Mou e il ritorno alla difesa quattro: così giocherebbe la Roma con un mediano in più

62
1835

AS ROMA NEWS – Il ritorno alla difesa a quattro e il cambio di modulo sembrano essere tornati d’attualità in casa Roma.

Tutta colpa della batosta rimediata sul campo dell’Udinese, ma anche una serie di prestazioni non esaltanti dal punto di vista del gioco e la sfila di infortuni che limitano le scelte in rosa.

Per questo Mou potrebbe anche pensare di abbandonare, anche solo temporaneamente, il 3-4-1-2, apprezzato più dalla squadra che dal tecnico, per tornare al suo 4-2-3-1. Che però potrebbe anche trasformarsi in un 4-3-1-2.

Ipotizzando questo sistema di gioco, la Roma avrebbe la possibilità di schierare due centrali come Smalling e Ibanez, tenendo Mancini come riserva di lusso. Sulle fasce Karsdorp, Celik e Spinazzola non avrebbero problemi a interpretare questo modulo, mentre Zalewski sembra meno adatto a giocare da terzino puro di una difesa a quattro. In quel caso occhio a Vina, che potrebbe tornare utile.

In mediana Matic prenderebbe la cabina di regia, con Cristante come alternativa, ma avrebbe bisogno di due mediani come Bove e Camara ai suoi fianchi, in attesa del ritorno di Wijnaldum. Pellegrini agirebbe da trequartista puro dietro a Dybala e Abraham.

Con il 4-2-3-1 invece la squadra avrebbe bisogno di esterni offensivi, che al momento scarseggiano viste le assenze di Zaniolo ed El Shaarawy. L’unica soluzione sarebbe quella di allargare Dybala a destra e schierare Zalewski a sinistra, con Pellegrini dietro a Abraham. Tutte soluzioni che Mou sta valutando in vista dei prossimi impegni.

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

Articolo precedenteBologna, esonerato Mihajlovic: fatale il pari con lo Spezia
Articolo successivoCalciomercato Roma, contatti continui tra Pinto e Vigorelli per il rinnovo di Zaniolo: si può chiudere a 4.2 milioni a stagione

62 Commenti

    • Utopia. Si fa un mercato per un modulo a tre dietro, Mourinho chiede un quinto centrale ed ora ritorno alla difesa a quattro. Il problema di Roma è Roma stessa. Se sistemi il centrocampo con Matic e un centrocampista con corsa e gamba sei apposto. Ti manca un centrale di difesa.
      PS. Con Zaniolo la musica cambia…

    • Don.. La Roma un problema lo ha in ogni caso..

      Segna poco, troppo poco..
      Lascia il gioco all’avversario.. Questa è una scelta.. Ma lo è perché hai un difensore in più..

      La Roma non ha fatto un mercato per la difesa a 3..

      Svilar va bene per ogni modulo.. Matic va meglio per la difesa a 4 e più abituato.. Celik è un terzino da difesa a 4.. Dybala.. Se lo fai giocare vicino alla porta non ha importanza.. Stesso discorso Belotti.. E per Camara stesso discorso di Matic..

      Fare un mercato per la difesa a 3 significava comprare 2 centrali di difesa.. E noi non ne abbiamo comprato nemmeno uno..

      4 difensori per 3 competizioni.. Sono pochissimi..

      La Roma volendo può tornare a 4 quando vuole..

      Sarei più per un 4-3-1-2.. E questo per quanto riguarda i giocatori che abbiamo..

      Tuttavia ti do ragione su una cosa Don.. Troppe volte il problema di Roma è la Roma.. E questo vale per ogni squadra del mondo.. Ed esiste un allenatore che serve a correggere questo problema..

      Per finire.. Zaniolo e forte.. Può aiutare.. Ma non cambia da solo le partite eh..

      Forza Roma..

    • Difesa a 4 significa che l’ infausto olandesino si accomoda in panchina per Celik? Ok, è già qualcosa.
      A centrocampo mettiamo un paio di giocatori svegli e svelti – che non si chiamino Cristante, fondamentalmente – a fare compagnia a Matic?
      Va bene pure questa.
      Poi, se troviamo pure il modo per tirare in porta, siamo a cavallo 🐎🐎🐎
      Tanto i difensori x giocare a 3 non li avevamo e manco li abbiamo comprato. 4 ne abbiamo e uno si è pure rotto.

    • Non lo so,si è fatto tutto un anno più tutta la preparazione,acquisti tutti basati sui tre centrali è poi si cambia alla prima sbandata mi sembra il solito articolo farlocco.ps è possibile qualche partita ma non penso come principale

    • Concordo, ma prima dobbiamo sentire il parere dei veri esperti…

      ilfaber19 11 Luglio 2022 At 12:21
      Ma il rombo con le patate?
      asR.100% Mou Club 11 Luglio 2022 At 12:40
      co le patate,il rombo co le patate

      Ecco fatto.

    • Potrebbe essere interpretato anche come 4-3-2-1, con un centrocampo solido e folto ed i due sotto la punta liberi di muoversi sulla trequarti.

    • zalewski alto a sx è un mostro, ha tutto per giocarci, per me vederlo terzino è uno spreco enorme.

    • Il 4-3-3 è il modulo che preferisco.. Tuttavia..

      La Roma ha i giocatori per il 4-3-3?

      Se vuoi giocare con gli esterni larghi e uno spreco per Dybala.. Lo hanno proposto largo alcune volte anche in passato.. Ed ha fatto le sue peggior partite..

      E questo è uno dei motivi per il quale la Juve non lo ha rinnovato.. Ha scelto Vlahovic al centro e sulla fascia hanno preso un giocatore più vecchio ma di ruolo ossia Di Maria..

      Se invece vuoi giocare con gli esterni che entrano in mezzo al campo, devi puntare sui terzini che salgono molto.. Lasciando molto spazio al contropiede avversario..

      Tutto questo con dei centrocampisti non velocissimi..

      Per continuare.. Sia Zaniolo che Dybala sono mancini..

      Concordo che si può spostare Zakewsky più avanti..

      Ma ci sono pochi ricambi sia a centrocampo sia sugli esterni..

      Anche con il 4-3-1-2 ci sono pochi ricambi al centro.. Ma ci sono più soluzioni..

      Ad esempio.. Riproporre Zaniolo mezz’ala.. Una mezz’ala fisica, veloce, che strappa.. Magari anche Pellegrini mezz’ala.. Zakewsky sulla trequarti..

      Così quando vuoi fare la partita..
      Con Cristante e Camara pronti ad entrare..
      Più Belotti e Shomurodov..

      Il 4-3-3 è il mio modulo preferito.. Ma sprechi uno come Dybala.. E per me se abbiamo Dybala va messo nelle condizioni migliori..

      Ed in più.. E risaputo che Mou chiede la doppia fase agli esterni..

      E per me Dybala che rincorre l’avversario Stile terzino alla Etoo.. E un grande spreco..

      Forza Roma..

    • il 433 prevede una mentalità aggressiva e offensiva, con gente che sa scambiare veloce e soprattutto giocare a pallone, in più almeno uno degli esterni d’attacco deve fare pure il terzino a tutta fascia.
      Se Mourinho si mette con un modulo del genere pure il Lodugorzio ce ne fa 7.

  1. Ok, tutto quello che volete. Vero, la Roma gioca male, però le squadre di Mourinho ingrsnano più tardi. Nel frattempo bisogna cercare di mettere più fieno in cascina possibile. Questo è quello che ci ha impedito di fare Maresca domenica, poiché col rigore sacrosanto è l’espulsione del difensore, diventava tutta un’altra partita.

    • Domenica mezza squadra si è fatta un sonno, forse un po’ troppa sicurezza. Poi Karlsdorp e Rui ( o esci o gli chiami l’uomo) fanno una stupidaggine su una palla velenosa e per l’Udinese il gioco è fatto.

    • In troppi hanno sta fissazione al tiki taka o al calcio ultra offensivo. Mourinho non c’è l’ha nelle corde e ha sempre giocato di catenaccio e contropiede per tutta la sua carriera da allenatore portando 26 trofei a casa e non cambierà mai. E poi l’altra gente che gioca quei tipi di calcio che piacciono a troppi di voi come Luis Enrique, Garcia, Spalletti, Di Francesco e Fonseca che hanno vinto?? D’altre parti cosa ha vinto un Sarri??Toglietevi tutti dalla testa sta fissazione del bel gioco. Importano i trofei.

    • Quando avevamo Luis Enrique io, complice l’abbuffata domenicale, di solito alla mezz’ora del primo tempo della partita delle 15.00 già dormivo.

    • Vi dico pure che anche l’anno scorso Ancelotti col Real ha vinto la Champions col catenaccio e col contropiede davanti a un Liverpool che era nettamente più forte su tutto. Aveva torto a giocare di catenaccio e contropiede? Sarà pure un modo brutto di giocare ma giocando così ha vinto lo stesso la 14esima… se non vi va bene il catenaccio e contropiede guardatevi Guardiola e Klopp e non rompete le scatole.

    • Il calcio e’ un gioco antico che a molti piace reinventare ma alla fine e’ sempre lo stesso.

      Bisogna avere tecnica e concentrazione. Saper calciare. Saper stoppare la palla. Non farsela fregare. Giocare a testa alta e passare la palla bene, nel punto giusto. Muoversi bene senza palla per smarcarsi. Aggredire il portatore di palla avversario con la voglia di levargliela.

      Le stesse cose che servivano 80 anni fa.
      Magari oggi il ritmo e’ piu’ veloce, ma non cambia altro.

      Se fai kappelle in difesa, se dormi, se prendi gol e poi sbagli i tuoi perche’ c’hai i piedi storti, perdi.

      Ho visto Fiorentina – Juventus l’altro giorno. La Fiore che fa un possesso totale, avvolge la Juve, gioca a una porta, tutto quello che ve pare. Belle geometrie, linee di passaggio, giocatori che si muovono bene, si vedono schemi e idee.

      Ma poi ha davanti mette attaccanti coi piedi fucilati in condizioni pietose e non segna manco se si gioca 5-6 ore di fila. E non vince. Semplicissimo.

      E magari invece la squadra che avanti a lancioni e spazzate, orrenda a vedersi, ma c’ha davanti un demonio che fa reparto e ogni volta che tocca palla finisce dentro, uno alla Haland diciamo, vince.

      Che vogliamo fa? Vogliamo cambia’ sport?

    • @MarcoLL: Potrei anche essere d’accordo, ma Luise Enrique ha vinto e come se ha vinto trofei….come Pep Guardiola e Klopp… cmq dipende sempre dai punti di vista, chi vince sempre alza l’asticella solo quando alle vittorie aggiunge anche il grande calcio, geometrie e tecnica e fuoriclasse, chi vince poco (come, purtroppo, nel nostro caso) preferisce farlo anche non esprimendo un buon/ottimo calcio…. tutto qui….ma ti assicuro che il calcio è altro, è anche spettacolo, quindi bello da vedere ed apprezzare anche esteticamente…

  2. Discorsi abbastanza inutili. Alla difesa a 3 centrali Mou è approdato a seguito delle difficoltà palesate dalla difesa a 4 lo scorso campionato… non è una cosa che è stata fatta per caso. Ora è ovvio che una partita storta non possa buttare tutto alle ortiche. Bisogna fare meglio, molto meglio ma non è successo nulla di drammatico, si deve andare avanti, si deve acquistare un quinto centrale e lasciare valutare liberamente a Mou che modulo utilizzare.

  3. per me il problema è soltanto perche si vuol far giocare insieme i 4 davanti ed allora si crea il problema o a 3 o a 4 , per me la miglior formazione possibile è a 3 dietro con 2 esterni che possano spingere e la roma ne ha 4 di esterni bassi a prescindere dalla cavolata di kardsrop poi un centrocampo con matic wijnaldum o speriamo camara è poi pellegrini abrahm dibala dopo si ruota facendo entrare zaniolo o elsha o quando sarà solbaken , poi come ho detto si puo passare dal 3 al 4 inserendo magari zaniolo al posto di mancini e arretrando pellegrini nel centrocampo.

  4. Al momento penso che la mediana più credibile, almeno per caratteristiche, possa essere Matic-Camara-Bove.
    Sul resto ci sono tante varianti possibili, ma il centrocampo deve garantire qualità e quantità, altrimenti soffriremo sempre, a prescindere da quelli dietro e davanti.

    • Infatti, che giochino contemporaneamente i F4 o meno, lo squilibrio più grave è il centrocampo sguarnito.
      Se aggiungi lo stato di forma e il rendimento pessimo di Spina e Karsdorp, hai generato la voragine perfetta per permettere ai tuoi avversari di fare quello che gli pare.
      Centrocampo a tre e terzini in condizione; uno Zalewsky a posto è sempre meglio di uno Spinazzola fuori fase, anche se forse il giovanotto è meno portato per il ruolo.

    • Bove è un giovane che deve ancora crescere. Camara va ancora visto giocare. Non è il caso di buttare già a mare Cristante (e nemmeno Karsdorp) per una sconfitta dove non ha fatto il suo dovere nessuno.

  5. Non è una questione di modulo, storicamente Mourinho non ha mai dato un gioco alle sue squadre, erano i campioni in campo che facevano la differenza, e noi di campioni in squadra non ne abbiamo tanti, molto evidente.

    • Non ha dato un gioco spettacolare..

      Non è un allenatore che cerca il Tiki taka..

      Ma come ho ripetuto più e più volte.. Chi non da gioco non vince..

      Puoi avere mille campioni.. Non cambia..il PSG in questi anni di campioni ne ha avuti a non finire.. Anche il City..

      Lo stesso United è pieno di campioni.. Ma dopo Mou non ha più vinto nulla..

      Cercare di togliere i meriti a chi vince e sempre un errore..

      Mou ha un gioco difensivo, registra la difesa.. Chiede verticalizzazioni.. Lascia il possesso palla agli avversari.. Li fa salire per poi ripartire..

      Non è spettacolare.. Sono d’accordo.. Ma è un gioco.. Un gioco che ti fa registrare la difesa..

      E tralasciando grandi cadute come quella di Domenica.. Anche la Roma, rispetto a due anni fa e migliorata ed anche di tanto.. Lo scorso anno ha chiuso con 13 clean sheet.. Con praticamente la stessa difesa che aveva fonseca..

      Anzi.. Senza Spinazzola.. (Spinazzola che stava bene)

      Ancelotti, specialmente in Champions, fa praticamente lo stesso gioco di Mou.. Con interpreti chiaramente più forti.. E la vince..

      Contro il Liverpool che sulla carta era favorito.. E che chiaramente ha giocato meglio..

      Dire non ha gioco e un errore.. Non chiede possesso, non chiede lo spettacolo, questo semmai.. Ma un gioco ce..

      Poi può piacere oppure no..

      Forza Roma..

  6. con la difesa a 4 Zalewski può fare il centrocampista a sx con matic(cristante) mediano e pellegrini a dx. Dybala dietro Tammy Belotti 4312 (oppure con Zaniolo 4321)
    Nicola ha fatto bene da esterno ma nasce centrocampista, io lo proverei in un centrocampo a tre con libertà di andare avanti, ormai giocando da quinto ha imparato anche a essere più difensivo in fase di non possesso. Pellegrini gioca già in un centrocampo a tre in nazionale.

  7. Qualunque schieramento preveda l’utilizzo contemporaneo di Smalling, Mancini e Ibanez contro il Lugodorets sarebbe inopportuno, dannoso e sostanzialmente stupido.

  8. io credo che il modulo centri poco con la debacle di Udine e altre debacle fatte in passato dalla Roma! non è una questione di 4-3-3.4-42.3-5-2 ecc.. è una questione di approccio mentale alla partita e di saper mettere gli uomini giusti in campo. a Udine avremmo perso con qlsiasi modulo fossimo schierati. eravamo molli. senza grinta. supponenti e distratti. a questo metteteci pure gli errori di Mourinho che non ne ha azzeccata una ed ecco spiegato il risultato! c è ancora molto da lavorare sulla mentalità che deve avere una grande squadra ed anche sulla rosa xche diversi giocatori non solo all altezza di un club che aspira a diventare grande.

    • Salute Fra74.
      Una buona parte del discorso la condivido, ma penso che se cominci con tre a centrocampo non devi patire svantaggio numerico, già ti pari un po’ meglio, riduci la pressione fisica degli avversari, di conseguenza soffri meno, soprattutto se hai Matic e Cristante, che non sono due interpreti dinamici; in questo caso un terzo elemento nel reparto non solo aiuta tanto, diventa indispensabile.
      La scelta di Karsdorp e Spinazzola così messi male e indietro di forma è poi un grave errore di Mourinho, che ha peggiorato irreversibilmente lo svantaggio a centrocampo, e probabilmente lo avrebbe fatto anche senza l’episodio suicida del quarto minuto; poi nel corso del match il tecnico non ci ha capito più niente, può capitare a tutti, ma perseverare con le impostazioni attuali sarebbe da pazzi.
      Certo poi che tutti hanno una responsabilità ma il tecnico è il primo responsabile, sempre.
      Si può vedere se un modulo diverso intanto aiuta, almeno provare a cambiare in impegni meno pressanti e vedere come va.

  9. L’ho detto a inizio di campionato e mi avete sommerso di pollici versi, 2 centrali, ai lati Celik e Zalewski che coprono bene , fai un centrocampo a tre Matic Wjinaldum ( quando c’è lui o un altro ) e Pellegrini , di Dybala dietro a Zaniolo ( Belotti) e Habraham, con Zaniolo che si abbassa nella linea dei 4 se attaccati, ma Dybala e Habraham che restano davanti pronti per ripartire e risparmiare energie ….

  10. Ma non è che questo Zalewsky negato per fare il terzino nella difesa a quattro ce lo siamo inventato noi?
    Io proverei a vederlo sul serio prima di dare un giudizio definitivo.
    Ci sono molti vantaggi che possono suggerire di abbandonare la difesa a tre, così tanti che un rischio su Zalewsky io personalmente me lo prenderei.

  11. La Roma e’ imcompleta .purtroppo nom so.possono regalare contemporaneamente winaldum.zaniolo,elsha ed anxhe.kumbulla che cmq ti.permette di.modificare la difesa

  12. Karsdorp e vina, PERSONALMENTE, li farei giocare SOLO gli ultimi 10 minuti delle gare dove sono in vantaggio con almeno 3 gol di scarto…

  13. Tutte queste varianti di tattiche e di moduli di gioco non servono a nulla se poi entri in campo e fai ca@@ate come quelle di Udine… Qui bisogna lavorare sulla testa dei giocatori,che a turno sembrano impazzire e compiono errori che e’ difficile vedere anche in serie inferiori…Una volta Ibanez,una volta Mancini,una volta Rui Patricio sembra si diano il cambio…Comunque poi a essere maliziosi non si commette un reato…possibile che tutte le volte che Mourinho rimbrotta i giocatori al limite delle offese tipo come dopo la partita contro la Juve, (ricordo lo scorso anno quando disse che alcuni di loro erano da serie c) si deve assistere a prestazioni indolenti come quella contro l’Udinese? sarà un caso….

  14. il problema non è il modulo ma gli interpreti.
    se fai la difesa a 3 e hai degli esterni che arano la fascia e li usi per allargare il gioco avversario è un conto, se sono statici e non saltano mai l’uomo il centrocampo soffre.

    allora meglio a 4 dietro così puoi mettere un centrocampista in più,
    ma i terzini a quel punto devono fare i terzini e secondo me di veri terzini non ne abbiamo, forse celik.

    vina? mi risulta strano che un nazionale uruguagio non sappia difendere.
    però certo non ci ha mostrato queste doti da cagnaccio.

    sulla carta Spinazzola è un ottimo quinto, ma Spinazzola quando non è al top della condizione è così. sostanzialmente inutile.

    capisco Mourinho che lo fa giocare… se non gioca non tornerà il giocatore che può essere devastante
    anche se ora è meglio zalewsky.

    quindi visto che al momento la coperta è corta, non toccherei la difesa a 3, preferirei celik e zalewsky ma recuperando karsdorp e spina, facendoli subentrare.
    coprirei di più il centrocampo con un giocatore più dinamico. spero lo sia Camara.

    e comunque c’è da capire il discorso Bove. è rimasto, ma se non gioca non ha senso.
    è un bel giocatore, probabilmente Mourinho ancora non lo vede pronto, ma se continua a subentrare nei 3 minuti finali per togliere ritmo agli avversari non credo che improvvisamente ci troveremo un campione… se non gioca a 20 anni quando gioca?

    quindi matic o cristante
    camara o bove

    ma anche matic camara e bove. con dybala e abraham

    ma anche matic camara e bove, con pellegrini e abraham (o belotti)

  15. Bisogna comprare a gennaio un centrocampista forte che faccia coppia con quelli che abbiamo.I nostri ,a parte L’ olandese ,non sono all’altezza dei centrocampisti delle prime del campionato .Certo giocare a due a centrocampo non aiuta se non ritornano i tre che stanno avanti i centrocampisti delle altre squadre possono farti torello e ti mandano in sofferenza.La squadra per me dovrebbe essere più compatta e non lasciare spazi dove giocatori di serie a possono trovare il passaggio facile.Poi una partita persa ci può stare ne ha perse diverse anche il milan l’anno scorso.

  16. Per me il modulo migliore per i giocatori sarebbe il 4-3-2-1, con Pellegrini e Wjnaldum (o Camara) mezzali e Matic regista. Dybala e Zaniolo trequartisti e Abrahm di punta. Ma Mourinho non ha mai giocato con il centrocampo a 3 ed ormai ha virato sulla difesa a 3, quindi credo non ci siano possibilità in questo senso.

    • Beh.. In realtà ci ha giocato..

      Mourinho ha vinto la sua prima Champions con un centrocampo a 3.. Con Deco dietro le punte..

      Quel Porto giocava con il 4-3-1-2..
      E secondo me è stata la squadra che con Mou ha giocato il calcio più bello..

      A Mou gli si possono fare tanti appunti.. Ma è uno di quegli allenatori che sa cambiare modulo ed anche modo di giocare..

      Non è un fissato sul modulo..
      Forse si è fissato più sul modo..

      Ma è uno che cambia..

      Forza Roma

  17. 3-4-1-2, 4-3-1-2, 4-2-3-1, 4-3-3, 4-4-2, WM…li avete finiti i moduli? Sempre undici sono. Basta che coprano gli spazi correndo e pressando quando la palla sta arrivando all’avversario. Non devono avere il tempo di pensare a chi darla e quando la danno sotto pressione 8 volte su 10 sbagliano il passaggio. Proprio quello che ha fatto L’Udinese con noi. Ne voglio 11 messi come ve pare ma che corrano e non a vuoto. E che tirino senza la pretesa di entrare in porta. Il secondo, il terzo ed il quarto gol quelli dell’Udinese hanno tirato appena ne hanno avuto la possibilità. Il secondo ha trovato la papera di Rui Patricio, il terzo un eurogol, il quarto ha tirato forte ma dritto per dritto, si poteva parare…
    11 lupi affamati

  18. Non credo che sia una questione di numeri 4 321 ect. ma di uomini che vanno in campo e delle loro caratteristiche specifiche.
    In mezzo al campo manca corsa di gamba e velocità/precisione di passaggio. Ossia manca Wijnaldum. Per il momento le speranze sono tutte in Mendy.

    FRS 💛 ❤️ 🇮🇹

  19. Qui si dimentica un fatto: Mourinho ha da subito provato la difesa a 4 ma… ora si dice che la squadra preferiva giocare a tre dietro, invece la difesa non riusciva proprio a tenere botta e il mister è dovuto passare a tre. I due terzini non erano mostri della marcatura e il leader della difesa che è Smalling si perdeva, questi sono i motivi del primo cambiamento. Sappiamo che Mourinho è ostinato e forse come ha plasmato Zaleski laterale, riuscirà nell’impresa con altri mediani davanti ai 4 di costruire una nuova difesa. Anche perché se vedete bene le partite, una squadra che si schiera a 3 di fatto difende a 5 sottraendo non un solo centrocampista ma due, al gioco.
    Forza Roma

    • Esatto. In fase difensiva la Roma si mette 5 4 1
      E normalmente infatti non prendiamo gol su azione. L’ultimo che ci aveva segnato su azione mi pare che fosse Okereke a maggio.

      Il problema è che i 2 laterali dovrebbero essere pronti a ripartire e i mediani veloci a smistare palla.
      Invece quando abbiamo palla noi il sistema è “palla lunga a Abraham” (o Zaniolo) che se engono palla lanciano l’inserimento dei trequartisti.

      Questo è l’unico schema di contropiede. (perché non abbiamo il mediano box to box che esce palla al piede … ultimo che abbiamo avuto Nainggolan)

      Se non funziona, si passa al gioco manovrato, e lo schieramento a quel punto è un 3 4 1 2 (o 2 1) con i trequartisti che si abbassano e vanno a prendere il pallone fra le linee.
      Ma i due laterali, se non spingono muovendosi anche senza palla, l’avversario si schiera sulla mediana con 6 giocatori e non c’è verso di passare.
      A quel punto inizia il giro palla, sterile il più delle volte.

      La possibilità è quella di entrare con uno scambio stretto per linee centrali, ma anche una squadra tecnicamente scarsa ha buon gioco nel chiudere, e così capita che fatichi anche con le piccole.

      Insomma per me il problema non è di modulo, ma di interpreti.

  20. l’importante nella Roma e che nelle partite che contano vadano sempre in campo Smalling, Dybala, Matic, Zaniolo, Zalewski(aspettando Spina) e per forza di cose Rui Patricio perchè è l’unico portiere professionista che abbiamo, poi quando sarà a disposizione anche Wijnaldum, il resto sono tutti facoltativi, perchè o buoni giocatori o onesti giocatori (ma nulla più) o come nel caso di karsdorp mediocri proprio e non ti spostano molto nell’economia di una partita importante, poi contro il monza la cremonese o il verona attuale possono andare in campo un pò tutti, contro le squadre piccole tutti diventano fenomeni e nelle partite difficili che molti spariscono dal campo.

  21. 3-5-2, Modulo che ti copre di più il centrocampo, estremamente efficace nel giro palla, in fase di copertura e fatale nei contropiedi. Allegri/Conte ci hanno vinto 9 scudetti. Difesa a tre con Mancio,Smalling centrale che imposta e Ibanez, Esterno di sinistra Zale/Stephan e Spinazzola, due incontristi ruba palloni come Matic e Camarà e Pellegrini regista basso, Esterno di destra Karsdop/Celik/ZANIOLO secone me con l’esplosività che ha in quel ruolo farà i buchi a terra. Prima punta Abraham/Belotti, Seconda punta Dybala/Shomurodov.

  22. Sento parlare di cifre ,moduli ecc. ,nessuno dice che il calcio è il gioco più semplice che esiste…altro che 433 , 4321, 555……il problema che i giocatori della roma non si devono montare la testa dopo due vittorie ,devono aver fame ,devono stare con i piedi per terra tutte le partite…e poi almeno vedre un po si gioco quello che a roma non esiste.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome