MOURINHO: “E’ la serata di Dybala, ma oggi ho visto il mio Abraham. Ibanez? Noto una differenza enorme rispetto a prima”

43
1876

AS ROMA NEWS – Mister Josè Mourinho si presenta davanti ai cronisti per commentare la prestazione dei suoi giocatori al termine di Roma-Monza.

Di seguito tutte le dichiarazioni del tecnico portoghese ai microfoni dei giornalisti:

JOSE MOURINHO A DAZN

Cosa ha detto a Dybala?
“L’anno scorso contro la Juve all’Olimpico, quando lui è stato sostituito gli avevo detto ‘sei bravo ragazzo’, e oggi gli ho detto lo stesso, e ci siamo fatti un sorriso.

Era da un po’ che non si vinceva in anticipo…
“Migliore per tranquillità nel risultato, ma la partita più difficile di quello che dimostra il risultato. Abbiamo dovuto cambiare modo di pressare. Ci hanno messo in difficoltà. Poi con più spazio, con esperienza, potevamo anche segnare di più ma bene, ho modo di far giocare anche altri. Stiamo bene e andiamo”.

Un parere su Ibañez che sta crescendo…
“Contento che si parli di lui, vedo una grande differenza da come l’ho trovato e da come è oggi, anche con la palla è più sereno. Trova diverse soluzioni, non è automatico. Veramente forte. Ma con il vostro permesso, voglio parlare di Tammy. Oggi sì. Ha giocato come voglio io. Ha dato tutto, prendeva la prima palla, si abbassava per giocare, creava profondità. Ovviamente è la serata di Paulo. Ma oggi Abraham fantastico, con questo Tammy, con Belotti che arriverà alla condizione e con Eldor che si tranquillizzerà dopo le voci di mercato ci aiuterà anche lui”.

La sensazione di solidità è evidente, sembra che Dybala si sia inserito con umiltà…
“Qualche volta c’è il talento che aiuta una squadra, ma è isolato della squadra. In questo caso Paulo è con noi. E’ un grande talento e gioca con e per la squadra. Anche in fase difensiva, che sappiamo che non è nato per farla. Quando è uscito mi dice ‘un po’ di più e faccio il terzo’ e io gli ho detto ‘fallo con l’Udinese, non oggi’. E’ un Paulo che cresce e per noi è fantastico”.

Galliani nell’abbraccio che abbiamo ripreso?
“Anche quando ero all’Inter ricordo la sua sportività. E’ un grande. Esempio di classe nel mondo del calcio dove siamo nemici durante la partita, ma non prima e non dopo. Un piacere per me. Un abbraccio che mi è piaciuto”.

JOSE’ MOURINHO IN CONFERENZA STAMPA

Dybala sta trovando la condizione.
“Sono d’accordo. Però lasciatemi andare in un’altra direzione, oggi è troppo ovvio e facile parlare di Paulo e di quello che sta facendo con noi, della sua storia. 100 gol in Serie A, è troppo facile parlare di lui. Per me oggi è la serata di Tammy, una partita straordinaria senza segnare. Quando non sono contento della sua gara lo dico, oggi sono superfelice, ha vinto tutti i duelli individuali, ha creato mille problemi agli avversari, anche a livello di pressing e di copertura. Oggi è il mio uomo, sarebbe troppo facile parlare di Paulo. Anche la squadra, con qualche cambio e qualche giocatore che ha fatto bene contro una squadra non facile, che è stata sempre nella partita al di là del risultato. Quattro partite e dieci punti, stiamo benino e dobbiamo continuare, ora avremo tre trasferte di fila, difficile ma dobbiamo andare”.

Come sta Dybala? Gli altri infortuni?
“Kumbulla ed El Shaarawy, non mi sembra che Paulo abbia grandi problemi. L’ho cambiato perché lo vedevo con tanto entusiasmo, non mi sembrava che sarebbe stato capace di abbassare il livello e ho pensato che domenica sarà molto difficile, era meglio dargli riposo a lui e a Lorenzo, ragazzi fondamentali per noi”.

Nei tre successi della Roma, avete lasciato il pallone agli avversari.
“No, noi vogliamo il pallone ma l’avversario è bravo. Nel primo tempo abbiamo trovato difficoltà nel pressare, dopo aver bevuto abbiamo aggiustato qualcosa. Siamo una squadra che vuole giocare, che ha qualità e creatività. Sappiamo di aver la capacità di recuperare palla ed essere aggressivi, principalmente con Zaniolo che ci manca tanto. Abbiamo qualità, potendo scegliere vogliamo il pallone”.

C’è la possibilità di prendere qualcuno in difesa?
“Con onestà, senza l’infortunio di Wijnaldum e senza l’arrivo di Camara, penso che un difensore centrale doveva arrivare. Un po’ come l’anno scorso, quando si è fatto male Spinazzola e abbiamo dovuto lasciare un centrale per un terzino sinistro. Non ho coraggio di pressare il direttore o la proprietà, di dire a voi, non faccio la foto col piede sul tavolo aspettando qualcosa. Il lavoro che stanno facendo è fantastico, con tutte le limitazioni che abbiamo noi, anche a livello di financial fair-play sembra che per noi esiste e non per tutti. Il direttore e la proprietà hanno fatto un mercato straordinario, giocatori di altissimo livello con un investimento di 7 milioni, per gli altri parliamo di svincolati e prestiti, con stipendi, arrivare all’ultimo giorno e chiedere un centrale non ho coraggio. Sanno che ne abbiamo bisogno, ma anche che mi pagano per trovare soluzioni. L’anno scorso abbiamo inventato Zalewski terzino sinistro, quest’anno inventeremo altro. Non penso che faremo qualcosa, andiamo avanti. Magari Vina centrale, Karsdorp centrale, vediamo giorno per giorno”.

Com’è arrivato Belotti?
“Ha lavorato tanto, con personal trainer, non con una squadra. Non si è allenato col Palermo, ma da solo. Gli manca il pallone, gli mancano agilità e intimità col pallone, quella palla lì uno che si allena da due settimane sicuramente la mette forte e fa gol, questo è Belotti. L’ho messo più per la sua motivazione, per lo sforzo che ha fatto per arrivare, per i rischi che si è preso aspettando per venire da noi. Il ragazzo è felice, 10, 15, 20 minuti può farli perfettamente, se mi chiedi se inizia domenica a Udine ti dico no, panchina. A poco a poco arriva presto, perché lo stato emozionale è molto alto”.

Articolo precedenteROMA-MONZA 3-0: le pagelle
Articolo successivoSTROPPA: “Troppi errori, contro la Roma non li puoi concedere. In attacco è mancata incisività”

43 Commenti

    • È un fenomeno
      Nn ho il coraggio di chiedere un difensore… esiste solo per noi il fpf…

      Quindi l’ha chiesto il difensore….e Tiago e Ryan spero che facciano un altro regalo

      Forza grande Roma ale’

    • Mamma mia quanto sei forte!!! Un demonio. Questo è un numero 1 veramente.
      Io non so quanto sia difficile o impossibile vincere a roma. Ma se c’è una possibilità abbiamo l’uomo giusto al comando.

  1. Dai Mister, tu puoi plasmare questa squadra a tua immagine e somiglianza e portarci finalmente a vincere qualcosa di importante.

  2. Ma in che stato è Stroppa? 🤣🤣🤣

    Pare uno che porta la pasta al pomodoro alla Sagra del Cinghiale …

    Mamma mia che fine …

    • Vero.. Ma è anche vero che il mister ha detto la verità.. Oggi Tammy ha fatto una partita di gran sacrificio.. Aiutando costruendo, venendo a prendere palla.. Giocando di sponda..

      Se avesse segnato su quell’azione dove salta due uomini e poi salta anche il portiere.. Sarebbe come minimo da 8..

      Ha sbagliato un goal.. Ma ci può stare, e comunque c’era Paulino pronto a ribattere..

      Oggi il peso dell’inglese si è sentito su tante azioni..

      Questo vuole Mou..

      Con la Juventus Abraham cercava sempre la profondità.. Non è mai venuto incontro.. Non ha fatto salire la squadra..

      Lui deve essere quello di oggi.. Non deve cercare sempre e continuamente la porta.. Deve aiutare la squadra ad uscire.. Oggi lo ha fatto.. E lo ha fatto bene..

      E se segna quel goal, viene giù lo stadio..

      Forza Roma..

    • Abraham anche oggi ha sbagliato molto ma ha fatto bene a difenderlo. Benissimo Ibanez e Celik e poi , come sempre, zaleswhy. Dybala è un altra categoria. Ogni hanno dovrai inserire un paio di Dybala se vogliamo aprire un ciclo vincente.

  3. Doverosa la menzione su Ibanez, sul quale deve avere lavorato tantissimo e si vede.
    Solo pochi mesi fa troppe volte vanificava il suo strapotere fisico con amnesie che costavano le partite.
    Per essere maturato così tanto in pochi mesi è chiaro che deve esserci lo zampino dell’allenatore.

    • Si , ma anche la voglia e la determinazione di migliorare del ragazzo. Senza la quale Mourinho può far poco, al massimo li mette fuori.
      Come fatto con alcuni dopo il primo tempo di Torino. Tipo Karsdorp , sono convinto che appena rientra fara -una grande prestazione….

  4. Ecco, lo dicevo e pensavo. Lo ha confermato proprio Mou stasera. Eldor (Shomu) non parte, Mou l’anno scorso disse che per lui servono 3 attaccanti. E’ chiaro che Shomu poteva partire solo per una offerta ritenuta congrua, altrimenti fa parte della squadra. Quando è stato presentato nella rosa per la stagione, da lì è per me diventato chiaro che lui non era stato inserito tra i cedibili per forza, a differenza di altri calciatori. Il Bologna poi avrà palesato un interesse ma che non si è mai concretizzato con le cifre richieste da Pinto. C’era l’opzione del Gallo e sarebbe dovuto uscire allora uno tra Felix o Shomu, poi è venuta una offerta ritenuta più congrua per Felix e da allora Shomu è fuori dal mercato.
    Quindi puntiamo su Tammy, il Gallo e Shomu (valutando che Shomu può essere adattato in altri ruoli d’attacco pure) come principali attaccanti per questa stagione (non dimenticando ovvamente che abbiamo Paulo ed il Faraone, che speriamo non abbia nulla di grave).

    • La mia impressione e’ che non ci sia mai stato niente, come per le visite mediche di Zaniolo a Torino. Infatti Mou dice che ora Eldor ” si tranquillizzerà dopo le voci di mercato”. L’ennesima panzana di pollivendoli a go-go’ che perche’ altrimenti dovrebbero concentrarsi sulle magagne degli altri. E poi… vuoi mettere spargere zizzania su Roma e sulla Roma. E’ il passatempo preferito di certa gente.

    • ” che perche’ altrimenti”, leggasi “che scrivono perche’ altrimenti…”

    • Penso sia un buon attaccante solo non una prima punta come Tammy ed il Gallo. Può essere utile nelle rotazioni e turnover, soprattutto se vogliamo essere competitivi per davvero su 3 fronti ed in questo campionato con partite più vicine. Se ben motivato ed inserito, secondo me può fare molto bene e toglierci qualche soddisfazione questa stagione.
      Ovvio che però cercherei di rivalutarlo in ottica di poterlo cedere a migliori condizioni la prossima estate e prendere un ulteriore “upgrade” in attacco, magari un giovanissimo centravanti di belle speranze che possa essere tipo un nuovo Haaland anche tra i 18-20 anni che se gioca ed allena a fianco di giocatori come Tammy, il Gallo, Paulo ed il Faraone, e sotto l’occhio attento di Mou, potrà soltanto crescere e diventare uno dei più forti centravanti del continente.

  5. Ragazzi con Gini e Zaniolo ci divertiremo alla grandissima !
    Ora piccolo /grande sforzo per un altro centrale e davvero mi sembrerà di essere tornato a venti anni fa ! FORZA ROMAAAA!!

  6. La squadra è ancora in costruzione
    Ma è solida
    Ti lascia giocare ma poi con la classe che ha davanti il gol è una certezza…
    Sa soffrire come a Torino ma poi non molla mentalmente
    Siamo solo all’inizio e stiamo ancora cercando la quadra giusta…
    Dietro è solida.
    Al momento il centrocampo è da rivedere e c’è ancora troppa distanza tra l’attacco e il centrocampo…ma c’è tanta classe su quel prato verde e come sempre certi giocatori Fanno la differenza…
    Avanti così occorre fare punti e crescere in intensità e recupero palla poi li davanti ci pensano loro….
    Che squadra

    • Serve come il pane un difensore alla smalling a sinistra per giocare a 4 e mettere un centrocampista in più in campo vedrai come sarà tutto più equilibrato con il 4-3-1-2

    • Concordo
      Andiamo in sofferenza numerica a centrocampo e i due sono lenti e compassati
      Occorre più densità e meno distanza tra i reparti e Dybala la butta dentro

  7. Io in questo ultimo scorcio di mercato farei all in per di canio. A trigoria serve come il pane. Nel senso che ce fanno la scarpetta nel sugo. Può anche, all’occorrenza, allietare le serate di ritiro con qualche numero da scimmietta ammaestrata. Io per esempio lo vedo con un tutù rosa di tulle che balla la morte del cigno sui tavoli. Inoltre, vista l’imminente vittoria elettorale della meloni, può insegnare a giocatori e staff il saluto fascista, specialità olimpica in cui lui eccelle. C’è molta concorrenza, come è inevitabile, ma tiago pinto c’è la può fare.

    • Perché vuoi privare l’Italia intera del grande talento comico di Di Cane. Trigoria sarebbe un palco troppo piccolo. Se il suo agente si accorda con quello di Cassano nascerà una grande coppia comica. I Franco e Ciccio degli anni 20.

    • E no LUPASAS no questo non te lo faccio passare..Non puoi paragonare due nullità a due GRANDI artisti come Franco e Ciccio
      Se no a schifiu finisce. ..

  8. Ha dimostrazione che quando la Roma e’ compatta un gioco c’e’ l’ha eccome alla faccia di quei opinionisti giornalisti e non tifosi che contestano… Daje Roma Daje

    • Come sempre voglio dire che la Roma segna solamente coi lanci lunghi sull’attaccante o sui calci d’angolo, ma mai su un’azione concreta.Questo é il non gioco di Mourinho, con la Juventus che con Allegri fa piú o meno lo stesso gioco difensivista si sono viste lenpecche della squadra che non gioca a calcio,ma aspetta l’avversario nella sua metá campo e poi il lancio lungo alle punte.Fino a quando si vince tutto bene, ma quando si comincia a perdere sirgono i problemi!

    • Il secondo gol a me sembra su… “azione concreta”. A proposito, che ….. è una “azione concreta”? E poi vabbe’ il “non gioco”, ecc., è proprio il kit perfetto dell’hater di Mourinho, c’è davvero tutto, complimenti.

  9. C’è un dato che statistiche alla mano nonostante il 3a0 mi stupisce….posseso palla noi 39% Monza 61% anche se sterile sembra che loro abbiano menato più le danze, e’ raro vedere delle simili percentuali dopo un 3a0…

    • Perchè c’è stata l’anomalia di loro che tenevano palla indietro palleggiando e noi che non facevamo pressing visto che la partita era finita. Diciamo che loro hanno tenuto palla non per giocare, ma per evitare che la prendesse la Roma e gli facesse male, infatti dopo le 3 occasioni nostre nati da intercetti, loro hanno cominciato a giocare molto “semplice”, per questo hanno tenuto palla ma senza praticamente affondare. Fino al 2-0 il possesso era stato vicino al 50% con una leggerissima predominanza loro (mi pare noi fossimo al 47%), gli ultimi 15 minuti hanno sensibilmente alterato le percentuali, ma in quei minuti le poche azioni di possesso della Roma sono state praticamente tutte pericolose.
      C’è una differenza sostanziale tra il possesso “offensivo” e il possesso “difensivo”, in molte azioni finali del Monza più che “costruzione dal basso” era la vecchia “melina” di una volta!

    • Se tieni la palla in modo sterile, senza costrutto o perché al momento giusto vieni fermato dai nostri, puoi tranquillamente avere il 60% o pure 70% del possesso palla, ma ci fai solo il sugo. Hai giocato male, punto e basta, perché avere il possesso della palla e non saperci fare granché è davvero avere un “non gioco” e una “non identità”, se vogliamo proprio dirla tutta. Con Fonseca, infatti, avevamo sempre percentuali alte nel “possesso palla”. Il mero “possesso palla” non significa nulla di per sé, e il “non possesso palla” pure. Una volta una squadra che faceva girare a vuoto l’avversario, impediva le fonti di gioco altrui nei punti chiave, concedeva insomma pochissimo e poi colpiva al momento giusto, veniva considerata cinica, razionale, spietata, insomma forte. È stato detto, non a caso, del Real di Ancelotti. Qui invece ogni volta che vinciamo inizia questo demenziale processo al “non gioco”, alla “non identità”, al “non calcio” di Mourinho, al possesso palla eccessivo del… Monza (mumble mumble… che vorrà mai dire?). Io ieri ho visto una bella squadra (la Roma), che risparmiando le forze ha ottenuto il massimo utile col minimo sforzo, e una squadra di pippe (il Monza), allenata da un pover’uomo, che aveva la palla fra i piedi e non sapeva cosa farci. La partita infatti è finita 3-0, ma se fosse finita 5-1 o 6-0 non ci sarebbe stato nulla di strano. Per quanto mi riguarda, viva il “non gioco” di Mou. E viva pure il “possesso palla” del Monza…

  10. Volevo dire…che giochiamo …il calcio lungo…corro. ..le pecche…le pacche…mamma che piagnisteo. ..

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome