MOURINHO: “Zaniolo indisponibile, su di lui troppe ossessioni. Spinazzola sta bene, ma non posso dire quando tornerà” (VIDEO)

79
2303

AS ROMA NEWS – Josè Mourinho torna a rispondere alle domande dei giornalisti nella conferenza stampa alla vigilia di Sampdoria-Roma.

Queste le parole dell’allenatore giallorosso sull’impegno di domani pomeriggio e sulle condizioni fisiche della squadra, a cominciare da Zaniolo:

Mangiante (Sky Sport): “Sono tutti a disposizione? Come stanno Zaniolo e Spinazzola?”
“Su Spinazzola le notizie sono positive. Però sembra che state cercando di avere una partita o un momento dove possiamo dire che lui torna, ma questo è impossibile. Sono troppi mesi senza allenarsi con la squadra. Comincerà adesso, poco a poco. Tutti contenti, il giocatore e il dipartimento medico. Ma tranquilli. Non possiamo dire che torna domani o prossima settimana, o ultima partita. La cosa importante è che va tutto bene e che il giocatore è super felice. Zaniolo è infortunato dalla nazionale, problema ai flessori. Non si è allenato e non è disponibile. Gli altri non hanno problemi. Veretout non si è allenato neanche oggi. Non posso dire altro, ma non è disponibile per domani”.

Maida (Corriere dello Sport): “Zaniolo come sta vivendo questa fase?”
“Mi ero scritto questo foglio: “Zaniolo sarà la seconda domanda” (il mister tira fuori il foglio e lo fa vedere a tutti, ndr). Io voglio solo parlare di noi, quello che succede in nazionale non commento. Mi dispiace che l’Italia non sia al mondiale, ma se arrivava la sfida col Portogallo avrei tifato Portogallo, ma mi dispiace tanto che ci sia un campionato del mondo senza Italia. Su Zaniolo posso solo dire che ci sono tanti giocatori che vanno in panchina ogni tanto, ed è una cosa normale. Non vedo questo tipo di domanda con altri allenatori e con altri club. Zaniolo è andato in panchina nel derby per una strategia, non c’è storia. Lui è andato in nazionale, ed è tornato con un problema ai flessori. Non si è allenato giovedì, venerdì e sabato, lui dice che non è disponibile e non c’è storia. Non vi vedo chiedere ad Allegri perchè non gioca Bernardeschi, o a Inzaghi perchè non gioca Dzeko. Solo qua ci sono ossessioni, la situazione di Zaniolo è semplice. Se vuoi sapere di più, chiama Zaniolo e il suo entourage e ti dirà spero la verità, e cioè che è tornato con un problema ai flessori.”

Cecchini (Gazzetta dello Sport): “Ha una sua spiegazione del calo del calcio italiano?”
“Ho un’opinione, ma non voglio condividerla. E’ basata sulla mia esperienza all’estero, ma non la voglio condividere. Non sarebbe etica. Se qualcuno con potere istituzionale mi chiede un parere, lo farò con piacere. Se c’è una cosa privata, sono disponibile. Ma alimentare un giudizio pubblico, non lo farò”.

Oddi (Il Romanista): “La squadra dopo alcune belle vittorie ha pareggiato dopo. La preoccupa? Ha preparato qualche misura particolare?”
“Qualche volta un pareggio non è un disastro, ma la conseguenza di un avversario difficile che gioca per rubare i punti. Però è vero che qualche volta può succedere a una squadra che non ha ancora la mentalità di giocare per vincere qualcosa, dove ogni punto è veramente importante e quando hai cali di concentrazione non si arriva all’obiettivo. Ieri ne abbiamo parlato un po’, il derby non interessa più, i tre punti sono là. Dobbiamo pensare alla Samp, a quel bellissimo stadio, e alle difficoltà che ci aspettano. La Samp ha bisogno di punti per essere tranquilla. Se vogliamo vincere, non è l’avversario e la piazza dove possiamo andare sotto il nostro potenziale”.

Austini (Il Tempo): “Questo modulo con i due trequartisti può diventare il modulo definitivo, e anche la difesa a tre può essere un sistema per il futuro?”
“Dopo averti sentito ieri in radio mi aspettavo una domanda molto più aggressiva e violenta, non così facile. La conclusione sarà che tu in radio sarai super aggressivo, super violento, e dopo arrivi qui e ti caghi un poquito davanti a me. Giocare a tre è una cosa che ha dato stabilità alla squadra, e alle caratteristiche con cui giochiamo noi, con El Shaarawy o Zalewski come quinto. Giocare a tre ci ha dato stabilità. Domani continuiamo così, prossima stagione non so. Giocare con due dietro Tammy: non è che abbiamo giocato così, c’è una dinamica che dipende da come l’avversario cerca di adattarsi a noi. Noi conoscevamo la Lazio molto bene e abbiamo deciso di giocare con Cristante e Sergio in posizione di controllo, e con Miki e Pellegrini in quella posizione”.

Juric (Rete Sport): “Quanto è importante lottare fino all’ultimo per raggiungere il quinto posto viste le indagini sulle squadre di alta classifica?”
“No, non è compito mio. Non è una cosa che cambia la mia mentalità. Finire quinti o ottavi è drammaticamente diverso. Per questo dobbiamo giocare con l’ambizione di arrivare più in alto possibile”.

Donzelli (Centro Suono Sport): “Come expected goals siete dietro solo al Napoli. Aumentano i rimpianti?”
“Hai detto bene, è virtuale. Però questi dati possono essere interpretati. Siamo una squadra che crea, offensiva. Potevamo fare risultati diversi, ma è virtuale. Il calcio è semplice: chi segna di più vince. Però questi dati ti danno un’informazione che conferma come noi cerchiamo di vincere e di giocare bene. Ogni tanto ci riusciamo, ogni tanto no. Siamo nove partite senza perdere, ma potevamo avere punti in più trasformando un pareggio in una vittoria. Tranquilli. C’è ancora tanto da lavorare”

Giallorossi.net – A. Fiorini

Articolo precedentePrimavera, che tonfo: la Roma crolla a Bologna (3-0)
Articolo successivoAssist di Villar, gol di Mayoral: il Getafe vince grazie ai due ex giallorossi (VIDEO)

79 Commenti

  1. Demande del piffero ,guarda caso ha giocato contro I turchi dolo uno spezzone p,guarda un po’ si è fera-t-on, non si è allenato ,come veretout ,ha risposto più che bene il mister

    • Sono d’accordo. Dal vivo Austini è più indisponente che letto qui sopra. Prima fa la domandina poi interrompe, provoca chiedendo di parlare della radio, insiste chiedendo qualcosa che non si capisce, borbotta…tipico di chi ti vuol far perdere le staffe.
      Il mister non si è spostato di un centimetro, ha risposto alla domanda e non ha dato seguito.
      Comunque neanche una domanda sulla partita.
      Inutile una conferenza a settimana dovrebbe imporsi e farne una al mese.
      Mi dispiace ma non approvo questa maniera di intervistare

  2. Di solito quando Mourinho arriva scazzato così in conferenza stampa la Roma non vince,aldilà dei giornalisti. Spero di sbagliarmi

    • SamGek e via con gli Lazio..guarda che è una cosa che ho notato io con il tempo,spesso mi guardo le conferenze stampa e lui prima della doppia vittoria con Atalanta e il Derby era molto felice,con il sorriso sulla faccia. Invece il giorno prima del pareggio con la Samp era molto serio quasi incupito. E come quella volta anche tante altre volte. La mimica è importante,perchè così dai sicurezze alla squadra. Poi che prenda 92 dislike è un altro conto e che tu non mi creda,ma io sono onesto intellettualmente.

    • Ahhh, ma pure serio sei…?!?!…
      … Aglio, fravaglio, fattura ca nun quaglio, corna, bicorna, capa r’alice e capa r’aglio.

  3. Sono dell’idea che dobbiamo aspettare la prossima stagione per vedere al meglio Zaniolo e Spinazzola,senza spargere sospetti e zizzanie.
    Gli infortuni che hanno subìto sono stati atroci per la Roma.Fa bene Mourinho a non assecondare la strisciante vena polemica dei giornalisti. Lui è sempre più padrone del destino calcistico della Roma.
    Chi vedo male invece è l’Alassio.Ma ci godo .
    Oggi è il 13° giorno dalla loro disfatta nel Derby ahahahaha
    1)🥒Abraham2) 🍌 Abraham3)🍆Pellegrini

  4. “Dopo averti sentito ieri in radio mi aspettavo una domanda molto più aggressiva e violenta, non così facile. La conclusione sarà che tu in radio sarai super aggressivo, super violento, e dopo arrivi qui e te la fai sotto”

    E chi lo sente Austini se domani la Roma non vince a Marassi

    • Gia lo vedo con il cappello blucerchiato a fare il tifo davanti alla TV….e niente …un lavoro onesto no ?

    • Guarda Nick, tutto si può dire tranne che Austini non sia un fervente tifoso romanista… si può essere d’accordo o meno sulle sue opinioni, ma non sulla sua fede calcistica…

    • Adesso ci spiegherà nuovamente quanto è stato bravo il suo amico monchi. Gentaccia inconsistente che, incapace di fare il proprio mestiere, gode nell’avere un osso dal ds del momento. Poi appena cambia dirigente e quello nuovo non passa più notizie, la ROMA per loro diventa una ossessione in negativo. Tanti nomi di pseudo giornalisti ex amici delle proprietà, dei dirigenti o degli allenatori che questa Città sfama nonostante una conclamata incapacità professionale. Poi arriva lo special e ti dice in faccia che sei un cagasotto. Avoja mo’ a parla’ austi’, questo è game over.

    • Austini “fervente tifoso romanista” non si può sentire. Era ed è “tifoso”, assieme a qualche suo collega di testata, della precedente proprietà, con la quale aveva rapporti privilegiati, i famosi prosciutti che qualcuno voleva aboliti, mentre erano solo passati da una bocca all’altra…

    • È un fervente tifoso di Pallotta, senz’altro, er poro Austini, oramai vedova radiofonica inconsolabile. Della Roma, non ci giurerei. E, comunque, queste risposte fantastiche agli Austini di turno sono poesia pura per me e si dovrebbe essere “mourinhisti” anche solo per una risposta così ad Austini.

  5. “Non vi vedo chiedere ad Allegri perchè non gioca Bernardeschi, o a Inzahi perchè non gioca Dzeko. Solo qua ci sono ossessioni, la situazione di Zaniolo è semplice. Se vuoi sapere di più, chiama Zaniolo e il suo entourage e ti dirà spero la verità, e cioè che è tornato con un problema ai flessori!” E Su quanto afferma sinceramente non posso dargli torto Ha fatto bene a rispondere in questo modo Secondo me è stato fin troppo “Educato!” Do ragione a chi sostiene che stanno usando “alcuni” giocatori della Roma come escamotage per distogliere l’attenzione da Mancini e dalla nazionale Del Napoli che (nonostante la “quarantena imposta della Asl) fa giocare ben tre giocatori positivi al Covid ne vogliamo parlare?! Una cosa è sicura: Un “massacro” simile non lo subisce nessun altra squadra. Troppa malevolenza…

  6. La notizia de sta CS è che Mou se sente TRS. Chi è che se sente la radio, come Josè, e ce fa sapè che ha detto Austini ieri?

    • Purtroppo, o per fortuna, io ormai riesco solo ad ascoltare parte dell’intervento di Serse Cosmi quando vado a riprendere le bambine da scuola e me tajo in due dalle risate.
      Però credo ci siano i podcast a disposizione sul sito di TRS se proprio vuoi toglierti la curiosità…

    • 47 minuti de podcast. Ce vole tutta a’ curiosità mia e il nun avè n’casso da fa pe’ oggi…

    • 47 minuti de la vita mia presi e buttati ar cesso. Ma nun me pare nemmeno che ce sia tutto sto veleno. Secondo me Mourinho ha vista la faccia de Austini e ha deciso che je doveva sta sur casso, così j’è partito de capoccia…

    • Secondo me Mourinho non ha mai sentito Austini per radio in vita sua, tutt’al più avrà letto qualche articolo ma soprattutto sa di certo chi e “cosa” rappresenta Austini, in relazione alla vecchia proprietà in particolare, quindi ai toni e ai modi che certa stampa e certe radio hanno avuto, nel dopo Pallotta, verso i Friedkin e ora verso “Mourinho alla Roma”. Un’idea di cosa sia la stampa sportiva a Roma deve essersela fatta, ormai, Mourinho, anche per interposta persona. E, dopo mesi in cui tutto sommato non “poteva” dire certe cose, oggi, dopo un derby stravinto e 13 partite che non perdiamo e una situazione leggermente più positiva in classifica (ma guai a cullarsi in chissà cosa, tocchiamo ferro, ecc.), Mourinho una pizza in faccia a sangue freddo ad Austini gliela dà. Sonora, rumorosa e urbi et orbi. E Austini se la prende, ringrazia e sta muto. Ci sta. E io godo, molto, dico la verità…

  7. Meno male che c’è Mou. Un altro, più piccolo, al posto suo sarebbe diventato isterico, avrebbe sbattuto la testa sul tavolo e se la sarebbe presa col suo giocatore migliore… Avete capito a chi mi riferisco? Cmq i giornalisti oggi sono solo degli avvoltoi.

    • Si ma magari potevi dire la stessa cosa senza dare del nano… brutta cosa il body shaming e ancora di più gratuito.

  8. Giornalisti massacrati….che dire e’ vero in radio parlano parlano in conferenza avanti a lui si cagano…..AhAhAh. Austini il duro del Tempo quante ne scrive e dice il prototipo del giornalista mediocre che prova ad essere il Brera del giornalismo sportivo….ma manco un unghia comunque e’ in bella compagia…. Maida Juric non sono da meno di romanista sono le loro parole non hanno niente….solo lamentele del gioco i grandi casini dentro la squadra solo loro scrivono ste nefandezze ma poi la guerra fatta a Mourinho da quando e’ arrivato e prima ancora a Fonseca ste cose io non le scordo ….. braccia levate all’ agricoltura

  9. Domanda facile facile: ma perché è sempre incazzato?
    Perché i giornalisti romani fanno domande inopportune?
    Ha vinto 25 trofei in giro per il mondo e se stà ancora a sentì Austini su TRS?
    Ad essere sincero dopo 9 mesi ancora non mi sono molto chiare alcune dinamiche.

    • Ha vinto 25 trofei perché gestisce alla perfezione sia la squadra che l’ambiente. Campo, società e comunicazione per lui è un unico ambito di lavoro e segue con attenzione ogni componente. Così si vince, così si è professionisti seri. Chiara la dinamica?

    • Chiarissima, finora però qui a Roma non si è visto nulla di tutto questo. A parte il derby vinto il resto sono state grandi sofferenze e delusioni.
      Ripeto come un mantra, aspettiamo giugno per dare i giudizi, dei 25 titoli non me ne fregherà un piffero se arriviamo 7/8 e non arrivano almeno in finale di Conference.
      Poi se vi accontentate delle frecciate che dà ad Austini stiamo messi bene…

    • Glielo ha detto tuo cugino laziale quello che dicono alle radio sbiadite e lui l’ha attaccato.

    • A lazia’ forse sapendo le serpi che si annidano nelle radio avrà messo qualcuno a senti’ le ca@@ate che dicono e quindi pronto ad attaccare!!
      Lui è così non sa tenersi nulla

    • Si Franco giusto: aspettiamo giugno per dare giudizi.
      Peccato però che tu è da settembre che gli rompi i c…i.
      E se invece arriviamo 4/5 e vinciamo la conference poi te ne frega dei 25 titoli o continui a di che non c’ha GIOGO?

    • Quindi caro franco inizi la tua analisi sulla base dei 25 titoli dello special e concludi la risposta alla mia osservazione dicendo che dei 25 titoli non ti interessa nulla. Allora perché li hai nominati tu? 100 capriole carpiate per cercare di perorare la tua causa anti mou. È tutto inutile, lo special è un meraviglioso vincente, fattene una ragione. La ROMA gli prenderà i giocatori buoni e lui vincerà dei titoli a ROMA.

    • Gli rompo i coglxxxx perché ha perso tante partite contro squadrette da bassa classifica e perché la partita di giovedì è purtroppo assurta a grande rivincita, quando sarebbe dovuta essere una formalità. Stai a giocà col BODO!

    • E se la ROMA gioca con il bodo è colpa di mou? Inoltre tu quindi critichi a prescindere perché non vuoi che se la ROMA vince con il bodo ci sia un complimento verso l’allenatore? Ma ve rileggete?

    • Mourinho è veramente di un altro pianeta. Nel miserrimo mondo della comunicazione calcistica in Italia, lui è un gigante. Speriamo riesca a esprimersi parimenti in panchina al più presto. Daje!

  10. è giusto, se Dzeko o Peppino all Inter, al Milna, alla Juve non giocano non rompono i colli.oni come fanno qua.
    Tra giornalari , Pallirchiesi, e Cesaroni sta tifoseria finta deve da spari…a cominciare daquel barbagianni al Lilla, amico amico del Friedkin Group e poi regala i giocatori al Milan…e prorpiro vero davanti agli interessi e all Ignoranza non c’è ragione che tenga…

  11. Allora io lo sento quasi sempre Austini …..adesso vi do un compendio di quello che dice …attacca sopratutto chiaramente Mou dicendo che ..
    non ha gioco ..un calciatore che deve migliorare non è certamente Mou l’allenatore ideale …che Fonseca era migliore nel.far crescere i giocatori ….praticamente il succo è che Mou è un grande comunicatore ma come tattico e come allenatore inteso nel senso letterale vale poco..poi ieri o l ho sentito …ma la solfa è sempre la stessa….purtroppo con il cambio di proprietà Trs si è trovata spiazzata e se alcuni speaker si sono riposizionati altri non mollano.

  12. Anche io l ho sentito. Sostanzialmente ha detto che dopo le grandi partite spesso è mancata la continuità. È vero che spesso ha attaccato mourinho per il gioco dicendo che si aspettava di più da lui. Ma molti su questo sito l hanno fatto, me compreso. Poi è chiaro che il derby vinto in quel modo lascia pensare e soprattutto sperare che si sua trovata la quadratura.

  13. E pensare che Austini non è nemmeno il peggiore. L’inarrivabile Balzani, i Maida’s, Valdiserri e Trani andrebbero esiliati

  14. A 8 partite dalla fine del campionato e prima del Bodo, Samp-Roma è una partita importante; la striscia positiva va confermata, come pure la solidità difensiva. Forza Roma!

  15. Madia ride ma non si rende conto di essere stato ridicolizzato.
    Austini invece poraccio ormai mi fa pena. Dopo Totti bullizzato pure da Mou: ormai diventato uno zimbello, io cambierei “lavoro”.

  16. è più chiaro detto da lui? su Zaniolo c’è una guerra mediatica.
    in guerra, o stai con noi, o con loro. e i finti svizzeri che però sparano da una parte sola, se chiamano collaborazionisti.

  17. Su Zaniolo ha fatto intendere a chiare note che l’ entourage del giocatore è sensibile alle sirene d’ oltrePo. Ora spetta a Nico o si tappa le orecchie tipo un novello Ulisse oppure cede alle lusinghe e allora sara’ un sofferto(almeno per me) addio . Ma alle condizioni della Roma, e questo me lo auguro.

  18. Austini se fossi in te dopo oggi darei le dimissioni e mi autodenuncierei all’ordine dei hiornalisti per manifesta inadeguatezza dopo una tale figura di melma tradotto il
    Mister t ha dato del pupazzo o meglio omo de pezza del pagliaccio a tutto tondo
    Mi hai fatto obbiettivamente pena ma a dirla tutta ti sta bene é capitato anche a me di sentirti con i tuoi amici di merenda della radio di fare i leoni da tastiera contro Mourinho e chi che sia per poi fare queste figure imbarazzanti o meglio ripeto di melma per usare un eufemismo
    Austini suggerimento spassionato dopo oggi prova come domatore di pesci rossi ti si addice

  19. Nel frattempo segnaliamo l’ennesima positiva prestazione del Comandante Fazio, con rigore decisivo provocato e seguito da doppio giallo che purtroppo ne causerà l’assenza nella partita di domenica prossima.
    Tutto sommato ce la dovremmo fare anche senza i suoi preziosi servigi nei confronti degli avversari…

    • Fatto apposta.
      Sapeva benissimo che andava incontro a 90 minuti di fischi e prese per il culo.
      Atto di vigliaccheria perfettamente in linea con il personaggio.

    • Io invece sto già pregustando l’intervista di nonno Sabatini che fra qualche giorno sicuramente ci racconterà per la ottantatreesima volta i suoi meravigliosi aneddoti: come comprò Dzeko, come è davvero caratterialmente Spalletti, Pastore che è ancora forte…

  20. Devo per forza rincarare la dose, ho letto che il pavido cavalier servente Austini non e’ amato dalla Roma in primis, anni addietro su Totti anche lo stesso Maida, fecero polemiche sull’ addio al calcio e continuarono sia come dirigente… lo prendevano per un idiota. Una domanda mi faccio “perche’ li fanno entrare a Trigoria”. Perche’ persone cosi devono avere questo privilegio ci sono fior fiori di giornalisti che non hanno l’accesso forse senza Angelucci e Caltagirone non si puo’ fare?

  21. Scusate, ma cosa ha fatto di strano Austini? La domanda mi sembra logica, tutti ci chiediamo se il modulo utilizzato nel derby possa diventare quello preferito, anche perché comporterebbe un ridimensionamento di Zaniolo. Quello che mi sconcerta è il preambolo della risposta di Mourinho, davvero di cattivo gusto. Ma a quanto pare questo modo di fare manda in estasi i tifosi, oscurando quanto il mister ha detto su Zaniolo, frasi ambigue che sicuramente scateneranno le truppe cammellate che stanno massacrando Nicolò pro domo sua.

    • bravo. “chiedete all’entourage, sperando che dica la verità” fa capire chi, oltre alla rube, cerca di portarcelo via ora, al valore più basso da quando sta in A. perchè è l’ultimo momento possibile. dall’anno prossimo serviranno 3 cifre. frase di un preoccuppante allucinante.

  22. io non me lo chiedo, dovresti parlare per te.
    Austini stesso si è creato questo personaggio che vorrebbe rappresentarci la discesa in terra del “cronista sportivo” integerrimo, impersonificazione di un’imparzialità d’ispirazione quasi De Coubertiniana, pronto a riesaminare con la lente anche l’insignificante fino a trovare quel “difetto” che lo plachi. E lo fa qui, lo fa dichiarandosi tifoso e lo fa contro la Squadra la cui Storia è stata frequentemente “funestata” da eterogenei personaggi per nulla integerrimi, per nulla imparziali o De Coubertiniani; che invece della lente d’ingrandimento usavano le fette di salame.
    Mi vien da pensare che un “furore virtuoso” alla Robespierre più che alla De Coubertain spesso lo attanagli… Per cui alla fine è tutto molto semplice: chi va per questi mari questi pesci piglia e Mou, se fosse il pesce, sarebbe troppo grosso per Austini. Ma noi sappiamo che è Mou il pescatore!

  23. e siccome io non mi placo mai:
    prova “Dionisiaca” ieri del Sassuolo all’Olimpico… dal titolo: “Suicidio in diretta”.
    E per concludere:
    Frattesi 30 so’ pochi, famo 40… famo 50… famo tutt’er cucuzzaro… famo a chi la spara più grossa.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome