MOURINHO: “Se Abraham volesse tornare in Premier, gli basterebbe schioccare le dita. Ma non credo che ora lo voglia” (VIDEO)

28
1447

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – José Mourinho ha rilasciato un’intervista a Football Daily nel corso della quale il tecnico della Roma ha parlato anche del futuro di Tammy Abraham.

“Non è facile per un giovane andare via dal proprio paese, dalla propria città e della Premier League. Se vuole tornare in Inghilterra, non credo che lo voglia ora, ma se vuole tornare in Inghilterra, deve solo schioccare le dita.

Sono molto felice per lui e sta facendo bene con la sua Nazionale. I ragazzi inglesi come Smalling e Tomori hanno capito che c’è vita anche fuori il campionato inglese e bisogna lasciare da parte le bugie”.

Sull’esonero col Tottenham: “Sono in un momento in cui non sto male, devo accettare le cose così come sono, le prendo in modo simpatico. Con i giornalisti inglesi esce sempre fuori la battuta sul fatto che mi sono qualificato in finale e poi sono stato esonerato, non succede spesso. Non ho rimpianti, ci sono tante belle persone nel Tottenham e auguro loro il meglio. Ma è stato strano quello che è successo. Ma alla fine questo mi ha aperto le porte per arrivare alla Roma e ne sono molto felice“.

Fonte: Football Daily

Articolo precedenteLa Roma non è ancora così forte
Articolo successivo“ON AIR!” – CORSI: “Deluso da Zaniolo, ma troppe critiche alla Roma”, MAGNI: “La stanchezza non basta a giustificare la prova di ieri”, PIACENTINI: “Stanno facendo passare Mou per cretino, colpa soprattutto di certi romanisti”

28 Commenti

  1. Tammy per noi è una COLONNA.

    Sta andando oltre le aspettative, grande 9, grande ragazzo.

    Spero rimanga a lungo.

    ❤🧡💛👊

    • ieri ha angolato quella palla di testa…se entrava..ragazzi ..che Gol!
      Da quanto non avevamo un colpitore di testa così forte?!?
      non citatemi Dzeko perchè …entrava di testa solo quando gli sbatteva sulla capoccia una mina.

    • Ma stai parlando dello stesso Dzeko che quest’anno ha segnato 5 goal di testa?
      Magari Abraham fosse bravo di testa quanto il bosniaco!
      Posso capire l’entusiasmo per Tammy ma questo non significa mistificare la realtà.
      Difatti l’inglese ne ha segnati solo tre con questo fondamentale dove ha ancora molto da imparare.
      Ti ricordo il goal sbagliato di testa a Napoli.

    • Vegemite..si vede che noi intendiamo il calcio in maniera diversa.
      sembra che tu ti basi su non si sa quale skills di qualche videogioco, io valuto quello che ho visto e vedo. A parti invertite con crossatori decenti Tammy ne faceva 10…
      io sinceramente Dzeko non l’ho mai visto imprimere una potenza come quella contro il Leicester per esempio.
      ma il mondo è bello perchè vario

    • Re Leone, non bisogna aver studiato astrofisica per comprendere come funziona il gioco del pallone.
      Quindi risparmiami certe sciocchezze sui videogiochi: guarda che io ti avevo dato una risposta seria.
      Avendo giocato a calcio ed essendo un appassionato di questo sport so riconoscere un giocatore che è bravo nel gioco aereo o meno.
      Dzeko con la testa se la cava egregiamente, meno bene che con i piedi ma i numeri dicono che una buona parte delle sue reti le fa con questo fondamentale.
      Non ha la torsione, lo stacco e l’incornata di un Pruzzo ma lui di testa sa mettere la palla dove vuole, e sa fornire di testa assist quando la squadra gioca lungo.
      Abraham invece non sa prendere posizione quando riceve lanci lunghi e viene regolarmente anticipato.
      Non ha nemmeno lui la torsione e lo stacco di specialisti come Bettega e Pruzzo, nè la potenza di un Bierhoff o di un Batistuta.
      Di testa i suoi goal sono simili a quelli con i piedi cioè dei semplici tap in.

    • quindi abbiamo opinioni diverse.
      però se posso darti una dritta rivediti il gol di Abraham contro il Leicester (riguardalo da + angolazione e più volte…poi continua a guardarlo)e poi rileggi tutto quello che hai scritto, specialmente sul prendere posizione e la frustata..ed il fatto che Dzeko gli sia superiore.
      Se poi vuoi scavare un pò di + riguardati anche tutti i gol di Dzeko di testa..

    • poi hai scomodato Pruzzo, Bierhoff..Batistuta…potevi ricacciare Skuravy, Turkilmaz..che ne so… ci mettevi pure Riedle così il minestrone era perfetto. Appunto perchè il calcio non è astrofisica e come dici tu l’abbiamo giocato un pò tutti è facile da comprendere.

  2. L’anno prossimo al 99% penso che Abraham rimarrà a Roma.
    L’anno dopo, dipenderà tanto da quale Coppa europea farà la Roma e quale squadra avrà costruito Pinto,se ancora piena di pippe o se con qualche giocatore vero in più.

    • Lo credo anch’io se gli daremo una squadra forte e grandi palcoscenici allora credo resti come credo avrebbero fatto in tanti altri campioni Allison Marquinos Salah ecc ecc.

    • caro Elisone..noto che ultimamente scrivi in maniera corretta meno egocentrica,meno sgrammaticata e più coerente con te stesso,,mi sembra evidente che hai preso lezioni da un prof o più probabilmente fai scrivere i tuoi post da tua figlia..oppure hai un bravissimo..analista..eh eh..con affetto tuo orange..eh eh

    • Bravo a zenone, lo hai capito pure tu che ce vonno li campioni, miracolo!! Solo la maglia, forza ROMA

    • Se Abraham avesse avuto Totti al suo fianco, staremmo parlando di ben altri numeri e non solo per lui ma per tutto l’attacco giallorosso. Purtroppo Totti non gioca più ma l’idea sarebbe quella di mettergli un paio di elementi che gliela passano.
      Per quanto voglia bene a Zaniolo, suggerisco di applicargli una parte variabile sul contratto per gli assist ed i passaggi decisivi, il ragazzo non la passa. Ieri Abraham gli ha messo una palla d’oro, aveva due opzioni, sparare una mina sul primo palo o rimetterla adeguatamente al centro. cosa ha fatto?ha tirato una mozzarella in faccia al portiere..così male che sembrava un cross, ma era un tiro. Costruiamogli la squadra intorno, se lo merita.

    • Ricambio il saluto a zi bah e orangetto.
      Oggi c’è tanto sole ,le vecchiette vi aspettano ai giardinetti…☀😎

  3. Ammetto di essere rimasto sorpreso dal rendimento a dall’attaccamento alla maglia di questo ragazzo… Oltre ad essere un Professionita esemplare. E se pensiamo che può e deve ancora migliorare,se continua così la sua carriera sarà sicuramente costellata da numerosi successi….,.,.,.,.Comincia con noi,Tammy !!!!!!!

  4. Per me alla fine chi vuole andare via si accomodasse ne varranno altri al posto loro.
    Mi sembra un calcio questo dove le motivazioni contano sempre di più.
    La Fiorentina sembrava spacciata con la vendita di Vlahovic invece è stata veloce, ha preso tre quattro giocatori uno meglio dell’altro è migliorata, ora è più forte squadra difficile da affrontare.
    Se un giocatore te lo pagano bene e qui non vuol più stare, arrivederci e grazie, l’importante poi è non sbagliare i sostituti

    • e che colpa ne ha se s’è trovato in squadra Ibanez, Mancini e ci metto anche Karsdorp? anzi st’ultimo l’ha anche rivitalizzato (ma cmq ha dovuto lavorare con quello che passava il convento). La sfiga ci ha tolto anche il terzino sx…
      Bisogna chiedere a chi ha speso fior di milioni per avere ste pippe, ragazzi mancini è un bravo ragazzo ma è scarso scarso. ieri il rigore (che non era rigore) l’arbitro l’ha fischiato perchè lui fa un mezzo fallo…ad inizio azione, Karsdorp lo sfiora, e quell’altro si butta.
      per me è anche un mezzo miracolo se abbiamo fatto un campionato dignitoso.

  5. Potrebbe tornare in champion ,ma non a 80 milioni…se la Roma trova veramente chi e’ disposto a offrire tanto secondo me glielo incarta!
    50 Zaniolo +80 Abraham +20 Veretout = 150 Milioni di euro… più cessioni minori e si allestisce una squadra che lotta per il titolo alla grande senza se e senza ma… ricordiamo sempre che conta la Roma e non i giocatori di passaggio!

    • Non sono daccordo.

      Non è “solo” con i milioni che crei una gruppo vincente.

      Anzi.

      L’alchimia, lo spogliatoio, la coesione di una squadra si fa nel tempo e con la mentalità di una Società seria che parte anche da segnali come NON vendere i pezzi pregiati.

  6. Per fare una squadra forte bisogna investire e sacrificare giocatori che portino dei soldi, per comprarne altri idonei al gioco di squadra….Zaniolo e Veretout li vedo sacrificabili Abraham lo stesso se potrà portare certe cifre…Certo poi sta all’allenatore e al DS fare certe scelte sul mercato e capire che e’ da Roma e chi no…Se ti ritrovi dei soldi da Spendere e poi per rinforzare la squadra vai a prendere giocatori come Oliveira e Maitland e’ chiaro che siamo fuori pista…

  7. Rudi Voller 9, non puoi creare ora un gruppo con giocatori che il prossimo anno verosimilmente saranno messi sul mercato… La squadra da quel che si capisce sarà rivoluzionata e ne rimarranno ben pochi…a questo punto cerco di intascare il più possibile e rifondo
    la squadra dalle sue ceneri, chiaramente sacrificando qualche pezzo pregiato che mi porti giocatori di ben altro spessore …..Io credo che almeno due/tre Campioni in squadra ci vogliono per vincere,e nella Roma sinceramente non ne vedo nessuno che abbia questo appellativo,e per prendere i campioni ci vogliono i soldi non le chiacchere….

  8. Basta spendere soldi per mezzi giocatori come Vina e Shomurodov. Ne va comprato uno forte forte a centrocampo e se si sbologna qualcuno uno in difesa, per il resto meglio attingere alla primavera finché non si avrà la forza economica (credo mai) per comprare le riserve da 20 milioni.

  9. Tammy e’ intelligente, ancora immaturo per certi versi, ma molto in gamba.
    Ormai il calcio ha bisogno anche di testa ed equilibrio.
    Vedasi Zalewsky, ragazzo quadrato, equilibrato…
    vedasi il contrario, cioe’ gente come Mancini…cervello piccolo piccolo, non giocatore da Roma.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome