa che in estate avresti cambiato squadra. Hai avuto la possibilità di valutare diverse opzioni. Perché l’offerta della Roma è stata la più convincente?
“Tutti sanno che la Roma è un grande club. E poi in panchina c’è José Mourinho, con il quale ho già lavorato e con il quale ho un ottimo rapporto. È stato uno dei motivi per cui sono venuto qui. Come ho detto, la Roma è un grande club con una tifoseria molto calda. Gioca, inoltre, in un campionato affascinante. Quindi per me non è stata una scelta difficile da fare”.

Sarà la terza volta in cui giocherai agli ordini di Mourinho. Cosa puoi dirci del rapporto che c’è tra voi due?
“Devo ammettere che lavorare con lui non è sempre facile. Sa essere un allenatore severo. Ma è vincente ed è il tipo di allenatore con cui voglio lavorare perché anche io voglio vincere. È un allenatore vincente, che trasmette questa mentalità ai suoi giocatori. Sono impaziente di iniziare a lavorare con lui e con la squadra. Spero che insieme potremo fare grandi cose”.

Sei riuscito a vedere qualche partita della squadra la scorsa stagione? Che impressione hai avuto?
“Penso che la squadra abbia un grande potenziale. Certamente ho guardato qualche partita, anche perché ci giocavamo dei miei ex compagni di squadra. La squadra ha molto potenziale e lavorando bene potremo raggiungere grandi obiettivi. Vedremo cosa riusciremo a fare la prossima stagione, ma sono sicuro che potremo fare grandi cose”.

Sarà la tua prima esperienza in Serie A. È stato un fattore che ha influito sulla tua scelta? E cosa ti aspetti dal campionato italiano?
“Sì, la Serie A è un campionato che mi attrae. Ci giocano molte squadre importanti e so che non è un campionato semplice. Ma mi piacciono le sfide e mi piace confrontarmi con i giocatori di altri campionati. Penso che la Serie A sia una sfida importante per me, come lo è giocare in un grande club come la Roma”.

Come trascorrerai queste settimane in attesa della preparazione?
“Ho fatto un paio di settimane in vacanza e qualche giorno fa ho cominciato ad allenarmi e continuerò in questo periodo. Voglio prepararmi al meglio, la preparazione sarà molto intensa”.

Hai giocato una solo volta allo stadio Olimpico, a porte chiuse. Sei impaziente di giocare in questo stadio?
“Certo, è uno stadio iconico. Ci ho giocato solo una volta e senza pubblico quindi non è stato il massimo. Non vedo l’ora di giocarci, davanti a un grande pubblico. La Roma ha una tifoseria fantastica”.

Ti sei fatto un’idea di quanto siano calorosi i tifosi?
“Si, da quando il mio nome è stato accostato alla Roma ho ricevuto moltissimi messaggi e sono felice di questo”.

Obiettivi per la prossima stagione?
“Competere su tutti i trofei, cercare di vincere il più possibile”.

Vuoi mandare un messaggio ai tifosi della Roma?
“Voglio ringraziarli per tutto l’affetto che mi hanno già dimostrato. Darò il massimo e insieme faremo grandi cose”.

 

Articolo precedenteUFFICIALE: Matic è un nuovo giocatore della Roma. Il serbo: “Scegliere questo club è stato semplice”. Pinto: “Sorpreso dal suo entusiasmo” (COMUNICATO)
Articolo successivoCALCIOMERCATO ROMA LIVE – Tutto il mercato giallorosso minuto per minuto

39 Commenti

  1. Questi sono discorsi seri che mi entusiasmano, discorsi di un professionista che ha lavorato con un grande allenatore vincente, che lo elogia pubblicamente, che sa il motivo perché è qui, vue di nuovo lavorare e vincere con lui, per me EL il prossimo obbiettivo… 💛🧡❤️🐺🐺🐺🏆

    • Non capisco cromagnon da che pianeta vieni… Se vieni da Porto a ciò passa pe Via Galla Placidia… 😂🤣😂 Nun te vede’ “ULTRA’🤣😂🤣

    • Dalle immagini che si sono viste nei festeggiamenti post Conference sembra che Mancini sia un tipo abbastanza manesco con alcuni i suoi compagni, tendente al bullo.

  2. Rui Patricio
    (Svilar)

    Karsdorp Smalling Senesi Spinazzola
    (Celik) (Mancini) (Kumbulla) (Vina)

    Matic Bennacer
    (Cristante). (Frattesi) (Bove)

    Solbakken Pellegrini Guedes
    (Zalesky) (Mertens)

    Abraham
    (Shomurodov)
    (Mertens)

    Mercato in base alle cifre che dicono sui media

    Acquisti
    Celik 5 mln + Villar
    Solbakken 2 mln
    Matic 0
    Frattesi 15 mln + giovani
    Svilar parametro 0
    Senesi 12 mln
    Bennacer 0
    Guedes 35 mln
    Mertens parametro 0

    Tot 69 mln

    Cessioni
    Veretout 10 mln
    Kluivert 10 mln
    Ibanez 25 mln
    Darboe Diawara Perez 5 mln totali
    El Shaarawy 5 mln
    Olsen 3 mln
    Florenzi 3 mln
    Zaniolo 35 + Bennacer
    Tot 96 (avanzano 27 + 25 Coference) 52 per il BOTTO DI FERRAGOSTO: Asesnsio!!!

  3. 80 anni fa, il 14 giugno del 1942, la Roma vinceva il suo primo scudetto.
    Matic viene presentato in una data importante.
    Che sia di buon auspicio.

    • Tante volte ho pensato a questa data, a questo evento. A 15 anni dalla sua nascita la AS Roma vinceva il primo campionato, l’Italia era in guerra, all’epoca solo contro i Britannici (la Grecia le reni ce le aveva già spezzate), da sempre i lazziesi e i rubentini mi hanno sciorinato che la vittoria di quel campionato fu fortemente voluta dal pelato di piazza Venezia, per dare nuovo lustro alla propaganda di partito e per fregiarsi dei risultati sportivi della capitale.
      Ovviamente ho sempre respinto tali accuse, tuttavia trascorsi 80 anni da allora, con tutte le ruberie subite da arbitri, FGIC, AIA, eccetera, non è che c’hanno voluto far purgare quella vittoria perché legata ai vantaggi propagandistici del pelato?

    • Caro Maggica1927, per sfatare questa leggenda metropolitana messa in giro dai pigiamati basta riflettere non più di 10 secondi.
      Il “pelato” (non quello di Certaldo) prese il potere nel 1922, la nostra Roma vide la luce cinque anni dopo. Se il suddetto Duce fosse stato mosso da tali motivazioni, avrebbe avuto ben 15 anni di tempo per realizzarle. E poiché sappiamo che non doveva chiedere permesso a nessuno, non si capisce per quale ragione abbia atteso il 1942, anno peraltro in cui aveva ben più serie preoccupazioni per la testa.
      Inoltre, l’interesse del dittatore fascista nei confronti del calcio era prettamente utilitaristico e limitato alla Nazionale per evidenti scopi propagandistici. Non era tifoso e tanto meno praticante, malgrado la sua smania di apparire maestro in ogni tipo di sport.
      Ma la vuoi una chicca? Eccola:

      “Mussolini accettò la tessera di socio vitalizio numero 1 della Lazio”…capito?
      Anche se “non per convinzione vera e propria: la sua adesione non fu delle più accanite, e presumibilmente lo fece per le simpatie dei figli o per vicende più squisitamente politiche”.

      Sia come sia, se una tessera aveva era quella della SS Podistica, impicci & scandali dal 1900…

  4. Un guerriero tecnico tattico di 2 metri pronto a fare a sportellate….quello che serviva in mezzo al campo.
    Pronti per lo spettacolo??

    • Spero che sia quello che serve anche nello spogliatoio… Qualcosa è migliorato, ma ci sono giocatori che portano mentalità e danno calci nel culo se serve (Ibra docet)… Direi che Matic può essere uno di questi

    • Frate’ chi sottovaluta Matic, fa le figurine Panini ahaha (nce poi crede la polizia ha ritrovato la 🚗 ahah e a parte il blocchetto, intatta, già rifunziona, e sai dove? A Nettuno).
      Ciao e Forza Roma

  5. La Roma si sta muovendo bene considerando che ad oggi non ha chiuso ancora definitivamente nessuna cessione. La Rosa va rivista in tutti i reparti per dare a Mou la possibilità di fare rotazioni e sostituzioni senza ansia. Pinto sta facendo acquisti mirati per dare alla Roma esperienza e crescita creando il giusto mix tra giovani ed esperti. Il mercato è lungo ma credo che un nome importante alla fine salterà fuori negli acquisti, di Mou nessuno sapeva niente e alla fine è arrivato quindi se c’è la volontà rimarrà misterioso fino all’ultimo e così deve essere.
    Sicuramente terzini a parte, il centrocampo e l’attacco va perfezionato sotto l’aspetto della ridondanza, mi aspetterei anche un altro centrale di esperienza da affiancare a Smalling perché mancini è Kombulla a volte si perdono.
    Io sono fiducioso, Mou ha fatto capire che i titoli possono arrivare ma serve la squadra giusta, non il Real ma una squadra tosta ed equilibrata ed i Friedkin che continuano ad investire nel calcio credo lo abbiano capito.

  6. Certo via Bissouma al tottenham 30 milioni Renato Sancez al Milan 18 milioni Marc Roca Leeds 11 milioni Kamara Aston Villa Rubén Neves non credo spenderemo tutti quei soldi neanche Gundogan rimane Douglas Luis ma Non sono convinto che lo prenderemo noi non possiamo spendere 30 milioni per Frattesi primo non vale tutti quei soldi poi ma è mai possibile che ci servano centrocampisti come il pane già dallo scorso anno e siamo stati un un’era estate appresso a Xhaka per poi non prenderlo è ancora non abbiamo preso un regista, mi sa che non abbiamo un euro,

    • Dì la verità… Il pollice in su te lo sei messo da solo!

  7. La prima cosa che MOURINHO aveva chiesto lo scorso anno era un regista ,e non glielo anno preso ,questa estate mi sa che finisce come lo scorso anno purtroppo . Io penso che non abbiamo una lira . Come possiamo competere con Milan che è arrivato 23 punti sopra di noi e la stessa Inter che dai nomi che gira Lukaku Dybala Bremer Udoge Bellanova sono molto più forti di noi.Siamo noi che dobbiamo rinforzarci di più ma sono molto amareggiato non penso competeremo per lo scudetto

  8. Certo che faremo grandi cose, se arrivassero due tra ndombele,Luiz, Berardi…. inizieremmo a ragionare…..ma con Cristante, veretout, kardroop,Ibanez, kumbulla Perez e shomurodov permettetemi ma grandi e seri dubbi. Vedremo ad Agosto che rosa il mister avrà a disposizione.!!! Per ora dico solo benvenuto Matic

  9. Un armadio a 4 ante, carico come una molla!! Questo ha ritrovato il suo mentore e non vede l’ora di asfaltare i centrocampi di serieA. Non vedo l’ora di vederlo in campo!!

  10. Bissouma sarebbe stato perfetto per noi con Barak altro che Frattesi a 30 milioni puntavi tutto su Bissouma è Barak con un terzino dx e Senesi più se possibile Un attaccante per far rifiatare Tammy oppure tenere Schomurodov e Berardi per giocarsi il posto da titolare con Zaniolo

    • Bissouma ha detto chiaramente che non vuole lasciare la premier.. Barak è un sottoporta.. Seconda punta, trequartista.. Incursore.. Ma di certo non è un Mediano..

      Secondo piccolo punto.. Per un Barak ti devi presentare con i soldi veri.. Non ci sono percentuali sulla vendita.. E non è detto che accettano scambi..

      Vogliono soldi.. Inoltre per un giocatore che non serve assolutamente..

      Per Frattesi i famosi 30 mln sono virtuali.. La Roma farà uscire cash 10/12..

      10/12… Questo esce realmente dalle casse della Roma.. Non 30.. Questo significa risparmiare soldi, allungare la rosa con dei giovani già rodati.. E nello stesso tempo risparmiare soldi per fare i colpi veri..

      Perché in quel caso serviranno soldi, non ci saranno scambi, né percentuali, serviranno soldi..

      Con Frattesi anche se ipervalutato a 500 mln.. Cash la Roma fa uscire un minimo.. 10 /12 mln per un ragazzo giovane, già nazionale, che ha disputato un ottima stagione sono veramente nulla..

      Non ci fissiamo sui nomi che piacciono a noi.. Tanto alla fine è Mourinho che da l’ok ai giocatori da prendere..

      Forza Roma..

  11. Dopo aver visto l’ennesima perla in partita con l’Italia per cortesia qualcuno può dire a Pintus di vendere questo scempio chiamato Cristante? Grz ma del resto in Italia anche Caprari gioca in nazionale…di Marco Gesù aiutace falli rinsavire

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome