Ndicka, niente conferenza stampa: c’è il Ramadan, al suo posto Bove

18
575

AS ROMA NEWSEvan Ndicka non sarà protagonista in conferenza stampa al fianco di Daniele De Rossi per parlare della sfida di ritorno contro il Brighton.

Inizialmente era previsto che fosse il difensore ivoriano a parlare ai giornalisti insieme al suo allenatore, ma l’orario della conferenza ha cambiato le carte in tavola.

Questo è il periodo del Ramadan, e a quell’ora Ndicka è impegnato con la meditazione e le preghiere, e per questo ha chiesto la cortesia al club di potersi astenere dall’impegno con la stampa.

La Roma ha acconsentito di buon grado, scegliendo di mandare Edoardo Bove a presenziare l’incontro con i giornalisti.

Fonte: Rete Sport

Articolo precedenteRanking Uefa: il Napoli va fuori, l’Arsenal passa ai rigori. Domani la Roma deve aiutare l’Italia (e sé stessa)
Articolo successivoUfficiale: Sarri non è più l’allenatore della Lazio. Squadra affidata a Martusciello

18 Commenti

    • La gente si sposa in chiesa “perché la festa è più bella”, sempre nel 2024 siamo.

    • E poi ci lamentiamo del perché il mondo va a rotoli…. ignoranza madre di tutti i guai… riprenditi fratello

    • ho capito che sei un’anima triste, ma non prendertela con gli altri!

      sempre sempre Forza Roma!

    • Nel 2024 c’è gente che bacia i piedi di state contruite in Cina perchè lì dentro c’è Sant’Antonio.

    • Ma francesca quella che si stupiva perché la gente si ricordava ancora di Losi?
      Per coerenza allora queste dovrebbero essere considerate pratiche e credenze arcaiche ormai superate, la stessa “ignoranza” che invece imputa agli altri.
      Ma più che coerenza credo che nella sua testolina sia in atto una guerra termonucleare.

    • il fatto che si sposano in chiesa perché è più bella fa appunto capire che la gente ama la festa e non il cristianesimo (purtroppo) quindi non c entra molto con la cosa di ndicka,che appunto perché mussulmano credende fa il Ramadan,non perché è bello.

    • a marchese coi criceti in testa,l’islam non è una pratica ma è la seconda religione al mondo (con tassi di crescita esponenziali anche tra gli occidentali,capisco la tua ignoranza di fondo,ma prima di parlare di cose non serie ma di più,studia almeno un pochetto.Il ramadan è un momento mistico per i musulmani che tra l’altro al contrario di quello che vogliono farti credere,è una religione di pace ed amore…torna al bar e parla di “pratiche” con i tuoi amici da bar (cosa c’èntra un funerale con una religione monoteista lo capirai solo tu e quei due criceti che girano on your brain)ciaone

  1. La meditazione è una pratica antica come l’uomo, fondamentale per capire se stessi e il modo in cui vivere in armonia con il resto del creato (o dell’universo). Il fatto che la nostra società la consideri superata dice tutto sul livello che abbiamo raggiunto.

    • Allora perché non di soli romani, o magari solo romani del quartiere testaccio, però con la possibilità di comprare tre stranieri in altri rioni. (per chi ne avesse bisogno, chiarisco che sto facendo sarcasmo)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome