Mou, ecco la nemica ritrovata

23
508

AS ROMA NEWS – Chissà, forse con l’effetto Mourinho, qualcosa cambierà. Perché lui – e sono i pensieri dei suoi giocatori – ti porta a credere che tutto sia possibile, che l’ostacolo sia pura teoria, scrive oggi Il Messaggero (A. Angeloni).

Servirà questo livello di immaginazione per superare certi complessi, che inevitabilmente nel tempo arrivano, si siedono e non vogliono andarsene. La Roma ha il complesso dello Stadium – da lì ha portato a casa numerose delusioni – ma ora ha anche Mou. Solo sconfitte, tranne in un’occasione, lo scorso anno, in piena estate post lockdown: exploit contro una Juve già scudettata e contro una formazione ai limiti dello sperimentale. Un successo che fa statistica, ma che di sostanza non ne ha. Lo Stadium è terra maledetta per la Roma, con Mou si ricomincia. Sperando.

Lo scorso anno Fonseca si era detto soddisfatto dopo la sconfitta (2-0) e questo ha fatto infuriare tanta gente. Ecco, Mou ha il compito di cambiare questa mentalità rinunciataria. Ci vuole tempo, sì. La sua energia, la rivalità nei confronti dei bianconeri, in teoria, può aiutare. Rivalità riconosciuta, provata e testata. Basti ricordare il trattamento che lo stadio della Juventus gli ha riservato quando, con il Manchester United (7 novembre 2018, Champions League, fase a gironi), è andato a giocare a Torino.

Novanta minuti di fischi e insulti: la serata è finita con il successo del Red Devils e con lo Special a mostrare le orecchie a tutto il mondo juventino, presente e non allo stadio. “Sono stato insultato per novanta minuti, ho fatto quel gesto, a freddo non lo rifarei, ma la gente ha insultato non solo me come interista, ma soprattutto la mia famiglia”, le sue dichiarazioni a fine partita dopo aver evitato Chiellini e Bonucci che, al fischi, erano andati da lui a chiedere spiegazioni.

Una rivalità, questa, giustificata dal suo passato interista, anche se la squadra bianconera non era la sua rivale scudetto. Mou torna a Torino e il trattamento sarà lo stesso, anche se non sarà sulla panchina dell’Inter. Ma sappiamo bene quanto per i bianconeri, anche la Roma sia avversaria non gradita. E viceversa.

Articolo precedenteULTIME DA TRIGORIA – Zaniolo torna in gruppo, ok per la Juventus. Da domani rientro dei nazionali
Articolo successivoToni: “Osimhen e Abraham gli unici attaccanti da 25 gol”

23 Commenti

    • Fra’, però ma riccomanno, NIENTE proclami che poi ce lo sapemo bbene come finisce quanno che tiramo fori du metri de petto…

  1. Bonucci e chiellini, il duo comico. Mi han sempre dato una strana sensazione sti 2. Son difensori della nazionale, e per certi versi … non so, davvero non so quale definizione potrei dargli, mi confondono, però, quando fanno le pagliacciate di andare a chiedere spiegazioni ad uno che è stato preso di mira per tutta la partita, con offese alla famiglia, solo per far la parte dei salvatori della patria giuventiniana, più che pagliacci non saprei come chiamarli.
    è come andare a chiedere a zaniolo che pensa dei laziesi che gli prendono di mira la madre.
    Voi come li definireste persone del genere?
    Vabbè il tifo, ma allora lo devi accettare anche al contrario, e se ti dico che sei un co… prendilo per quello che è: verità

    • Rod, sono bravi ma mi tengo i miei. Quando indossi quella maglia è come se ti corrompi…diventi brutto e cattivo, imbroglione e ladro. Finché vestono la maglia azzurra e ci fanno vincere l’Europeo va bene. Ma con la maglia della magica anche no, grazie.

    • Ciao Rod, è quello che intendevo in parte, ma è anche vero che chiellini fa la parte del bravo ma se te pò “fregà er portafoglio” co na gomitata spaccanaso non è che ci pensa 2 vorte. Io sono convinto che il calcio non è sport da “femminucce” (con datemi del sessista, avete capito cosa voglio dire, ho visto donne che voi uomini non potete neanche immaginare ahah), e, a parte qualche errore che può succedere, l’arbitraggio degli europei m’è piaciuto tantissimo: non fischiavano ad ogni urlo da condannato a morte dei giocatori, nè a falli da contatto che premiano chi si butta, come succede in italia. Lasciavano giocare e il gioco è stato entusiasmante anche per quello.
      Però … però chiellini è disonesto, e bonucci, con quel suo “sciacquatevi la bocca quando parlate di me lo prenderei a frustate un giorno si e l’altro il doppio

  2. A chi sarà affidato il compito ,(nella sciagurata ipotesi, per la juve, che sfoderiamo una grande prestazione in quel di Torino. )
    Di evitare una possibile sconfitta alle emerite pippe juventine? ( scartandone 3 -4 giocatori)
    Poi faccio zapping col telecomando . E tra rassegna stampa e notizie varie leggo :
    Pioli alle prese con i numerosi infortuni, tra cui Giroud e Ibra.
    Ma veramente? Ma perche ‘non si sapeva che erano due cadaveri ambulanti?
    Ribery; si teme un lungo stop per una birra alla caviglia. Un ‘altro zombie. Si rompe come gli scheletri nei cartoni animati
    Un’altra tegola x l’atalanta si fa male pure Djimsiti ( o come azz si scrive)
    Madonna che sfortunelli
    Ora mi domando e dico: Ma come mai si stanno rompendo uno dietro l’altro ?
    Ma come la preparazione atletica fiore all’occhiello, presa ad esempio da tutti…mah
    O forse e’stata sospesa la somministrazione della porzione di Panoramix?
    Si quella che li faceva correre come Speedy GONZALES…
    fanno un articolo in prima pagina, dove mettono gli attaccanti di Napoli-Milan inter e juve. Per la corsa scudetto. Va bene.
    Meglio cosi perche’, almeno per questo anno non lottiamo x lo scudetto, ma se vuoi fare un servizio imparziale, visto che siamo quarti, allora metti pure la Roma .

    • A Gaeta’ per avversari, giornalari e compagnia bella restiamo sempre la Rometta, squadra senza titoli, squadra sfigata e destinata a rincorrere sempre e che quando arriva a un tiro di schioppo dalla vetta ripiomba giù (e sappiamo perché). Non ci resta che dare una svolta decisa e cominciare a dar fastidio a quelle quattro lassù ma deve dipendere soprattutto da noi. Mai più paura, pressione o timore reverenziale. Questi vanno schiacciati e affrontati col petto in fuori. Gli arbitri alla fine se ne faranno una ragione. Daje

  3. FAJE MALE MOU, FAJE MOLTO MALE a sti gobbacci. DAJE ROMA DAJEEEEE 💛❤💛❤💛❤💛❤💛❤💛❤💛❤💛❤💛❤

  4. Mah….a parte questo flolkoristico articolo del messaggero, dobbiamo andare sull’aspetto tecnico.
    Partiamo sfavoriti, non tanto per la cabala e la storia, quanto perché Abraham, stretto proprio fra Bonucci e Chiellini, avrà poco spazio per dimostrare le sue doti. Perché a centrocampo soffriremo il tasso tecnico maggiore della juve. Perché quel mostro di Chiesa farà impazzire la nostra difesa, come fa con tutte le difese.
    Bisognerà vedere se Mourinho riuscirà a incartare tatticamente Allegri, ma è una bella lotta perché sono due volponi del calcio.
    E, naturalmente, conterà anche l’aspetto ambientale.
    Quindi sarà davvero dura.

  5. Se si entrerà in campo con l’atteggiamento e la presunzione mostrata nel derby, non sarà dura ma impossibile… Con l’atteggiamento giusto si può tornare da Torino quantomeno con un pareggio…. Chiesa nemico pubblico n.1, fermato lui il più sarà fatto, il problema sarà su chi lo marchera’,grande problema….

  6. Lo dico adesso,a bocce ferme e pallino in mano.
    Domenica Mourinho deve rivedere urgentemente l’assetto a centrocampo della squadra.Infatti la Juve nel derby contro il Torino ha giocato con 6-7 centrocampisti e una punta sola che rientrava (Chiesa); nel 2° tempo ha avuto il dominio assoluto della metà campo,tanto che i granata mai sono riusciti a fare un’azione in attacco. I centrocampisti della Juve a turno s’inserivano da dietro sulle sponde di Chiesa, fino a segnare il gol decisivo proprio con uno delle tante mezzale e mezze punte (Locatelli).
    Se,come temo,Mourinho si presenta allo Stadium con 2 miseri mediani arrabbattati e fuori ruolo,quali sono Cristante e Veretout,sokazzi amari.

  7. Zenone la tua analisi e’ perfetta, e ricalca grosso modo quello che avevo scritto ieri.Quello che non capisco e’ il motivo che anche noi ci accorgiamo di questa palese inferiorità a centrocampo e non se ne accorge l’allenatore che continua imperterrito a mettere in campo una formazione sbilanciata in avanti con punte e mezze punte,che tra l’altro hanno pure scarse doti di copertura….

  8. Spero tanto che Mou e la Roma ci facciano coricare domenica sera con un bel sorriso a 32 denti. Spero che Pellegrini Zaniolo Miki e Abraham lascino Bonucci e Chiellini in mezzo a ‘na strada e che se ne prendiamo due gliene facciamo 4.Lo spero anche per Zenone e Stefano55 e tutti i pessimisti/realisti del web giallorosso. Forza magica Roma, facci sogna’.

    • Lupasas,ma perché tu andando a Torino cosa speri di essere il favorito? Un conto e’ l’ottimismo poi la realtà e’ un’altra cosa….Altrimenti si può anche sognare di vincere il campionato,non costerebbe nulla, ma sappiamo tutti che non sarà così…

    • Lupasas…una cosa è essere ottimisti,una cosa è essere sognatori,illusi e abbocconi.
      IO sono realista.Tutto qua. 🙋‍♂️

  9. Io invece dico che guardando le assenze dei gobbi, mai come quest’anno andiamo a Torino proprio da favoriti. Se volete per scaramanzia potete dire il contrario, ma se vogliamo dire che kean, Bernardeschi e Chiesa (che sara’ pure un grandissimo lo ammetto ma fa per 1) sono meglio di Zaniolo, Miky, Abraham e l’attuale Pellegrini, allora siete masochisti. I due dietro sono bravi ma fanno 75 anni in due e a centrocampo domenica non avranno certo dei fenomeni. Vorrei ricordarvi che l’ultima volta loro davanti oltre a Chiesa, potevano contare su Morata, Dibala e Ronaldo E’ UN ALTRA COSA!!!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome