MOURINHO: “Sono molto contento, ho trovato giocatori motivati. Il ritiro in Portogallo? L’obiettivo è giocare” (VIDEO)

8
982

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – José Mourinho ha parlato ai canali ufficiali del club alla vigilia della partenza per il Portogallo, dove la Roma rimarrà in ritiro fino al 22 e disputerà tre amichevoli. Queste le parole del tecnico giallorosso.

Come ha trovato la squadra?
“Sono molto contento. Ho trovato gente che voleva lavorare e che è arrivata motivata e concentrata. Non è mai facile tornare ad allenarsi subito con l’intensità che vogliamo. Sono molto contento della risposta che ho avuto”.

Quale è l’obiettivo sportivo del ritiro ad Albufeira?
“Giocare. Ci sono tante squadre lì con cui è facile giocare, ma ciò che è più complicato è trovare l’avversario giusto per farlo. Il nostro obiettivo è giocare con chi sta a un livello superiore al nostro. Il Cadice non si è mai fermato, ha affrontato il Manchester United e il Wolverhampton. Nelle loro partite si vede l’intensità di gente che non si è mai fermata. La squadra portoghese è quinta in classifica e fino a due giorni fa stavano giocando perché la coppa nazionale non si è fermata. Il Casa Pia ha giocato una fase a gironi con quattro squadre, quindi non si è mai riposato. Hanno un vantaggio su di noi. Anche la squadra olandese inizia il campionato prima di noi. Nella prima partita cercherò di non far giocare i calciatori più di 45/60 minuti, anche se purtroppo non abbiamo 22 calciatori. In questo momento non contano i risultati, ma allenarsi e giocare bene. Nei primi tre giorni di allenamento i giocatori sono tornati pronti psicologicamente per allenarsi bene”.

Quanto è difficile ricreare le giuste motivazioni sapendo che mancano ancora 20 giorni alla ripresa del campionato?
“Nessuno ha mai provato questa esperienza. Penso che tutti noi abbiamo cercato di utilizzare questa sosta nel modo più professionale possibile, definendo un piano per arrivare al meglio agli appuntamenti ufficiali. La società ha deciso di andare in Giappone, ovviamente con il mio consenso, non per questioni calcistiche, ma principalmente per altri motivi. Pensavamo che alcuni calciatori impegnati nel Mondiale sarebbero tornati prima, come Rui Patricio che arriverà direttamente in Portogallo, così come Vina e Zalewski. Andremo in Algarve con praticamente tutti i giocatori, anche se alcuni non sono in condizione di giocare, ma abbiamo pensato che questo potesse essere un buon momento per lavorare molto molto forte. Utilizzeremo le partite non per ottenere dei risultati, ma per allenarci bene. Poi ci sarà una piccola sosta dal 23 al 25 dicembre e dal 26 lavoreremo fino al 4 gennaio, dove ci si giocano dei punti e l’obiettivo diventa vincere”.

Articolo precedenteBelotti ancora ko, non parte per il Portogallo: rinnovo sempre più in bilico
Articolo successivoKarsdorp c’è: l’olandese parte per l’Algarve e ora vuole far ricredere Mou

8 Commenti

  1. Detto in modo esplicito, Mourinho ritiene il Cadice superiore alla Roma. Messaggio altrettanto esplicito rivolto a Tiago Pinto e a chi c’è l’ha messo.

    • Ah se c’eri tu! io l’ho sempre detto! chiamiamo anonimo che dal 2piano di un anonimo palazzo di un anonimo quartiere ci spiega i segreti del marocco.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome