Guerra in Armenia, Mkhitaryan scrive a Trump e Putin: “Vi prego, fermate questa tragedia”

11
1922

NOTIZIE AS ROMAMkhitaryan, giocatore della Roma, da alcuni giorni attraverso i propri canali social sta cercando di sensibilizzare l’opinione pubblica in merito agli argomenti della guerra in atto tra il suo paese, l’Armenia, e l’Azerbaigian per il Nagorno Karabakh.

Il giocatore per questo motivo nella giornata di ieri ha scritto una lettera, indirizzata a Trump, Macron e Putin, in cui ha chiesto aiuto per fermare questa tragedia. «La guerra entra nella seconda settimana di scontri e l’Armenia e l’Artaskh continuano a difendere il proprio diritto di essere una Nazione indipendente,di continuare ad esistere sui territori storicamente occupati e di preservare il proprio patrimonio di valori Cristiani.

È estremamente triste vedere come l’esercito dell’Azerbaigan stia deliberatamente puntando obiettivi come scuole e asili, residenze civili, ospedali ed in altri centri densamente abitati. Dal profondo del mio cuore vi chiedo di fare tutto quanto è in vostro potere per interrompere questa tragedia».

Fonte: Il Messaggero

Articolo precedenteSMALLING: “Un grande sollievo essere qui. I tifosi all’aeroporto? Mi sono venuti i brividi. Sono più che pronto a giocare”
Articolo successivoFriedkin, no alle cessioni di Ibanez e Veretout. Rifiutati 55 milioni di euro

11 Commenti

    • In realtà per una volta gas e petrolio non c’entrano nulla.
      C’è qualche giacimento di oro in quella provincia, ma trascurabile. Niente altro.

      E’ una situazione simile al Kosovo, o al Donbass: una provincia armena nello stato azero.
      E gli armeni vogliono tornare con l’Armenia, gli azeri non vogliono.

      Poi resterebbe da capire perchè per il Kosovo abbiamo massacrato la Serbia mentre
      del Nagorno-Karabakh non ci importa nulla, ma questo è un altro discorso….

    • Ancor più triste è che le persone comuni ancora oggi credono che la difesa dei valori religiosi sia un buon motivo, se non la causa principale, per giustificare un conflitto.

  1. Interessante che vive in Italia ma fa appelli solo a presidenti stranieri, la dice lunga su quanto sia influente il nostro paese.

  2. Che vergogna, per risolvere i problemi sembra che l’unica soluzione sia la guerra. Comunque l’Armenia va aiutata perché non ha molto per difendersi.
    Daje Mkhitaryan.

  3. @ANTO
    invece su quei territori dovranno passare importanti pipeline..poi per gli speculatori,è un gioco da ragazzi soffiare,su antiche ostilità,e antichi rancori storici.La Serbia,che allora era ancora Jugoslavja,fu colpita per eliminare l’ultimo bastione filo-russo dell’est Europa.e questo tragico fatto,non è altro che uno dei tanti fatti concatenati,che stanno accompagnando li Storia degli ultimi 60 anni,,storia già strutturata nel futuro..tra l’altro all’Italia era stata richiesta l’invasione militare della Serbia,assieme a Germania e GB,D’alema si oppose all’invasione ma concesse AGLI uSA LE BASI PER BOMBARDARE…

  4. È bello avere in squadra persone come Miki. Mi fa amare di più la mia squadra.
    Sono felicissimo per la partenza di under, soldatino del tiranno e non apprezzo molto i multitatuati Instagrammati.
    Persone vere, che giocano a calcio ma esistono an he nella vita reale.
    E ci metto anche Dzeko e Smalling.
    FORZA MAGICA.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome