Ndicka e Renato Sanches le incognite in cerca del riscatto

12
996

NOTIZIE AS ROMA – Evan Ndicka era stato uno dei colpi a parametro zero più apprezzati del mercato di Tiago Pinto. Difensore giovane ma già con buona esperienza e di prospettiva, vincitore di una Europa League con la maglia dell’Eintracht, il difensore francese era considerato l’ideale sostituto di Ibanez nella difesa della Roma.

Il precampionato del centrale mancino però ha subito gettato qualche dubbio, specie sulla sua condizione fisica e sul suo addestramento tattico ai dettami del mister: un po’ troppo macchinoso, in ritardo nelle chiusure e non perfetto nella marcatura. E così nelle prime apparizioni ufficiali, Ndicka è finito nelle retrovie, lasciando il posto da titolare al più rodato Llorente.

Il francese però non è di certo venuto a Roma per fare il comprimario e per questo punta a riconquistare la fiducia del tecnico e a ritagliarsi uno spazio di primo piano già domenica prossima contro l’Empoli. Ndicka però deve migliorarsi: i numeri della scorsa stagione lo vedono in affanno non solo sui duelli aerei (vinti solamente il 45%), ma anche nell’uno contro uno, dove soltanto nel 40% delle volte è riuscito a evitare il dribbling dell’avversario.

Chi invece non ha bisogno di dimostrare molto è Renato Sanches, che dal punto di vista tecnico è un giocatore di grandi qualità. I limiti del portoghese sono unicamente di tenuta fisica. “Tutto quello che andrà male con Renato Sanches avrà un solo responsabile: Tiago Pinto”, la frase a effetto del gm nella sua ultima conferenza stampa, convinto che lo staff medico della Roma e la presenza di Mourinho saranno sufficienti a rimetterlo in sesto.

Per ora però la scommessa non è stata vinta: al centrocampista del PSG sono bastati venticinque minuti contro la Salernitana per subire l’ennesimo infortunio alla coscia. A Trigoria prosegue il lavoro di recupero e l’obiettivo è quello di rivederlo in campo già contro l’Empoli alla ripresa del campionato. Lo staff medico con lui vuole andarci cauto, ma l’obiettivo è rimetterlo a disposizione di Mourinho per la ripresa del campionato.

Fonti: La Repubblica / Il Messaggero / Gazzetta dello Sport / Corriere dello Sport

Articolo precedenteMou in bilico, serve la Champions per convincere Friedkin
Articolo successivoRoma a caccia del main sponsor: contatti con American Airlines

12 Commenti

  1. il problema con renato sanches non è quante partite giocherà.
    ieri ho letto qualcuno che diceva che mediamente, quelle 25 partite l’anno le ha sempre fatte.

    il problema è quante di quelle le giocherà protagonista o da giocatore che deve “ritrovare il ritmo partita” o deve “mettere minuti nelle gambe”.

    perché uno come lui funziona da fuoriclasse come sarebbe se è al centro del gioco.
    come estemporaneo, come Wjinaldum la scorsa stagione, rende molto ma molto meno.

    e temo fortemente che sarà la stagione del “se”

    se lukaku e dybala insieme
    se il centrocampo con sanches
    se …

  2. N’dika parametro zero le cui statistiche e performance erano note e leggendo le percentuali dello scorso anno no capisco come possa essere stato preso in considerazione, numeri davvero che sconfinano nella pippaggine universale. Forse l’unico parametro tenuto in considerazione è quello dell’età. Preso a zero, non so quanto percepisca d’ingaggio ma se questo è l’avvio non so a cosa possa servire se non ad una plusvalenza Arabica futura. Fin qui tenuto gelosamente nascosto dopo le performance degne di un film Horror d’autore. Amo Avanti.

  3. La malafede di questi infami si vede quando dicono “sono basati 25 minuti con la Salernitana” quando si è infortunato in allenamento (chi lo sa, magari sotto sforzo dopo 2 ore).
    Una forzatura finalizzata a far passare il concetto che è fracico, che è quello che gli interessa.
    Infami, deve arrivare il giorno che non potrete mette piede allo stadio.

    • 22/23 PSG: 112 giorni infortunato. 19 partite saltate.
      21/22 Lilla: 88 giorni infortunato. 18 partite saltate.
      20/21 Lilla: 106 giorni infotunato. 22 partite saltate
      Gli anni precedenti : quasi uguale.
      Sempre infortuni muscolari.
      Sto ragazzo avrà qualche problema cronico o è colpa dei giornalisti?
      Oppure è colpa di transfermarkt che ha un archivio a cui non sfugge nulla?

    • Per cui, secondo te, visto che ha problemi cronici è giusto scrivere una menzogna per sottolineare il fatto che ha problemi cronici.
      E’ giusto scrivere manco 20 minuti è durato quando non è vero e l’infortunio è totalmente independente dalla partita.
      Questo perchè sei come loro: non conta dire la verità, conta far passare un concetto con qualunque mezzo, anche il più scorretto.
      Complimenti.

  4. Sono curioso di vedere cosa farà ora Solbakken in Grecia, Ndicka era ambito da molte società, la Roma lo ha praticamente strappato al Milan.
    Troppi calciatori bocciati in modo frettoloso, senza dargli nessuna possibilità

  5. Qui a roma i giocatori nuovi o vengono rotti quelli che non sono rotti ci vogliono dei mesi prima che si ambientino….vedo agli altri club vengono e giocano e fanno male all’avversario….qui a roma è sempre un mistero delle cose.Kamada a parametro xero la roma non lo ha voluto ,andato dai sbiaditi avete visto con gli occhi vostri, lloris offerto non si è fatto nulla perche a l Mou vanno bene le pippe e in porta ne abbiamo uno forte, centrocampo con Paredes che non si puo guardare,pellegrini che neanche ci spreco parole, difesa da ridere , belotti che non vede la porta, si spera in lukaku…speriamo, ma con il bel gioco di Mou che si gioca solo con passaggi all’indietro….bho povero lukaku. E poi sento dire ma i nuovi si devono inserire agli schemi….ma quali schemi ,, Mou ha degli schemi????? tutto da ridere

  6. on mi interessano le polemiche .. specie quelle tra noi tifosi ..
    mi interessa, e molto, che sia Sanches che N’Dika vengano rimessi a posto , entrino in forma , e giochino in pianta stabile, certamente alternandosi con altri compagni di squadra ..
    se stanno bene sono due forze della natura..
    e ci metterei pure Kristensen .. magari molto poco tecnico ma molto molto fisico ..

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome