NDICKA: “Partita strana, per fortuna abbiamo vinto. Pellegrini, Lukaku e Mou i nostri leader”

22
595

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Evan Ndicka parla ai microfoni dei giornalisti al termine di Roma-Lecce.

Di seguito tutte le dichiarazioni del calciatore giallorosso sulla gara di campionato appena conclusa allo stadio Olimpico:

Il quarto posto dista 4 punti e il terzo posto 5.
“Lo sappiamo, abbiamo fatto una buona partita. Siamo tutti contenti, lavoriamo per ottenere sempre più punti”.

Questa squadra può arrivare fino in fondo in Europa League?
“Sì, abbiamo le qualità per fare qualcosa di importante. Ora pensiamo alla partita contro lo Slavia Praga, siamo pronti”.

Chi è il vostro leader nello spogliatoio tra i giocatori?
“Ci sono tante personalità, il mister è molto importante per noi così come Pellegrini e Lukaku”.

Cosa scatta nella testa dei giocatori quando siete sotto in una partita?
“Partita strana, ma per fortuna abbiamo vinto. Siamo molto contenti per questa vittoria”.

Articolo precedenteMOURINHO: “Squadra e pubblico straordinario, mai visto un tifo così. Gara pazza, non potevamo non vincere. Ora siamo più vicini…”
Articolo successivoUrlo Lukaku, Roma infinita

22 Commenti

  1. sto ragazzo sta migliorando devo dire ,partita dopo partita sta forse entrando nelle dinamiche di squadra o semplicemente comincia a sentirsi a suo agio con la nostra bellissima maglia addosso ,comunque mi fa ben sperare ,è ordinato ,bada al sodo senza troppi fronzoli e abbastanza attento, tutte qualità essenziali per il ruolo di un difensore ,se continua a crescere potrebbe diventare l innesto solido di cui avevamo bisogno.

    • È vero, è un difensore ordinato e per questo si nota meno, a volte fa qualche dormita ma credo che la sua crescita sia sotto gli occhi di tutti, piano, ma costante. Alla fine forse abbiamo pescato bene dal cilindro, vediamo il resto della stagione.

    • hai ragione, migliora partita in partita, mi ricorda molto il Rudiger di anni e anni fa, all’inizio molto criticato, ma poi ……….. ancora oggi molto legato ai cuori giallorossi. Ha anche un piede “raffinato” come vuole Mou, difficilmente sbaglia un passaggio. Credo che anche Kristensen sia un giocatore di livello, solo che trova piu difficolta ad ambientarsi. Ricoprono dei ruoli veramente nevralgici per la squadra. Diamogli fiducia, rimandiamo i giudizi a fine campionato.
      Sempre, comunque e dovunque, forza ROMAAAA

    • Ivan 72 sono completamente d’accordo con te. Anzi, ha fatto delle chiusure in scivolata sui tiri dei leccesi che hanno confermato come stia costantemente progredendo nel ruolo. Se fosse anche veloce nei recuperi sarebbe perfetto, ma “se mio nonno c’aveva…”. Forza ROMA sempre.

  2. Molti esperti di calcio che di professione bazzicano questo blog, hanno avuto dubbi su questo ragazzo fin dalle prime partite, non perdendo occasione per evidenziare lentezza e limiti tecnici.
    Io che tifo e basta però ho pensato di aver visto umiltà e intelligenza fin dall’inizio, quella di uno che non voleva strafare, capire, entrare in un meccanismo. In più molto gioco passa dalle sue parti e non mi sembra che il pallone gli scotta tra i piedi, evidenziando carattere e personalità. Non deve essere facile gestire la pressione dell’Olimpico, ma ogni partita acquista sicurezza. Speriamo cresca ancora, ce lo auguro.
    NB mi sbilancio e mi allargo (come fatto per Cristante quando in pochi lo difendevano) ma penso che anche Kristensen abbia bisogno di tempo. Vedremo

    • Ciao, la penso come te su Ndicka, ha un’ottima tecnica, un buon senso dell’anticipo e ieri ci ha evitato un gol. Ragazzo serio che per l’assenza di alternative ha potuto effettuare un necessario rodaggio inserendosi sempre meglio partita per partita. Avesse giocato soltanto le 2 o 3 prime partite – in cui effettivamente metteva i brividi – l’avremmo massacrato… Daje Ndicka!

      Su Kristensen, spero sia come dici tu, ma purtroppo nutro qualche perplessità soprattutto mi sembra di vedere qualità tecniche abbastanza limitate. Ma spero di essere smentito!

      Forza Roma sempre

  3. A dir la verità non è proprio esente da colpe sul goal del Lecce, Mancini e Llorente stavano contrastando Banda ma sul rimpallo nel contrasto con llorente N:Dicka ancora una volta è rimasto fermo, immobile non provando nemmeno a contrastare Almqvist che veniva da dietro. Basta rivedere le immagini con attenzione. Deve essere molto più reattivo.

    • Ver, c’è da dire che probabilmente ha visto Mancini a contrasto con Banda e non pensava che la palla potesse arrivare, ha fatto un rimpallo fortunoso.
      Evidenzierei, comunque, anche un pajo di interventi in scivolata a stoppare tiri pericolosi, lì ci ha messo una pezza, però appunto, alla fine non è successo nulla e si nota meno.

    • Vero MassiRoma sei proprio un intenditore sopraffino……di baseball.Poi certo che c’è solo la AS Roma che significa, esaltare tuto e tutti va bene solo fino a un certo punto senza minimamente far caso alle altre due grandi occasioni avute dal Lecce nella ripresa e tutte dalla sua parte. Le partite vanno viste! poi migliorerà??? certo sono il primo ad augurarmelo ma deve essere molto più reattivo as leggere le situazioni e se vogliamo più cattivo.

    • Dunque almeno a parere N.Dicka ha una buona tecnica di base, sa trattare il pallone molto meglio di altri difensori che girano per l’Italia e per l’Europa e quindi bravo in fase di disimpegno e di rilancio ed effettivamente mano mano va perdendo l’iniziale timidezza migliorando anche in fase di contrasto. Quello che tuttavia gli manca, almeno per ora, è quella che suol dirsi la garra tipica dei difensori sudamericani in particolare che poi si traduce in grande rapidità, reattività e quel pizzico di cattiveria che non guasta che gli consentirebbero di anticipare l’avversario. Non eccezionale nel gioco aere. Diciamolo francamente anche se sicuramente in concorso con llorente in particolare e Mancini. Sul goal di Zapata è stato letteralmente anticipato con piena responsabilità,i goals di Thuram e di Alqvist sono molto simili con i due attaccati che vengono da dietro e si inseriscono fra lLorente e appunto N.Dicka. Con ogni probabilità questi goals con Smalling e Ibanez non si prendevano….

  4. Ndicka è uno dei migliori acquisti fatti dalla Roma. Lo vedo molto bravo e diventerà un nuovo Rudiger. Ne sono assolutamente convinto. Sta migliorando giorno dopo giorno ed è bravo anche tecnicamente. Ha grande personalità e questo fa la differenza.

  5. Se prendiamo Oumar Solet del Salisburgo in questa sessione di mercato invernale siamo sistemati ovviamente mancano terzino destro e sinistro ma questo già si sapeva da anni… comunque Ndicka può solo che migliorare ottimo fisico e molto diretto nei contratti Forza Roma

  6. Ma la cosa piu’ bella di questo giocatore e’ che e’ GRATIS !

    Quindi pure se facesso schifo non ci avremmo perso nulla.

    Quanto e’ bello che non ci sta piu’ sabbbbatino o zozzone

    a farci spenne 35MIONI per Iturbe, 18 per Gerson

    e 4.5 per il PRESTITO di Salih Uçaaaaaaaaaaaannnnnnnn !!!!!!!!!!!!!

    Addirittura quello PAGAVA per i prestiti con diritto…che poi non lo riscattava !

    Un Mione quà e uno là… tanto che vuoi che sia ?

    A fine anno vennemo uno bono e se aggiusta il bilancio, no ?

    Meno male che tutto quello schifo che ci ha portati in malora e’ FINITO

    e che ora che pallotto ci ha rovinato siamo COSTRETTI fare piu’ attenzione ai soldi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome