Mou si gode la sua Roma: “Non abbiamo paura di niente”

58
1476

AS ROMA NEWS – Della Roma che prese una mazzata storica sul campo del Bodo/Glimt è rimasto davvero poco. Ora la squadra giallorossa ha tanta qualità in più, anche nelle cosiddette riserve.

Se ne sono accorti gli stessi calciatori, che sembrano aver fatto uno “switch” mentale: emblematiche in tal senso le parole di Gianluca Mancini (“Ci sentivamo più forti dell’Inter“) e di Chris Smalling (“Quest’anno la squadra ha tanti giocatori forti in rosa”) al termine della vittoria di San Siro.

Ma anche quelle di Josè Mourinho, sceso dal pullman mentre si abbracciava con uno steward del club e Giuseppe Virgili, collaboratore dello staff: “Bravi ragazzi, non abbiamo paura di niente, grandi palle”.

Proprio quelle palle che secondo lo Special One erano mancate lo scorso febbraio a San Siro, sempre contro l’Inter, e che lo avevano fatto tuonare nello spogliatoio con una dura reprimenda seconda soltanto alla nottataccia di Bodø.

Poi le gare si possono vincere o perdere per dettagli ma quello che rimane è il risultato. E quelli della Roma, nei confronti diretti con le nobili del nostro campionato rispetto allo scorso anno, sono diversi. Nella passata stagione Mourinho non aveva racimolato un punto nei sei incroci con Inter, Milan e Juventus.

Ora, dopo appena due gare, tra l’altro giocate entrambe in trasferta, è già a +4. Sinonimo di un cambio di marcia evidente visto che siamo ancora all’ottava giornata.

Fonte: Il Messaggero

Articolo precedenteSerie A, l’Atalanta stende la Fiorentina con Lookman e raggiunge il Napoli in vetta
Articolo successivoPellegrini out contro il Betis. Riecco Zalewski e Abraham, chance per Camara

58 Commenti

    • Se leggi bene, hanno solo raccontato questo stato d’ animo che è cambiato, hanno aggiunto, controllo e attenzione, per poi colpire le occasioni, abbiamo subito, sofferto, andati in svantaggio, recuperata e vinta, perché stare zitti e boni? Mo che vanno elogiati… 💛♥️🐺🐺🐺🏆

    • Invito tutti alla prudenza, ricordiamoci che ogni tanto tornano le amnesie e la squadra torna a specchiarsi in se stessa.
      Sabato abbiamo visto la Roma che dovrebbe essere sempre…..compatta, coriacea e cinica. Ma ultimamente le cose non sono andate così. Calma.
      Una cosa è certa, il recupero di alcuni giocatori è fondamentale per dare ricambi al mister quando si gioca ogni 3 giorni.

    • Mi sembra molto presto per cantare vittoria.
      L’approccio alla gara è stato il solito, 30 minuti in cui si vedeva che avevano paura. Poi sono usciti fuori con la magia di Dybala. Insomma, benissimo la vittoria nello scontro diretto, ma a me sembra cambiato poco. Questa Inter è ridicola senza Lukaku e l’ingresso in campo doveva essere più deciso. Stesso rimpianto per la partita con la Juve, dove però loro sono riusciti a strappare il punticino (loro, cioè la Juve, perché quella partita col piglio giusto la portavamo a casa noi).
      Speriamoc omunque sia un primo passo in avanti. Squadre forti in serie A non ce ne sono, c’è qualcuno che gioca a calcio (Napoli, un po’ il Milan), ma corazzate temibili no. Il “gioco” non lo fa quasi nessuno, quindi inutile criticare sotto questo punto di vista.

    • Non vorrei riportare un pò tutti sui piedi per terra ma secondo me la Roma aveva nettamente giocato meglio con l’Atalanta.
      Il primo tempo, brutto, è degno di quello Torino ed anche in questo caso la differenza l’ha fatta Dybala (Là con un assist ,qui con un bel gol complice una dormita colossale di Handanovic).
      Poi al secondo tempo, complice gli infortuni, è tornata ad avere un vero attaccante (sebbene inspiegabilmente messo sulle fasce) e, soprattutto un terzo centrocampista, e la Roma ha giocato meglio, ha segnato e gestito la partita con (relativa..) calma.
      E resto con il rimpianto che in questo modo potevamo vincere al secondo tempo anche contro la juve.
      Quindi bellissimo vincere a Milano dopo tanti anni ma per sapere se ci meritiamo la zona Champions attendiamo le partite con Napoli e Milan..
      Sempre forza Roma

  1. come sempre non mi piacciono i trionfalismi dopo una vittoria e i disfattismi dopo le sconfitte.. magari bodo non c’è più, ma Udine a me brucia tanto. è vero l’anno scorso zero punti con le strisciate ma quest’anno per fortuna sono decisamente più scarse le due che abbiamo affrontato. quelle importanti da vincere sono contro Spallettone e Pioli..

    • Edo la vita va avanti e ogni partita è diversa, non mi frega nulla del passato, anche di ieri, io sto pensando già al Betis…💛♥️🐺🐺🐺🏆

    • Cioe ‘noi non teniamo mai meriti.
      Ora abbiamo fatto 4 punti in trasferta contro Juve e inter sono scarse…pero ‘se poco poco venivamo sconfitti le critiche e gli insulti di sarebbero sprecati.
      Vero che IL GRANDE EDUARDO diceva che gli esami non finiscono mai.
      Ma qui si sta esagerando.
      senza offesa

    • Uhm… sono d’accordo con te, anche a me Udine brucia tanto, ma ancor più brucia la partita con l’Atalanta che anche se presa a pallonate ha vinto 1-0 con notevole botta di QLO del ragazzotto atalantino che ha tirato. Come atteggiamento sono decisamente in linea con te. Ben diverso l’atteggiamento avuto con l’Atalanta rispetto a quello deconcentrato, remissivo quasi svogliato avuto a Udine.
      Con l’Udinese, i primi due gol (obiettivamente) regalati da enormi cazz@te nostre. Poi il terzo e il quarto sono stati una conseguenza dei primi due gol.
      Comunque è corretto anche dire che l’Udinese è squadra tosta, che corre e gioca.

    • Gaetano guardando quest’inizio di stagione:
      la juve ha 3vittorie(in casa contro: sassuolo spezia bologna) 4pareggi e 3sconfitte
      l’inter ha 5vittorie e 5 sconfitte (15gol subiti)
      sono contentissimo dei 4 punti, se devo essere obbiettivo la Roma ha regalato il primo tempo sia a torino che a milano, poi è stata brava nei secondi tempi, ma se queste 2 squadre non fossero state più scarse rispetto agli ultimi anni, difficilmente li avresti fatti con quei primi tempi giocati così male..
      Questa Roma è più forte rispetto all’anno scorso? certamente, ci sono state un pò di difficoltà legate agli infortuni e ad alcuni giocatori in ritardo con la preparazione, per cui hanno dovuto giocare sempre gli stessi ogni 3 giorni..
      il senso del mio post era che ci sono delle cose che vanno bene e delle cose che dovrebbero andare meglio, ci si arriverà col lavoro, secondo me si può e si deve fare di più durante i 90minuti, anche le 2 di europa league non mi sono tanto piaciute, per vincere la seconda è dovuto entrare Dybala 11vs10 che poi ha saltato l’atalanta e se forse si fosse riposato avrebbe giocato…
      non sono uno che critica dopo le sconfitte, se vedo articoli un pò troppo entusiastici dopo una prestazione secondo me non superlativa, tendo a mantenere un giudizio più equilibrato, così come dopo la partita con l’atalanta ero molto contento della prestazione ovviamente per nulla del risultato; secondo me la Roma meritava molto di più con la Dea che sabato a San Siro.

  2. ” Bravi ragazzi siatelo a casa , in campo serve cattiveria , voglia di vincere “.
    Questa una delle massime di MOU .
    Majoral Villar Veretout etc = bravi ragazzi ( forse anche il problema di Bove ).
    Mancini , Matic , Cristante , Ibanez , lo stesso Zaniolo ( che a me non piace ) hanno quella cazzimma che interessa a MOU.
    Si può uscire sconfitti ma non battuti.
    Si può sempre svoltare una partita ( doveva accadere anche a Torino ) .
    Bello vedere FINALMENTE una squadra con carattere , problema avuto negli anni con Ranieri Garzja Spalletti Fonseca .
    Spesso belli , forti , ma non cattivi.
    forse ora meno forti ma più cattivi.
    PS
    Tammy deve tornare cattivo.Per questo MOU …
    Non vediamo l’ ira di vedere WIJNALDUMin campo , ma Camara sembra avere quel che interessa a MOU

    • Hai centrato un discorso fondamentale per MOU, la P E R S O N A L I T A’, la partita con il Bodo fu, uno spartiacque… Solo Kumbulla ne è uscito sopravvissuto dalla bufera, lavorando, lavorando e lavorando… 💛♥️🐺🐺🐺🏆

    • Non mi sembra il problema di Bove, la cazzimme, anche perchè per citare John Wayne, lui parla poco e gira armato.
      Poi perchè per poter fare una affermazione del genere bisognerebbe vederlo in campo almeno 50 – 60 minuti consecutivi.

  3. Mi sarei augurato quattro punti fra Atalanta e inda, ne abbiamo presi tre: non ci siamo discostati di molto. Ci sono squadre che al momento stanno facendo molti punti (Atalanta, Udinese, lazie) ma la Roma, di sicuro, c’è.

  4. A Roma con la Roma le tue partite a scacchi nel campo di gioco a mutare nel corso della partita resteranno memorabili come lo è stato il primo anno con la Conference League 💪🧡❤️……inkulo i spalatori di melma seriali dalla stampa all’🙀abboccone di quest’ultima….la strada con te è ormai tracciata forza Special One Number One forza Roma

  5. Off topic, lo ammetto. Ma alla redazione: avete dimenticato le nostre lupacchiotte?

    Non sono riuscito a vedere la partita, solo gli highlights…ma che gol Giacinti, ricorda qualcuno ?

    Daje Roma (tutte) daje

    • Grande la ROMA 💛❤️delle ragazze giallorosse 💛❤️…

      Anch’io mi associo al tuo appello……

      Cara redazione giallorossi 💛❤️…
      Perché non fate come per la prima squadra…!!!?
      In fin dei conti non vi costa nulla….
      Dalla femminile, alla squadra dei pulcini….

      Con la speranza che possiate ascoltare il popolo giallorosso 💛❤️….

      Grazie 🤞💪

    • Ad esser sinceri neanche il sottoscritto per quanto ci abbia provato, è riuscito a visionare il Match ma solo gl’highlights Oltretutto la notizia dell’incontro, l’ho appresa girovagando nel web Secondo me meriterebbero piu’ “risalto” 💛💖

    • E qui me la cavo con la citazione filmica: “Ma quando arrivano le ragazze?” 🙂

  6. Piccolo OT: Complimenti di cuore alle ragazze do Mister Spugna, che dopo la vittoria per 4 a 1 sullo Sparta Praga se non erro, hanno ottenuto un altro risultato positivo contro il Parma Un 5 a 0 che le proietta in Alta Classifica Doppietta della Hagi che ancora una volta conferma un gran fiuto per il Gol Davvero Brave. Nessuna polemica ma trovo un peccato che la cosidetta stampa (in generale) senbra snobbare simili notizie Sempre Forza Magica Roma💛💖

  7. Quei 3 punti persi co a bergamasca…gridano vendetta,avremmo avuto 3 punti in piu’…peccato,forza ROMA

  8. Mou potrebbe (il condizionale è d’obbligo) essere l’unico antidoto alla sindrome del pallemosce che attanaglia da decenni la nostra rosa. Purtroppo però sembra che anche lui debba faticare non poco per mantenere la rotta in questo senso, perchè siamo al suo secondo anno, con alle spalle una vittoria di un coppa europea, la squadra negli 11 è la stessa dell’anno scorso più Matic e Dybala (non proprio due verginelle) eppure stiamo ancora qua a parlare di salto di mentalità, di coraggio nelle partite che contano, ecc. ecc. Stessi uomini, un anno e mezzo di lavoro alle spalle, vittoria di un trofeo, e ancora ci tocca vedere dei cagasotto? sapete che non mi piace il Mou allenatore, ma sicuramente lo stimo in quanto fine psicologo, capace di cavare sangue da una rapa, ma mi chiedo a questo punto se in mano ha delle rape o solo dei sassi, perchè è assurdo non avere stimoli se giochi a San Siro o allo Stadium…dovresti entrare in campo e ararlo col pisello, mentre questi regalano un tempo a chiunque…se non ci riesce lui, davvero non so chi ci possa riuscire, e mi resta il forte interrogativo in merito a dei rinnovi a gente che scende in campo in quel modo in un match clou…

    • Ma che ne so…
      Hanno vinto un trofeo dopo un’infinità di anni.
      Hanno avuto alle calcagna per una stagione il più grosso motivatore che c’è in giro.
      Ancora non hanno assimilato il mantra?
      Cos’è? Ancora stanno pensando a Udine?
      Poi segna Dybala, come spesso avviene, ed allora si ricordano chi sono, e cosa possono dare in campo.
      Finita la partita ci ricordano quanto sono forti, e va benissimo. Però, dalla prossima, per favore mostratelo dal primo minuto.

  9. A dire la verità io non vedo questo grandissimo miglioramento rispetto all’anno scorso, alla fin fine siamo sesti; è vero abbiamo vinto con l’Inter e pareggiato con la Juve, ma quest’anno sono veramente scarse, non a caso sono 7° e 9°; gli scontri diretti contro chi ci è davanti li abbiamo persi con Udinese e Atalanta, quindi il famoso salto di qualità sinceramente finora non lo vedo; il “giogo” langue, Cristante è sempre un bradipo, Spinazzola purtroppo non è ancora tornato quello dei bei tempi, Celik non mi sembra un grande upgrade rispetto al passato, Zaniolo sbaglia un sacco di palloni, Rui Pasticcio pasticcia anche più di prima. Di meglio rispetto all’anno scorso? Sicuramente maggiore convinzione e autostima dovuta alla vittoria di coppa, panchina di maggiore qualità, ma soprattutto un nome che fa la differenza: PAULO DYBALA.
    Ottobre con le due partite col Betis ed il Napoli chiarirà ancora meglio quale è il nostro livello.

    • @Franco65
      Condivido che chi fa la differenza rispetto all’anno scorso e’ Dybala in meglio meglio e per ora Spinazzola in peggio ( rispetti a Zalewski )
      Trovo in fase calante Rui Patricio e purtroppo Celik trovo abbia troppe amnesie ( un tentativo su Missori o Loukima no vero ? )
      Mourinho ha segnato sicuramente uno strappo col passato portando l’organico ad un livello superiore, ma non ho mai la sensazione che questo organico renda per cio’ che potrebbe
      Non condivido le esaltazioni per un gioco con molti doppioni in campo che spesso si pestano i piedi e per una gestione del minutaggio (uno dei peggiori minutaggi della serie A ) non condivisibile per una squadra che lotta su tre fronti
      Sono tifoso della Roma da oltre cinquanta anni quindi piano con gli insulti

    • L’ anno scorso sei sparito a maggio.
      Se stavolta riusciamo ad anticipare allora il miglioramento ci sarà stato.

    • vedo che tenete con precisione la contabilita degli utenti…che c’avete le liste dei buoni e i cattivi coi nomi e le date, ammazza…

  10. In fin dei conti in campionato c’è stata soltanto una partita da censurare, quella con l’Udinese.
    Invece con l’Atalanta abbiamo perso subendo un tiro in porta e sbagliando svariati gol davanti alla porta: senza gettare la croce addosso a nessuno questo è, coi (giusti) tre punti contro i bergamaschi la classifica sorriderebbe di più ma non fa niente, avanti così.
    Quattro punti nelle trasferte con juve e inter sono ottimi, si rivince (o almeno non si perde….) pure con le “grandi” a casa loro.
    Avanti così.

  11. Per me paradossalmente la migliore prestazione nei tre scontri diretti fin qui disputati resta quella con l’Atalanta, malgrado anche in quella ci sia stato bisogno dello schiaffone per suonare la sveglia.
    Avremmo senz’altro meritato non solo il pareggio, ma anche la vittoria. Mentre nelle altre due non sarebbe stato scandaloso qualsiasi altro esito finale.
    Nella partita contro i bergamaschi abbiamo creato più occasioni nitide che nella somma dei due incontri con Juve e Inter.
    Questo per dire che alla fine il calcio si riduce sempre all’espressione -gol presi + gol fatti.
    E qui forse qualche problemino da risolvere lo abbiamo: 4 gol di Dybala e 2 di Abraham, 0 tra Zaniolo, Pellegrini, Belotti, El Sharawy, Shomurodov.
    Se lo score degli ultimi tre non è troppo sorprendente, tra infortuni e pochi minuti di gioco, certamente i 2 gol tra Abraham, Zaniolo e Pellegrini sono una miseria.
    Questi sono i giocatori che devono fare la differenza insieme alla Joya, e al momento non la fanno.
    Ok le “balls”, l’abnegazione, tutto ciò che volete, ma questi devono fare di più, molto di più, nei pressi dell’area avversaria. Non si può attendere solo la prodezza di Paulo o il calcio piazzato.

    • UB, gli attaccanti segnano se c’è uno schema, mentre il 99% dei nostri gol nasce da calci piazzati o azioni casuali, magari in contropiede. Quando dobbiamo impostare noi l’azione è evidente che non sanno cosa farci col pallone e comincia la infinita sequenza di passaggi, spesso all’indietro. Anche con l’Inter ad esempio, Matic per 3 o 4 volte ha saltato un uomo, è scattato in avanti verso l’area avversaria, salvo poi scaricare la palla indietro, una volta col pallone che arriva persino a Rui Patricio mi pare. Raramente saltiamo l’uomo, e quando accade con gli esterni, i cross sono disastrosi (anche quello di Spina, siamo sicuri che era per Dybala? e solo lui poteva indirizzarla con forza in porta, dovendo poi anche ringraziare Handanovic che se la butta dentro). Nè Pellegrini nè Zaniolo (che fisicamente mi sembra meno potente da quando è dimagrito) hanno la forza di prendere palla a centrocampo e arrivare con lucidità al tiro…come dovremmo segnare? siamo pericolosi sui calci piazzati perchè è l’unico modo in cui riusciamo a portare gente dentro l’area e, col pallone da fermo, riuscire a indirizzare un cross in maniera decente. Qua la gente spollicia, presa da esaltazione, ma raramente capitano le partite in cui puoi giocare “a folate”, ma molto più spesso dovresti costruire gioco, cosa in cui siamo assolutamente incapaci. E lasciare il pallino del gioco agli altri, così giochi in contropiede, funziona bene se segni per primo, ma quando segnano gli altri la strada appare decisamente molto ma molto in salita. Ok l’impostazione attendista, ma due caxxo di schemi non li vediamo dai tempi del portoghese scarso…

    • Sai come la penso su certi aspetti, ma diventa anche inutile insistere, se non per raccogliere insulti dai guardiani della fede.
      Il “gioco” di Mou lo fanno le prestazioni individuali, soprattutto davanti, e allora bisogna adeguarsi e cercare di trasformare in oro il più possibile.
      Nelle prime partite anche Paulo ha sperperato un paio di occasioni non da lui, poi ha aggiustato la mira e adesso la porta la prende eccome, nel modo in cui ci si aspetta da uno come lui.
      Abraham si è mangiato almeno tre gol che gridano vendetta, Zaniolo, almeno nelle prime uscite, pure ha sprecato qualcosa di troppo. Nelle ultime partite non è arrivato mai al tiro, così come Pellegrini.
      Con Matic e Cristante che per forza di cose devono guardarsi più dietro che avanti, i gol li devono fare questi qui, almeno una doppia cifra Zaniolo e Pellegrini, di più Abraham.
      Sperando che anche Belotti riesca a dare un contributo importante.
      Questi sono i nostri top players, il gol devono essere capaci all’occorrenza di inventarlo e soprattutto non mangiarsi quelli praticamente fatti.

    • Se posso dare la mia interpretazione sulla difformità delle prestazioni offerte dalla squadra, io credo che al momento la Roma sia ancora un cantiere aperto.
      L’inserimento di Dybala negli 11 ha cambiato equilibri e Mou sta ancora cercando di capire come far rendere al massimo la squadra anche perché l’infortunio di Gini gli ha scompaginato i programmi.
      Se contro la Dea, dove mancava Paulo, la squadra ha giocato meglio non è forse un caso.
      Con questo non sto ovviamente dicendo che Dybala è un’elemento che ci penalizza, semmai è il contrario, ma per me con lo schema attuale la squadra + Dybala + un centravanti appare meno compatta ed i reparti si allungano.
      La scelta di Mou di rinunciare ad Abraham contro l’Inter è stato forse un tentativo di rendere la squadra più corta e irrobustire il centrocampo.
      La mia idea per risolvere i problemi è quella di un cambio di modulo (passando a 4 dietro) ma sono consapevole che sono considerazioni che il tecnico ovviamente avrà già fatto. La cosa più probabile è che Mou non voglia ancora cambiare modulo perché teme che questo potrebbe togliere ulteriori certezze alla squadra specie al pacchetto arretrato.

    • Io insisto sul fatto che il centrocampo dovrebbe essere a tre. Cristante e Matic non accompagnano l azione per non dover rincorrere l eventuale ripartenza. La conseguenza è che non c è raccordo tra centrocampo ed attacco e la squadra s allunga. Manca, in sostanza chi fa l elastico. Eppoi si difende troppo bassi, sul dischetto. Detto ciò finché si vince va benissimo. Forza Roma

    • Secondo me Vege è più per la voglia di non rinunciare ai quattro lì davanti, cosa di per sé già complicata, e quasi impossibile col modulo a tre.
      Ma è il solito cane che si morde la coda: arrivati a questo punto non credo ci sia più troppo spazio per pensare ad un ritorno alla difesa a quattro, che poi costringerebbe Mourinho ad un’altra dolorosa scelta su quello che è stato ed è uno dei suoi fedelissimi, cioè Mancini.
      Perché è abbastanza chiaro che la coppia titolare sarebbe Smalling-Ibanez con Mancini-Kumbulla quali alternative.
      E Mourinho mi sembra fin troppo attento a certe gerarchie, vedi anche il pochissimo spazio concesso a Zalewski dal rientro di uno Spinazzola che non è ancora certamente ai livelli preinfortunio.

  12. Grande Mou, guarda per questa stagione mi accontenterei di un posto tra le 4 per la Champion, una coppa tanto per non perdere le abitudini acquisite e far venire giù un pò di coriandolini (si quelli che mandano ai pazzi i cafonazzi di Formello)…. certo l’Europa League ma va bene anche una nostrana COPPA ITALIA tanto per impreziosire la maglia con la stella per la decima Coppa e poi e poi….se proprio vuoi esagerare e farci impazzire da subito sai cosa fare…..Andiamooooo

  13. Che piacere vedere PaloDzeko rovinare Lautaro Martinez e , di conseguenza , l’ Inter.
    Campione c minuscola.
    Purtroppo c’è un altro campione c minuscola .
    Ultimo gol 23 /01 /22.
    Sta ripetendo lo scorso campionato .
    Finora 299 minuti = 0 gol 0 assist.
    Quando si capirà la realta ?
    Sa giocare a pallone NON sa giocare a calcio .
    CALCIO gioco di squadra.
    Prendere il pallone e …
    “CARICAAAAAA “non è calcio.
    PS
    Solbakken darà un grande miglioramento alla squadra

    • prova a fare la traversata della manica a cavallo di un lotrionte albino del Gabon, oppure a tradurre la Divina Commedia in sanscrito, o magari a vendere santini al bazar di Karpo – Koninglovic del sud.
      Più parli di quello che ti ossessiona più ti rendi ridicolo. Hai bisogno di staccare in modo radicale, hai preso una strada molto preoccupante.

    • E dai, Ingo, in passato ho preso di mira sarcasticamente Zì Bah perché ripeteva sempre e solo lo stesso concetto… Se vuoi prenderne il posto, puoi semplicemente dirlo 🙂

  14. Napoli ed Atalanta non potranno tenere questo ritmo di punti e vittorie all infinito. è matematicamente impossibile! anche xche non parliamo di manch city o real Madrid..l importante è rimanere agganciati alla vetta(3/4 punti max di distacco) e poi con il rientro di Wjnaldum ne riparliamo…

  15. Il calcio non segue la regola di Decoumbertain che recita l’importante è partecipare: ma l’obiettivo è vincere, per cui anche una onorevole sconfitta, nel calcio molto più semplicemente rimane una sconfitta: e di più per un tifoso. La convinzione di Mourinho di voler vincere ogni partita, nella sua ovvietà, è lo spirito del calcio.
    Forza Roma

  16. Mah speriamo solo che Mou stia aiutando a cambiare mentalità ai giocatori e società, anche se sinceramente non mi sembra.
    E’ vero che vincere è l’unica cosa che conta nel calcio ma con questa penuria di gioco (tranne contro l’Atalanta) secondo me non si va lontano, o meglio, o hai la squadra migliore in termini di uomini o fatichi.
    Ovviamente spero di vincerle tutte uno a zero e senza gioco ma piano piano sta scemando la voglia di guardarle le partite (ovvio sia una condizione personale eh).
    In tutto questo spero si arrivi almeno quarti altrimenti sarebbe un fallimento.

  17. Paole’,,, un refuso ahaaha ma pure se fosse na somarata tu non me sembri Giovanni Pascoli eh eh scherzo un abbraccio e non ti confondere con i cesaroni ahaha amici amici e poi te devi vergogna’ pe quello che scrivono ahaha
    Forza Roma

  18. Caro Herbert
    Anche oggi i compulsivi sono scatenati….

    Ieri sostenevano la paura… la mancanza di coraggio di mou…

    Il nostro mister….nn abbiamo paura di nessuno…. che attributi i miei ragazzi….

    Ti abbraccio forte Herbert
    Forza grande Roma ale’

  19. La mia opinione sulla difesa a 4 è questa: fornirebbe maggiore compattezza al centrocampo ma JM pur facendo le prove, credo sia consapevole che sia i centrali sia i deputati “ terzini” che sono più quinti che quarti, non offrono per ora sicurezze. Nessuno credeva che Zaleski potesse fare il laterale e invece abbiamo visto che cosa si è inventato JM, per cui mai dire mai.
    Forza Roma

    • Stavolta hai centrato il punto tecnico….

      Cosa fallita dai compulsivi mitomani

      Forza grande Roma ale’

    • Questa Prohaska è una chiave di lettura, anche se Spina e Celik hanno spesso giocato a 4 con profitto.
      Magari alle prossime conferenze i giornalisti invece di fare domande idiote potrebbero chiedere a Mou la ragione per cui non prova la difesa a 4.

  20. Caro Jose’, parlando sempre e solo di calcio ahah, questi 4 rinnegati lasciamoli coprirsi di ridicolo, come successe quando vincemmo la Coppa, ricordi quante scuse misero e almeno due di loro si pentirono? Ahaha parliamo di calcio: vedrai che l’inserimento graduale di Camara
    darà una soluzione a certe pause di gioco, segui come e quando JM lo schiera. Un abbraccio fraterno
    Forza Roma

  21. Con la difesa a 4 si trova a malpartito il più forte dei centrali, Smalling e questo lo si è visto e non mi sembra un caso che JM abbia chiesto un centrale esperto a 4 per ruotare i moduli.
    Forza Roma

  22. Comunque sia, sempre Grande Mou !!!
    Ma poi, in fin dei conti si parla di calcio, di partite di calcio, non è uno sport estremo dove si rischia la vita oppure la guerra vera e propria come sta accadendo in Ucraina, perciò si deve andare in campo assolutamente sempre senza paura ma con tantissima voglia di vincere, fame di vittorie, sana cattiveria agonistica, determinazione ed al posto della paura massima attenzione e concentrazione.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome