MERCATO ROMA – Spunta Haraslin, Monchi insidia il Napoli

6
626

ULTIMISSIME MERCATO ROMA – Il mercato di gennaio si avvicina e cominciano a circolare diversi nomi finiti sul taccuino di Monchi. L’ultimo è quello slovacco Lukas Haraslin, obiettivo di mercato del Napoli che secondo la Gazzetta del Mezzogiorno è finito nel mirino del ds spagnolo.

Haraslin è un esterno d’attacco mancino di 21 anni con un passato in Italia: il calciatore ha giocato nella Primavera del Parma, esordendo in serie A nel 2015. Ora l’esterno è sotto contratto con i polacchi del Lechia Danzica ma il suo futuro potrebbe essere ancora in Italia: Roma, Napoli e Inter hanno messo gli occhi su di lui.

Fonte: Gazzetta del Mezzogiorno

Articolo precedenteServe un play alla Badelj. Coric talento del futuro
Articolo successivoMERCATO ROMA – Sabatini piomba su Aleix Vidal. Il Barcellona fissa il prezzo: 13 milioni, no al prestito

6 Commenti

  1. Ma chi è costui? Ma perché alla roma mia?
    Ma chi lo conosce? Ma voi tifosi sapevate che esisteva sto giocatore nel panorama calcistico? Io no.
    Che vitaccia.

  2. Anche a me viene da dire ma chi min@hia è? Però è pure vero che esistono i ds. L’importante è che l’allenatore sia d’accordo, però, qualunque sia il giocatore.

    • Basta con sto stillicidio Basta sopratutto con attaccanti alla Roma serve soltanto Torreira e Badej a centrocampo e sopratutto velocizzare le azioni senza far rientrare nella tre quarti tutta la squadra avversaria nn servono altre punte ma due centrocampisti e se andasse via Peres pure un terzino di fascia poiché il problema della Roma nn sono gli attaccate che nn segnano ma il fatto che davanti con il giochetto a centrocampo rallentiamo l azione e tuttigli avversari chiudono gli spazi perché la ns Novara e lenta

  3. Quelli che fanno i commenti come Dark Dog e Ultras. mi fanno veramente riflettere su come certi giocatori vengano distrutti o osannati senza alcuna logica. Probabilmente quando Sensi aveva già il contratto del 19 enne Ibrahimovic, contratto poi non chiuso perché prendendo Batistuta, sopratutto grazie alle pretese del procuratore dello stesso, il Presidente si convinse che aveva già speso troppo, se lo avessero annunciato avrebbero scritto le stesse cose…così come probabilmente quando Mazzone fece esordire un certo ragazzino. Strano però che come contraltare ci sono le vedove che hanno rimpianto per anni gente come D’Alessandro, Cerci, perfino Borini (che infatti ora fa la riserva in uno dei Milan più scarsi di sempre).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome