Mourinho chiama Totti, ma da Trigoria c’è freddezza. E i Friedkin…

59
3073

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Josè Mourinho chiama Francesco Totti alla Roma, e il Capitano risponde presente. Ieri l’ex 10 giallorosso ha creato scalpore parlando apertamente del suo probabile (a suo dire) ritorno a Trigoria, dichiarando: “Mou mi vuole? Penso di sì oppure avete scritto una cavolata. Lui ha detto una cosa, aspettiamo e vediamo che succede”.

Parole che hanno fatto il paio con quelle rilasciate poco dopo al microfono di Ivan Zazzaroni: “Se il prossimo anno tornerei nella Roma? Magari già ci starò“. Insomma, il messaggio è stato lanciato e nemmeno troppo velato.

Il tanto atteso matrimonio è dunque alle porte? Forse. Ma non è detto. Perchè resta da capire l’aspetto più importante della vicenda, e cioè cosa ne pensano i Friedkin. E su questo aspetto non c’è ancora chiarezza. Stando a quanto racconta Il Tempo, da Trigoria c’è freddezza sul possibile ritorno a casa di Francesco Totti, un argomento che al momento non viene preso minimamente in considerazione.

Se così fosse, sarebbe molto difficile pensare a un ritorno imminente nel club dell’ex capitano. Non tutti i quotidiani però la vedono così. Secondo La Repubblica, ad esempio, la proprietà americana non avrebbe affatto chiuso le porte al ritorno di Totti a nella Roma. La partita dunque resta aperta.

Fonti: Il Tempo / La Repubblica / Gazzetta dello Sport / Corriere dello Sport

 

Articolo precedenteRoma al completo, Mou cala gli assi
Articolo successivoDe Biasi: “Lukaku l’ho affrontato qualche giorno fa, è un’ira di Dio. Con Dybala formerà una coppia strardinaria”

59 Commenti

  1. Ripensandoci (ieri avevo detto che non ci saranno né lui né Mou l’anno prossimo..), invece avrebbe perfettamente senso un suo ritorno.
    Proprio perché non credo che ci sarà Mou, a meno di una qualificazione in CL che vedo difficile.
    E allora, con un progetto ridimensionato, i “top player” portati da Mou via, un allenatore che sappia far giocare la squadra, ma di minor grido…
    Cosa meglio del ritorno di Totti per calmare gli umori della folla orfana del Profeta portoghese?

    • Potrebbe essere, però per ora si parla del niente.
      Totti si candida e Zazzaroni approva.
      Magari vediamo cosa dirà Mou domani in conferenza.

    • Insomma se capisco bene il concetto è questo :
      Totti viene tirato per la giacchetta per qualsiasi ruolo, l’importante che viene.
      Il Tempo ancora deve rispondere, e forse scusarsi, per l’articolo falso di ieri sullo stadio, e ancora parla
      Per i giornali se saluto qualcuno con un Buongiorno divento un automaticamente un meteorologo.
      A loro non gli interessa capire che se i Friedrik non commentano è perché magari in questi giorni hanno altri affari da sistemare.
      Se Mou dice che vuole Totti per gli arbitri (ma veramente lo ha detto ?) non significa che stanno parlando del contratto o che si siano sentiti.
      Praticamente su una presunta frase staremo e staranno per giorni a vivere di rendita.

    • secondo il Tempo ? dopo la gigantesca figura di melma dell ospedale al posto dello stadio ..io direi di lasciare la letture del Tempo e passare a letture più serie ed impegnate …tipo Topolino

    • Proprio per le ragioni che citi non ci sarà né Mou, né Totti.
      Francesco sconta quella conferenza stampa contro la società (Pallotta) che lo avevano messo a fare il figurante per i tifosi senza poter dire nulla neanche sui giocatori da prendere (su cui era quello con maggiori competenze a Trigoria).
      Immaginatevi se Pinto potrebbe reggere una discussione con Totti mentre gli spiega che Shomorudov, Vina e Solbaken sono il futuro..
      Totti gli fa una battuta e se ne va..
      Finché ci sarà una proprietà americana (e certi criteri di assegnazione dei ruoli) Totti, come altri DS autorevoli, non sarà mai preso.
      Poi magari sarò, piacevolmente, smentito..

    • @Franco65
      Sperando ovviamente di sbagliarmi…
      Parlo di progetto ridimensionato negli ingaggi: mi pare chiaro che non fosse altro i 30 mln abbondanti dei tre contratti di mou dybala e Lukaku non siano sostenibili da una società fuori dalla CL per l’ennesimo anno …
      Io non so se vi stiate rendendo conto che questo è davvero un anno di all-in…

  2. Di una cosa sono certo, che se i Friedkin dopo 3 anni che hanno ignorato Totti continuassero ad ignorarlo, la tifoseria tutto sommato approverbbe la decisione.
    Quello che non accetto è la totale disparità di comportamento dei tifosi nei confronti di Pallotta che invece quell’incarico glielo aveva dato subito.

    • Il problema è che quell’incarico è stato il motivo della rottura traumatica con Totti.
      Secondo me devono quadrare una posizione adatta al suo profilo.

    • Ma che incarico gli aveva dato pallotta?..Faceva da fantoccio e le decisioni importanti le prendevano Baldissoni e baldini..Neanche lo convocavano alle riunioni..Ma per favore

    • ancora co Pallotta?
      ancora con quel fusajaro morto de fame ignorante e mistificatore?
      per quanto altro tempo ancora dobbiamo sopportarti?
      hai rotto il caxxo, lo vuoi capire che ogni vero tifoso dela Roma non vuole più avere a che fare con quello speculatore da quattro soldi nemmeno come ricordo?
      e tu ogni santo giorno stai a sfracellarci le sfere con paragoni, idolatrie e apologie di un personaggio che è quasi riuscito a cancellare la nostra Roma una volta per tutte.
      in comune stanno ancora aspettando che paghi la multa per la tamarrata della fontana modello Mister Ok Delio Rossi, eccolo il tuo idolo, se lo ami e ammiri tanto tiettelo per te a noi c’hai veramente stufato!!!!

    • Aò, ma dicce a’ verità; ce stai a trollà a tutti quanti, evvè? Sta fissa tua deve esse pe’ forza na perculata generale in stile Zenone, nun ce credo che ce stai in fissa a livelli da CIM…

  3. capirai il tempo, ieri la lettera del policlinico , prontamente smentita, oggi la freddezza della proprietà, nn ne azzecano una ..ahahah

    • Domani Lettera di Totti.
      Dopodomani freddezza del Policlinico.
      Lunedì Lettera del Policlinico a Totti.
      Martedì Totti si propone come primario di Oncologia.
      Mercoledì freddezza di Totti.
      Giovedì Gnocchi.
      Fatto il giornale per una settimana.

  4. giornalai che pur di scrivere qualcosa venderebbero l anima al diavolo..peraltro trovo sensato il commento sopra. fuori Mou a meno di miracoli, credo che i Friedkin mal digeriscono la situazione che si e creata, anche se come speriamo tutti arrivassimo quarti l eventuale rinnovo proposto a noi sarebbe tardivo a quel punto quindi dentro totti che placherebbe la acque e inizierebbe in nuovo progetto fatto di competenza, magari aiutato da un Boniek o un uomo forte, io vedrei benissimo la coppia Totti Massara, si potrebbe ricreare la condizione del Milan, una grande bandiera, amata da tutti che tiene alla Roma con un ds esperto e navigato, ex delfino di sabatini, ora come ora Tra migliori in Italia, Massara. in ogni modo vada come vada, .sarà un successo. forza Roma!

    • Potrebbero venire tutti e due con incarichi diversi. Magari Totti responsabile di tutto il settore giovanile e DS aggiunto(così ne avremmo 2 senza patentino) per la prima squadra, e Zibi dirigente per Figc e Uefa. Se parla Totti con un giovane o un calciatore esperto potrebbe avere sempre un certo “fascino”.Vedremo FORZA ROMA SEMPRE

  5. ma anche no.
    sarà anche stato uno fra i forti calciatori che la Roma abbia avuto ma io a questo non lo sopporto.
    non sa parlare tantomeno riflettere cosa ce ne facciamo?

    • ma perché dovrebbe venire a fare il DS uno senza avere studiato? il ruolo giusto ce lo aveva, non gli andava bene, ha fatto la conferenza stampa mondiale per spalare merxa arrivederci e grazie.
      deve andare a parlare con gli inglesi, francesi, ecc ecc ecc ecc che gli dice?

    • Può farsi accompagnare con l’aereo dai Friedkin e può nominare Mou ai calciatori come è stato fatto finora. Non devi essere un grande conoscitore di lingue per nominare Mou. In più lui è Totti uno dei più famosi e apprezzati campioni, non uno sconosciuto DS che si dà 7,5 e va a prendere Shomurodov come sostituto di Dzeko. Meglio un conoscitore di calcio che non sa le lingue che un incompetente di calcio che sa parlare più lingue. Si deve occupare di calcio il DS non di traduzione. Se Totti va a parlare con il real madrid il viaggio glielo pagano loro e fanno pure il video del loro incontro. Se Pinto va a parlare con il real neanche gli aprono perché non sanno chi è. Alla fine Pinto potrebbe rimanere a fare il traduttore di Totti almeno potrebbe servire a qualcosa.

  6. “un argomento che al momento non viene preso minimamente in considerazione”. Il Tempo.
    ” la proprietà americana non avrebbe affatto chiuso le porte al ritorno di Totti”. Repubblica.

    Boh.

  7. A me sembra tutto un teatrino.

    Da ragazzino andavo a villa borghese a vedere i burattini.

    Adesso sono online sti pupazzi de giornalai.

  8. Pallotta ha dovuto solamente accettare il contratto firmato da Totti con Rosella Sensi, ovviamente Totti non se l’è sentita di stare a guardare lo sfacelo che facevano quei loschi energumeni,Pallotta,baldissoni e Baldini,in ultimo,non prendere l’ex giocatore Pastore ed ha sbattuto la porta,da Uomo,non da piccoli esseri che spolpavano la Roma.

  9. Io penso sia stato un calciatore straordinario ma non vedo quali siano le doti dirigenziali.
    Innanzitutto potrebbe sembrare normale, a molti, che non sappia parlare una parola di inglese quando invece è fondamentale.
    Per quanto riguarda le doti da talent scout o ds…. non dico non le abbia ma sinceramente non le ho ancora mai viste (Volpato non è che sia Maradona) e, sinceramente, ricordo solo che pressava Sensi per fargli prendere Cissè (erano pure altri tempi eh).
    Magari lo mettessero ad insegnare calcio nelle giovanili, quello si che penso sarebbe top.
    Metterlo a schiamazzare contro gli arbitri sarebbe pure un pò ingeneroso.

  10. Chi spera di vedere Totti in società sono solo i media che non amano la Roma… Ogni intervento di Checco verrebbe strumentalizzato per dare contro la società e Trigoria diventerebbe una polveriera

  11. FACCIAMO CHIAREZZA.

    Totti va via dalla roma perche voleva un ruolo dirigenziale importante; fa quella conferenza stampa d’addio al limite del reale, dove da una mazzata alla roma incredibile.

    Non fa nessun esame abilitatorio, non fa studi inerente alla materia dirigenziale, non studia le lingue e rimane nel suo mondo fatto di padel, caz*eggio, vacanze e una società dove ancora non si è capito che ruolo abbia, se di scout (cosa che non potrebbe fare), di dirigente o di semplice front man (probabile).

    Questa è fattualità.

    Nella roma cosa farebbe?

    Non penso che una società seria come i friedkin che come dirigenti cercano persone con esperienza lavorativa e curriculum importante, possano fare di totti il vicepresidente o un direttore di qualche settore della società.

    Ma più un uomo immagine o un ponte tra squadra e qualcosa, tipo coni? arbitri? figc?

    Rientra tutto in un ruolo rappresentativo e non decisionale.

    Poi siamo sicuri che la società farebbe il passo di avere in squadra, oltre mou, un altro che è pronto a fare conferenze stampa al coni per dirtene di ogni?

    Io da presidente questa scelta non la farei.

    • Lorysan hai detto tutto benissimo, mi dai atto però che all’epoca della conferenza stampa tutto il tifo era con Totti e assolutamente contro Pallotta?
      E che quindi checché ne dicano quelli che mi insultano, aveva avuto ragione Pallotta ad avergli dato quel tipo di incarico e torto Totti che aspirava ad un incarico di maggior prestigio dicendo peste e corna della A. S. Roma che solo un anno prima era arrivata in semifinale di Champions ?

  12. Per me Totti farebbe meglio a tacere invece di buttare il sasso e nascondere la mano (“penso di sì”…) Dopo poche ore la freddezza dei Friedkin…..
    Le ironie pubbliche di chi non è coinvolto nel progetto Roma non sono notizie, mi meraviglia che claudio Moroni ci sia caduto con tutte le scarpe….

  13. Totti quando parlò in conferenza fece gli interessi di tutti i tifosi della Roma, dopo poco si è saputo che la società era in fallimento. Tanto perché vi interessa solo la Roma😂😂😂
    Forza Roma

  14. Se poi c’è chi si è scordato tutto cioè che stavano per portare i libri in tribunale…e ora per difendere il fruttarolo detesta il Capitano e anche chi ora per leccare il kulo ai Friedkin e non disturbare il loro silenzio, allo stesso modo, è seccato che si parli di Totti.
    Forza Roma

  15. Se i Friedkin cercano dirigenti con esperienza lavorativa e curriculum importante, perché hanno preso Pinto che non ha nulla di tutto ciò?

    • Mi sa che sei tu a non aver letto il curriculuom di Pinto… A proposito Totti NON è un DS, e pure sui giudizi di calciatori dobbiamo ancora vedere se è veramente bravo, essere capaci di giocare a calcio divinamente non fa essere automaticamente ne bravi allenatori ne bravi scout, tanto che i DS più bravi hanno passato di livelli bassi come calciatori, semplicemente non è la stessa cosa.
      Non è che Totti non prenda abbagli perché era bravo, vi basta prendere le sue opinioni su ad esempio Coric, per dirne uno su cui si è sbagliato, come è naturale che sia, tutti sbagliano, un bravo DS è quello che sbaglia poco e non fa sbagli GRAVI, e Totti non ha anora fatto quel lavoro e ancora dobbiamo vedere quali saranno i frutti della sua agenzia, perchè roppo presto.

    • Basterebbe informarsi e sapere che Pinto invece lo ha il curriculum. E penso proprio i Friedkin li sappiano leggere bene.

    • io non sono un estimatore di questa società, per me dovrebbero andare via domani, ma ti ricordo che Pinto al Benefica comprava giocatori sconosciuti e li rivendeva a 100 milioni.

    • Però bisogna essere onesti che nel Benfica hanno quel fenomeno di Ferreira che è uno dei migliori Capo Osservatori d’Europa, uomo che Pinto voleva portare a Roma fin da subito e che i giocatori presi del Benfica sono stati presi perché scovati e giudicati in modo positivo da Ferreira, come idem il Napoli con Micheli.
      In verità i Friedkin scelsero per prima Voeller come scritto in passato ma era ancora sotto contratto allora con il Bayer Leverkusen, club che li ha dato sempre estrema fiducia e lasciato lavorare con carta bianca, per via dei suoi risultati comprovati negli anni. Il tedesco declino l’offerta ma propose come scrissi in passato una figura di DS Operativo moderno ed abile manager finanziario uno come Boldt, pupillo per anni nel Bayer Leverkusen sotto la guida di Voeller e DS uscente dall’ Amburgo. Io sarei stato tutt’oggi come sarebbe andata la Roma gestita da Boldt come DS, e penso che poi dopo sarebbe arrivato Voeller ad operare come DG alla fine del contratto con il Bayer. Di sicuro non sarebbe arrivato Mou, forse non avremmo vinto nulla ma al terzo anno ora ci sarebbe penso una Roma U23 in Serie C, un buon numero di talenti scovati e pagati poco ma qualcuno pronto per la prima squadra di grosse potenzialità, un po’ come ad esempio un Wirtz preso da Voeller per poco (€200mila dalle giovanili del Colonia, 6 mesi per farlo ambientare nelle giovanili eppoi lanciarlo nella prima squadra dove registra alla prima stagione 29 presenze ed oggi è un calciatore che vale tra gli €85-90M di cartellino).
      Nessuno in Serie A è stato capace di scovare tipo un Wirtz, lanciarlo in prima squadra e fare attribuire un valore di mercato come questo, e Wirtz è tutt’oggi giovanissimo, ha 20 anni e 102 presenze tra Bundesliga ed Europa League.
      A noi serve qualcuno che ci scovi calciatori del talento e calibro di un Wirtz, e la mia domanda e se i Friedkin avessero scelto il progetto calcistico presentato da Boldt, inizialmente meno ambizioso ma costruito sullo scouting e nello scovare talenti internazionali da crescere e valorizzare, forse oggi potremmo avere un calciatore ma anche forse due come Wirtz in prima squadra da noi, una formazione molto più giovane ma con potenzialità di crescita maggiori rispetto all’ attuale progetto tecnico. Esprimo solo un “What If…” come la serie di fumetti della Marvel, lo sapranno meglio in un multiverso parallelo dove i Friedkin sceglievano Boldt e non Pinto. XD

  16. Io lo scrissi tempo addietro, va bene prendere pure due ex bandiere ma che avrebbero dovuto anche essere personalità di spicco e riconosciuti per essere dirigenti di un certo calibro, soprattutto a livello internazionale. Le uniche due figure che sarebbero stati idonei e lo scrissi molto tempo addietro sarebbero state Boniek (come Vice Presidente/AD) e Voeller (DS Operativo, Responsabile Settore Giovanile & Scouting). Entrambi figure con un CV da TOP e che sanno tra i migliori in assoluto nelle loro rispettive competenze. Pinto può pure rimanere per me come GM ma che opera più come DG sotto gli aspetti finanziari e nel chiudere le trattative ma lo Scouting lo facevi costruire ad uno come Voeller, perché il nostro tallone d’Achille per me è quello di non avere al momento uno scouting team adeguato. Questo sarebbe stato già molto tempo addietro il mio Dream Team dirigenziale. Ne ho scritto tante volte in passato e sebbene io nutra tanto affetto per Totti, non ha mai ricoperto ruoli di primo piano, ma soprattutto le competenze necessarie al momento. Maldini disse in una intervista che non è entrato nel calcio se non dopo aver imparato prima tante cose che lui non sapeva affatto, e lo ha fatto solo dopo essersi sentito più che ben preparato. Totti non penso abbia fatto il percorso anche di studio fatto da Maldini nel frattempo, è un dirigente tutto da formare e di cui l’interazione non penso sia tutt’oggi un suo punto di forza, anzi rischia di diventare quello che Baresi fece al Milan come Vice Presidente, la figurina che veniva messo in gioco più come Ambasciatore che doveva stringere le mani e firmare autografi a giocatori, dirigenti e manager stranieri vari solo come contentino per degli accordi già chiusi. Insomma era solo una presenza simbolica che da quello che ho capito hanno regredito Baresi a partecipare così perché non essendo capace di interagire molto bene (pochi calciatori sono laureati o sono capaci a ricoprire ruoli dove serve anche avere cervello ed una spiccata intelligenza ed essere affabili e simpatici mica basta). Ci serve in primis alta competenza, cosa che a volte sembra sottovalutata in Italia, ma anche gente che per ovvi motivi possano rappresentarti Roma nel mondo, e quindi per me solo Boniek + Voeller rappresentavano il connubio perfetto per ingigantire il nostro club.

  17. La verità è che Totti non è un mastica brodo e dice le cose che vede senza accollarsi nessuno, questo in qualsiasi azienda non è un pregio ma per chi tifa e ama la Roma è una medaglia. Non ha mai elemosinato niente, ci ha regalato anni indimenticabili è il più grande campione che abbia giocato nella Roma, merita solo rispetto.
    Forza Roma

  18. Vista tutta la fuffa (per non dire…💩) che quei venditori di fumo scrivono e raccontano e, soprattutto, inventano…(ultima il Policlinico che rivendica diritti sul terreno dello stadio, smentito dallo stesso) io personalmente aspetterò la fine del campionato e le dichiarazioni ufficiali della AS Roma.
    Come diceva un grande, parafrasando…”tutto il resto è…fuffa”
    ❤️🧡💛SSFR💛🧡❤️

  19. Allora.. voglio fare una premessa. Ho amato il Capitano in quanto tale. Stiamo parlando del più grande calciatore della storia della Roma.. senza se e senza ma! Gli voglio bene! Fatta questa premessa, onestamente vedo molto difficile e molto pericoloso un suo rientro in dirigenza. Totti , quando era giocatore , non andava gestito. Era talmente grande come giocatore, nonché Capitano, che non esisteva nessuna discussione a riguardo. Come dirigente , purtroppo, andrebbe gestito… impresa questa assai complicata, per una serie quasi infinita di motivazioni. Totti sarebbe perfetto come uomo immagine. Questo ,tra le altre cose, non gli impedirebbe di poter segnalare qualche giocatore ,o di poter aiutare ,ma come semplice ambasciatore , la società in determinate trattative. Tutto questo però non gli basterebbe. Francesco è stato troppo amato ( e ci mancherebbe..) da noi tifosi. Tutto questo amore però ha anche installato nella sua mente un senso di onnipotenza. Lui vuole decidere. Non riconosce nessuno al di sopra dei suoi diritti all’interno della Roma. Questa dimostrazione la abbiamo avuta più volte.. dall’intervista con la Scarnati a Trigoria alla vigilia di una partita importantissima mentre inseguivamo in rimonta un piazzamento Champions , fino alla conferenza stampa d’addio. La gestione del personaggio sarebbe di grandissima difficoltà, perché non ha gli strumenti, le conoscenze, le capacità del grande dirigente (forse proprio del dirigente in generale..) ma possiamo star certi che vorrebbe il massimo dei poteri possibili all’interno di un club. Si sentirebbe alla pari della proprietà, con la consapevolezza che molti lo amerebbero a prescindere. Questa consapevolezza lo farebbe sentire in una posizione di forza totale nei confronti di qualsiasi altro personaggio all’interno del club ( Presidente incluso) … e quando dovessero sorgere delle divergenze, arriverebbero i malesseri, le stoccate, le interviste.. e poi, con ogni probabilità, un’altra conferenza stampa. Per questo credo che Friedkin sia molto freddo e poco propenso. Per questo fino ad oggi, nonostante si sia proposto in ogni modo, non è mai stato realmente cercato. Nei panni di Friedkin , neanche io mi metterei in casa una situazione del genere. Scusate la lunghezza, ma , quando si parla del Capitano , è doveroso scrivere qualche riga in più per fare chiarezza sui propri pensieri. La Roma è sopra a tutto e a tutti. Tutti passano, la Roma no! MAI! Forza Roma !

  20. Grande calciatore ma assolutamente inutile in qualsiasi altro ruolo. Parliamoci chiaro, è un grandissimo ignorante che pensa unicamente alla bella vita e a stare ancora sotto i riflettori.
    Non serve, continuasse a fare la vita da gossipparo.

    • Se ci lavora pinto e altri come lui, nel calcio ci può lavorare anche il macellaio sotto casa mia. A maggior ragione ci può lavorare Totti. Peggio di pinto non può fare anche se ci si impegna. Poi se ci sono profili migliori di Totti perché hanno già dimostrato il loro valore allora prendiamoli. L’importante è non continuare con un DS/DG che sembra più una scelta di un presidente come Pallotta.

  21. A me sembra tutto chiaro. Mourinho sa che i Friedkin non vogliono confermarlo e gioca la carta Totti per buttarla in caciara ma penso che Dan abbia la testa talmente dura che quando decide una cosa non cambia idea..

  22. Quando si parla di Totti si scatenano i lazziali e quelli che dicono di essere della Roma ma sono peggio dei lazziali.
    L’invidia è una brutta bestia.
    Forza Roma

  23. Il tempo stiamo parlando del quotidiano romano uno dei più grandi mistificatori della realtà dove la mente più illuminata e’ il vignettista che fa il tempo di osho che pubblica cose demenziali per sotto sviluppati e c’è gente che lo chiama Genio!!! ragazzi dovete imparare a distinguere la feccia come il tempo i loro giornalisti i loro lettori… dalla realtà

  24. I contratti si fanno in due, e ho come l’impressione che il ruolo a cui ambisce Totti nella Roma non equivale a quello (eventuale) che la Roma potrebbe proporgli. Il che è una ricetta esplosiva, già partiresti col piede sbagliato e ti ritroveresti di nuovo come ai tempi di Totti/Monchi che la Roma segnava, inquadravano le tribune e sembrava si assistere a un corteo funebre.
    Forse un ruolo simile a Zanetti all’Inter ci potrebbe stare, più un ruolo di rappresentanza che altro.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome