MOURINHO: “Gran primo tempo, poi siamo calati. L’Inter? Completamente diversa dalla Roma, ha due squadre. Io ero disperato per Cristante…”

26
1023

AS ROMA NEWS – Mister Josè Mourinho si presenta davanti ai microfoni dei giornalisti per commentare la prestazione dei suoi calciatori al termine di Roma-Slavia Praga.

Di seguito tutte le dichiarazioni del tecnico portoghese sulla gara di Europa League giocata questa sera all’Olimpico contro la formazione ceca.

JOSE MOURINHO A SKY SPORT

Il gol di Bove: dopo 43 secondi ha cambiato la partita.
“Succede, non spesso, ma la verità è che hanno pressato bene. El Shaarawy ha intercettato e dopo con grande qualità, Edoardo ha un bel tiro e ha fatto un gol importante perché ha reso la partita diversa di quella che poteva essere”.

Come siete riusciti a trovare la continuità?
“Noi abbiamo capito che lo Slavia è forte con la palla, se gli dai il tempo di giocare, possono crearti difficoltà. Abbiamo pensato che pressandoli era un giusto modo per non farli giocare. Nel primo tempo lo abbiamo fatto molto bene, nel secondo tempo l’energia e l’intensità si sono abbassati. Siamo in difficoltà, ci sono giocatori che non giocano da tanto e altri che giocano sempre. Mancini, Ndicka, Cristante, Lukaku praticamente giocano ogni minuto di ogni partita e quindi l’intensità si è abbassata… per questo si è abbassato il ritmo nel secondo tempo. Ma abbiamo gestito bene”.

El Shaarawy le è piaciuto?
“Gioca ovunque. Per noi è molto utile perché gioca da quinto, da ala, da secondo attaccante. Per noi è molto importante, perché in una rosa che ha bisogno di giocatori disponibili è molto molto importante. Penso che lo Slavia pensasse che avremmo giocato con Belotti. Però lo Slavia si apre molto in possesso palla e abbiamo pensato El Shaarawy potesse far bene. Ha giocato bene quando aveva benzina, poteva fare un gol bellissimo e lui ne fa tanti. E già sapeva che dopo avrebbe dovuto riposare un po’ perché per un giocatore della Roma è un lusso riposare qualche minuto”.

Rivedremo El Shaarawy e Lukaku contro l’Inter e nel futuro?
“Abbiamo messo questa coppia anche a Tiraspol lasciando Belotti fuori. Ci sono partite in cui pensiamo che avere loro due insieme è meglio per noi. Oggi contro una difesa a tre, abbiamo pensato che sarebbe stato difficile per Belotti adattarsi. Abbiamo messo El Shaarawy a sinistra e abbiamo spostato Aouar a destra a pressare. Quando l’energia c’è,noi cerchiamo sempre di essere positivi e lo abbiamo fatto molto bene. Per domenica… purtroppo ci sono due squadre completamente diverse. C’è una squadra che ha due squadre, che ha tanti giocatori che hanno riposato, che ha giocato martedì, che ha due giocatori per posizione e che ha tanta benzina. L’altra squadra ha tante difficoltà. Io volevo fare un cambio e vedevo Pagano, Pisilli, Joao Costa, Cherubini e D’Alessio. È dura, è una bella esperienza però… finita la partita, sono andato giù, vedo uno che corre per me e mi abbraccia: era Cherubini. Un altro che era piccolino e oggi sicuramente San Basilio è in festa perché un figlio di San Basilio ha debuttato nella Roma”.

Come gestirà Lukaku in vista dell’Inter?
“Niente. Deve riposare. Io non ho giocato e devo farlo, lui ha addirittura giocato e per questo deve riposare. L’importante è essere nella miglior condizione possibile. Quando ho visto Cristante a terra ero completamente disperato. Sono sicuro che Inzaghi non veda come un dramma un suo giocatore infortunato, per me invece lo è”.

Alla fine l’ha contattato Radek Stepanek?
“Certo, certo. Adesso è a Parigi per un torneo ma quando saremo a Praga ci sarà anche lui. Non potremo giocare. È un bravo ragazzo e quando ha fatto quel miracolo nella Coppa Davis, ha fatto vincere la Coppa Davis alla Repubblica Ceca, siamo entrati in contatto e siamo diventati amici”.

JOSE’ MOURINHO IN CONFERENZA STAMPA

Non le sembra esagerato questo “cinema” che stanno facendo su Lukaku?
“Parlo solo di noi e dire che andiamo a Milano a giocare una partita contro la squadra più forte d’Italia, non so se il mio amico Max, o Rudi, o Pioli, se qualcuno la pensa diversamente. Per me sono più forti delle altre, questo è un livello di difficoltà altissima e non possiamo pensare ad altro. Al di là di questo, loro hanno giocato martedì, hanno due squadre, noi abbiamo giocato oggi e abbiamo solo una piccola squadra e tutti i problemi che abbiamo noi, andiamo a giocare e proveremo a fare il meglio per ottenere un risultato, dopo niente”.

Un riassunto della partita? Non sarà in panchina contro l’Inter, però l’anno scorso così avete vinto… 
“Non sono scaramantico, dico che la squadra è più forte quando siamo tutti. Purtroppo questa stagione non ricordo un’unica partita con tutti noi, non ricordo una partita con Renato Sanches, Smalling, Pellegrini, Mourinho, Foti, Santos, non ricordo un’unica partita dove siamo stati tutti, se lo siamo siamo più forti. Quando non c’è uno di questi giocatori siamo in difficoltà, quando non c’è l’allenatore, il lavoro che facciamo insieme da due anni e mezzo, è tanto tempo, siamo i primi ad arrivare a Trigoria e ultimi a uscire, qualche volta dormiamo lì. Quando non sono in panchina, sono fiducioso per chi è al mio posto. Non sono scaramantico, qualche idiota pensa che io sia felice di non andare in panchina con l’Inter, è la cosa più bella per un tecnico”.

Come valuta la prestazione dello Slavia Praga? Com’è stato l’incontro con il mister?
“Ho incontrato il mister e l’ho ringraziato per le parole che mi ha riservato in conferenza stampa. Non è facile arrivare a una partita così e dopo un minuto stare sotto 1-0. Noi abbiamo segnato e la partita diventa più difficile per loro, se tu li lasci giocare, loro lo fanno molto bene. Con energie e intensità abbiamo pressato alto e molto bene, abbiamo recuperato palle alte. Meno energie nella ripresa, abbiamo abbassato la linea, ma loro hanno avuto solo una grande opportunità. Per me è un buon messaggio questo secondo tempo, quando giocheremo a Praga vedremo la squadra della ripresa e sarà una partita difficile per noi”.

Soddisfatto del lavoro del centrocampo nel primo tempo? Un giudizio su Aouar? Conta di recuperare qualcuno per domenica?
“Non possiamo cambiare le caratteristiche di Aouar, è questo giocatore. Noi siamo una squadra che ha bisogno che tutti partecipino al pressing in maniera importante, non è un giocatore di grande intensità, è stato sempre un creatore e ora si sta trasformando. Per noi ora è importante perché mancano Pellegrini e Dybala. Nella ripresa abbiamo messo intensità nel pressing, non solo a centrocampo ma anche davanti con El Shaarawy. Nella ripresa volevo cambiare qualcosa, però ho visto cinque giocatori che si riscaldavano, c’era Costa, Cherubini che ha giocato oggi, D’Alessio che ha giocato una volta, pure Pisilli, solo Pagano è in evoluzione. Non avevo questo potenziale e abbiamo gestito la partita com’è stato possibile”.

Smalling recupera per domenica?
“Quale domenica?”.

Articolo precedenteTRPISOVSKY: “La Roma ha vinto con pieno merito, ci ha dato una lezione su come si gioca una grande partita”
Articolo successivoRoma padrona, qualificazione a un passo

26 Commenti

    • Speriamo non sia una casualitá e
      valga anche per Domenica, perché visto la prestazione di ieri sera mi sembra che le
      partite che vede dall’alto degli spalti le legge meglio.

  1. Uomo TOTALE!
    Roma è casa sua!
    Le possibilità di questa squadra passano per la volontà di questo MISTER.
    Lui indica e la squadra esegue.
    Avanti ROMA.
    A San Siro con orgoglio.
    FORZA ROMA

  2. Sembra che noi siamo il Lecce e quelli il Real Madrid. L’Inter è più forte, ma la Roma ha le qualità e il dovere di giocarsela. Mourinho mette continuamente le mani avanti.

    • Mou dice la verità che molti si dimenticano o fanno finta di dimenticare solo per poter buttare mexda sulla Roma

    • ma non ci arrivi proprio che così facendo scarica tutte le responsabilità dalle spalle della squadra e la mette tutte su di loro?

    • Dipende da come la vuoi vedere.. Per te sta mettendo le mani avanti.. Per me invece sta mettendo tutta la pressione sull’Inter.. Liberando così i suoi calciatori..

      Che poi in ciò che dice ci sono delle verità..

      La Roma è corta in difesa.. E manca il suo leader difensivo.. Ossia Smalling..

      La Roma è corta a centrocampo.. Senza Renato Sanches e Pellegrini hai 4 giocatori per 3 ruoli.. Sono pochi oppure no?

      E per finire l’attacco.. Se mancano sia Dybala che Azmoun + Abraham.. Hai praticamente.. Lukaku, Elsha, Belotti.. E ti manca il leader tecnico

      Ora se vogliamo far finta di non vedere tutto questo.. A me va bene.. Ma significa chiudere gli occhi davanti alla realtà dei fatti..

      I giocatori più forti.. Oppure più considerati da Mou sono.. Smalling, Mancini, Cristante, Pellegrini, Sanches, Dybala e Lukaku

      Se tra questi 7 te ne mancano 4.. Qualche problema ce..

      Togliamo all’Inter, Chala, Barella, Frattesi, Lautaro, Bastoni, Dumfries.. E sentiamo cosa dirà il buon Simone..

      E per finire fare comunicazione togliendo la pressione sui tuoi uomini e qualcosa che Mou ha sempre fatto.. Dalla Champions vinta con il Porto.. Al Chelsea, Inter ed anche Real.. E visto il suo Palmares forse in qualche modo ha funzionato..

      Forza Roma

    • Per me dice solo quello che pensa, perché anche io ho pensato che Cristante si era fatto male sul serio e ora chi facciamo entrare,?
      Non è essere prevenuti ma consapevoli
      SFMROMA

  3. Se Mourinho inizia ad usare il plurale maiestatis ,significa che sta crescendo anche lui …e a sto punto so caxx per tutti!!

  4. Mou ormai lo dovreste conoscere. E’ un maestro nel mettere pressione al’avversario. Dopo quello che ha detto ieri sera Spiazeinzaghino DEVE vincere domenica, altrimenti sarà un fallimento per l’Inda! Grande Mou!

  5. A me sembra che anche noi, a pieno organico, abbiamo 2 squadre….
    Direi che in attacco, in Italia, nessuno è messo meglio di noi sia come qualità del singolo che come numero.
    Anche il centrocampo è bello coperto. Poi anche avessimo noi Barella, continuerebbe (non solo con mou) a giocare Cristante.

  6. quando ha parlato di San Basilio è stato davvero commovente e io non sono di li.Ma come caxxo gli vengono ste uscite?ma cosa ne sa un allenatore portoghese della realtà di San Basilio?questo ha un aurea pazzesca.Puo non piacere come fa giocare ma caxxo questo comunica come il demonio!

    • È la differenza tra un allenatore laureato che conosce 5 lingue e parla da pari a pari col Papa e Palladino.
      Mou, come tutti, un po’ meno di tutti a giudicare dal suo palmares, fa i suoi errori ma toglierlo da Roma significherebbe perdere tantissimo a livello di costruzione di un top team.

    • Può anche avere 10 lauree aver vinto 50 trofei e parlare del Tufello o di Torbella, ma se poi non andrà in Champions per il terzo anno di seguito per me sarà un fallimento comunque.

  7. Io mi sono terrorizzato invece quando ho visto Mancini tirare tutti quei ceffoni a Bove. Te credo che poi ha giocato peggio!!! 😀

  8. Quale domenica è spettacolare!

    Comunque, unica squadra italiana con 5 vittorie di fila tra coppa e campionato.

    Schifo schifo non facciamo!

  9. Vorrei chiedere un favore a Corona: SP….na qualche altro giocatore della Roma, che magari gioca come il faraone ieri sera…pareva indemoniato!!
    Ovviamente scherzo, non auguro a nessuno di essere messo alla gogna da un imbecille così.

  10. un grande allenatore si vede da come parla e lui parla in maniera molto chiara! ho letto abbiamo due rose e quando mai le abbiamo avute tutta colpa del gran Ds Pinto che non ha visto lo storico infortuni della Roma ! pellegrini smolling karsdrop Spinazzola Dybala se sapeva che sono di cristallo e che fa il gran Ds ne prende altri sanchez asmun e un altro scarso Kristensen che mostro! la verità che l Inter ha molti giocatori che vorrei nella Roma al contrario diteme quanti giocherebbe ro nell’ Inter forse tre quattro. A gennaio se il genio non prende un difensore e un altro centrocampista sarà durissima arrivare in fondo questa è la verità

    • Classico esempio d’incompetenza calcistica, stai bene con marotta. Ha ragione Pinto: Gl’alimentatori d’odio vanno banditi e condannati!

    • Infatti proprio con quello che adesso gioca con noi lì davanti, l’inda ci ha vinto lo scudetto e rosicano ancora perché li ha mandati aff…, così come rosicano perché Dybala è venuto da noi ma lo volevano loro prima ancora della scadenza del contratto con la rubbe, così come da noi si sono presi Dzeko e Mkhitaryan ed avrebbero voluto pure Smalling.
      Praticamente mezza squadra nostra sarebbe titolare nell’inda. Poi, per buttare fango Fra e denigrare la Roma, forse esistono forum di pecore smarrite in quell’ambiente formellese.

  11. A mio avviso è sbagliato continuare a ripetere che gli altri hanno due squadre, che noi abbiamo solo una piccola squadra, che gli altri hanno 2 giorni in più di riposo. Sembra stia già mettendo le mani avanti e temo possa creare alibi per chi scende in campo

    • Purtroppo è la realtà Stefano, anche noi una rosa profonda l’avremmo anche ma se un top come Reanto Sanches è indisponibile e scende come sostituto in campo ad esempio Bove, Pellegrini è out anche lui, da 2 centrocampi (6 centrocampisti) ci ritroviamo quindi con 4 centrocampisti più o meno titolari, 3 in campo ed uno solo in panchina, altri 2 che vanno in panchina saranno per forza di cose ragazzini inesperti alla prima convocazione in prima squadra.
      Per l’inda invece se uno è out ed in campo va la seconda linea, in panchina va un altro all’incirca della stessa esperienza o livello. Il discorso cambierebbe se la Roma avesse tutti a disposizione. Questione terzini fatti specie a sx, se manca Spinazzola rimane il solo Zalewsky che non è nemmeno propriamente di ruolo mentre l’inda da quel punto di vista è coperta e con quelli di ruolo.
      Poi, 2 giorni in più di riposo e per la preparazione del match, che sia piccolo o meno piccolo, è comunque un vantaggio.
      Mourinho ha solo detto le cose come stanno attualmente e vorrei vedere se loro avessero un Barella fuori ed un Lautaro anche che forse recupera o forse no e magari pure 1-2 terzini fuori uso nonché il loro centrale difensivo più forte con probabilmente una tendinite, avrebbero lo stesso più ricambi ma la questione sarebbe indubbiamente più complicata per loro. Inoltre mentre noi siamo rimaneggiati, loro, a detta di tutti, la squadra più forte del campionato, pure al completo e con 2 giorni di riposo in più.
      Quindi altro che mettere le mani avanti e buttarsi avanti per non cascare indietro, Mourinho ha ragione sul serio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome