Nicolato: “Bove? Può sbagliare tutto quello che vuole, avrà sempre la mia stima tecnica e umana”

8
1006

AS ROMA NEWS – La prestazione di Edoardo Bove con la maglia dell’Under 21 nell’ultima apparizione contro l’Inghilterra non è stata impeccabile.

Il centrocampista giallorosso ha infatti causato un rigore dopo appena te minuti, sbagliando anche in occasione dell’immediato raddoppio inglese.

Il ct degli azzurrini Nicolato, che lo aveva lasciato negli spogliatoi all’intervallo, non sembra però aver cambiato idea sul giovane talento della Roma.

Bove? Può sbagliare tutto quello che vuole, dal punto di vista tecnico e umano avrà sempre la mia stima, così come tutti gli altri”, ha detto l’allenatore dell’Italia U21.

“Il mio non è mai un approccio condizionato dagli errori, si tratta di episodi che possono capitare. Gli errori fanno parte della nostra crescita, bisogna passarci, ci possono arricchire“, ha concluso Nicolato.

Articolo precedenteWijnaldum in stampelle a Trigoria. Il giocatore: “Altro allenamento di recupero” (VIDEO)
Articolo successivoCalciomercato Roma, gli osservatori giallorossi seguono Timber dell’Ajax per la difesa

8 Commenti

  1. Sentire queste parole da un professionista che a sua volta allena professionisti è un grande messaggio. Purtroppo tra gli amatori gli errori dei giovani sono spesso sanzionati, con tanto di umiliazioni a seguire

    • Si, ma certe parole vengono anche facili, specie nel mondo di chiacchiere in cui viviamo oggi.
      Non voglio pre-giudicarlo, ma voglio vedere i fatti, le scelte che fara’ in seguito.
      Ho sentito per anni molti di questi “del ramo” dire cose dialetticamente belline, e poi, piu’ o meno gradualmente, bannare certi giocatori come se c’avessero la peste.

  2. Parlando di nazionali, anche se non c’entra specificamente con questo articolo, volevo far notare Immobile che non ha giocato nemmeno un secondo della partita di San Siro e non parte proprio per Budapest per via di “problemi fisici” che saranno completamente scomparsi prima della prossima partita della lazie.

    Ma Immobile per Mancini e’ un “ragazzo d’oro”, con convocazione blindata in nazionale, pure a fronte di continue prestazioni da cacciarlo a pedate sulle gengive.

    Se mai un giorno smettero’ di seguire il calcio (che e’ improbabile, ma possibile) sara’ per via di queste ZOZZERIE veramente patetiche da parte di gente come Mancini, questi “pretini” faziosi, arroganti e palloni gonfiati che si autoassegnano sistematicamente come meriti personali anche estemporanee botte di qulo per poi usarle come pretesto per fare i ducetti della panchina.

    Mi spiace, ma a me Mancini gia’ mi andava di traverso pure quando abbiamo vinto gli europei (in qualche modo e per certi versi, ne sono convinto, nonostante lui…), adesso che usurpa la panchina dopo aver fallito la qualificazione mondiale proprio non lo reggo.

    • Hai detto la sacrosanta verità e mica solo lui…molta gentaglia sta lasciando la nazionale x problemini fisici.
      Comunque mi dispiace per ZANIOLO. Ma alla fine e’stato meglio così.
      Almeno si è allenato come si deve per domenica prossima…vai NICO sfondali….

    • e aggiungo: articolo VERGOGNOSO sulla gazzetta, genuflesso al Mancini “finalmente non più buonista”, in cui Zaniolo viene accomunato a Zaccagni e Lazzari tra i “furbetti” che snobbano la nazionale.
      Senza nemmeno una parola a ricordare che Zaniolo si è DISTRUTTO UN GINOCCHIO proprio in nazionale, in una partita inutilissima: un infortunio che gli ha gravemente rallentato (e spero non compromesso) la carriera.
      “Giornalismo” sportivo davvero ai MINIMI TERMINI in italia

  3. E cosa ci sarebbe di strano nelle parole di Nicolato?..

    Ci sono tanti allenatori che non amano far giocare i giovani.. Perché sono imprevedibili.. Possono fare giocate che l’avversario non si aspetta (Come è capitato proprio a Bove lo scorso anno contro il Verona).. E l’avversario non se lo aspetta perché lo conosce poco..

    Ma nello stesso tempo deve ancora imparare tante cose.. E dovrà passare per forza di cose attraverso alcuni errori “d’esperienza”… Ed anche questi sono errori che fanno crescere il calciatore

    Nicolato allena calciatori giovani e lo sa benissimo che tutti i suoi calciatori passeranno tra questi errori.. Ma sa anche che se il calciatore ha qualità.. Ne vale la pena..

    Ho paura di vedere Bove in campo per questo motivo.. Uno come Mou lo perdona.. Anzi lo difenderà.. Ma tante persone.. Sono pronte a bocciarlo dopo due errori..

    In premier i giovani li lanciano e li aspettano.. Ho visto tante critiche solamente nei confronti di Saka.. Dopo aver sbagliato il rigore agli europei proprio contro l’Italia..

    I ragazzi giovani vanno lanciati nei momenti giusti, capiti, perdonati, aspettati.. E se sono Forti.. Ne sarà valsa la pena..

    Bove secondo me può arrivare lontano..
    Ma è un semplice parere personale..

    Forza Roma..

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome