MOURINHO: “Non contano futuro o Champions, ma solo la finale. Dybala? Penso che non ci sarà a Budapest” (VIDEO)

73
4839

AS ROMA NEWS – Josè Mourinho parla in conferenza stampa in occasione del Uefa Media Day organizzato a Trigoria a sei giorni dalla finalissima di Europa League tra la Roma e il Siviglia.

Queste le parole dell’allenatore portoghese sulla partita di Budapest in programma il 31 maggio alle 21 alla Puskas Arena.

JOSE’ MOURINHO IN CONFERENZA STAMPA

Qual è l’aspetto più complicato da gestire in una finale?
“La partita di sabato è l’aspetto più complicato. Devo lasciare fuori giocatori che non posso rischiare perché hanno qualche piccolo problema. Andare solo con una squadra di bambini è un rischio esagerato e non è nemmeno positivo. La Fiorentina è una squadra che ha 25 giocatori dello stesso livello. La situazione ideale sarebbe non giocarla, preparare già da oggi la finale. La cosa più facile è che vogliamo tanto giocare questa finale. Quando domenica arriveremo qui, sarà facile avere gente motiva e felice”.

La vittoria della finale d’Europa League cambierà il suo futuro?
“Il mio unico focus è la finale. Un pochino la preparazione della Fiorentina, ma di più la finale. Tutto è secondario poi quando si gioca una finale. Non c’è motivo per ottimismo, non c’è motivo per il pessimismo. Vogliamo solo giocare la finale. Abbiamo fatto tanto per stare in questa finale che vogliamo giocare. Sarà facilissimo prepararla. Non voglio sapere di classifica, di Champions. Mi interessa solo la finale. Spero e mi fido che romanisti e tifosi del Siviglia possano fare un bel giorno lì a Budapest”.

Lei ha sottolineato come sia importante godersi questa finale insieme alla sua tifoseria. Ci colpisce l’affetto dei suoi tifosi:
“Spero che le mie parole non vengano interpretate male, ma l’unico club per cui non sento un legame stretto è il Tottenham. In tutti gli altri c’è sempre stato questo legame forte tra noi, questo perché la gente non è stupida. Non è una questione di vincere o non vincere, do tutto. Il tifoso percepisce che ogni giorno lavoro e lotto per loro. Nel mio caso sono romanista, madridista, interista perché è una cosa reciproca. Sarò per sempre legato alla Roma, così come lo sono a tutti gli altri club che ho allenato”.

Quanto è cambiato?
“Sono diventato un allenatore e una persona migliore, ma il DNA è lo stesso. Voglio solo il piacere di giocare questa finale, ricordando il percorso fatto. L’allenatore migliora con il passare del tempo, il calciatore invece andando avanti non risponde alle necessità del corpo. Le mie motivazioni continuano a crescere”.

In questa stagione si è parlato in maniera turbolenta degli arbitraggi verso la panchina?
“È un bel discorso però preferisco non rispondere”.

Aggiornamento Dybala? 
“Non è che sta nascosto ad allenarsi. Purtroppo non è così. Penso che non ci sarà a Budapest, però ho la speranza che una panchina la possa fare, pensando che sia l’ultima gara della stagione. Poi abbiamo lo Spezia, ma pensando a Paulo sarà la sua ultima partita. Se Paulo può stare in panchina e mi può dare 15-20′ del suo sforzo, io sarò contento. La verità è quella che hai visto: c’era un gruppo in campo, un gruppo con Spinazzola e Karsdorp che hanno fatto individuale e Paulo no. Abbiamo provato, quando tu pensi a una finale, pensi alla preparazione alla finale. Ho pensato che potesse giocare qualche minuto a Bologna, un tempo contro la Salernitana, a Leverkusen la partita è andata nella direzione in cui Dybala non serviva, pensavamo che questo poteva aiutare. Sabato non sarà convocato, come Pellegrini, ma se Pellegrini giocherà sicuro, Dybala non può giocare, mentre era importante giocasse qualche minuto”.

In caso di vittoria di questa coppa sarebbe la sua più grande impresa? 
“Non mi piace parlare prima, mi piace giocare tanto, è un peccato che non si possa giocare una finale ogni settimana, però non sto pensando a me stesso. Sto pensando ai giocatori e ai tifosi. Mi piacerebbe tanto aiutare i giocatori a prendere questa gioia, così come ai tifosi. Questa è la mia direzione. Parlare poco, ripetere quello che non mi stanco di ripetere: vogliamo giocare, vogliamo giocare e giocare. Mercoledì saremo lì”.

JOSE’ MOURINHO A SKY SPORT

“Tirana è storia, è lì e resta nella memoria. Questa finale invece dobbiamo ancora giocarla e vogliamo farlo, peccato non sia già domani ma mercoledì arriva veloce”.

Sul Siviglia.
E’ una squadra che vince sempre l’Europa League, che viene dalla Champions, forte, non dobbiamo nasconderlo ma abbiamo le nostre qualità, anche i nostri problemi che cerchiamo sempre di nascondere. Andiamo là e dopo vediamo, Budapest è bella, lo stadio di Budapest è bello ma non andremo lì in vacanza“.

Sulla situazione infortunati.
 “Pellegrini è recuperabile ma a Firenze non lo rischieremo, Spinazzola è in dubbio ma spero di recuperarlo per la finale. Dybala? Da Paulo non mi aspetto niente, se potesse andare in panchina e aiutare come contro il Feyenoord sarebbe già positivo”.

Sul rapporto con la squadra.
“Non sarà sicuramente la rosa più forte o con più qualità con cui ho lavorato ma ogni anno che passa tu capisci che il lato umano è sempre più importante e sotto quel punto di vista questa squadra è tra le top di quelle che ho allenato”.

Articolo precedenteMATIC: “Non vediamo l’ora di giocare, Mou può fare la differenza”, CRISTANTE: “Siamo carichi”, El SHAARAWY: “Manca il passo più importante”
Articolo successivoRoma nel limbo

73 Commenti

  1. Er Mister tocca leggelo sempre in controluce, come co le banconote. Lascia sempre tonnellate de indizi e messaggi que e la…

    • Pienamente d’accordo. Provo a decodificare due passaggi:
      1) “Questa è la mia direzione. Parlare poco, ripetere quello che non mi stanco di ripetere: vogliamo giocare, vogliamo giocare e giocare. Mercoledì saremo lì” => decodificato: sto preparando un bello scherzetto tattico ai ballerini di Siviglia. Poi ve ne accorgerete;
      2) “Non sarà sicuramente la rosa più forte o con più qualità con cui ho lavorato ma ogni anno che passa tu capisci che il lato umano è sempre più importante e sotto quel punto di vista questa squadra è tra le top di quelle che ho allenato”. => decodificato: la base umana c’è, se me pijate anche qualche giocatore con maggiore qualità semo a posto

      Bah. Io ci ho provato.

    • “Nel mio caso sono romanista, madridista, interista perché è una cosa reciproca. Sarò per sempre legato alla Roma, così come lo sono a tutti gli altri club che ho allenato”.
      Questo potrebbe essere un addio.
      “Non sarà sicuramente la rosa più forte o con più qualità con cui ho lavorato ma ogni anno che passa tu capisci che il lato umano è sempre più importante e sotto quel punto di vista questa squadra è tra le top di quelle che ho allenato”
      Questa invece la dichiarazione di un taglio col passato e la voglia di restare anche se la squadra ha limiti di crescita futura.
      Boh…..

    • Anche io Rod ho letto quella dichiarazione come un addio.. però posto che non possiamo farci niente perché il compito di trattenerlo spetta ad altri godiamoci la finale.
      Ha ragione ora conta solo la finale e dopo..
      quel che sarà sarà

  2. pure la rosa della fiorentina è migliore della nostra, sempre le mani avanti, qualcuno gli dica che la fiorentina ha giocato ieri
    SEMPRE FORZA ROMA

    • Non ha detto questo, ha detto che hanno tutti la stessa qualità quindi nei cambi non ne risente tanto l’espressione del gioco. Leggete bene prima di commentare a vanvera.

    • Non ci sta mai una cosa che vi sta bene , a voi adepti della Santa Inquisizione, anzi quelli della Santa Inquisizione a confronto vostro ( tuo) erano 100 volte più indulgenti..e basta.

    • perchè ha piu giocatori dello stesso livello (in base al livello della viola) in panchina con cui fare i cambi, non è difficile da comprendere….

    • Massi’ Giampierre, andiamo Firenze a sputare sangue così magari qualcun altro si rompe e poi la finale andiamo a giocarla con la primavera…

  3. “…questo perché la gente non è stupida…”

    Hai ragione, Mister, non sono stupidi… sono PEGGIO DEI LAZIALI.

    Daje Mou, daje ASROMA, daje Romanisti,
    buon 25 maggio 🏆 e cento di questi giorni.

  4. Queste sono parole di una persona che sta per andarsene. Già paragona la Roma ai Clubs del suo passato. Vuole finire a testa alta e da vincitore. Comunque vada, grazie Mister!

    • vedo che ti prendi pollici versi..

      in realtà la penso esattamente come te.

      e immagino MOU che se dovesse succedere quello che non dico ❤️🧡💛, se ne andrebbe il giorno dopo da IMPERATORE, nella gloria eterna, per un finale in perfetto stile Mou, e io nel dispiacere non potrei portargli rancore…

      vediamo come va a finire 👊

    • Imperatore, gloria eterna, Rudy Voller ma che stai a dì. Hai già vinto la finale? E allora aspetta a fare proclami. Calma e sangue freddo.

    • franco65

      amico romanista, sai leggere ?

      “e immagino MOU che SE dovesse succedere quello che non dico ❤️🧡💛”

      c’è un “SE” grosso come una casa… i proclami ci sono dove li vedi 🤓

  5. Dedicato a Visnadi, Agresti e Focolari, ci giochiamo una finale, anche dei quinti (me pare che c’ erano anche gli sbiaditi…che poi sono scesi in Conference…) che è meglio, che uscire in semifinale Champion, alzare un trofeo Europeo è meglio, che la delusione di andarsene a casa…Ma i tre compari qui sopra sono in Champion il prossimo anno….Andranno in semifinale da sbiaditi? 🤣😂🤣 Rido già adesso, solo al pensiero…💛🧡❤️🏆🐺🐺🐺

  6. Mourinho è la cosa migliore che ci è capitata da 20 anni a questa parte..Il.suo stile,specialmente nel mandare al manicomio la.stampa,è unico.Vorrei che restasse.

  7. C’è la possibilità che vincendo la coppa se ne possa andare, e in questo aspetto lo potrei capire perché otterrebbe il massimo andandosene da vincitore come uno degli allenatori più importanti della nostra storia se non il migliore! Ma ora c’è una finale da conquistare e sarà davvero molto dura soprattutto se dovesse mancare il nostro calciatore più forte ma su Dybala mi auguro che sia un strategia perché se davvero non dovesse giocare questa partita sarebbe molto grave, per una partita anche se hai fastidio e soglia del dolore molto bassa ci sono le infiltrazioni e puoi giocare.. é una delle partite più importanti della nostra storia e se dovesse mancarla non é un giocatore affidabile per il futuro

  8. “La Fiorentina è una squadra che ha 25 giocatori dello stesso livello”…
    Almeno quando il Barone ti diceva: “Catansaro, loro fortissimi” tu sapevi che ti stava prendendo per il cubo e tutti stavano amabilmente al gioco.
    Se pure lui lo intende in questo senso ci sto, ma temo di no.

  9. Dunque Dybala ha un trauma contusivo (non fratture, non lesioni muscolari) da un mese e non guarisce mai. Questo sarebbe il calciatore che tutte le squadre europee faranno a gara per strapparcelo a giugno e che siamo terrorizzati di perdere? Siamo proprio sicuri?

    • Mardocheo76 pienamente d’accordo anche io penso vada via non può fare la guerra da solo sarò sempre grato al nostro presidente ma la società non sta in prima linea ad affiancare il comandante che è rimasto solo lui la squadra e noi tifosi società nulla sempre grato al condottiero MOURINHO

    • Nessuno farà a gara per strapparcelo, come nessuno lo ha fatto a giugno. Dybala è questo, classe infinità ma fragilino, 10/15 partite all’anno ai suoi livelli e poi tanta infermeria. Se no, non si spiega a 28 anni il non rinnovo alla Juve, e la totale indifferenza delle big europe.

    • per farli stancare, li devi attaccare (?) e noi non siamo da attacco ma più difesa e partita “sporca”….se non sta bene è meglio che non giochi così come Wijnaldum: fin’ora 2 partite buone, Torino e Sampdoria…..confido in Mourinho ed in tutto quello che il mister riuscirà a fare “sputare” ai nostri.

  10. Purtroppo da come parla sembra che andrà via, non mi sorprenderebbe se tornasse al Chelsea. Secondo me si è proprio schifato della serie A ed avendo capito che da solo non può vincere contro gli arbitri e la federazione, allenando una società che non è forte nel palazzo. Ci sta che a 60 anni si è rotto le scatole. Anche l’ironia su Pairetto fa capire che ormai ha preso le distanze.

    • Mbè odio un pò sorprenderebbe il fatto che il Chelsea dovrebbe dividere la panchina tra lui e Pochettino, ma magari faranno a turno và a capì, in campionato và Pochettino in coppa ce se mette Mou.

    • Già perche noi non abbiamo vinto per gli arbitri e la federazione?
      Le papere di patricio, le amnesie di ibanez, la assoluta nullità degli attaccanti, la peggiore stagione da quando Pellegrini e alla Roma, la grande panchina, Kunbulla, Bove, Volpato, Tchirivic, e solbakken, e colpa di arbitri e federazione? Vi sveglierete un giorno?

  11. Ciò che dovrebbe riguardare i Romanisti che li vuole far felici. Poi tutto per lui ha meno importanza, quindi questi Sherlock Holmes sprecano energie.
    W Mourinho
    Forza Roma

  12. Pretattica fantastica!
    Un saggio di sapienza calcistica e psicologica, “dubbi amletici” fuorvianti per il nemico, evidenti trappole mediatiche per gli spagnoli. Dybala giocherà per quanto mi riguarda, dall’inizio o a gara in corso non importa. Il fatto che non si alleni è per preservarlo al massimo da ogni minimo infortunio o semplice affaticamento. E’ “l’ultima partita della stagione”, la più importante. A buon intenditor…..

    • Nella finale di Europa League del 2017 fece lo stesso con Pogba

  13. Palomino va accolto come si deve al prossimo Roma Atalanta,si meriterebbe di essere pistato a turno da tutti e 11 i romanisti in campo,sto infame pezzo di m….

    • si , ma anche se ci fosse, quali sono le sue condizioni , se non si allena decentemente da 20 giorni ?

  14. Io però vorrei capire come ha fatto Dybala ad essere disponibile qualche spezzone col Leverkusen e ora non ha possibilità di giocare tra 7 giorni.

  15. Non ha mai detto che resta, nemmeno accennato, nonostante il contratto in essere. Storia finita da un pezzo. Lasciaci almeno la coppa e tanti saluti.

  16. la società non è stata all’altezza di mourinho.
    la squadra, il tifo hanno dato il massimo, indietro è rimasta la società, mercatino, mercatino,mercatino….

    • Anvedi ti mettono i pollici versi, ma perchè? E’ vero, finora il mercato non è stato all’altezza di Mouriho, e lui stesso lo ha detto, e questo è solo colpa della società, e ti sommergono di pollici versi, chissà perchè questi Friedkin hanno questa indiscussa inticcabilità?

  17. La Fiorentina come rosa non è così inferiore alla nostra. Magari averceli giocatori come Milenkovic, Biraghi, Amrabat e Nico Gonzalez. I ricambi? Mandragora non è certamente peggio di Camara o Tahirovic, Jovic di sicuro segna più di Belotti, gente come Sottil o Ikonè qua sarebbero di certo preferiti a Solbakken. La Roma di grandi ha solo Smalling, Matic, che però può giocare però una partita a settimana, Wijnaldum, che non ha praticamente giocato mai, e Dybala, che purtroppo gioca col contagocce. Il resto è gente media, con qualche punta (Pellegrini) e tanta gente mediocre in panchina. Se alla Roma gli togli Matic, Wijnaldum e Dybala, diventa una squadra normalissima che vale la Fiorentina, e nei ricambi forse addirittura inferiore.

    • Strano però che arrivi sotto di noi e che Mourinho non abbia preferito allenare loro.
      Chissà, magari è proprio la Viola la sua prossima destinazione.
      Io mi immagino quanti lazzi e sberleffi sarebbero volati da questi lidi se tali parole fossero state proferite da un Di Francesco o un Fonseca…da me per primo.

    • Zio Dan, faccio un discorso sui valori, ho argomentato, tu come al solito la butti in caciara perchè non hai altri argomenti. Ma sai qual è la cosa triste di te? E’ che stai TUTTO il giorno a commentare qua sopra, riciclandoti sotto svariati nick. Immagino che nessuno nella vita reale abbia piacere di conversare con te (e posso capirne il motivo). Per quanto mi riguarda, posso solo augurarti una vita migliore. Ciao.

    • La Fiorentina non è affatto una brutta squadra, ha diversi buoni giocatori, e Nico Gonzalez secondo me è da grande club. In campionato ha deluso, ma c’è da dire che ha scelto un percorso molto simile a quello della Roma, puntando forte sulle coppe e per questo ha pagato inevitabile dazio.

    • Gianluca, sono d’accordo su Gonzalez. Mou ovviamente esaspera il concetto, ma non dice un’eresia quando parla di 24 giocatori tutti allo stesso livello: la rosa della Fiorentina non ha grossi picchi, per questo quando toglie Cabral e inserisce Jovic, o mette Mandragora al posto di Castrovilli, non cambia molto. La Roma ha giocatori più maturi, esperti, nell’undici titolare (al completo) è più forte della viola. Il problema è che l’undici titolare quest’anno Mou non lo ha avuto mai a disposizione. Sarebbe bastato un Dybala al 50-60% in questo ultimo mese e la Roma avrebbe vinto di sicuro contro Bologna, Salernitana e Monza varie, e ora sarebbe comodamente in Champions. Purtroppo se non hai Dybala, gioca Solbakken. E la differenza si vede. E tanto.

  18. Il fallo commesso da Palomino non è casuale ma ha avuto un solo mandante: Gasperini!
    “Me raccomando, troncagli le gambe E cosi’ è avvenuto

  19. Leggendo ed ascoltando commenti ed opinioni mi rendo conto di come noi romanisti siamo ormai cronicamente “perdenti”…critichiamo un allenatore con una conoscenza TATTICA immensa, un eloquio senza paragoni, una mentalità ferrea, ma soprattutto di dotato di un’onesta intellettuale probabilmente unica, perlomeno in Italia dove regna l’ipocrisia, il compromesso, l’omertà ed il malaffare.
    Non piace il gioco? ok, non andare allo stadio o cambia canale, ma dire che la Roma ha una rosa superiore a Milan, Inter, Napoli, Juve è una falsità (Lazio ed Atalanta non le conto perchè sono lì in classifica solo perche non all’altezza in Europa).

    Bacheca e finali europee della Roma:
    -1960-1961: Coppa delle Fiere (all. A. Foni) – VINTA
    -1990-1991: Coppa Uefa (all. O. Bianchi) – PERSA
    -1983-1984: Coppa Campioni (N. Liedhom) – PERSA
    -2021-2021: Conference League (all. J. Mourinho) – VINTA
    -2022-2023: Europa League (all. J. Mourinho) – DA GIOCARE

  20. C’è SOLO la finale alla quale pensare.
    null’altro conta, tutto è gia deciso.
    lui e la società lo sanno bene, noi cerchiamo solo di scoprirlo, ma a che serve?
    stanno firmando giocatori, il coach dell’anno prossimo li avrà avvallati…anche se purtroppo dubito sarà lui.

    ovviamente , chiunque sarà, supporto totale e forza ROMA.

    il mio non richiesto parere?
    lo dico lo stesso, tanto è gratis: andrà via, putroppo, almeno dal mio punto di vista.

    con questo FPF, di più non può fare, se ne andrà da vincitore, perchè due finali europee in due anni, sono da vincente, anche se alcuni non saranno d’accordo, l’unica cosa che rimane è l’Albo d’oro… e pochi allenatori della Roma hanno vinto in Europa…

    ovviamente, lancio il solito grido che accomuna tutti…ma forse i laziali no…

    w la gnocca!!!

  21. grandissimo mr…parla del lato umano perché lui al di là della sua durezza a.volta vicino all essere cinico e’ un grande uomo ed una grande anima, altrimenti non riuscirebbe ad ottenere tutto dai suoi ed a trasformarli in soldati disposti a buttarsi sul fuoco per lui…occhio al gallo!!!o dei particolari presagi. forza Roma !!!!!!

  22. La cazzetta è un giornale da regalare agli ospedali per usarla come carta igienica, fare una domanda sugli arbitri, le bestiemme ecc e ridicolo, dire che dei collaboratori dell allenatore saranno dimenticati perché nn contano nulla. E si dovrebbe pure scegliere da che parte stare fra Mou e pinto che sta culo e camicia con lo stesso giornale.

    • agli ospedali no..magari ai cessi pubblici…
      nn si nominano gli ospedali dove c’è gente che soffre..
      cmq capisco la tua buonafede intendiamoci..

  23. Amici .. tranquilli .. il Mourinho pensiero e’ che della Fiorentina, di Maresca al var e di Piccinini non gliene frega un beneamato 🌵 cactus .. conta solo la finale ..ed ha oramai ragionissima .. affa tutti, ci giochiamo la finale a Budapest .. daje Roma e daje Mourinho!

  24. I maxi schermi per vedere la Roma hanno sempre portato iella alla nostra squadra.. Se verranno concessi io farò gli scongiuri. È strapieno di gatti neri che ci guferanno. La partita è difficile, gli spagnoli sono mestieranti. Abbiamo due grossi problemi da risolvere: il nostri attaccanti non segnano. In ogni partita è una fatica per noi vedere gonfiarsi la rete degli avversari. Non riusciamo a fare gol. L’altra nota negativa è il nostro portiere che non fa mai quelle due o tre parate fondamentali, degne di nota, che ti salvano il risultato. Quest’anno le sue papere ci ha fatto perdere alcune partite …
    Ci vorrebbe un miracolo con un cambio di rotta:
    Abraham che finalmente fa gol e Rui Patricio che para bene!
    La vedo dura …

  25. w l’ottimismo però na grattatina me la do…alla faccia dei gufi che stanno davanti ai maxischermo …ma c’ hanno pure la TV…io ai gufi o alle ingufate che tanto terrorizzano nn ci ho mai creduto
    se devi vincere vinci i gufi nn incidono mai sul risultato altrimenti in cuore mio la ladra dei campionati Italiani ne avrebbe vinto solo 3.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome