Mou cambia l’attacco: Belotti e Shomurodov contro il Ludogorets

21
986

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Mourinho non vorrebbe stravolgere la squadra per l’esordio in Europa League, ben sapendo che sarà fondamentale vincere la prima partita del girone per non essere poi costretti a rincorrere.

Ma gli infortuni di Zaniolo, Wijnaldum, Kumbulla ed El Shaarawy hanno reso molto più corta la coperta e quindi anche necessario far rifiatare quei giocatori che hanno giocato praticamente sempre in questo avvio di stagione.

Abraham sembra destinato alla panchina: per lui anche un problema alla spalla da valutare. Al suo posto è scontato l’impiego di Andrea Belotti, a caccia di minuti da mettere nelle gambe per riacquistare il ritmo partita.

Ma anche uno tra Dybala e Pellegrini potrebbe riposare: vista l’assenza del Faraone e gli uomini contati a centrocampo, è molto probabile che possa toccare a Eldor Shomurodov, rimasto a Roma dopo un lungo tira e molla di mercato. Mou si fida dell’uzebko e potrebbe addirittura schierarlo titolare giovedì.

Fonte: Corriere della Sera 

Articolo precedenteGiallorossi da record: dieci sold out consecutivi all’Olimpico
Articolo successivoBove, si avvicina la grande occasione

21 Commenti

    • Speriamo di non finire come a Bodo però…..che quando schieriamo la Roma B facciamo delle figure barbine….

    • Ehi Sop,una cosa è scendere in campo,un’altra è giocare.
      Nel caso di Shomurodov,penso che valga la prima opzione.
      Eccoti spiegati i 20 pollici contro.
      Un saluto.

    • Potreste avere ragione tutti e due.
      Speriamo tuttavia che Zenone abbia torto.
      Shomu qualcosa l’ha fatto vedere; tecnicamente è abbastanza indecifrabile, alternando cose buone ed altre incomprensibili. Fisicamente è forte e neppure lento; ma vai a capire come sta oggi e come avrà reagito psicologicamente alle vicende di questa estate.
      Ritrovare ora un giocatore più maturo/determinato e continuo (sempre una speranza), ci farebbe stracomodo, naturalmente. E, non secondariamente, si rivaluterebbe: insomma, “dobbiamo” credere ai tanti risvolti potenzialmente positivi del suo impiego.
      Ad essere pessimisti ci tiriamo addosso un trend negativo (poi vai a capirne le ragioni…)

  1. Giusto così Belotti titolare stasera e anche contro l’Empoli in modo da avere tutti pronti e riposati e si spera in condizione per la partita contro l’Atalanta.
    A questo punto per quanto non mi piaccia giusto dare spazio anche a Shomurodov magari in coppia con Belotti e alle spalle un tempo a Dybala e Pellegrini.
    A centrocampo idem deve giocare Bove e va inserito Camara a gara in corso (o viceversa) e solamente uno trà Matic e Cristante.
    Giusto dare spazio a Zalewsky e Celik ma non dobbiamo perdere Karsdoorp e Spinazzola, vanno trattati con cura anche se hanno fatto schifo contro l’Udinese devono essere riportati ad una condizione fisica e mentale ottimale così saranno fondamentali per la stagione anche loro.

  2. Per Belotti sarà una presenza produttiva e funzionale all’ambientamento, Shomurodov invece mi sembra solo uno sgravio di minuti e di fatica per tutti gli altri.
    Curioso comunque di vedere come funzioneranno insieme.

    • Felicissimo poi per Bove dal primo minuto, era ora, deve giocare quanti più minuti possibile per capire se è pienamente all’altezza della prima squadra, prendere confidenza con il suo nuovo status di alternativa di tutto rispetto e acquistare definitivamente sicurezza per diventare titolare alternativo.

  3. L’unico problema che vedo è l’affiatamento dei due, che è zero, non avendo mai giocato assieme e quasi mai nella Roma. Potrebbero pestarsi i piedi, se rientra uno per prendere palla l’altro non scatta avanti, entrambi vanno sullo stesso palo… Purtroppo è uno scotto da pagare, senno sono entrambi fisici ma ben assortiti, Shomurodov non è una prima punta vera come Belotti.

  4. Diverse altre squadre hanno più di noi un maggior numero di ottimi giocatori di grande fisicità e dinamicità, a volte anche straripanti, e talvolta si trova il connubio tra notevole fisicità e grande tecnica; noi abbiamo Zaniolo ad esempio.
    Veri assoluti fuoriclasse ne vedo pochini in giro un po’ per tutti.

    A me pare poi che la Roma finisca per essere relativamente lenta e un po’ molle in campo anche per una questione di modulo e di schemi tattici.

  5. Quest’anno abbiamo più punte e meno ali.
    Abbiamo perso Mkhitaryan, Perez e Felix.
    Sono arrivati Belotti e Dybala.
    Giocare con due punte è una necessità anche perché ora le uniche due ali che ci rimangono sono ai box.
    Volendo possiamo avanzare Zalewski ma rimane per le prossime partite il problema degli esterni offensivi.
    Se non fosse stato per il bilancio sarebbe stato meglio tenersi Kluivert e poi a gennaio con l’arrivo di Solbakken decidere chi cedere tra Shomurodov e Justin.

    • ahahahah ahahaha ahahahah mou si fida dell’ ubzeko….. ma se non lo ha fatto mai giocare !!!!hanno cercato in tutti i modi di venderlo, il sig jose mourinho dovrebbe spiegare se questo giocatore lo ha indicato lui oppure gli e’ stato imposto ,perché si tratta di un un’investimento di 18 milioni di euro che già si e’pesantemente svalutato con gravi ripercussioni di bilancio !!!

  6. Io vorrei provassimo la difesa a 4. In questo modo avremmo un uomo in più a centrocampo e più uomini sulle fasce: non è possibile che per fare un cross dobbiamo sperare che Spinazzola salti l’uomo… Un 4231 o 433 non sarebbero male! Proviamo, almeno in queste partite

  7. Il discorso dei cross, oltre che dal modulo è limitato dalla scelta dei “piedi inverititi”, spina e zaleski a sx sono destri per cui giocano a rientrare e non ad andare sul fondo e crossare, cross che farebbero col piede “sbagliato”, kasdrop è abbastanza fucilato (gliene riescono uno due su 20) e i suoi limiti tecnici sono noti come il fatto che sia uno degli anelli deboli per una squadra che deve fare il salto di qualità.
    Con attaccanti come abrahm e belotti il cross da fondo “classico” sarebbe una soluzione da cercare più frequentemente, ma si dovrebbe giocare con esterni a piede non invertito, una soluzione con un modulo difesa a 4 potrebbe essere zaleski a dx, malgrado il flop di udine che fa poco testo

    • Molto dipende dal centrocampo che hanno alle spalle. Se dietro a loro metti la coppia Matic + Cristante non gli arriva una palla.
      Detto questo concordo sul fatto che sono due giocatori complementari.
      Shomurodov ama partire da dietro mentre il Gallo sa giocare spalle alla porta.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome