N’Dicka parte con la Costa d’Avorio, slittano le visite mediche con la Roma

19
1101

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – L’accordo con la Roma è blindato. E a nulla sono valsi i tentativi di inserimento del Milan dei giorni scorsi.

Evan N’Dicka ha scelto di vestire giallorosso e terrà la parola data a Pinto e Mourinho. Ma per vederlo indossare la maglia della Roma bisognerà attendere ancora qualche giorno in più del previsto, scrivono oggi Corriere dello Sport e Il Messaggero.

Il difensore, svincolatosi a parametro zero dall’Eintracht Francoforte, avrebbe dovuto svolgere le visite mediche il 15 giugno, ma la convocazione della Costa d’Avorio per il match contro lo Zambia ha fatto slittare il tutto.

N’Dicka infatti ha scelto di rappresentare la patria della madre pur avendo il triplo passaporto: possiede anche quello francese, essendo nato e cresciuto a Parigi, e quello camerunese, che riporta alle origini del padre. Ma dopo aver frequentato le selezioni giovanili della Francia, ha deciso a 23 anni di seguire il cuore e di difendere i colori ivoriani.

Fonti: Corriere dello Sport / Il Messaggero

Articolo precedenteRanieri: “In carriera sono stato co***one più volte, a Roma quando sono rimasto non c’era la squadra…”
Articolo successivoCoppa Italia, possibile derby Roma-Lazio ai quarti

19 Commenti

  1. SShhhh, non lo dite a quelli che, penna rossa in mano, dicevano che non avrebbe fatto la Coppa d’Africa, potrebbero capire di non essere così informati!

    • Basta che non fa’ come Gervinho , Doumbia e quasi tutti gli africani che non tornano piu’ o tornano a pezzi chissa’ da cosa….

  2. Pinto ed il suo entourage questa volta si sono mossi bene, l’arrivo di Aouar e N’Dicka non sono acquisti fatti al momento ma studiati da tempo e questo ha permesso di battere la concorrenza.
    Se non ci fosse stato l’infortunio di Abraham sicuramente Pinto avrebbe avuto più serenità sul mercato e probabilmente meno incertezze e limiti, ma è andata così. Adesso deve continuare su questa strada per mettere a segno i colpi giusti per rendere competitiva la rosa e dare a Mou la possibilità di giocarsela per vincere.
    Prima di tutto una punta che segni e poi tutto il resto per garantire cambi all’altezza.

    • L’inforunio di Kumbulla e quello di Abraham. ci venivano fuori un pò di soldi… e ora chi vendi? Villar, Darboe, Perez, Kluyvert, Shomu, Vina, Karsdorp, ci vuole un mago, ma di quelli bravi bravi…

  3. ….e anche questa l’hanno toppata…. dentro la società abbiamo un team di “disinformatori” che fa invidia alla NATO

  4. Altra caxxata del bello che balla e racconta le balle. Ndicka sta a Roma a fare le visite mediche. In Codta d’Avorio ce dovremmo manda’ Cazzaroni

  5. Caxxaroni mi sa che deve pure studiare la Geografia, l’aeroporto di Ciampino si trova a Roma e Roma è la Capitale d’Italia, mica della Costa d’Avorio, è Europa, mica Africa.
    N’Dicka è atterrato all’aeroporto di Ciampino.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome