Mou mago social: chiama Morata e spinge sui Friedkin

89
7374

AS ROMA NEWSMourinho spinge per avere Morata. E il suo particolare pressing sulla società viene attuato con la solita strategia mediatica: i messaggi social.

Un aspetto in cui l’allenatore portoghese è un vero e proprio mago. E così negli ultimi giorni lo Special One ha ricominciato ad utilizzare Instagram per mandare segnali più o meno criptici ai Friedkin oltre che alla sua enorme platea di follower.

Tutti hanno un unico comune denominatore: Alvaro Morata. Il primo risale a qualche giorno fa: Mou si immortalava intento a mangiare un ghiacciolo. Alla mora. Il secondo è di mercoledì, quando il tecnico pubblica una foto dove si vede il suo viso in primo piano, e dietro, su un orologio, compare solo il 19, numero di maglia dell’attaccante spagnolo.

Ieri poi l’ultimo messaggio. Mou pubblica una foto con Drogba al Chelsea e scrive: “Nel 2004 ho ingaggiato questo attaccante. Non poteva segnare, non poteva lavorare, non poteva combattere, non poteva guidare. Sono stato fortunato a vincere 3 Premier League con questo tizio”. Ergo: ho chiesto Morata, dite che non segna molto e costa troppo ma fidatevi di me. Pochi minuti dopo è comparso un like. Indovinate di chi? Morata appunto.

I due si cercano, e si vogliono. Mou lo sta marcando stretto. E cerca di lanciare segnali ai Friedkin, che avranno l’ultima parola sul giocatore. I texani però, per accontentare il prprio allenatore, dovrebbero effettuare investimento lordo da 60 milioni o giù di lì (stipendio incluso) per un giocatore che il prossimo 23 ottobre compirà 31 anni. Certamente troppo per una società che a settembre scorso ha firmato il “settlement agreement” con la Uefa ed è obbligata a rispettare i paletti finanziari che le impongono di non spendere senza aver incassato. Lo Special One però non si arrende.

Fonti: Corriere dello Sport / Il Messaggero / Leggo

Articolo precedenteRoma, è un mercato dei “no”. Ecco l’offerta per Sanches respinta dal PSG
Articolo successivoROMA-LATINA: 6-0 (20′, 60′ Belotti, 22′ Pagano, 47′, 50′ Dybala, 88′ Ibanez). Buon test per i giallorossi, si ferma Solbakken (VIDEO DEI GOL)

89 Commenti

    • Non lo so neanche io… Può darsi pure che abbia già delle idee già ben definite… Per quei soldi prenderei Orsolini, Dominguez, Sabitzer, Dia e chiuderei per Kamada…💛🧡❤️🏆🐺🐺🐺

    • Infatti la parte più interessante dell’articolo è
      “I texani però, per accontentare il proprio allenatore, dovrebbero effettuare investimento lordo da 60 milioni o giù di lì (stipendio incluso) per un giocatore che il prossimo 23 ottobre compirà 31 anni. Certamente troppo per una società che a settembre scorso ha firmato il “settlement agreement” con la Uefa ed è obbligata a rispettare i paletti finanziari che le impongono di non spendere senza aver incassato. Lo Special One però non si arrende.”

    • Il senso è dare all’allenatore quello che chiede per vincere. Scusa se è poco. Vi dimenticate che non parliamo di un allenatore qualunque ma di Mourinho.

    • a me pare invece che queste foto con messaggi in codice nascosti, mou si diverta a mandarle a giornalisti e tifosi.

      ma vi pare possibile che professionisti come mou e i fredkin possano accettare di ridicolizzare comunicazioni importanti su affari da 60M€ ? io non ce li vedo.
      mi sembra più logico che ne parlino di persona, mail, telefono, messaggi, come seri professionisti in qualsiasi azienda seria che si rispetti.

      se è vero quanto ho ipotizzato sopra, allora se mou si sbilancia in quel modo, significa che l’affare morata Roma è concluso. morata sarà il prossimo attaccante della Roma.

      aggiungo pure che avrei preferito un profilo tipo scamacca, magari meno forte oggi di morata, ma molto più giovane e con margini di miglioramento infinitamente più ampi.

      ma mi fido di mou 💛♥️

    • Si con tutto il rispetto per Mourinho ora sta esagerando.
      È il suo ultimo anno con noi e sponsorizza l’acquisto di un giocatore di 31 anni.. che non è un campione assoluto che può garantirci la qualificazione Champions.
      Gia si potrebbe dire se la sua sponsorizzazione di Abraham dopo 2 anni di impiego (forse il più costoso acquisto dopo Shick) abbia reso in media il suo costo.. a me non pare.
      La Conference vale per noi tifosi ma a livello di entrate non mi sembra abbia migliorato i conti.
      Oggi all in su Morata di 31 e cediamo Faticanti 19 dopo aver ceduti Missori???
      E nel.frattempo Mou fa scattare il rinnovo a Belotti e Pinto rinnova a Kasdrop..
      Per questo era importante avere un Direttore sportivo, indipendente da Mou e da Pinto, cui affidare il mercato
      Ma niente Trigoria è lasciata così a navigare a vista in attes dello stadio..ma che ce frega tanto abbiamo José..

    • Ma perché invece di sponsorizzare Morata (ammesso che sia vero, vorrei sapere chi gliele dà certe informazioni ai giornalisti) no sponsorizza De Gea, svincolato dal MU, così ci liberiamo di Rui Patricio al cui confronto Lorieri era un fenomeno?

    • mi sto rompendo un pò los cojones:
      1) da una parte un’azienda gestita con i piedi, senza voce e senza un piano finanziario: costretti lavorare a 50 gradi, nessuno sponsor e chi lascia non paga il conto, nessun manager fra Mou e il resto del mondo, nessun peso politico in italia e fuori, o lo stadio o morte.
      2) poi c’è questo allenatore, che tira e serra le fila fino al limite. Senza di lui sarebbe anche peggio, ma questo allenatore, che chiede e che assembla giocatori anche ultratrentenni per ottenere il risultato se partisse, se mollasse…lascerebbe macerie!
      Vabbè che siete qui per fare ò busines, ma non pensate che siamo tutti farlocconi, quelli hanno già fatto la tessera o comprato i pop corn e sintonizzato il canale…!
      Forza Roma, sempre!

    • Un DS come lo intendi te non avrebbe fatto un mercato quest’anno imposto così (non sarebbero arrivati i vari Aouar, N’Dicka, Kristensen, e nemmeno Dybala, Matic l’anno precedente, questi sono venuti invogliati da Mou soprattutto), perché in verità come avrebbe potuto convincere Mou anche a chiamare dei giocatori che Mou non vuole? Semplicemente Mou vuole avere l’ultima parola in questione su un calciatore e questo fattore sarebbe una cosa che un DS tradizionale non potrebbe accettare perché significa che un calciatore che il DS vuole prendere, potrebbe essere bocciato mentre il DS come lo intendi te non vuole avere un allenatore come Mou che li mette il bastone tra le ruote, come anche il DS che quindi non può firmare mandati a vari intermediari e agenti amici suoi e garantirli pesanti commissioni ed affari a loro, di cui alcuni DS gonfiano certi ingaggi perché una parte di questi vengono rigirati a loro come anche una percentuale delle commissioni prese dai loro amici. Puoi fare quante plusvalenze vuoi ma così paghi tanti soldi in più sottobanco ed è ovvio che poi spunta una bella voragine. Se volete un DS così non potete avere un Mou che a differenza di diversi allenatori, non si accontenterebbe mai di una rosa costruita da un DS che non lo consulta e non lavori per farla con calciatori con caratteristiche precise che lui vuole. Mou con un DS che qualcuno vuole avrebbe lasciato la Roma dopo alcune settimane e si può criticare quanto si vuole ma Mou come dati di fatto è uno che ha vinto tantissimo, ha raggiunto due finali Europee di fila, risultato mai ottenuto da nessun allenatore della storia della Roma, risultati con un qualsiasi altro allenatore aziendalista sarebbe stato non possibile.
      Potrebbe al limite convivere con Mou un DS Operativo più diplomatico tipo Voeller o Zorc, gente di tutt’altro livello rispetto ai DS italiani, non interessati a mangiare e fare mangiare amici intermediari e agenti, che hanno fatto Scouting reale e scovato giocatori giovani per cifre basse (a zero ma anche spendendo €20.000, €50.000, ecc… per calciatori poi emersi in prima squadra a livello internazionale) ed a cui non interessa se il calciatore in questione è rappresentato dall’agente amico o da qualcuno del loro giro, che se non ha le caratteristiche giuste come richieste dall’allenatore, a loro non gliene frega niente di ingaggiare un calciatore che non rispecchi tali caratteristiche. Se volete lamentarvi che non vengono presi giovani di altissimo livello, manca un Capo Osservatore alla Ferreira e come scritto in passato, questa è la figura che forse ci manca perché chi lavora sotto questo aspetto per me è quello che ha sbagliato di brutto (voi date la colpa di Shomu e Vina a Pinto ma Pinto lavorava al Benfica mai scegliendo un calciatore ma chiedendo a Ferreira (e non Rui Costa) chi prendere, mentre a nessuno viene in mente che qui la colpa reale di questi due acquisti è stata una valutazione sbagliata del Capo Osservatore???) Questo nostro sistema alla portoghese ovviamente è molto “antipatico” per diversi agenti ed intermediari perché per loro ora mangiare sulla Roma è difficilissimo. Ovvio che gente simile che paga la stampa pure, loro preferiscono che Mou vada via e si torni ad un sistema con classico DS loro amico e compagno di merende con allenatore aziendalista.

    • il senso è che Mourinho vede in Morata il tandem ideale con Dybala in quelle 20 partite buone che ti gioca e lo vede come colui che puà sostituire Dybala quando Paulo non può giocare …. quiindi arriverà/rebbe anche un altra punta.. una prima punta

    • Se vuole Friedkin lo prende, però come dice l’ amico tonino cerezo : “Che senso ha, spendete tanti soldi per un trentenne…” questo è il problema di fondo…💛🧡❤️🏆🐺🐺🐺

    • Soldi non ce ne sono. Ma i giornalisti fanno la differenza. Su tutte le testate la Juve è attivissima sul mercato. Ah, prima deve vendere? Arthur lo ha dato in prestito, Chiesa non lo vogliono neanche gli arabi, Vlahovic gli hanno proposto prestito + diritto, Zakaria, chi? McKennie sul banco del pesce, in difesa sono a posto, rinnovo a Rugani.

    • perché invece di fare i commercialisti non fate i tifosi
      e non pensate ai soldi degli altri, se un giocatore lo vuole l’allenatore lo prendi e basta.
      Ma i soldi di Zaniolo Kluivert e Frattesi che fine hanno fatto?

    • che senso ha avuto per il Milan prendere Giroud? e per noi che senso ha avuto prendere Batistuta? Che senso aveva Dzeko all’Inter. Morata ha solo 30 anni e un giocatore integro e professionale e talentuoso come lui è può avere una carriera lunga. Non stiamo parlando di Ningollan che fumava e beveva e se ne fregava e giustamente oggi fa fatica a fare 5 metri in campo. Parliamo di un giovane serio nel pieno della maturità atletica capitano della Spagna che più volte ha salvato il C*lo alla Juve proprio con quel Dynala che vi ricordo avere anche lui 30 anni. c’è bisogno di aggiungere altro?

    • Romano e Romanista.. Il tifoso vorrebbe essere tifoso.. Vorrebbe parlare di calciatori.. Vorrebbe parlare di tattica.. Ma il calcio di oggi te lo permette???

      Vedi tu stesso nel tuo post, prima dici di fare i tifosi.. Poi ti chiedo che fine hanno fatto i soldi dei giocatori venduti.. Quindi in pratica vuoi sapere..

      Per riuscire a capire almeno un minimo il mercato, bisogna anche capire il calcio moderno.. I soldi dei giocatori venduti servivano a pareggiare i conti del bilancio.. Perché questo conta più di tutto il resto..

      Se pensavi che fossero finiti nelle tasche dei Friedklin direi che è una cosa che il presidente di un azienda calcistica non può fare..

      Ed inoltre.. Uno che ha 5 miliardi e che fattura 11 miliardi.. Cosa se ne dovrebbe fare di 10 milioncini?

      O si prova a stare al passo con un calcio che cambia, anche nei regolamenti.. Oppure non si può commentare il mercato..

      Forza Roma..

  1. Prendiamolo, non so come ma.prendiamolo. poi Lukaku in prestito e il centrocampista, Sabitzer? se Mou vuole lui, altri 15 milioni e si deve prendere..poi si venderà il vendibile con calma e sangue freddo. lo so che è un rischio, ma bisogna correrlo, solo così ci riprenderemo la Champion, troveremo altri sponsor e rivalutare giocatori che ad ora non vuole nessuno ma che sono forti. penso per esempio al Gallo, con Morata e Dybala a fianco, come può non segnare 15/18 gol?

    • È vero quello che dici, se non riesce nel buttarla dentro con loro…PORO GALLO…💛🧡❤️🏆🐺🐺🐺

    • rischi? ancora? ma non possiamo vivere sereni e tranquilli come il resto della serie A? e se Morata si fa il crociato? quando li recuperi tutti quei soldi? e se non andiamo in CL? e se i Friedkin si rompono di buttare soldi e ci mollano?
      il calcio è una cosa seria … non è il casinò dove vai all-in e incroci le dita

    • Voglio cambiare la macchina, non so come, ma voglio cambiarla. Oggi vado dalla concessionaria a proporre un prestito con diritto di riscatto. No, un prestito secco sarebbe meglio.

    • bravo, hai detto benissimo! e c’è pure chi va dietro a questi pseudoarticoli! decadenza allo stato puro, viste le fonti per il giornalismo sportivo non c’è speranza! wanna marchi e il mago otelma erano più attendibili!

  2. Mercoledì era il 19…..
    Il mago dei social l’avete costruito voi, con tutte queste dietrologie…
    Mou ha firmato per tre anni, da due scrivete che se ne và… che non parla con la società… che non è contento… siete sempre e continuate ad essere (provate..) destabilizzanti per l’ambiente Roma…
    Se a Mou non va bene, lui se ne va… l’ha fatto anche all’inde, ricordate..??
    Ah no se po’ dire questo..?? che dall’inde se n’è andò e che invece della Roma s’innamorò…???
    Ciaone…
    💪🧡❤️

    • Infatti se le cose non giravano come Mou voleva, se ne sarebbe andato da un pezzo. La stampa vuole poi fare passare come Mou e Pinto siano in pessimi rapporti, salvo poi vederli nelle partite della Primavera assieme che parlavano sorridenti e che hanno due uffici sul piano rialzato a Trigoria comunicanti, come anche con i Friedkin stessi, dove però per la stampa ovviamente, salire lassù e venire a sapere da altri di cosa parlano e discutono i Friedkin, Mou e Pinto, risulta impossibile saperlo e nessuno di loro è interessato a fare sapere qualcosa, e loro avranno fatto tante riunioni su quel piano alto, solo che di quello che viene discusso a noi non ci è dato sapere. Se qualche spiffero uscisse fuori, daremo modo ad altri club rivali di inserirsi per qualche nostro obiettivo di mercato tipo un Aouar, N’Dicka, si è agito con massima discrezione per chiudere questi affari in forte anticipo. Io penso che una trattativa importante stia in piedi, perché altrimenti Mou è sempre stato polemico sul mercato durante la sua carriera, ma ad oggi sembra stia abbastanza sereno e tranquillo, perché lui ovviamente sa come le cose stanno procedendo, e che stiamo trattando i calciatori che vuole lui.

    • se ne andò dall’Inter per andare al Real

      adesso lo cercano solo l’Al shabab e l”al ittihad

    • quello è un orologio non un calendario. Li vedi i due puntini (separatori tra ore e minuti) dopo il numero 9?

  3. mi dispiace…. ma prima di Mou (che letteralmente AMO) viene la Roma, vengono i bilanci, vengono gli investimenti con una logica, viene un futuro sereno e senza dover a giugno prossimo vendere 2-3 titolari per rientrare dei paletti (dal momento che non è che abbiamo 2-3 giovani all’anno con cui fare cassa….e pure ci fossero sarebbe sbagliato svenderli per il FFP) e soprattutto non possiamo avere solo groppone uno con quello stipendio fino a 35 anni e oltretutto pagandolo circa 15 milioni…. semplicemente non si può, cercasse qualcun’altro, giocasse con i social con altri giocatori, ma se ci deve essere un investimento del genere sia fatto verso dei giovani o comunque non siano a fondo perduto. Non esiste solo Morata!

  4. Se Friedkin non vuole tirare fuori i soldi come lo compri Morata? Ha 30 anni e non ha mai segnato tanto e perlopiú costa tantissimo. Ma possibile che non ci sía un’alternativa a Morata o Scamacca? Nessuno parla di un portiere, ma se Rui si infortuna chi mettono Svilar? Sempre la stessa música ,ci vuole un DS che sappia di calcio e no un ragioniere!

    • Ci fosse una volta, non dico tante, ma una, che commentassi una notizia in maniera propositiva. Ancora con questa storia di tirare fuori i soldi, mi sembri come i bambini che puntano i piedi e non vogliono capire…e purtroppo per te mi pare che l’età dell’infanzia l’hai abbandonata da un pezzo

    • Sommer a 6 milioni….. signor portiere, ancora molto buono per tanti anni, un pararigori….

    • Sommer ha 34 anni e compirà a Dicembre 35 anni, è solo tipo 2 mesi più giovane di Rui Patricio che molti si lamentano sia vecchio. Non direi buono per tanti anni, forse al limite ne ha uno buono ed è già in fase calante e spendere anche qualche milione per un portiere così vecchio, di sicuro vorrà anche un contratto non da poco come anche un contratto minimo di 2 stagioni, non ha senso. Capisco un portiere più giovane ma non Sommer. Lasciamo i giocatori vecchi alla pensione Inda… anzi visto che cercano un portiere ed un attaccante, abbiamo Rui Patricio e Belotti, grandissimo affare, tutti e due per soli €10M e se aggiungono qualche milioncino, lo so che è troppo acerbo per i loro gusti ma abbiamo Villar che comunque ha il passo e la velocità di un calciatore più maturo. XD

    • ad Alfredo, prova a vedere tu le cose in maniera oggettiva. Chi ha sforato, è stato radiato? Ha pagato esosissime ammende? Ha avuto penalizzazioni? Non ha potuto rafforzarsi? Ha invece vinto scudo o coppe? Ha potuto operare sul mercato, rafforzarsi, essere competitivo e giocare la prossima champions?
      Ora se il dubbio ti assale, prova a googlare. Perderai forse 10 minuti del tuo tempo, aumenterai il tuo bagaglio di conoscenze e posterai le tue considerazioni, alcuni altri le loro, ma la verità in tasca non ce l’ha nessuno, neppure tu. Questa dirigenza ha fatto una scelta e la controprova certa non esiste, esistono solo analisi e considerazioni soggettive su fatti oggetivi. I fatti oggettivi te li ho citati all’inizio di questo commento.
      Qualcosa potrebbero dirci i Friedkin, ma di loro non si conosce neppure la voce…tira tu la somma.
      Forza Roma, sempre!

    • “…ma la verità in tasca non ce l’ha nessuno, neppure tu…”
      E questa E’ la verità (di fred, of course)

    • a stingray, forse il caldo non ti fa ragionare, oppure non mi sono spiegato bene ma se rileggi ho scritto: « ci sono dati oggettivi, sui quali ognuno può farsi la propria opinione..; capisci? ce la fai? su dai…
      Forza Roma, sempre!

  5. solite solfe ogni anno. Fossi in mourinho mi dimetterei….manca meno di un mese e siamo senza regista e senza attaccanti! Con chi pensano di segnare con belotti? ahhhh Pinto Pinto

    • Se si dimette Mou perché a fine Luglio non ha la rosa completa, non voglio immaginare gli altri allenatori delle altre big che debbono fare…

    • Impossibile per chiunque avere la rosa completa a fine Luglio, non ci riesce qui nessuno, mica solo noi, il mercato chiude alle ore 23 del 1 Settembre. Al limite qualche società annuncerà che il loro mercato è chiuso negli ultimi giorni di Agosto ma nessuno che a fine Luglio hanno fatto tutto. Per i giocatori che abbiamo, molti saranno ceduti o andranno in prestito nel mese di Agosto, qualcuno negli ultimi giorni di mercato. È sempre stato così per tutti, tutti i club che soprattutto perfezionavano delle cessioni a cifre ribassate o che si aprivano anche a formule di prestiti con diritti di riscatto che prima non accettavano per mancanza di tempo e di opzioni. Non abbiamo calciatori in rosa che al momento potrebbero essere delle priorità di mercato in entrata per tanti club.
      In questo momento senza la cessione di qualche giocatore, non possiamo fare mercato almeno di qualche parametro zero ma dovendo comunque per fare entrare qualcuno, mandare anche in prestito qualcuno fuori.

  6. Se in questo momento la scelta è tra Scamacca e Morata col primo preferito dalla società e il secondo dal tecnico, anch’io ragionerei come la società perché segue criteri logici. E non perché è in ballo un giocatore che mi piace da tempo come Gianluca: direi lo stesso per qualsiasi giovane che in serie A ha già giocato e che ha una media goal di tutto rispetto.
    Infatti Pinto con Scamacca sceglierebbe un giocatore 7 anni più giovane e che in serie A ha dimostrato di poter segnare più dello spagnolo (1 goal ogni 146’ Scamacca contro
    1 goal ogni 202’ Morata). Poi nessuno può sapere quale campionato potrebbero fare i due e magari con Mou Morata diventerebbe capocannoniere mentre Scamacca rimarrebbe a secco stile Belotti.
    Quello che è certo è che accontentare il tecnico significa fare un investimento a perdere, molto oneroso e rischioso, una sorta di atto di fede.
    Sapendo anche che Mou non è infallibile.
    Perché diciamocelo, con i soldi di Rui Patricio potevamo prendere un portiere che non durasse solo 2 anni (al sottoscritto il portoghese appare in netto calo).
    E con 40 ml potevamo sicuramente prendere un centravanti più forte di Abraham. Senza contare la meteora Maitland Niles, la rinuncia a Koopmeiners per inseguire Xhaka, la rinuncia a Dzeko.
    Insomma grande tecnico, ma non certo infallibile nelle scelte per una certa tendenza a prendere giocatori a lui noti e di esperienza.
    Il quesito è semplice ma non la risposta e se fossi nei Friedkin, pur pensandola come loro, sarei ora in grandissima difficoltà.
    È giusto fare uno sforzo importante da un punto di vista economico in un ruolo fondamentale come il centravanti, pur di accontentare un tecnico vincente come Mou, che magari ti ha fatto sinora solo questa richiesta specifica?
    Ecco credo che se economicamente sostenibile, i Friedkin purtroppo dovrebbero farlo: non ha senso prendere un tecnico come Mou se poi nelle scelte decisive non lo si accontenta.

    • Credo che dipenda molto da che genere di prospettive i Friedkin abbiano con Mou. La chiave per capire come muoversi in questi casi (ammesso che le notizie che arrivano sulle presunte preferenze di Mou siano vere) è se I friedkin siano convinti o meno di proseguire con Mou (e viceversa). Se così non fosse, direi che la linea societaria deve prevalere, altrimenti sono d’accordo con te.
      Ma ripeto, siamo sicuri che ce la stiano raccontando giusta?

    • Belle domande Vegemite.
      Condivido che anche Mou abbia commesso molti errori nel mercato, ma i suoi errori vengono sempre dopo quelli commessi da chi lo ha scelto.
      Potevi puntare 3 anni fa su un progetto giovani avendo la buona base della primavera e con un allenatore in grado di farli crescere (Sarri).
      Pero’ non avresti avuto i sold out e dopo aver speso poco per un DG di grido ti serviva qualcuno in grado di sollecitare i tifosi.
      Allora hai preso Mou promettendogli un budget minimo ed un progetto di crescita.. peccato che il DG scelto ti abbia sbagliato il primo mercato e poi è arrivata la Uefa (con la quale in realtà stavi già trattando da tempo avendo acquisito una società piena di debito) ed hai chiuso anche quel piccolo serbatoio che avevi promesso (7 mln spesi l’anno scorso, 0 quelli di quest’anno).
      Solo svincolati..che magari chiediamocelo ogni tanto perché sono svincolati.. problemi fisici, caratteriali, età, costo stipendio, ecc.
      Scamacca non mi convince, preferisco un usato sicuro come Nzola o Dia ma chiaro che se hai zero euro per acquistare cartellini e non riesci a vendere nessuno.. alla fine se ti arriva in prestito con diritto di riscatto va benissimo.

    • Certo Asterix.
      Ricordiamocelo sempre che la scelta di Mou da parte dei Friedkin fu figlia del 7 posto di Fonseca e relativa contestazione dei tifosi.
      Mou è stato ed è tuttora l’ombrello dove si è riparata la proprietà scottata dal fallimento di Fonseca e dove successivamente si è riparato anche Pinto dopo il mercato disastroso dell’estate 2021.

  7. siamo in alto mare purtroppo.

    Manca il centravanti titolare ma manca anche il portiere “potenzialmente” titolare perchè è passato in sordina che Rui le gioca TUTTE da 2 anni e nel frattempo ha 35 anni, e siamo l’unica squadra che io ricordi senza un secondo portiere pronto, perchè Svilar non si sa cosa sia finchè non gioca un campionato intero, cosa che non ha mai fatto in carriera.

    ❤️🧡💛

  8. Mourinho vuole giocatori esperti non vuole promesse o diamanti da sgrezzare. Gli compri un giovane dalle belle speranze lui per ripicca lo mette in panchina. Quindi se vogliamo Mourinho, Questi sono i tipi di giocatori che dobbiamo acquistare

    • Felix, panchina. Zalewski pure. Bove, non ne parliamo. Ibanez (24 anni, 22 all’arrivo di Mou), il campo non lo ha visto mai. Eh, già!

    • Ah perchè c’è pure qualche allenatore che se gli dai i giocatori esperti vuole le promesse?
      Non lo sapevo.
      Mourinho vuole i giocatori forti, dell’età se ne sbatte. All’ Inter preferì per scelta tecnica Santon e Adriano 18enni a fior di campioni.

    • Mourinho come tutti gli allenatori semplicemente vuole giocatori ADATTI AI SUOI SCHEMI DI GIOCO non esperti, o giovani per forza

  9. Io mi faccio delle domande chi si occupa nella società di acquisizioni tipo sponsor ecc ecc non abbiamo uno straccio di SPONSOR ne il MAIN SPONSOR CHE LO SPONSOR SULLA MANICA E VIA DICENDO abbiamo cambiato sponsor tecnico vai ai Roma store per comprare la maglia di allenamento i calzoncini sempre di allenamento e non ci sono neanche nel sito ufficiale della as Roma ma come si fa io sono uno che compra tutto della magica e faccio il raffronto con NB dello scorso anno in questo periodo trovavi tutto invece adesso no ci sarà qualcuno in società che si occupa di queste cose o siamo una società all’acqua di rose non ci posso credere

  10. ….non voglio pensare che il mercato della Roma sia questo…non ha una logica, non c’e’ un discorso tattico alle spalle, non penso sia possibile che Mourinho e Pinto facciano il mercato con le figurine Panini degli svincolati e fine…..c’era da sistemare la porta, non c’erano soldi da investire per un numero uno di prospettiva? Bene ma Handanovic svincolato si doveva prendere al volo, ok la difesa ma non e’ che abbiano inventato nulla, tutti confermati con l’arrivo di N’Dicka. A centrocampo serve un regista o un giocatore box to box alla Frattesi, mai arrivato, hanno preso Aouar che speriamo faccia i ba.bini coi baffi ma sulla carta e’ un clone di Pellegrini almeno come caratteristiche. In avanti serviva l’investimento, non posso credere che il grande lavoro di scouting sia correre dietro a Morata. son finiti i giocatori in Argentina o Brasile? Son finiti i giocatori nel resto del mondo? Possibile non ci sia un Abraham o qualcosa di meglio su cui investire…..non mi sembra un fenomeno ma Retegui si poteva prendere visto che e’ finito al Genoa tanto per fare un esempio.

    • A me sembra un mercato che riflette perfettamente i suoi interpreti, se poi qualcuno si era fatto e continua a farsi illusioni sui due personaggi che guidano la Roma tra mercato e panchina, allora è un problema suo. Del resto foderarsi occhi e orecchie con belle fette di prosciutto da queste parti pare sia molto di moda..

  11. Siamo arrivati al terzo anno dell’era Mou e ancora ci giriamo intorno; se prendi Mou devi prendere i calciatori che ti chiede, poi lui porterà sulle spalle la responsabilità dei trionfi o dei fallimenti. Sennò chiami Colantuono o Serse Cosmi e tiri avanti così. Continuo a pensare che Friedkin abbia fatto come quei giovanotti che comprano a rate la Ferrari e poi non hanno i soldi per metterci la benzina. Tanto ci pensa Pinto a buttare milioni di euro per pippe come Vina e Shomurodov!

    • Beh, ma tra il passare da Mourinho a Colantuono/Cosmi, potremo anche sperare in qualcosa di meglio o no?

  12. Anche per me l investimento è sbagliato ma se ci pensate è il centravanti che serve a questa squadra per come gioca , lancio fa salire la squadra , tiene palla apre i spazi per i compagni ecc ecc è una specie di zheko se ci pensate ed è quello che serve poi ci si puo accontentare di scamacca ma io mi fido di Mou .

  13. Ma sai…. Mourinho ha voluto Gini, Belotti e Celik nell’ultimo mercato e sappiamo come è andata…. boh… se poi pensiamo anche a Tammy un altro che di goal nell’ultimo campionato ne ha fatti veramente pochi, ho il dubbio che lo special one metta giocatori in campo con idee a caso nella speranza che qualcuno segni… sulle scelte sue personali poi sono molto dubbioso.

  14. cmq consentitemi un ragionamento.. a Roma si vive troppo di idolatria anche da parte della stampa non solo dei tifosi! ora è il tempo di Mourinho.. prima di Totti! dobbiamo sempre attaccarci ad un totem.. l attenzione è solo su di lui… si parla altro che di lui.. foto… articoli anche banali come questo (anche x Totti era lo stesso). tottismo… mourinihismo.. e quasi quasi chi se ne frega dei risultati del club! tanto abbiamo il totem… magari il fatto che la proprietà non investe un euro aldilà del fpp è dato proprio da questo… e cioè il constatare che basta prendere una persona che a Roma viene considerata un idolo.. x avere risultati equivalenti ad aver creato una corazzata vincente.. sold out allo stadio.. abbonamenti tv al max. entusiasmo qualunque sia il risultato ecc… tutto bello e facente parte di un calcio romantico che però di sicuro alla lunga non porta a costruire niente di vincente.

  15. Il mercato della Roma è impantanato.A differenza di inter milan o napoli,la Roma non un solo giocatore da vendere …e vendere bene… con cui tappare i buchi della sua formazione.
    Non ha un Tonali,non ha un Onana,non ha un Kim.
    Personalmente rimpiango i tempi delle plusvalenze pallottiane,contestate da tutti gli Abbocconi ch3e adess si trovano a fare i conti della serva per vedere se si riesce a rimediare qualche attaccante in grado di far gol. magari avessimo adesso un Lamela,un Alisson,un Salah e tanti altri appresso a loro. Al momento attuale qualche piccolo obolo si rimedia solo con la dismissione dei giovani scovati da Bruno Conti.
    Ma tranquilli,fra poco arriverà l ‘annuncio ad orologeria dello Stadio e si farà festa con quello.

    • Zenone questo è quello che succede quando non c’è un progetto sportivo.
      Se c’è un progetto sportivo, se metti su una squadra di dirigenti, scout ed osservatori competenti poi puoi scovare gli Allison, i Pjanic, i Marquinos con i quali fare mercato.
      Se poi fai anche una squadra B i campioncini te li fai in casa.
      A parte Pinto e qualche scout non mi sembra sia arrivato nessun altro.
      Anzi io vedo gente che va via, da De Sanctis ed ora pure Vergine.
      L’unico progetto che vedo è portare i ragazzini in prima squadra, metterli in vetrina per venderli poi al miglior offerente.
      Io vedo piuttosto un progetto imprenditoriale che punta allo stadio ma non ho mai visto una progettualità sportiva a parte quella sbandierata all’inizio e mai realizzata: il famoso progetto a medio-lungo termine.
      D’altronde credo che la nostra sia forse l’unica proprietà che si è insediata senza portarsi dietro qualcuno.
      Al sottoscritto è sembrato da subito anormale aver acquisito un club senza insediare dirigenti di fiducia lasciando addirittura il mercato nelle mani di uno che non aveva alba di cosa fosse e che ha poi passato il testimone ad uno che l’aveva fatto sempre in collaborazione con un DS e mai da solo.
      Sarò sempre riconoscente verso i Friedkin per averci salvato in un momento di crisi internazionale legata al Covid e per essere imprenditori seri e responsabili.
      Ma serietà e responsabilità non sempre sono sinonimo di scelte giuste.
      Se vogliamo fare un’analisi molto cruda l’unica mossa giusta dei Friedkin è stata la scelta di Mourinho.
      Una scelta che ha portato una vittoria e coagulato una tifoseria allo sbando orfana dei suoi uomini simbolo (Totti e DDR), attorno ad un condottiero come Mou.
      Alla fine i nodi vengono sempre al pettine.

    • E mica è una cosa di poco conto lo Stadio, e dai tempi di Viola che ci proviamo ad averne uno nostro di proprietà ma fino ad oggi niente. Abbiamo un fatturato che è più basso delle strisciate e non abbiamo una tifoseria così numerosa a livello demografico che può portarci sponsor che vadano a considerarci una società calcistica di livello global purtroppo. Qualche errore è stato fatto si, ma le cose nel mondo reale non si risolvono come per magia in poco tempo, ci vogliono anni ed i Friedkin sono grato per non averci fatto fallire perché loro i soldi loro ce li mettono per coprire le perdite tutt’oggi. Certo Shomu e Vina sono stati sbagli ma tutti gli altri calciatori in rosa, tipo un Pastore, Diawara, Bianda, Coric, Villar, Kumbulla, Karsdorp, Kluivert, Santon, Olsen, Fuzato, Fazio, Perez, ecc… calciatori impossibili da cedere e nemmeno pensabile che possano anche essere ceduti ad una valutazione che eguagliava minimamente la cifra delle loro acquisizioni (perché se qualcuno lavorava bene in passato, avevamo calciatori che dalle loro cessioni mica dovevamo calcolare il loro ammortamento). Per me lo scouting è sempre stato scarso (se mi dite Salah o Benatia, erano calciatori che avevano già fatto bene con altre squadre come Fiorentina su cui ci siamo inseriti in una trattativa dei viola e l’altro aveva giocato bene con l’Udinese). Francamente non vedo nessun giovane anche straniero pagato tipo €50.000 che poi si emerso negli anni in prima squadra eppoi rivenduto come un calciatore di livello A++ (dai €50M in su), cosa che i club con Scouting di alto livello, non ne realizzano una sola di operazioni di questo tipo in 20 anni ma almeno una ventina e da lì fanno poi mercato. Quindi se volete un vero progetto sui giovani ci vogliono anche anni e anni per ottenere dei risultati tangibili cosa pensate? Questo è vero talent scouting, scovarli da giovanissimi e prenderli per veramente poco e quindi se mi dite di DS o altro, questi risultati così non li ha ottenuto nessuno in Italia quindi posso essere d’accordo per tipo Voeller o Zorc che questo tipo di lavoro per far fare un salto qualitativo enorme puntando sui giovani, serve gente così che intanto ti rispetta un budget, non sono figure invasive per un TOP allenatore, sono più abili e agiscono su un mercato globale, a loro va semplicemente data “carta bianca” ma solo con un budget residuo per calciatori giovanissimi dove li loro possono pure scommetterci su.
      Io non ho mai percepito vero scouting da noi per farvi capire quasi mai, e qualche eccezione c’è stata ma per merito del coraggio di qualche collaboratore tecnico che ricoprivano ruoli minori, mai veramente dei passati sedicenti DS che abbiamo avuti e nemmeno Pinto può fare questo ovviamente.

  16. Vendi belotti e prendi in prestito scamacca, wahi per completare il reparto d’attacco sperando che si risolve la questione goal. Manca un terzino sinistro e un mediano. Davies e Mc tominay. Se poi l’atletico vuole fare uno scambio ibanez per joao felix sarei più che felice un giocatore super che sa ricoprire più ruoli e con Mourinho può esplodere. Vendi zalewski, karsdrop e spinazzola.
    4-3-3
    Rui patricio
    Celik- smalling- ndicka- davies
    Mc tominay- aouar- Pellegrini o Matic
    Dybala- Wahi- joao felix
    Penso che siamo più che competitivi così per tutte le competizioni. Ovviamente è una mia opinione.

  17. Il prossimo anno (2023-2024), che inizierà fra poco, la Roma sarà sicuramente migliore e più forte dello scorso anno; non so se le altre saranno migliorate, ho dei dubbi ma lo scopriremo giocando. Forza Roma!

  18. Magari il boomer Dan non lo farebbe, ma il giovane Ryan potrebbe mandare anche lui un messaggio Instagram…tipo…che ne so…la faccia incazzata di Ceferin… oppure un portafoglio vuoto. Capisco che siamo nell’era social, ma quanto sarebbe triste e ridicolo se un dipendente e il suo datore di lavoro dovessero realmente comunicare con questi mezzucci? Meglio, molto meglio sperare e credere che si tratti di un gioco della stampa che deve comunque destare interesse. Altrimenti ci sarebbe da ridere, se non da piangere…

    • A me pare Mourinho si diverta molto a distrarre la stampa. Vedendo video e immagini di questi giorni non mi sembra una persona scontenta.

  19. Er ghiacciolo a la mora!? Ma da quanno? Menta, arancio, limone, amarena e pesca…a la mora nun l’ho mai sentito
    Questi pur de scrive du’ cassate, se ne inventano poche…er ghiacciolo a la pasta e faciòli, ar minestrone, a la zuppa de pesce…

  20. Sì sono persi un indizio i giornalisti: Mourinho ha obbligato la Roma a fare la maglietta giallorossa così a Morata ricorda la Spagna e viene da noi…
    Ma che è ???

  21. Eppoi da tutti questi indizi, se si vuole considerare tali, Mou ultimamente dava come dei suggerimenti che qualcosa era già stato definito (es. la foto con gli agenti di N’Dicka con la scritta lavori in corso, significava che probabilmente avevano raggiunto un accordo e chiuso per il giocatore). Mou non manda nessun messaggio criptico ai Friedkin, più che l’altro lui fa fatica a mantenere il riserbo e farci capire che per Morata è già tutto fatto. La formula potrebbe essere tutt’altra di come paventato dagli scribbachini, e se ipotizziamo risultasse essere una formula tipo un prestito oneroso tipo €3M con obbligo di riscatto a fine stagione che scatta con la qualificazione in Champions League forse anche a €12M e con ingaggio sui €4M più premi a secondo delle prestazioni che possono fare salire fino a €5,5M per 3 anni, ma per annunciare Morata serve qualcuno che va fuori e potrebbe forse anche bastare un Shomu al Cagliari (e penso che tutti speravano nella trattativa Shomu al Galatasaray che era forse il piano B dei turchi nel caso Icardi non fosse stato possibile riscattarlo). Se uscisse (e dico se), una operazione su Morata con queste modalità, sarebbe l’ennesima figura di letame da parte di una stampa sempre più carta straccia. Aspettiamo di vedere quello che succede perché tanto molti hanno capito che gli scribbachini sanno le cose più o meno come noi ma devono inventarsi qualcosa per catturare click e visualizzazioni. XD

  22. Eppoi invece devo ammettere che un progetto sportivo sembra esserci ma sfugge a troppe persone, di cui l’ultimo tassello è stato l’Hull City (progetto tecnico che prevederebbe delle operazioni di scambio di prestiti o acquisizioni a nostro vantaggio ma anche altro). Abbiamo ad oggi chiuso partnership con il Nagoya Grampus (diffusione del brand AS Roma e club sotto l’egida di Toyota), l’Hajduk Split (collaborazione tecnica e prelazione sui giovani), ed acquisito il Cannes, oltre alla trattativa per il Kortrijk dello scorso anno. Le partnership sono molto diverse ma il tutto è incentrato su un club di punta, la Roma che intende in parte seguire un po’ le orme del “City Group” (Manchester City il club di punta). Se i Friedkin acquistassero un club belga di prima divisione, allora una Roma U23 non sarebbe necessaria come cosa (li puoi anche acquisire extracomunitari senza limiti che dopo 3 anni possono acquisire passaporto belga). Io lo vedo un progetto sportivo ed una loro forte ambizione nel costruire un Group calcistico, però penso che dovrebbero solamente fare uno sforzo per prendersi uno dei migliori Capo Osservatori a livello internazionale (tipo Ferreira) ed in questo caso un anche un AD che operi come un DS Operativo ma con una visione più globalizzata tipo Voeller o Zorc (Voeller purtroppo non è disponibile ma Zorc che è il fautore di quella macchina sforna-talenti come il Borussia Dortmund che Ryan Friedkin diceva era il modello di club a cui si ispira, allora prendi Zorc per il Friedkin Football Group e fallo lavorare per costruire le basi e farci diventare un TOP club di livello mondiale).
    Zorc ha saputo lavorare quando il Dortmund era in una situazione finanziaria disastrosa vicino al fallimento, ma che è riuscito a rifondare e costruire poi quello che poi è stato il modello di un club formato da tantissimi giovani di talento assoluto, talenti di un livello a cui non ci avviciniamo neanche e che anche a 17-19 anni di eta, debuttano anche in Champions League facendo partite da MOTM (migliore giocatore in campo ai massimi livelli delle competizioni continentali).
    Io quindi lo vedo un progetto sportivo ed una visione ma per realizzarla serve una figura molto forte, esperta, e non un professionista qualunque ma un dirigente che ha ottenuto in passato risultati tangibili ai massimi livelli, che abbia una network propria di livello mondiale, che ha preso giovani super sconosciuti presi per pochissimo (e dico sotto anche i €100.000) e rivenduti con valutazioni da A+++ (€100M ed oltre), che segue e cerca di accontentare il proprio allenatore, non è una figura invasiva, e non si fa mettere i piedi in testa da nessuna agenzia, agente o intermediario, lavorando negli interessi del club soltanto. Tutte queste cose le potrebbero fare Zorc o un Voeller, non solo per la Roma ma per fare crescere l’intero progetto di un Football Group di livello internazionale.

    • Ho letto Saverio i tuoi post sull’argomento “progetto sportivo” e mi dispiace ma non condivido molte delle tue riflessioni 😉
      Ne abbiamo già parlato in passato e ricordo che tu pur essendo molto più ottimista del sottoscritto in merito alle capacità della nostra dirigenza sportiva, concordavi comunque con me sul fatto che in società mancasse un uomo di campo in Dirigenza, con competenze da DS, tipo Voeller, in grado di coadiuvare il lavoro di Pinto.
      Per me invece non manca solo quella figura.
      Manca tanto, tantissimo altro.
      Da un dirigente come Pinto che ha scalato i vertici del Benfica grazie alle sue idee sui vivai dei lusitani mi sarei aspettato come minimo una riorganizzazione del nostro settore giovanile. Mi sarei aspettato una valorizzazione dei nostri talenti attraverso la creazione di un’Under 23 e non un sistematico utilizzo degli stessi come salvadanaio. Mi sarei aspettato si circondasse di dirigenti esperti, consiglieri, scouts, osservatori: invece nulla.
      Uomo solo al comando, come lo sono stati prima di lui Sabatini, Monchi e Petrachi.
      Eppure non bisogna inventarsi nulla.
      Basta prendere ad esempio quello che fa un top team a caso di Premier, Liga e Bundesliga e copiarlo di sana pianta: semplice.
      I Friedkin si accorgerebbero che ognuno di quei club stipendia parecchi professionisti tra Dirigenti, Scouts, Osservatori, in team sportivi composti da decine di persone che lavorano in varie parti del mondo.
      La Roma non può avere una organizzazione che dipende dall’allenatore di turno.
      La sua organizzazione sportiva deve lavorare in maniera autonoma dall’allenatore.
      Dal momento che non credo alle partnership, perché ogni club fa i propri interessi, non i nostri, l’unica soluzione è la creazione di un’Under 23.
      La Roma B verrebbe alimentata da acquisizioni di talenti di 15-16-17-18 anni suggerite da scouts ed osservatori o per giocare direttamente nell’under o solo dopo un periodo di uno/due anni in Primavera.
      La Roma B giocherebbe con lo stesso modulo della prima squadra in modo tale da favorire di volta in volta l’inserimento dei ragazzi nella Roma A.
      Se intanto si iniziasse dalla creazione di un’Under 23 allora mi sentirei di riconoscere che c’è un progetto sportivo.
      Ora come ora con mercati basati su free agents, su prestiti e su indicazioni dell’allenatore, direi che si naviga a vista.
      Un caro saluto 👋

    • Io non sono sfavorevole verso una Roma U23 affatto, ma se prendi un club di una prima divisione Europea, allora puoi passare ad un modello superiore tipo come ha fatto il gruppo Red Bull (Salisburgo squadra B e Lipsia squadra A). Per me questo sarebbe anche meglio dell’U23 ma se si potesse fare tutte e due le cose, sia club satellite in una prima divisione Europea minore tipo in Belgio e Roma U23, la cosa va anche meglio ma mi pare che i Friedkin avevano perlomeno un interesse di prelevare un club della prima divisione belga.
      Poi come scritto più volte si servono più dirigenti ma servono anche di più su altre categorie per fare crescere il club e quindi un Capo Osservatore tra i migliori (Ferreira e lasci a lui rifondare e migliorare il reparto scouting) ed un DS Operativo con più competenze (Voeller o Zorc) ma secondo me bisogna anche congeniarsi a potenziarsi anche verso quei mercati esteri che oggi non puoi ignorare perché la maggior parte degli sponsor ma anche per crescere a livello demografico come tifosi, ci serve entrare con forza su quei mercati per aumentare il nostro livello di tifosi anche in quei paesi, attirare dei TOP sponsor ed aumentare i nostri introiti, cosa su cui perdiamo di brutto in confronto alle milanesi.
      Ci serve secondo me un dirigente forse anche di nazionalità nipponica internazionale, che vada lui/lei con forza e peso ad interfacciarsi con quella realtà (perché ho compreso che ai livelli più alti in quelle culture, ci arrivano solo persone di quella nazionalità e non straniere) e dare a questa persona il peso di tutte le operazioni commerciali ma anche di sponsorship e marketing. Per questo serve uno o più osservatori specializzati su quell’area geografica pure, perché senza calciatore testimonial asiatico, in questo nostro specifico caso nipponico, siamo solo uno dei tanti club stranieri che cercano di fare breccia in quel mercato (seguire esempio Celtic, ma anche Dortmund con Zorc in passato l’ha fatto con Kagawa e due sudcoreani, Voeller con il Bayer con il sudcoreano SON, gente che ha portato vari sponsor a quei club ed introiti commerciali). Va quindi potenziata si ma questo reparto perché può aumentare di brutto i nostri ricavi che altrimenti, dobbiamo attendere lo stadio per fare una reale svolta in termini di introiti.
      Per me venga un Kamada, Endo, Ito, Doan, Handa, HWANG, PAIK, ecc…, calciatori validi che possono aumentare il nostro potere mediatico in quei paesi asiatici ed aumentare i nostri ricavi. Questo quello che per me ora urge di fare più in fretta.

    • Per farti capire meglio come la vedo io visto che in Germania e Spagna hanno come anche le formazioni B e C. Io vorrei un modello superiore tipo questo:
      1. AS Roma (squadra A): formata dai migliori giocatori e quelli poi promossi dalla squadra B.
      2. Club belga 1a divisione (squadra B): formata dai migliori giovani della squadra C, giovani stranieri di gran potenziale (soprattutto se extracomunitari da fare risiedere per 3 stagioni per acquisire passaporto comunitario).
      3. AS Roma U23 (squadra C): formata dai calciatori che diventano fuoriquota dopo la Primavera (possibilità di testarli per 1 anno con opzione di rinnovo per 1-2 anni), alcuni dei migliori elementi della Primavera.
      Per me serve questo per migliorare e fare un salto qualitativo superiore, io l’ho scritto già così più volte in passato, per me la U23 serve ma come squadra C e non B.

    • Insomma mi sembra che allora anche tu concordi che mancano ancora tantissime cose da fare! 😎

    • Io penso che in Italia si sia fatto sempre troppo poco a livello giovanile perché in altri campionati un ragazzo di 20 anni può avere già alle spalle 4 stagioni già da professionista, due giocate pure tra squadre C e B, poi le ultime due nella squadra a in massima divisione ed anche una decina di presenze nelle massime competizioni di club a livello Europeo. Se un giovane a quell’età non sta già giocando a certi livelli, non dico nei colossi europei ma i. club comunque di campionati di un certo livello, difficilmente riuscirà a diventare un top giocatore in futuro. Per questo per me per quello che si fa in Italia, è tutto abbastanza insufficiente per crescere dei futuri campioni che poi possano svilupparsi in calciatori A++ ma anche A+++. Un sistema ispirato ad un modello squadra A, B e C come scritto sopra, porterebbe a generare in futuro alcuni campioni ma anche dare opportunità ad altri, di potersi sviluppare e crescere gradualmente nel diventare dei potenziali TOP, che possano arrivare molto più pronti nella squadra A. Qui però il discorso è molto più esteso perché la chiave diventano anche avere dei preparatori e degli allenatori specializzati nei diversi ruoli per le due squadre più giovani (B e C), e qui devi pescare però soprattutto dall’estero perché come mi ha detto uno degli allenatori a livello giovanile più vincenti nella sua categoria in Italia, qui sbagliamo molto approccio e se nascono pochi campioni al giorno d’oggi, si è pensato con il tempo a snaturare certi rudimenti e regole della formazione calcistica che erano importanti, come alcuni ruoli che sono scomparsi qui con il tempo e che oggi trovi queste persone solo in quei paesi che stanno emergendo con più talenti a livello giovanile. Mi ha detto qui bisogna solo pregare di fare meno danni possibili quando cresci un giovane.
      Quindi per me se si punta sui giovani e si vuole diventare come un Borussia Dortmund, a me non frega niente di fare poco meglio degli altri, per me ci tocca fare molto di più in questo senso.
      Come anche se vogliamo Toyota più coinvolta ed attirare più sponsor giapponesi e tifosi, allora senza indugi fare di tutto per prenderci Kamada, ma anche un’altro asiatico con lui, ed ingaggiare nel frattempo il migliore manager nipponico a livello sportivo abile negli affari, la comunicazione e marketing che ci sia ed aprire una sede ufficiale in Giappone. Con le mosse mordi e fuggi tipo un solo Tour, è un buon primo step ma ottieni poco. Prenditi due nipponici, anche uno per la prima squadra ed uno giovane per la Primavera, basta che giochino spesso titolari ed utili per la squadra e porta avanti un progetto basato su di loro. Vedrete che dopo 1 solo anno, il valore del brand sarà aumentato anche del doppio, con molti più sponsor giapponesi che sono interessati, merchandising di cui le maglie ed altri di Kamada e quell’altro giovane, vendono molto più di altri calciatori, con più potenziali business partner nipponici interessati a chiudere accordi per il marchio AS Roma pure.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome