MOURINHO: “Abbiamo scritto la storia, vincere con la Roma è speciale e mi sento romanista. Resto qui nonostante le voci”

88
3220

AS ROMA NEWS – Josè Mourinho si presenta davanti ai cronisti per commentare l’esito della finalissima di Conference League al termine di Roma-Feyenoord.

Di seguito tutte le dichiarazioni del tecnico portoghese ai microfoni dei giornalisti:

JOSÈ MOURINHO A SKY SPORT

Le lacrime?
“(Visibilmente emozionato) Mi passano tante cose per la testa”.

Si aspettava questo coinvolgimento emotivo che si è aggrappato a lei?
“Sono qui da 11 mesi e si capisce tutto dove sono arrivato”.

I tifosi?
“(Ancora visibilmente emozionato) Come ho detto ai ragazzi nello spogliatoio a Torino, abbiamo fatto quello che dovevamo fare, qualificarci per l’Europa League. Oggi non era lavoro, oggi era da fare la storia e noi abbiamo scritto la storia”.

Oggi è storia, diventerà immortale con questo titolo?
“La Conference League è una competizione che abbiamo avuto la sensazione di vincere dall’inizio, poi le partite sono diventate sempre più impegnative, c’era squadre forti come Marsiglia e Feyenoord. Puntavamo a questa coppa, poi in campionato potevamo avere qualche punto in più, ci abbiamo puntato tanto e ci siamo qualificati per l’Europa League. Io rimango e non c’è dubbio, anche se arrivano delle voci io non voglio qualcosa, voglio restare a Roma. I Friedkin sono onesti e fantastici, questa storia è fatta per proseguire, dobbiamo continuare con questo progetto e definire la direzione della prossima stagione”.

Vi siete abbracciati con i Friedkin, sono loro che l’hanno portata a Roma?
“Tutti i trofei europei sono importanti, solo io e Trapattoni abbiamo vinto trofei Europei in coppe diverse, mi sento un po’ vecchio. Ho fatto 2003, 2015 o 2016, ora 2022. Ora vado in vacanza sulla mia spiaggia e mi godo tutto questo”.

Cos’ha di diverso questa vittoria?
“La cosa molto bella della mia carriera è che, al di là del trofeo europeo con il Manchester United, vincere con Porto, con Inter e con Roma è molto molto speciale. Una cosa è vincere quando tutti se lo aspettano, un’altra è farlo con squadre che ti rendono immortale, questo ti fa sentire speciale. Certo che penso a me, ma penso anche alla gente romanista che fa la sua festa oggi. Spero che possano fare festa, sono veramente felice per i ragazzi nostri, ma per la famiglia romanista”.

Il messaggio ai tifosi?
“Io mi sento romanista, però è un modo anche di lavorare, io sono portista, interista, sono chelsista, sono pazzo del Real Madrid, ora sono romanista. Sono di tutte quelle squadre che con me fanno famiglia e cercano un obiettivo, siamo insieme in questi momenti. Con tutto il rispetto per tutti i club dove ho lavorato e di cui sono ancora innamorato, sono romanista al 100% la gente è incredibile”.

JOSÈ MOURINHO A DAZN

Come la prima volta?
Sì, come la prima volta. Loro nell’ultima settimana dicevano tutti che io sono esperto e che mi sono già giocato delle finali. Ma non cambia niente. Le finali sono finali e gli ultimi giorni sono stati difficili. Con il mio staff ho dovuto prendere decisioni. Abbiamo lavorato sull’avversario e abbiamo lavorato di nascosto con i giocatori. L’allenamento doveva essere a porte aperte e a dire la verità ho fatto delle cose di nascosto. Siamo arrivati qui come la famiglia che siamo, una famiglia che anche oggi ha superato le difficoltà. Secondo tempo difficile. Ora andiamo a Roma, prendiamo la coppa, e festeggiamo con i romanisti. Storia fatta, e adesso pensiamo alla prossima stagione. Bisogna sapere cosa è possibile fare e quello che i nostri proprietari sempre super onesti con noi possono fare. Vittoria bellissima

Ha preso un gavettone di champagne?
Due, impossibile. Telefono, orologio, vabbé…

Dove si colloca questa vittoria, a che livello?
La più importante è l’ultima. Poi la cosa più importante sarà la prima partita di serie A della prossima stagione. Ovviamente questa è molto molto bella. Eravamo veramente lontani dal fare quello che abbiamo fatto

L’ultima italiana che vince in Europa è la sua inter. Ci mancava lo Special One…
No… Siete campioni d’Europa con la Nazionale, siete arrivati con la Juve avanti in Europa. Non vincere per 12 anni in Europa è troppo per il calcio italiano, però dai. L’anno prossimo per noi in Europa League, per qualcun altro in Champions o per la Fiorentina in Conference, andiamo insieme e riproviamoci il prossimo anno.

Qualcuno è preoccupato per il prossimo anno, ci rassicura?
Resto qui al 100%. Posso rimanere più o meno felice perché la mia felicità si fa lottando per cose importanti. Ma rimango sicuramente, non posso andarmene con una proprietà così onesta, con un direttore che non è un direttore ma un compagno di ogni giorno, con gente a Trigoria che è fantastica, con giocatori con cui c’è un rapporto quasi d’amore e con tifosi con i quali sarò legato per la vita. Magari mi ringraziano per stasera ma sono io che ringrazio loro.

JOSÈ MOURINHO IN CONFERENZA STAMPA

Vedendo la partita, soffertissima per una squadra che sembrava avere meno energie, non le dà fastidio che la dipingano come un genio della comunicazione e non come un grandissimo allenatore?
Ieri un giornalista, penso olandese, mi ha fatto una domanda. Ma più che una domanda lui faceva un’affermazione, diceva che è difficile vincere giocando un bel calcio. Io ho risposto che è molto difficile vincere. Per vincere bisogna avere tanti ingredienti e la nostra squadra ha fatto 55 partite. Rui Patricio ha giocato 54 partite, anche se parliamo di un portiere è un’assurdità. Altri ne hanno giocate comunque tantissime. Siamo arrivati in condizione di stanchezza fisica, mentale, ma quella mentale siamo riusciti a nasconderla, a lavorarla. La stanchezza fisica è più difficile da combattere e per farlo servono caratteristiche fantastiche di un gruppo che fa emozionare. Ricordo che quando ho fatto la mia millesima partita e mi hanno offerto una cena io ho detto loro che questa stagione sarebbe finita in modo speciale. Nel secondo tempo abbiamo avuto difficoltà, non solo fisiche perché se dicessi così starei sminuendo il nostro avversario. Loro hanno giocato bene, hanno creato problemi e hanno cambiato modulo nel secondo tempo, obbligandoci a prendere delle decisioni per tamponare il loro gioco offensivo. Penso che questo sia stato importante, voglio far loro i complimenti. Come noi hanno giocato 15 partite in questa competizione, una semifinale incredibile e come noi hanno dato un prestigio nuovo ad una competizione nuova e che oggi diventa importante. Con tutto il rispetto per chi ha giocato le ultime partite di Europa League, le semifinali e la finale di Conference non sono paragonabili. Oggi abbiamo fatto la storia. Dopo il Torino ho detto che il lavoro di una stagione era fatto. Noi non eravamo abbastanza forti ed esperti per centrare la champions, abbiamo fatto il nostro lavoro. Siamo andati in Europa League e abbiamo migliorato la classifica. Questa competizione era fatta per fare la storia, e fare la storia non è andare semplicemente in finale. Quella non è una bella storia. Ho condiviso la mia esperienza con i ragazzi, quando perdevo mi chiedevo cosa ci facessi in finale da sconfitto. Abbiamo vinto, i ragazzi hanno dato tutto. E’ un peccato che debbano andare in nazionale perché se hanno l’energia che ho io avrebbero meritato di andare in spiaggia. Ci vediamo la prossima stagione.

Cosa ha pensato al fischio finale? E’ la vittoria più bella dal punto di vista emotivo?
Ho vinto competizioni europee con 4 club diversi. Vincere con lo United, anche se era uno United senza la qualità dei tempi migliori, è una cosa quasi naturale. Vincere la Champions col Porto non è normale, e fa la gioia di un popolo. Vincere con l’Inter fa la gioia di un popolo. Vincere con la Roma, oggi, fa la gioia di un popolo. questo ha un significato speciale perché ti fa pensare.

 

Articolo precedenteROMA-FEYENOORD 1-0: le pagelle
Articolo successivoFRIEDKIN: “E’ un’emozione enorme, so che aspettavate di vincere da tempo. La città, la squadra e la tifoseria lo meritavano”

88 Commenti

    • Ho sempre scritto che Mourinho era, è l’ultima speranza che questa società gestita da faccendieri vari aveva. Ecco il primo titolo. Ora carta bianca al mister.
      Una gioia immensa… dajeeee

    • Rispondo volentieri al tuo nick perché questo signore è venuto a ROMA a commuoversi per la conference e mi conforta perché è tanto che aspettavo. So’ Romano e Romanista e quindi so’ sempre stato speciale, però stasera è qualcosa che aspettavo da tanto, troppo. È sceso dal pullman ed ha fatto 5 con le dita prima della partita e poi, dopo la coppa vinta, ha battuto cassa. Vuole i giocatori per vincere tutto. È special.

    • Stagione 2021-2022.
      ROMA: Conference Cup.
      Milan: scudetto.
      Inter: Coppa Italia e Supercoppa italiana.
      Napoli: zero tituli.
      Juventus: ZERO TITULI.
      Lazio: ZERO TITULI.
      Atalanta: zero tituli.
      Fiorentina: zero tituli.
      Tutte le altre squadre italiane: zero tituli.
      Sognavo di scriverla, ‘sta cosa, a fine partita. Grazie Roma e grazie José per avercela fatta scrivere, questa “storia”. Finalmente!

    • Ne mare di encomi, cui mi associo, ho per una domanda: caro Mou, ma non c’è un contratto di 3 anni? Mi sono perso qualcosa?

    • @Dandalo, scusami però la lanxzsie il titolo di squadra fasciorazzista del campionato l’ha vinto a mani basse.
      Ricordate quel fregno buffo che tiene la povera aquila?
      E all’ultima di campionato gli energumeni biancocelesti hanno cantato il coretto del gommone allo steward.

    • Soltanto quest’uomo poteva farci un regalo così grande con tutti i bastoni tra le ruote che ci hanno infilato e se gli arbitri non fossero stati così disonesti nei ns confronti avremmo potuto fare molto molto meglio.

  1. Uno spettacolo, fantastici,bravissimi tutti, la commozione e le lacrime di Mourinho appartengono a tutto il Nostro magnifico popolo GialloRosso..

    Vi abbraccio tutti per condividere insieme a voi questo momento speciale per la nostra amata Roma!
    FORZA ROMA

    • Solo a discanio?! Da damascelli a Focolazzie (compreso qualche utente del Forum che non perdeva occasione per denigrarlo o sminuirlo, ora completamente spariti) sai in quanti se staranno a magnà er fegato?! Al sol pensiero si Gode. Eccome se si gode👌👍😅💛💖

    • Posso dire ORA una cosa: da quando alcuni noti iettatori avevano dato a Mou del “bollito” ero sicuro che avremmo vinto qualcosa, perchè sono noti per rosicare e non pijacce mai!
      Ovviamente per scaramanzia non ho mai scritto nulla!
      Forza Roma Sempre!!!!

    • Il brutto è che c’è un discroto65 anche tra di noi … Ma lasciamo perde oggi se festeggia e basta

  2. Si conclude la stagione:
    Bilan scudetto
    Roma Conf League
    Inda Coppa Italia
    Giuve zero tituli
    Penso che la Conf League sia superiore alla Coppa Italia

    • La conference è un torneo internazionale ed è palese che sia più importante di una coppa nazionale dove si giocano 4 partite x portarla a casa

  3. Un conto è scrivere la storia e diventare immortali, un altro conto è farsi amare in eterno da un intero popolo… e solamente con noi puoi raggiungere entrambi.
    Grazie José, grazie.
    Spero che questo sia soltanto l’inizio.
    ❤️🧡 FORZA ROMA 🧡❤️

  4. Dico tutto qui : felicità, lacrime e gioia però..non dimentico . Non dimentico chi ti dava per bollito, chi designa gli arbitri, chi attacca la proprietà che c ha appena regalato un trofeo, chi stasera ( e già hanno cominciato) s aggrappera’ al carro ..sparite perché la nostra Roma ha vinto ma sopratutto il popolo giallorosso ha vinto. Un pensiero speciale a tutti i romanisti del forum e non che stanno soffrendo per motivi seri : spero che almeno per questa notte la gioia per la vittoria lenisca un pochino la sofferenza. Meno di ieri ma più di domani Forza Roma.

  5. Non mi è piaciuto Mou, mai nel corso della stagione, però mi devo rimangiare tutto, per me che ero piccolo ai tempi dello scudetto e ho visto solo coppe Italia (che è davvero poca cosa da vincere…) veder finalmente vincere la Roma in una competizione oltretutto europea è incredibile, ancora non ci credo.
    Oggi viene sminuita la competizione dagli invidiosi, tra 10 anni quando non l’avrà vinta nessuna italiana ne riparleremo e saremo ancora più orgogliosi.
    Spero questo sia un inizio e spero venga fatta una campagna acquisti importante a Mou che si è guadagnato sul campo e non con le parole tutto il nostro sostegno per l’anno prossimo, anche degli scettici.
    Forza Roma!

  6. Lui non è un allenatore, è riduttivo. Lui è il Condottiero di Roma, perché a Roma sono tutti romanisti.
    Lui come ho scritto un po’ di tempo fa, é l’unico al mondo che può dare una svolta vincente alla storia della Roma. E così sta accadendo.

  7. Dice che a Ariccia na strage sul ponte…
    Ao fermateli i laziali già so pochi se saltano tutti e 100 s estinguono…
    Chiamate er WWF ooooo!!!!

  8. ꧁ ℤ𝕖𝕣𝕠 𝕋𝕣𝕠𝕗𝕖𝕚 𝕖 𝕌𝕟 𝕊𝕒𝕔𝕔𝕠 𝕕𝕚 𝕋𝕣𝕠𝕗𝕚𝕖 ꧂

    Grazie Mou, ahi riportato un trofeo Europeo in Italia , ma soprattutto nella CAPITALE GIALLOROSSA,
    quella che conta!

    Sbiaditi attaccateve a sto gippolone!

    PS devo cambiare nickname lo farò domani !

    DAIE MOU DAIE ROMA
    QUANTO è BELLO ESSERE ROMANISTI!

  9. Maaaaaaa
    Essendoci qualificati due volte per l’Europa League (per classifica in campionato e quali vincitori della Conference Cup)
    sommando le qualificazioni non dovremmo andare n Champions League? 🙃

    • Piano, in Champions se pijano le sveje vere se non vai carrozzato pesantemente.
      Io firmo già col sangue (sempre quello adulterato di Zenone) per portare a casa un’EL l’anno prossimo, sarebbe fantastico…

  10. Sognavo questa Roma e Roma c’è una gioia infinita. Ho criticato spesso Mourinho, ma adesso lo ringrazio perchè ha dato il carattere alla squadra dei vincenti, anche con i limiti di organico, lo riconosco e ci metto la faccia. Tutti caricati a pallettoni. Grandi tutti quanti, noi tifosi di fronte alla gioia che proviamo , a differenza delle nostre posizioni , siamo tutti uniti per questi colori e per questo spirito che ognuno dice unico al mondo e non per routine, ma per valutazione reale.
    FORZA ROMA SEMPRE

  11. di cranio VUOTO , adesso guardati allo specchio, fatti un saluto fascista seduto sul cesso a forma della tua capoccia……… poi alla fine tira la catena, fai glu glu e ricordati di non fare lo sporcaccione come tuo solito e di lasciare tutto pulito per il prossimo fascista come te che di conseguenza ripeterà le tue gesta.

  12. Grande Mou!
    Senza di lui a gennaio sarebbe stata di nuovo rifondazione… Grazie Mister e grazie a chi ti ha portato a Roma.!
    Forza Roma

  13. Non ci sono parole per Mourinho. Ha preso una squadra smarrita, bravi ragazzi, per carità, ma disabituati a lottare fino in fondo, a metterci l’anima anche quando tecnica e fiato vengono meno. C’è riuscito tenendo fuori giocatori che non riuscivano ad avere l’atteggiamento giusto, a costo di avere una rosa di fatto risicata e spremuta come un limone. E stasera si è vista eccome la fatica: la Roma ha giocato in Europa diverse partite ed anche qualche semifinale e finale dove sotto il profilo del gioco aveva espresso di più. Ma alla fine usciva a mani vuote, magari con tanti complimenti. Questa volta no. Con la lingua di fuori e con tanta sofferenza, questa volta la storia è diversa. È stata una vittoria fatta di sudore e tanta fatica, contro un avversario forte, con più benzina che se avesse pareggiato non avrebbe rubato nulla. E per chi come noi romanisti ha visto troppe volte sconfitte immeritate, questa vittoria resterà speciale, anche se ci diranno che è una coppetta, che la Roma è stata fortunata ecc. Proprio per tutte queste cose, questa è una vittoria sublime, il miglior viatico per il nostro futuro. ROMA è tornata

  14. Se uno certi appuntamenti non li sbaglia, è perché ha qualcosa dentro che altri non hanno.
    Non è “er ber giogo” evidentemente, ma l’abilità di tirare fuori un’anima operaia da un gruppo di ragazzi troppo ricchi, viziati e privilegiati.
    Non è semplice chiedere a questa gente di “morire” in campo come fa lui, di girarsi dall’altra parte quando chiedono disperati di uscire perché pensano di non farcela più.
    Alla Roma spesso le cose si sono sfasciate alle prime difficoltà, anche con gente come Capello.
    Forse solo Ferguson possedeva questo ascendente assoluto sui propri giocatori.
    Oggi posso finalmente perdonargli quello “zeru tituli” sprezzante che proprio lui, ironia della sorte, ha alla fine spazzato via.
    Così come Capello non sarà mai il mio tecnico preferito, lo ribadisco stasera, prediligo un altro calcio, penso di averne il diritto. Ma è indubbiamente un personaggio straripante, glielo riconosco, e tra “ber giogo” senza vittorie e vittorie senza “ber giogo” mi tengo le seconde.
    Con la speranza che l’anno prossimo una maggiore qualità dei singoli possa anche migliorare l’aspetto complessivo.

  15. Ndo state, a sorciiii, a schifosi. A vermi lazzialiiii !!!
    State chiusi dentro casa???
    Ci ho na lista de 30 persone, ve vengo a cercà a casa uno per uno…
    Me attacco ar citofono alle 4 de notte, come la Digos…
    Nun ve faccio dormì, a schifosi…
    Dovete annà in vacanza anticipata, a zozzi, a balordi…

  16. Durante Roma Venezia 1 a 1. Il sottoscritto Lucio Becker:
    “M non insegna schemi ma possiede altre qualità e alla fine me lo tengo . E spero che in 3 anni possa fare cose importanti”.
    Utente “Franco 65”: “E tiettelo se te piace tanto, pensa che qualcuno ce vòle andà fino all’inferno!”
    Utente “Fantomas”: “Lucio Becker, le facoltà che ha Mourinho sono quelle dialettiche che servono per abbindolare gi abbocconi come te….ti vedo già con l’amo in bocca…”
    Stasera: utenti “Franco 65” e “Fantomas” non pervenuti.
    Incapaci di scrivere una qualsiasi cosa a sostegno della squadra, tifosi di voi stessi e non del club.

  17. Serata magica..come magica è la nostra squadra. Ora penso che capello aveva ragione..( uno che come Mourinho aveva carattere….basta pensare Cassano via al Real)..e penso: senza i soldi buttati per Vina, diawara,, elsharawi,Cristante,under,kluivert( che ritengo cmq superiore a Vina ed elsharawi anche su una GBA sola), Villar,e tutte le promesse(pippe) comprate negli ultimi 5anni…dove poteva arrivare questa Roma? Se è bastato in Italia un allenatore di carattere che ha fatto capire che in società comandava lui(come capello) e che le scampagnate ruba stipendi sono finite? Dove poteva arrivare una Roma che ha speso negli ultimi 5 anni più di 500 milioni di euro nel mercato steapagando pugnette e pippe del calcio e dandogli stipendi che non meritano? Vedi Fazio? Vedi diawata? Vedi pellegrini? Vedi Mancini? Vedi Cristante? Vedi elsharawi? Vedi Vina? Devo continuare? Dove saremmo arrivati con calciatori di rilievo ruolo per ruolo? Penso visto il livello bassissimo del nostro campionato ( del resto lo ha vinto pioli…..che credo non abbia vinto nulla in 60 anni di carriera) e visto che Conte ha speso 690 milioni per vincere uno scudetto con l’Inter ed essere eliminato in Champions dal g’ladbach che lotta per non retrocedere in Germania…..!!! Io ho solo rimpianti per i soldi buttati negli ultimi 5 anni e ribadisco: meglio tre campioni che percepisco 10 milioni l’anno che 20 pippe a Roma che fanno molti più danni economici!!! Benvenuto Dybala a 10 milioni che un Cristante a 3,8!!!!!!!

    • Complimenti, con questo discorso hai solo dimostrato che non capisci di calcio e di come si costtruiscono le squadre! Per fortuna la squdra la fa Mou con l’aiuto di Pinto e non tu. Per me, considerando il budget, tra le vendite e gli acquisti questa stagione è stata quasi perfetta. Spero continuino così, inserendo qulacuno di adatto a centrocampo.

  18. Grandissimo Mourinho !!!
    E quindi adesso :
    rubbe zero tituli
    sbiaditi zero tituli
    napule zero tituli
    Gasperini ed Atalanta zero tituli e niente Europa nella prossima stagione.
    ROMA 1 TITULO, OLTRETUTTO L’UNICA SQUADRA ITALIANA A VINCERE UNA COPPA EUROPEA !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  19. Abbiamo fatto la storia..
    Non.era difficile s Roma..
    Visto che vinciamo o meglio non facevamo una finale da 31 anno…..ed il Milan si lamenta che non vincevano da 11 anni…mi chiedo perché? C’è di peggio….

  20. Un pensiero lo dedico a Dzeko che è andato all’Inter per vincere tutto e si ritrova con un bel porta ombrelli.
    Manco lo scudetto sei riuscito a vince!!!
    Forza Roma

  21. Vorrei ringraziare anche Fonseca che se aveva Abraham al posto de quel rompicopertoni di geko arrivava almeno in finale e non si spacxava la squadra.

  22. possiamo finalmente buttarci alle spalle il pallottismo. Le vedove del panzone si stavano già riaffacciando sui trespoli come gufi, aspettando solo un passo falso per poter dire “ecco vedete? Non è cambiato niente gnegnegnè”
    E invece è cambiato molto, cari miei. Vedere in lacrime un uomo che ha vinto tutto e di più nella sua carriera, dopo aver vinto un trofeo forse non altrettanto prestigioso ma comunque importante in una piazza che non vinceva niente da 14 anni, non ha prezzo. Mi sono messo a piangere con lui, avrei voluto abbracciarlo forte e dirgli solo “grazie”. Quando allenava l’Inter l’ho odiato per i suoi attacchi gratuiti al nostro Ranieri, ma poi di fronte a quelle lacrime mi sono sciolto come una dodicenne
    Questi colori ce li ho tatuati nell’anima, un’emozione così non la provavo da tanto, troppo tempo, e tutto questo grazie soprattutto a lui e ai Friedkin che parlano poco e fanno i fatti.
    A dirla tutta, ho trovato un po’ deludente l’andamento in campionato e non mi è piaciuto come siamo usciti dalla coppa Italia, ma il budget era quello che era e abbiamo giocato tantissime partite, questo prima o poi lo paghi in termini di energie. Se poi quella di puntare alla Conference fosse stata una scelta ben precisa (ma non penso) a me andrebbe bene comunque
    Capitolo acquisti azzeccati: Abraham, ieri non ha segnato ma ha fatto un lavoro preziosissimo, dando una mano anche nelle retrovie, per me è un giocatore fantastico.
    Sempre forza Roma e grazie!!!!

  23. Questa è la vittoria di MOU, l’ho sempre saputo che LUI avrebbe cambiato la storia, l’ho sempre adorato…
    Con la rosa piu scarsa degli ultimi 30 anni un trofeo, e se avesse avuto la rosa di garzia, spalleti o di francesco cosa sarebbe arrivato?
    Tra arrivare secondi e primi c’è un piccolo scalino, che solo i grandi sanno superare e lui è il più grande..perfetto per roma e per i romanisti.
    E poi la fortuna aiuta gli audaci, la stessa partita in finale era una storia persa con tutti gli altri. il giocatore piu esperto e piu importante si fa male dopo 10 min, riesci a segnare e poi subisci gli avversari.
    Sono sicuro che senza mou, mancini sarebbe stato un autogoal, con la nostra stroica sfiga, poi a soffirre e goal sbagliati, infortuni, cambi e si arrivava ai supplementari per perdere ail 125′ o ai rigori..
    invece con mou, due pali, poi partita messa in sicurezza con i cambi azzeccatissimi e solo trionfo..
    questa è la roma di MOU il piu grande allenatore e personaggio mai venuto ad allenarci (con massimo rispetto per il barone e capello, ma il gap è notevole) ha creato ambiente, squadra, orgoglio e dato gioia a un popolo abituato a soffrire, ti ameremo per sempre ovunque andrai…come ancora lo amano gli interisti..
    io prego che resti 5 anni perchè vorrebbe dire che la storia della AS ROMA cambierà per sempre…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome