MOURINHO: “Gestione minima, farò un paio di cambi. Io e la proprietà vogliamo arrivare in alto, altrimenti non sarei venuto qui” (VIDEO)

37
1200

AS ROMA NEWS – Josè Mourinho parla in conferenza stampa alla vigilia di Roma-Venezia, penultima giornata di campionato che si giocherà domani sera alle 20:45.

Queste le domande dei giornalisti e le risposte dell’allenatore portoghese sull’impegno contro i lagunari:

Assogna (Sky Sport): “C’è il rischio che la finale di Tirana tolga la concentrazione per le ultime due partite di campionato?”
“Spero di no. C’è gente che spera che la Roma arrivi ottava e vinca la finale per avere otto squadre in Europa, che sarebbe fantastico. Ma la mancanza di concentrazione per le ultime due penso di no. Contro la Fiorentina era una squadra stanca. Loro hanno giocato bene. Ma siamo un po’ stanchi di vedere arbitri nel VAR avere problemi dopo le nostre partite, puniti senza poter lavorare per diverse giornate, come è successo spesso. Noi possiamo dire che hanno sbagliato, sono stati puniti, ma dove sono i punti? Questo è un problema, se tutto è aperto per finire tra il quinto e l’ottavo. Io voglio finire quinto o sesto. E’ il nostro obiettivo, dove siamo stati tutta la stagione, e no, non ho paura della mancanza di concentrazione”.

Maida (Corriere dello Sport): “Come si possono gestire le energie? Domani rivedremo la formazione migliore possibile? Come intendete gestire Mkhitaryan?”
“Mkhitaryan è infortunato, non è gestione. Non abbiamo la rosa per fare dei cambi drammatici nella gente che gioca. Non abbiamo il livello di esperienza, non abbiamo due giocatori per ruolo in modo da fare nove cambi. Dobbiamo vincere domani perchè abbiamo bisogno di punti, perchè è l’ultima in casa, e se vinciamo ci giochiamo tutto nell’ultima come autori del nostro destino. Dobbiamo vincere domani, contro un avversario che si gioca il proprio futuro. La gestione sarà minima, un paio di cambi sicuramente. Un paio domani, due diversi contro il Torino, per rompere la sequenza di tante partite. Ma non possiamo fare stravolgimenti. Mkhitaryan recuperato per la finale? Non lo so…”

Pastore (Il Romanista): “Come mentalità Zalewski può essere considerato uno dei simboli della squadra per disponibilità che ha mostrato in campo?”
“Io non faccio una gran differenza di mentalità, di atteggiamento, tra lui e gli altri giovani. La differenza è che per lui è arrivata un’opportunità in un momento in cui la squadra aveva bisogno di un’opzione per quella posizione lì e lui era preparato per quella opportunità. Era una situazione di rischio per noi, ed era preparato. Se un’opportunità arriva per un altro dei giovani, la può prendere nello stesso modo. Prossima stagione ne prenderemo altri 3-4 dalla Primavera per far parte del nostro gruppo. Zalewski è un esempio molto positivo per noi”.

Austini (Il Tempo): “Lei nell’intervista a Sky Sport inglese ha detto che i primi tre posti per il prossimo anno sono già occupati, e la Roma deve lottare per il quarto. Arriverà un momento che la Roma potrà fare il salto?”
“Io penso di sì. L’organizzazione è importante, l’abbiamo e stiamo crescendo. Abbiamo fatto un gran lavoro a tutti i livelli rispetto ad agosto. Serve tempo, è necessario. Il mio contratto ha altri due anni. Quando parliamo di Zalewski, parliamo di giocatori che hanno bisogno di tempo. In altre squadre il tempo non è necessario, neanche esiste. Poi è una questione di qualità e quantità: noi abbiamo sofferto in certi momenti anche per la questione di quantità. L’altro giorno dopo la Fiorentina c’era un signore (Verdone, ndr) che mi chiedeva della verticalità e dell’orizzontalità, gli ho detto che la differenza sono 140 chilometri…Se vedi quanto hanno giocato i nostri giocatori, questo si paga. E’ facile vedere quanti chilometri hanno fatto Ibanez o Cristante, solo per dirne due. E’ qualità e quantità. Siamo consapevoli di questo. Mi devo scusare con voi perchè non faccio interviste, l’ho fatta con gli inglesi perchè era un amico. Ma questa è la verità. La proprietà vuole arrivare, io voglio arrivare, altrimenti non sarei venuto qua. Ma abbiamo organizzazione, abbiamo tempo, abbiamo qualche talento, e abbiamo un grande talento che è la passione dei tifosi. E a poco a poco dobbiamo migliorare ancora e vedere che succederà la prossima estate. Ma ora abbiamo tre partite importanti da giocare, basta parlare del prossimo anno…”

Tele Radio Stereo: “In quale altri aspetti vede migliorata la squadra?”
“Non voglio parlare come se la stagione fosse finita. Ci sono tre partite da giocare, sono tutte importanti”.

Serafini (asroma.com): “Un milione di tifosi all’Olimpico, vuole ringraziarli?”
“E’ il minimo. Posso ringraziare io qui, i giocatori sui social. Ma è più simbolico farlo in campo dopo la partita. Il loro amore è stato in campo, ed è lì che dobbiamo fare. Al di là del risultato, o del mio piede distrutto da Kumbulla, dobbiamo ringraziarli. Sono stati veramente fantastici. Prima di finire, con un giorno di ritardo: auguri a mister Zeman per il suo compleanno di ieri…”

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

 

 

Articolo precedenteRoma, raggiunto l’accordo con Solbakken: pronto un quinquennale da 700mila euro
Articolo successivoAS ROMA FLASH NEWS – Tutte le notizie in giallorosso minuto per minuto

37 Commenti

  1. Il finale sul compleanno di Zeman è geniale… Grande Mou…la miglior risposta, in generale, a chi ti critica (tra l’altro stupidamente) è ignorarli. Come diceva Dante non ti curar di loro ma guarda e passa.

    • Ecco quando dico, non me ne frega un emerito [email protected]@o di gente del passato, il perché? Basta sentire e leggere, Sabatini e Zeman, sputare dove hanno mangiato, poi vedere ex giocatori venire a Trigoria, ricordando i bei momenti… Se so scordati quando chiedevano 4 mln di contratto? Poi se ne sono andati… Ma…. Misteri del calcio…

    • Ho molta fiducia su Mourinho. Spero che la società lo aiuti.
      Devo dire che come ogni apertura di calcio mercato continua la prassi di vedere accounts di persone mai viste durante l’anniversario ntervenire per glorificare acquisti modesti come colpi di mercato (vedi solbakken).
      Peraltro subito acquistato mentre si parlava di dybala per evitare voli pindarici.
      Non mi piace. una società seria non ha bisogno della claque, fa parlare i fatti e qui finora li ha fatti solo Mou inventandosi un primavera al posto di un esterno preso sul mercato dal grande GM la cui spesa ha impediti di comprare un centrocampista.
      La finale di conference deve essere un inizio non il punto di arrivo di una società.

  2. Mando anch’io gli auguri a Mister Zeman. Per me storia della Roma, e senza insultarlo in primis e’ vecchio, e ancora allena….Mi e’ piaciuto Mou che non ha risposto piccato sono 2 Grandi per me e domani Forza Roma !!!!

  3. Polemica inutile quella fra MOU e Zeman.
    Scaramucce dialettiche fra 2persone con grande personalità.
    Bello il riferimento al compleanno , chiusa la polemica.
    Bello anche il riferimento a Ibanez e Cristante , calciatori IMPORTANTI per MOU ma troppo criticati dai ” tifosicritici”.
    3 partite
    La stagione 2021/22 può risultare :
    Storica
    Sufficiente
    Deludente
    3 partite in cui DARE TUTTO tutti .
    Il modo migliore per zittire tutti.

    • Vada come vada la finale, mi sa che esserci arrivati è già un traguardo “storico”.
      Non solo per la ROMA, e a prescindere dal nome della Coppa.
      I nostri risultati internazionali recenti (ultimi 5 anni) mettono TUTTI in fila a tanta distanza.
      Sarà perché in A gli arbitri sono bravi e capaci, mentre all’estero siamo parte del Palazzo?

  4. Grande risposta di Mou! Io comunque a Zeman, nonostante tutto, non riesco a volergli male. Ricordiamoci che se è scoppiata calciopoli lo si deve a lui ed alle sue battaglie!!

    • Sono d’accordo. E poi, non dimentichiamolo, la squadra dello scudetto ha iniziato a costruirla lui, poi sono arrivati Capello ed adeguati pezzi da novanta. Ed aggiungo: sicuramente preferisco lo scudetto (non scherziamo…), ma quando c’era Zeman era un piacere vedere le partite. Peccato che non sia mai riuscito a coniugare il bel gioco con una affidabilità difensiva, forse con l’unica eccezione del primo Foggia e, in parte, del più recente Pescara.

    • Si lo si deve a lui però ora è peggio di prima,mo non ti permettono manco di raccogliere le briciole.poi io quando Zeman allenava la Roma stavo sempre con le chiappe strette che se vincevi 4 a zero ce rimontavano e sorpassavano.io sto allenatore non l’ho mai voluto per la Roma poi quando è stato ripreso già sapevo come andava a finire.

    • Quoto FGCI, non capisco perché le sue battaglie non le ha fatte da allenatore delle quaglie. Oltretutto vorrei sapere in che modo abbia fatto scoppiare tangentopoli. Io ricordo le battaglie, giuste, contro l’assunzione di farmaci, ma non mi pare che ne’ la rubentus ne’ nessun altro siano stati condannati per questo e quello che hanno vinto se lo sono tenuto. Poi il suo gioco… divertente per gli avversari, gli sbiaditi ancora piangono per il suo doppio esonero da parte nostra…

    • Le battaglie se ricordo bene le ha fatte solo quando allenava noi, quando era al Quagliodromo di Formello, manco alle interviste parlava, poi passato da noi, fiumi di parole manco fosse dei Jalisse, e quell’anno ci hanno massacrato gli arbitri tanto tanto molto peggio di come hanno fatto con questa stagione e poi zitto una mummia sino a che non è ritornato con noi ( Vialli se pompa, Moggi imbroglia ecc…) Però alla fine ce la siamo sempre presa nel c…o noi Grazie Zeman buon compleanno.

  5. F.A.N.T.A.S.T.I.C.O!!!!
    Per come ha parlato andrei a controllare l’entrata di Trigoria…. può essere che la “yoya” stia per entrare…. oltre a solbakken e matic (chiedo a Eliseo news)💛❤🤞🏆

  6. Si tre partite ma ma soprattutto una sono disposto a perdere le due di campionato ma la finale no la finale no DA VINCERE ASSOLUTAMENTE se no non tornate a Roma

  7. “…prossima stagione ne prenderemo altri 3/4 dalla Primavera per far parte del nostro gruppo…” casomai qualcuno avesse dimenticato la conferenza/programmatica di PINTO ad inizio anno.
    É un bene ricordarlo.

    • ꧁ ℤ𝕖𝕣𝕠 𝕋𝕣𝕠𝕗𝕖𝕚 𝕖 𝕌𝕟 𝕊𝕒𝕔𝕔𝕠 𝕕𝕚 𝕋𝕣𝕠𝕗𝕚𝕖 ꧂

      Pinto ha costruito la cantera del Benfica, ben venga mettere giovani in prima squadra, a piano a piano.
      Solo che se deve da na sveiata pure negli 11 titolari, là ha toppato l altro anno,
      Vina, shomuroto, maitald Niles, Oliveira ( spero non caccia 13, ma 5 massimo)
      Ah dimenticavo vedemo pure i rientri dai prestiti, altri grattacapi se non vengono riscattati, le sarache Monchiolane e filopallirchiesi come Justin e il ragazzino spagnolo che manco me ricordo il nome per quanto è importante guardate….

    • Non c’è scelta, deve per forza essere così, lo impongono le nuove regole del FFP.
      Se vuoi fare lo sforzo di migliorare nei 14/15 di base, gli altri devono essere a basso costo di ingaggio e cartellino, e preferibilmente venire dal vivaio.
      Però qui ha ragione pure Trofie: gli investimenti più pesanti quest’anno è vietato sbagliarli, al massimo uno su quattro te ne potrai permettere.

  8. Quando Mou parla ho la conferma che le idee e le argomentazioni sulle “cose di Calcio”, cosi’ come le vediamo noi qui, in questo Forum, semplici, chiare, lineari, sono esattamente sovrapponibili alle sue.
    Nessuna dietrologia, argomentazioni dirette, assertive, appunto come dicevo sopra, semplici e chiare.

    No gossip, niente storielle che non inficiano il rendimento in campo e che non interessano a nessuno.

    L’attacco dell’intervista è eccellente; e i bersagli chiari, appunto. E non è quello che la maggior parte dei Romanisti sostiene?

    Quello che ha detto e che continua a ripetere da tempo rappresenta la realtà: LUI E’ MOURINHO, si può permettere si sparare “bordate” del genere; altri, magari, avrebbero rilasciato le solite interviste “standard”, pur di rimanere “a galla” e “benvoluti”.

    LUI se ne può fregare, le cose gliele dice e, soprattutto, gliele ripete in faccia.

    Molto Romanista come atteggiamento. Condottiero vero, attributi “grossi cosi’ “, IL PIU’ GRANDE. Per distacco.

    FORZA ROMA.

  9. Le intenzioni ci sono e buone anche.
    Ma ce lo permetteranno?

    Non scordiamoci mai, che ci chiamiamo ROMA.
    Oltre ai tanti errori commessi da noi,
    (in quante occasioni ci abbiamo messo del nostro
    inutile negarlo per non creare alibi).

    Ma la nostra storia, da quanti fattori esterni
    è stata condizionata, ostacolata, osteggiata?

    Quanti soprusi abbiamo subito dal 1927 ad oggi?
    Quanti bocconi amari società e Tifosi
    ci hanno rovinato gioie che meritavamo?

    In bocca al lupo As Roma 1927💛💖🐺

    FRS

    • Ciao Ave, mi attacco al tuo commento anche se il mio un po’ deborda dal tema.
      Posso arrivare al massimo a farmene una ragione se Atalanta e Fiorentina ci arriveranno davanti. La seconda, è vero, ha avuto un bel regalo nell’ultima partita con noi, però oggettivamente ci ha messo sotto e non ha demeritato. Abbiamo titolo di recriminare per averci fatto giocare (peraltro stanchi) con l’handicap, ma comunque non hanno demeritato sul piano del gioco.
      Quanto ai bergamaschi, Gasperini non è cosi simpatico da volerci fare una vacanza assieme, però a memoria non ricordo che la sua squadra sia stata aiutata nel suo percorso. Semmai il contrario.
      Sono quegli altri che proprio non sopporto di vedermi davanti… L’anno scorso, Ciruzzo loro ha segnato più per rigori farlocchi che per azioni di gioco, e quest’anno si sono tenuti in vista della nostra posizione in classifica per scavalcarci solo grazie al delitto perfetto di La Spezia. Non aspettavano altro.
      Mi sembrano come quelli che non si incolonnano nelle code al casello autostradale, ti si affiancano e poi ti stringono passandoti davanti.

      Volevo aggiungere: non dimentichiamo mai da dove siamo partiti.
      Con Jimbo siamo arrivati vicini a traguardi senza mai raggiungerli e, peggio, scontando poi la cosa in termini inimmaginabili (debiti come se piovesse, zavorre infinite, etc.).
      Dall’arrivo dei Friedkins abbiamo avviato un percorso di crescita che per forza di cose deve confrontarsi, oggettivamente, con un ritardo di programmazione rispetto alle dirette concorrenti.
      Il Napoli ha una situazione finanziaria migliore; i team milanesi tutti appesi sarebbero pieni di buffi ma sembra che la cosa non abbia alcuna importanza (il Chievo Verona però, quello per debiti l’avete fatto sparire).
      La Rubentus, assomma debiti e una posizione di classifica mediocre, e così, trattandosi della Vecchia Signora, le hanno dato gentilmente una mano (salvo umiliarla in Coppa Italia, perché evidentemente c’è una gerarchia anche nei favoritismi).
      La stessa Atalanta tutto sommato ha iniziato un percorso molto prima di noi, perché Gasperini la allena da parecchi anni.
      Capisco che ci piacerebbe avere tutto e subito, ma è più probabile che i risultati arrivino col tempo, quando la programmazione avviata porterà dei frutti.
      E, per ora, sentiamoci rassicurati dal fatto che siamo in ottime mani.

    • @ ciao Hic, il tuo commento è giusto per quello che riguarda
      il calcio in generale.
      Anzi, concordo in pieno con ciò che hai scritto
      essendo “anti-pippanera” fino al midollo.

      Però in questo sistema dove da sempre siamo mal visti,
      tutte le intenzioni dei Friedkin, faranno fatica ad essere messe
      in atto.
      Chiaramente mi auguro di sbagliare.

      Non voglio essere pessimista, ma troveranno molti
      “ostacoli” sulla loro strada.

      Non Tifo Roma perchè voglio vincere tutto e subito
      altrimenti avrei scelto una strisciata, ma per Passione
      ed Amore verso questa Squadra che porta Nome e Colori
      della Città in cui sono nato.

      Ne sono “malato”, non riesco a farne a meno.
      Devo stare là, ovunque vadano le cose.

      Vorrei Rispetto per noi e non istituzioni
      che non fanno altro che denigrarci.

      Ho vinto poco, ma dai 25 minuti finali in poi di Roma-Inter
      sullo 0-3, mi sono sentito campione del mondo.

      Nessuno come Noi!
      Un saluto.👋

      FORZA ROMA SEMPRE!💛💖🐺

  10. ꧁ ℤ𝕖𝕣𝕠 𝕋𝕣𝕠𝕗𝕖𝕚 𝕖 𝕌𝕟 𝕊𝕒𝕔𝕔𝕠 𝕕𝕚 𝕋𝕣𝕠𝕗𝕚𝕖 ꧂

    Io eviterei la buffonata del giro di campo per l ultima all Olimpico, cioè n amo fatto niente, sarà l ultima partita e so d’accordo, ma stiamo sempre a zero trofei e nsacco de trofie.
    PS nun se famo pia peccoolo da quelli da podistica, ce stanno aspetta dietro li cancelli, e al momento propizio so pronti a pugnalacce.
    Lassamo perde, stateme a senti
    Famo ste cose dopo la finale

  11. Nessuno sicuramente è meglio vincerle tutte e tre ma io ne scelgo una la FINALE FINALMENTE UNA FINALE EUROPEA VINTA PRIMA DI PASSARE AD ALTRA VITA

  12. Via Zaniolo = Guedes Kostic Solbakken.
    Miglioramento NOTEVOLE.
    2 che assicurano /ASSIST e gol in campo e 1in grado di farlo rifiatare.
    VIA il prosciutto dagli occhi , il culturista gioca a testa bassa ,
    non vede / favorisce sovrapposizioni , non fa assist e non fa gol .
    DYBALA ?
    chiede almeno 8 netti =15 lordi e almeno 8 alla firma.
    È un sogno che non si può avverare , non ultimo PELLEGRINI dove giocherebbe ?
    Le PRIORITA sono altre :
    magari cominciando con MOLINA vice Karsdorp

    • ꧁ ℤ𝕖𝕣𝕠 𝕋𝕣𝕠𝕗𝕖𝕚 𝕖 𝕌𝕟 𝕊𝕒𝕔𝕔𝕠 𝕕𝕚 𝕋𝕣𝕠𝕗𝕚𝕖 ꧂

      Io me voio scippa qualcuno da premier, Dalot o Wan Bissaka se annamo in EL, tanto la faranno pure loro solo che non c hanno Mou…quella è la garanzia nostra, te porti 1 a livello Europeo , Molina è un buon giocatore ma lo prenderei come riserva di uno titolare forte, non per fare lo scambio con Karsdorp al turno infrassettimanale col Lecce!

  13. You magic ptesident regala Dybala a Mourinho
    E lui in cambio ci porta a giocarci lo scudetto
    L’leuropa League e la coppa iitalia
    Con il concreto rischio di fare il triplete
    Al resto ci pensiamo noi una piccola festicciola
    In famiglia a tempo indeterminato daje presidente piamoselo

  14. Per chi avesse “visto” la conferenza stampa, quando gli chiedono che il prossimo anno si partirebbe per arrivare quarti dopo le prime 3, fa una faccia che è tutta un programma! Per me ma soprattutto per Mourinho quest’anno faranno una grandissima squadra!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome