NICOLA: “Soddisfatto dei ragazzi, hanno dato tutto. Peccato aver sbagliato il 2 a 0, sarebbe stata una botta per la Roma”

12
1176

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Davide Nicola, allenatore della Salernitana, commenta a fine gara la prova dei suoi ragazzi nel match di campionato che si è appena giocato allo stadio Olimpico contro la Roma.

Di seguito tutte le dichiarazioni del tecnico dei campani ai microfoni di DAZN:

Come si legge questa partita?
“Voglio fare i complimenti ai miei ragazzi, stanno crescendo in maniera esponenziale, sono sempre più convinto che possiamo farcela, a patto che giochiamo con questo ardore e questa capacità di iniziare a leggere le partite. Avremmo potuto chiudere la partita sul 2-0, non lo abbiamo fatto ed è un demerito nostro. Tutto il resto sono molto soddisfatto dei ragazzi, hanno dato tutto e sono contento per i nostri tifosi che hanno visto una squadra che darà tutto fino alla fine”

Il centrocampo è cambiato totalmente.
“Sì, il nostro reparto del centrocampo è qualitativo di gente poco conosciuta ma che saprà stupire fino alla fine. Era una partita importante per venire in casa di un grande allenatore e una grande squadra. Portare via punti sarebbe stato un motivo di orgoglio oltre che per la classifica. Se la squadra ha questa qualità ed energia sono fiducioso, anzi dobbiamo arrabbiarci e fare meglio”.

Con l’uscita di Ribery e Ranieri sembra che sia venuta più paura.
“Purtroppo quando mi hanno chiesto il cambio, Ranieri aveva un indurimento, non si poteva fare diversamente. Anche l’uscita di Mazzocchi e Obi, che mi ha dimostrato di poterci contare, abbiamo dovuto fare delle sostituzioni. È la dimostrazione che ognuno può essere utile, la mentalità di chi entra deve essere la stessa. Alcuni sono avanti, altri devono migliorare sotto il punto di vista della mentalità. Non posso criticare nessuno, mi dimostrano che credono in quello che facciamo e mi basta al momento”.

Ieri ha detto che ‘dobbiamo alzare l’asticella delle ambizioni’, si fa così?
“Credo che per chi è in classifica come noi non ci siano altri percorsi. L’obiettivo numero uno era creare un’identità, sono convinto anche dopo oggi che possiamo fare ancora meglio. Voglio vedere abnegazione, entusiasmo per quello che stiamo facendo. Sono convinto che basta una vittoria per trovare continuità di risultati”.

Articolo precedenteSABATINI: “Ho assistito a cose ignobili dal punto di vista sportivo. Ogni volta che si viene giocare a Roma succede qualcosa di inaccettabile”
Articolo successivoROMA-SALERNITANA 2-1: le pagelle del match

12 Commenti

  1. Dal suo modo di vedere le cose ci aveva fatto la bocca ai tre punti, immeritati, ma sempre tre punti. E vabbè, attaccate al razzo e prendila così….

    • Va riconosciuto che Nicola sta facendo un gran lavoro con i pochissimi mezzi messi a disposizione da Litito.. pardon, dalla società. Nicola è bravo e la Salernitana ha fatto un’ottima partita.

  2. Se Gyomber avesse preso 2 ammonizioni già sullo 0-0 e la Salernitana si fosse trovata in 10, altro che parlare addirittura del se avessero fatto lo 0-2, poi mettiamoci in conto pure il rigore nettissimo negato a Mkhitaryan.
    Senza considerare l’essere stato preso a pallonate e i gol mangiati dalla Roma nonostante la prestazione mediocre di qualche solito giocatore, sarebbe finita tanto a poco o niente, altro che solo 2-1.

  3. Lassana Coulibaly, 26 anni, preso gratis in serie b francese, chapeau!
    Ederson, 22 anni, preso a 6,5 dalla Republica Corinthiana (come Castan e Marquinho), tanta roba.
    valore di mercato di Lassana Coulibaly, 1,8. 15 milioni pe levasse Cristante so pochi? famo 15,5

  4. Si lamentano tutti della Roma, dei comportamenti loro no…… ora fanno come i zotici norvegesi si lamentano della panchina. Ci siamo lamentati per anni dei comportamenti troppo civili quasi da educande andando a prendere schiaffi in giro per il mondo nel vero senso della parola, vedere la panchina inalberarsi per torti subiti e difendere il proprio allenatore insultato dagli avversari proprio per provocare specie dal loro accompagnatore salentino, ma da persona intelligente a 60 anni Mou non ci casca e ha chiesto scusa….Poi finita la partita tutto finisce li’ e con la Roma no, adesso la si mette in caciara poi da chi… da uno come Sabatini che ne conosce di torti alla Roma per tanti anni senza dire niente, e adesso si lamenta di che, hanno giocato come il Genoa partita da westring corpi a corpi, con arbitro quasi tollerante questo ai cari Nicola e Sabatini non e’ calcio quel lottatore di sumo di Juric ha menato tutta la partita su Ibanez che e’ un tutto dire e volevano il rigore ma su…. Andassero in serie B, loro il Venezia e il Genoa imparassero a giocare no con i comportamenti della panchina ….e’ da ridere. Ieri grande pubblico ma i cori contro Napoli non mi piacciono anche questo e’ da cambiare….

  5. Raga, sul piano del gioco sono stati più bravi loro, troppi dei nostri rinunciatari e spauriti, senza un minimo di capacità di fare giro palla o offendere, forse stanchi o fuori forma, ma alla fine i tre punti sono arrivati e va bene così.

    L’anno prossimo però 5-6/11 della squadra titolare (o anche più) vanno sostituiti con gente che sappia cosa fare con il pallone tra i piedi e che sia un po’ più lesta di pensiero a imbastire azioni, con Mourinho che si spera sappia governare il tutto offrendo un minimo di coralità, coerenza e razionalità al nostro gioco; in questo senso non chiedo molto, ma almeno qualcosa…

    Abbiamo perso l’occasione anche quest’anno; tranne Abraham nessuno dei nuovi arrivati si è mostrato capace di essere un titolare, quella che tira la carretta è sempre la squadra dell’anno scorso.
    Assurdo, roba che non può andare bene a nessuno che tenga davvero a questa squadra.

    Mercato estivo 2022: ultima chiamata per i Friedkin.
    Sveglia.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome