Mou e il pizzino, ecco chi è il raccattapalle scelto da Mou: “Terrò quel foglietto per sempre”

10
369

NOTIZIE AS ROMA – Il “pizzino” consegnato da Josè Mourinho nelle mani di un giovane raccattapalle per essere trasmesso nelle mani capaci di Rui Patricio nel corso di Roma-Fiorentina sta facendo ancora parlare.

La storia non è passata inosservata, tanto da finire sulle pagine dei giornali e sui servizi televisivi di tutta Italia. Una mossa definita “formidabile” quella dello Special One, comunicatore geniale che riesce ad unire un popolo, quello romanista, anche con gesti come questo.

Mou infatti avrebbe potuto anche chiedere a uno dei tanti membri del proprio staff di consegnare il bigliettino, contenente delle indicazioni tattiche da tenere sui calci d’angolo avversari, al portiere portoghese. L’allenatore invece ha preferito scegliere un ragazzino romano e romanista, che veste la maglia giallorossa dell’under 15: si tratta di Lukas Bruscaglia, difensore centrale e centrocampista della Roma baby allenata da Mattia Scala.

Il ragazzo ieri è stato sommerso sui social dai complimenti dei tifosi della Roma, alcuni dei quali hanno sottolineato come se la partita fosse finita in pareggio è stato anche per merito suo. “Niente di strano – ha scritto Lukas sul suo profilo – al mio posto lo avrebbero fatto tutti“. E se si esclude qualche sciocco “hater”, tanti gli hanno suggerito di conservare il “pizzino” di Mourinho. “Lo terrò per sempre“, ha confermato.

Fonti: Gazzetta dello Sport / Corriere della Sera / La Repubblica

Articolo precedenteROMA-SHERIFF: arbitra il francese Brisard
Articolo successivoRenato Sanches e la maledizione degli infortuni: il portoghese si rivolge a uno sciamano

10 Commenti

  1. Auguro a questo ragazzo di diventare un capitano della Roma e che questo episodio venga riportato fra dieci anni come segno del destino

  2. Comunque, per essere precisi.. Un membro dello staff non può andare a consegnare un bel niente..

    Se ci fosse andato un preparatore atletico oppure un massaggiatore.. Sarebbe semplicemente stato espulso..

    Ed è stato spiegato con precisione domenica dopo la partita.. Ma tra Gazzetta/Corriere e Repubblica.. E sfuggito a tutte queste grandi testate.. Complimenti..

    In questi casi si fa generalmente passa mano tra i calciatori.. Oppure c’è l’idea del raccattapalle.. Che è stata semplice ma geniale..

    Forza Roma

  3. Comunque è stata una gran cosa questa da parte di Mourinho ed il pizzino va incorniciato e farci il quadruccio da appendere in camera perché per il Lupacchiotto Lukas Buscaglia dovrebbe essere un ricordo speciale, quel pizzino diventa un totem.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome