Nanni: “Pau Lopez? Bravo coi piedi, ma Szczesny e Stekelenburg erano più forti”

30
1645

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Guido Nanni, ex preparatore dei portieri della Roma, ha rilasciato un’intervista alla Gazzetta dello Sport nella quale parla dell’attuale numero uno giallorosso Pau Lopez, ma anche di altri estremi difensori del passato come Stekelenburg e Szczesny, a suo dire superiori allo spagnolo.

Pau Lopez? Non fa parate da dieci in pagella, ma la Roma è in buone mani. Fonseca l’ha voluto per il suo gioco con i piedi, anche se tecnicamente Szczesny e Stekelenburg erano più bravi”, il parere di Guido Nanni.

Che poi prosegue: “Il migliore? Szczesny, un diamante grezzo. Consigliai a Garcia di acquistarlo. A Roma ha imparato a stare in porta. Un rimpianto? Stekelenburg. Lo vedevo in allenamento e pensavo fosse un fenomeno, ma soffriva la partita”.

Fonte: Gazzetta dello Sport

30 Commenti

    • In quale universo parallelo? Mi sa che le sue papere ve le siete scordate tutti, probabilmente perché non sono avvenute in un derby. A parte poi che parliamo di portieri con caratteristiche OPPOSTE, sarebbe come paragonare il giorno con la notte.

    • In questo Marcoilpollo. Hai presente le classifiche di rendimento dei portieri? Quelle che non tengono conto dei goal subiti ma delle prestazioni. Ebbene, il buon pau lopez, pagato come un portiere di alto livello, con stipendio da top player, staziona a metà classifica. Aggiungo…Olsen, che io ho sempre criticato, non ha mai fatto una papera come quella che ha commesso Pau Lopez al derby. Parlo di errore tecnico.

      Ci sono cose oggettive come i numeri, impara a guardarli prima di sparare cavolate.

  1. Il problema è che il tifoso comune è portato a pensare che essere bravi con i piedi, significhi necessariamente saper fare lanci millimetrici di 70 metri… niente di più falso. Essere abili in questo fondamentale, significa essere sicuri in fase di costruzione, sapere a chi passare la palla prima che i compagni te la diano, ed essere il più possibile precisi anche nelle rimesse medio-corte. Pau Lopez non è Alisson, ma nel complesso un ottimo portiere, ma purtroppo molte persone non gli hanno perdonato la papera nel derby, partita che in questa città conta (quasi) quanto una finale di Champions.

    Stekelenburg invece è l’emblema della sfortuna romanista. Era il miglior portiere dell’Eredivise, e si è guadagnato la stessa considerazione addirittura ai Mondiali del 2010. Arrivato a Roma, si è visto un portiere scarso quanto Curci, e non certo per la botta ricevuta nella partita contro l’Inter: fu autore di errori grossolani già contro lo Slovan Bratislava e il Cagliari. Mai capito cosa sia accaduto a questo portiere, visto che poi non è mai riuscito a rilanciarsi.

    • Su Pau Lopez ho sentito pareri discordanti. Se per Nanni non è un fenomeno, Zenga invece lo reputa fortissimo.
      Io invece non ci trovo nulla di speciale.
      E non mi riferisco al derby, non lo volevo fin dall’inizio, perché non mi sembrava particolarmente reattivo.
      Portiere che vale 1/3 della cifra spesa.
      Sono convinto che se avessero giocato Mirante o Fuzato al suo posto non avrebbero fatto peggio.

  2. Non penso che per essere.competitiva la Roma,debba per forza avere il miglior portiere del mondo.Pau Lopez,e’ un ottimo portiere,e come tutti i numeri 1,talvolta incorre in errori piu o meno evidenti, ma che nell’ arco di un campionato ci stanno tutti.Nella storia della Roma ci sono stati portieri superiori e inferiori a Lopez,Antonioli con cui abbiamo vinto uno scudetto ad esempio non era un fenomeno, parava il parabile,condito da qualche parata sopra le righe di tanto in tanto.,
    Sczesny ha qualcosa in piu’ di Pau Lopez,ma Stekelemburg non penso proprio,e oltretutto era anche abbastanza presuntuoso.Insomma l’ importante e avere in porta un buon portiere, che faccia il suo dovere senza dover rimpiangere un citofono.

  3. quando capiremo che il portiere deve essere più bravo con le mani, forse sarà tardi…. pau lopez è bravo con i piedi? allora giocasse a centrocampo. io voglio un portiere che sappia parare

  4. Bravo coi piedi ? Ma quando mai ?
    Io non reputo Lopez una sega totale, mi sembra solo un discreto portiere che però lascia immaginare pochi margini di miglioramento. Il paragone con Antonioli mi sembra calzante, con la differenza che lui aveva davanti gentucola come alda, zago, samuel, zebina, mica quei mirabolanti campioni affermati come fazio jesus mancini e smalling (spiegone per i disagiati: c’è dell’ironia).
    È largamento inferiore pure a Scecenio (che infatti gioca nella juve, mica fa il secondo a stracoscia), però dire che è bravo coi piedi è una bestemmia; è davvero un impedito sui rinvii e in questo campionato ne ha combinate a bizzeffe.
    Ottimo per la Spal o il Bologna, direi. In Spagna lo vedrei bene al Betis.

  5. Allison!!! Il portiere più forte di tutti i portieri mai visti difendere i pali della nostra amata Roma. Spero Fuzato diventi forte altrettanto.

  6. Mediocre portiere, non fa quasi mai una parata decisiva. Con i piedi è imbarazzante sia nei lanci lunghi che nei passaggi corti. Non vale il grande investimento fatto.

  7. A me piaceva molto Konsel,solo che da noi arrivo un po avanti con l’ Eta e ebbe un grosso infortunio da cui non si riprese mai completamente.Ma era un’ ottimo portiere tra i pali, bravo con i piedi perlomeno quanto Allison,e coraggioso e tempestivo nelle uscite.

    • Era forte anche nelle uscite, rapido negli interventi…. ma di questo era meglio anche Cervone.

    • Tecnicamente Konsel è stato uno dei piu forti e moderni portieri degli ultimi 30 anni.
      Non a caso era un pupillo del boemo, proprio perché bravo coi piedi e riusciva a fare il libero aggiunto con le allegre difese zemaniane.
      Quindi i 92 dislike al poro Stefano o sono frutto di un atteggiamento compulsivo ossessivo o sono di gente che i portieri li conosce solo giocando a FIFA.

    • Julian, è da qulche giorno che su queste pagine imperversa tremendo il bot dei pollicioni, che sommerge funesto i commenti di alcuni utenti selezionati, in barba ad orari e contenuti!

  8. nanni, hai scoperto l’acqua calda…lopez è da Carrarese…quello che ha fatto al derby denota poca intelligenza, c’è poco da di’ e poco da fa’…pagato un botto, e non si è voluto riscattare Schzesny dall’Arsenal per 12 milioni…mah…misteri della Roma…
    ah, dimenticavo…Pallotta, vattene via !!!

  9. No ragazzi dai… VERAMENTE arriviamo a dire che paulopez è un portiere VALIDO? Ma cacchio, io forse vivo in un altro mondo ma QUESTO non para 1 rigore che sia uno, sfarfalla spesso e volentieri, (eccerto, LUI è bravo co i piedi, e mani a che je servono?) senso della posizione quasi nullo, a volte sbaglia pure a mette la barriera ma de che volemo dibatte?

  10. Vorrei sottolineare come: “anche se tecnicamente Szczesny e Stekelenburg erano più bravi”, “pensavo fosse un fenomeno, ma soffriva la partita”… diventi “…e Stekelenburg erano più forti”.
    In realtà NON ha detto che Stekelenburg era più forte, ANZI il “soffrire la partita” è il più grande difetto possibile per un portiere! Paradossalmente essendo Pau Lopez abbastanza giovane gli ha fatto un complimento perché se tecnicamente non è al livello di quei 2, lo può diventare (la tecnica di un portiere si impara…basta vedere lo Sczezny venuto a Roma e quello di ora ma stesso discorso vale per Allison!). Quel che non si impara sono le caratteristiche mentali (quelle che non hanno Stekelenburg e Olsen per fare 2 esempi, Olsen dopo 2 papere è andato in bambola e ha perso il posto, Lopez dopo la papera del Derby ha ripreso a fornire buonissime prestazioni)

  11. Lopez mi da l’impressione di essere un portiere assolutamente normale. Ne scarso ne un fenomeno. I soldi li potevamo spendere meglio.

  12. Il prezzo di Medioman è quello con cui si sarebbero potuti comprare Alisson e “codice fiscale” messi insieme. Ogni altra osservazione mi sembra persino superflua…

  13. Sinceramente non ho mai contestato Lopez, un portiere discreto che il suo lo fa. Contesto invece il prezzo a cui è stato pagato, soprattutto in un ruolo dove avevamo Mirante e per una stagione una squadra, che ha un budget limitato, doveva accontentarsi e spendere quel budget per migliorare la rosa, Pau Lopez non era una priorità e di sicuro non ha portato più punti di quanti non ci avrebbe dato un Mirante qualsiasi.

  14. Ancora sulla papera al derby?in realtà il pallone era fuori ,subisce fallo dell’avversario tanto è vero che al “gol dei sbiaditi si aspettava il bar ,i sbiaditi hanno aspettato a esultare ,e lo hanno fatto solo dopo la convalida su errore dell’arbitro (che non ha consultato il var)questa si vera papera per non dire malafede

  15. Sbaji, er carcio è ‘n gioco da òmini e Lopezze je doveva da da’ ‘na cinghiata ‘mbocca ar lazziale ‘nvece da fasse spigne come ‘n fijodenamixxotta.

  16. Su così ricorreva davvero al bar(var)e l’espelleva per fallo sul giocatore e sai i giornali tutta la settimana che della prendevano con lui per aver fatto fallo sul povero sbiadito ,per no. Parlare de Lotito ?

  17. Si cosi ‘L’arbitro vedeva il var espelleva il portiere , i giornali e Lotito te facevano na filippica (come sanno fa’ loro)lunga na quaresima solo pe’ il fallo

  18. Szczesny a 16 milioni no e Pau Lopez a 21 si. Mah……, se qualcuno può spiegarlo e farlo comprendere alla gente comune….!?!?!?

    • Che ca***ta.. Sczezny a 16 no perché avevi preso Alisson e mentre tutti piangevano avevano avuto ragione loro… infatti Alisson si è dimostrato anche TROPPO BUONO che è andato a prendere 5M netti a salire dal Liverpool. Un conto è dire “non vendere Alisson”, ma dire “Szczesny a 16 milioni no e Pau Lopez a 21 si. ” è segno di MALAFEDE dato che è stato “Szczesny a 16 milioni no e sì ad Alisson a 8″… e qui molti non erano d’accordo ma chi l’ha fatto ha avuto ragione indubbiamente. “Pau Lopez a 21 si”… al posto di Olsen.
      Questo è quello su cui si può ragionare MA non Sczezny vs Pau Lopez (che tra parentesi vorrei vedere proprio come giudicherete tra 2 anni… Alisson al primo anno in E.L. ci fece pareggiare una partita facendo DUE papere colossali e mandandoci sotto… ma questo non lo ricorda nessuno, ma poi guarda il caso è migliorato tecnicamente… tra parentesi mentre nella mezza papera di Pau Lopez al derby c’era un contatto al dir poco sospetto, Alisson fece proprio 2 buchi enormi)

  19. Così non voleva restare a Roma per il prestito ,una volta rientrato in Inghilterra è stato venduto AA Juve ,con soddisfazione de coso solo per vincere i titoli ,per guadagnare de più che da noi

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome