Mou col rebus attacco nonostante le assenze

25
774

AS ROMA NEWS – Finalmente qualche buona notizia dall’infermeria dopo tante mazzate arrivate negli ultimi giorni: Josè Mourinho può contare anche su Leonardo Spinazzola e Sardar Azmoun per la delicata trasferta di Bologna di domani.

Il tecnico, che ha scelto di non parlare in conferenza stampa alla vigilia del match, avrà qualche cambio in più anche per la panchina, e questa è cosa buona soprattutto considerando le assenze, pesantissime, di Dybala e Lukaku, oltre a quelle di Smalling, Kumbulla, Abraham, Aouar (dovrebbe tornare per il Napoli) e Zalewski, anche lui fermato per squalifica.

Il ritorno di Spinazzola in gruppo spinge a pensare a una sua titolarità per domani, considerando l’assenza dell’esterno polacco. El Shaarawy può essere l’alternativa, ma vista la mancanza dei due attaccanti titolari il Faraone sarebbe molto utile anche in attacco, anche a partita in corso.

E’ infatti proprio lì davanti che Mourinho dovrà scegliere con attenzione: le alternative, nonostante le assenze, sono diverse. Belotti al momento sembra essere l’unico attaccante certo di una maglia da titolare. Ma chi giocherà insieme a lui? Azmoun sta bene, ieri si è allenato in gruppo e chiede spazio. L’iraniano, teoricamente, sarebbe il giocatore che potrebbe sostituire Dybala, andando a comporre col Gallo un’inedita e fino ad ora mai utilizzata coppia d’attacco.

Ma questa soluzione non è l’unica. Come spalla di Belotti potrebbe anche essere scelto proprio El Shaarawy: il Faraone ha giocato spesso in coppia con l’ex Torino quest’anno quando sono mancati sia Dybala che Lukaku, oltre che lo stesso Azmoun, arrivato a Trigoria con un problema muscolare da risolvere.

C’è infine l’ultima ipotesi, anche questa da non scartare: l’impiego di Pellegrini più avanzato, alle spalle del Gallo, con una mediana robusta composta da Cristante, Paredes e Bove, fresco di rinnovo, a dargli copertura. Questa soluzione sarebbe quella più conservativa, e darebbe maggiore densità al centrocampo giallorosso, ma meno soluzioni in attacco. A Mou spetterà l’ultima parola.

Giallorossi.net – A. Fiorini

Articolo precedenteULTIME DA TRIGORIA – Mourinho recupera Spinazzola, Mancini e Azmoun per Bologna (VIDEO)
Articolo successivoSOULOUKOU: “L’abolizione del Decreto Crescita minerebbe la competitività del calcio italiano. Stadio Roma? Lavoriamo al progetto definitivo”

25 Commenti

  1. L’importante è bucare questo Bologna, che perde poco e pareggia tanto. Non penso che, anche se giocano in casa, puntino alla vittoria.
    Sarà una di quelle partite arcigne, dove sarebbe servito uno come Lukaku, capace di scardinare i muri difensivi.
    Secondo me noi siamo da quarto posto, loro no. E speriamo di poterlo dimostrare.
    Speriamo che il canto del gallo si faccia sentire a Bologna…

    • “Pareggia tanto”, sí è vero ma ha pareggiato con Inter Juventus e Napoli. Questa stagione sono molto forti, Thiago Motta sta facendo un ottimo lavoro.

    • La squadra che scenderà in campo domani e’ da metà classifica allenata da un grande personaggio nonché grande motivatore. Spero sia sufficiente a battere un’avversaria da metà classifica bene allenata e che gioca tra le mura amiche.
      Forza Roma, sempre!

    • ottima analisi.
      il Bologna è vulnerabile sui calci piazzati e sarebbe da puntare sui corner portando avanti i soliti noti.
      azmun ha dimostrato di avere un bel colpo di testa.
      quindi belotti, che procura tanti falli, e azmun sono, secondo me, l’attacco da schierare.
      a sinistra partirei con spina e poi, a seconda di come gira, mettere elha.

    • Ma perché svegliare all’ alba tt i cittadini bolognesi..il canto del gallo può bastare allo stadio..😁😁😆🎼🎼🎼🚦🚦🚦🍊⚡⚡⚡

  2. Detto che Bove deve giocare perché il centrocampo del Bologna CORRE…

    Belotti punta, Azmoun di fianco ed Elsha in panca pronto a subentrare sia come attaccante , sia come cambio di spina , che problemi ne ha sempre .
    Pellegrini in panca, a trovare la condizione .

    Altro che abbondanza…

    • Ciao Wise…
      No, non sono d’accordo su Spina..
      Per me dopo Praga e Ginevra deve fare panchina.
      Bisogna dare l’esempio a chi pensa di entrare in campo e giocare per la Roma con superficialità, sufficenza come fosse na partita tra scapoli e ammogliati..
      Molto meglio Elsha, addirittura Olivares della primavera…🤷

    • pellegrini in tribuna , così da poter evitare il rischio di farlo giocare ….giocare è una parola grossa ..

    • @Andrea , condividerei, ma se parti con elsha terzino , che da titolare rende sempre un po’ meno, poi con chi lo cambi, se non funziona ?
      Grazie Kawa!

      Forza Roma rega’…

  3. Sono d accordo Franco65, e sopratutto prende pochi gol. Occhio a Zirkzee che sembra in stato di grazia, ma soprattutto occhio alla direzione arbitrale ..quest’ anno il Bologna ha subito non pochi errori per cui non vorrei che..Forza Roma.

  4. da domani il grave problema che affronteremo è il gioco degli avversari e non soltanto i singoli….
    Genova e Milano insegnano che fuori casa soprattutto siamo in soggezione, approccio alla partita sempre nullo, figuratevi con le assenze….
    ho il terrore di domani e non solo…..

  5. Una bella sorpresa, se gioca, potrebbe riservarcela Azmoun che ha tra le sue doti una velocità non indifferente. In alto i 💛❤️
    Forza Roma

  6. Mancini
    Llorente
    Ndika

    Kristensen
    Bove
    Paredes
    Cristante
    Elsharawy

    Belotti
    Pellegrini

    Nella ripresa dentro:
    Spinazzola x Elsharawy – Karsdorp x Kristensen – Renato Sanches x Bove – Azmoun x Pellegrini

  7. Vorrei fare una riflessione sul mercato,,,, non è normale che si prenda solamente gicatori svincolati,, e mai un giocatore comprato

  8. Escluderei, spero, l’impiego di Pellegrini avanzato. Guadagneresti poco e niente in cosiddetta robustezza e ti condanneresti probabilmente a vedere la porta avversaria col telescopio.
    Sperando che Azmoun abbia superato i suoi problemi, lui e il Gallo coppia d’attacco, Spinazzola più per forza che per amore a sinistra e il Faraone pronto a subentrare sia per lui sia per uno dei due davanti.
    A centrocampo Paredes, Cristante, Bove e Pellegrini come alternativa.
    I soliti tre in difesa e Kristensen a destra.
    Mi stupirebbe non poco vedere uno schieramento iniziale diverso da questo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome