Noi siamo la Roma

37
811

AS ROMA NEWSRispetto per il Brighton, ma paura zero. Soprattutto perchè questa Roma ha un blasone europeo che la giovane squadra inglese ancora si sogna. Poi ovviamente sarà il campo a emettere il suo verdetto insindacabile, e già stasera, dopo la gara di andata all’Olimpico, capiremo di più di questo interessantissimo scontro che vale un posto nei quarti di finale dell’Europa League.

Per la Roma vincere questo confronto significherebbe tanto: entrare nelle prime otto di questa competizione sarebbe la conferma del salto che il club ha ormai compiuto in Europa. Ma soprattutto la squadra aiuterebbe sé stessa, dando una spinta all’Italia verso quel primato nel ranking Uefa che permetterebbe alla Serie A di avere una quinta squadra in Champions. 

La partita di stasera (fischio d’inizio ore 18:45) si preannuncia spettacolare: il “genio” De Zerbi affronterà la Roma portando avanti le sue idee di calcio totale e ultra-offensivo. “In pochi hanno il coraggio di fare quello che faccio io“, ha affermato ieri con una punta di spocchia l’ex allenatore del Sassuolo, che stasera vorrà dare una lezione al suo grande amico De Rossi.

Per Daniele sarà una prova di maturità importante: riuscirà a trovare le giuste contromosse per affrontare una squadra come il Brighton, che quando è in serata può diventare davvero difficile da contenere? E come si giocherà questo match di andata, cercando di attaccare gli inglesi mantenendo il possesso della palla, oppure aspettando gli uomini di De Zerbi per colpirli negli spazi che inevitabilmente concederano agli avversari?

Comunque sceglierà di giocarsela, la Roma parte leggermente favorita da questo confronto, considerato anche lo stato di forma delle due squadre. E’ stato lo stesso De Rossi a confermarlo tra le righe ieri: “Siamo tecnicamente superiori“, le parole dell’allenatore a fine conferenza. Iconico quel “noi siamo la Roma” ribadito con orgoglio che ha impreziosito pensieri e concetti espressi con convinzione davanti alla stampa.

De Zerbi potrà contare su un collettivo di giovani calciatori dal futuro radioso, la Roma su giocatori più esperti, abituati a disputare confronti del genere, che si giocano spesso sui nervi. E sulla coppia Dybala-Lukaku che in pochi in Europa possono permettersi. Perchè gli allenatori contano, ma alla fine sono i calciatori in campo a fare la differenza. 

Giallorossi.net – Andrea Fiorini

Articolo precedenteDifesa a tre o a quattro per affrontare il Brighton? I giornali si dividono sulle scelte di De Rossi
Articolo successivoRoma, due tifosi inglesi rapinati e accoltellati nella notte a via Cavour

37 Commenti

  1. Condivido tutto il contenuto dell’articolo di Andrea Fiorini, ma soprattutto la frase finale: “Perché gli allenatori contano, ma alla fine sono i calciatori in campo a fare la differenza”.

  2. Il primo tempo ci dirà l’esito del confronto.
    Se la Roma riuscirà a reggere sulla fasce e sfruttare il fattore campo bene.
    Credo che saranno decisive le prestazionidi Elsharawy e Cristante che dovranno fare entrambe le fasi.
    Altrimenti passerà a 3 per cercare di difendere bene (con Smalling Mancini e Ndicka post coppa Africa).
    Lukaku può far salire la squadra e con Dybala vicino possono fare di tutto.
    Sarà comunque una bella partita per capire a che punto è la Roma di DDR anche in ottica delle sfide più dure che ci attendono in campionato.

  3. Gli avversari se rispettano, nun se temono. Er Braiton nun vale quanto la Magica e stasera vanno azzannati dar primo minuto. Vincere co’ n’par de gol de scarto sarebbe n’bell’inizio in vista der ritorno. Forza ragazzi, rompemoje er kulo a ‘sti albionici! DAJE ROMA DAJEEEEEE

  4. Non si sottovaluta nessuno, si studiano sempre gli avversari…
    Sarà sicuramente una squadra frizzante, giovane con buone idee di gioco ..
    Ma, come si fa’ a mettere sullo stesso piano una società, squadra e la propria storia con un “Braigton” de turno..
    Basta leggere i nomi dei giocatori in campo, tra l’altro autori di finali europee, mondiali, coppe d’Africa…
    Ma, se avessimo incontrato il Manchester city, ci avrebbero dato alla pari..??
    Poi le sorprese succedono, ma appunto sono sorprese…

    • Dicevate così pure cor bodo… 2 trasferte ai fiordi, 8 go’ subbiti… rega’, solito mantra, solito diktat… er petto va gonfiato a risultato acquisito, NON prima in base ar nome dell avversario… così facendo se porta solo zella…🤘🏽

    • Paolo non ho detto che la Roma se la porta da casa…
      Dico che se la Roma non passa è una sorpresa, negativa ma, sorpresa…🤷

  5. Non esiste, come teorizzano i patiti tatticisti del controgioco, la “contromossa più opportuna” in sé e per sé, indipendente da tutto.
    Esiste l’atteggiamento in campo più compatibile con le capacità che hanno i tuoi giocatori di esprimersi al meglio e di mettere in difficoltà gli avversari.
    La difesa a tre concede campo, i tuoi corrono a vuoto a riempire spazi troppo ampi mentre l’avversario se ha ritmo e velocità ti sbrana.
    Se De Rossi mette in campo la squadra in modo da far esprimere ognuno al meglio, puntando su tenere il pallino e offendere, credo proprio che il Brighton non avrà scampo.

  6. Rispetto si, paura mai. Se non torna a quella cosa indecente chiamata difesa a 3 e che ai tempi del Sor Carletto era 5-3-2 accusandolo di fare catenaccio ed oggi invece i terzini li chiamano quinti! Ma fatemi il favore e proviamo a fare e giocare al calcio che I tempi del defunto calcio del fu special one sono passati per fortuna. Io credo che usando la testa ed essendo propositivi, possiamo farcela. Forza Roma e forza ragazzi. Rispetto si, paura mai….dajeeeere

  7. Oggi è una di quelle giornate in cui dovresti fare tante cose, anche importanti, ma in testa ne hai sempre e solo una… andare allo stadio a SOSTENERE LA ROMA!
    Sarò intrattabile fino a che non uscirò da questa gabbia chiamata ufficio; sapevatelo.
    FRS

    • Magari potessi andarci anche io…. Comunque anche a 500 km di distanza il pensiero corre al momento del collegamento con lo stadio per ascoltare quel meraviglioso inno cantato all’unisono da 60000 fratelli.
      Ho adorato Mou ma purtroppo mi tocca ammettere che quel friccichìo ultimamente si era un po’ affievolito; da qualche settimana è ritornato spumeggiante e effervescente in fremente attesa della partita.
      Oggi come ieri, FORZA ROMA SEMPRE!

  8. Oggi, al di là di tutto, c’è un dato di fatto:
    siamo con la coppia d’attacco più forte in Europa League!!!
    Perché Lukaku ne è IL MOSTRO e l’unico vero GENIO CONCLAMATO, ad oggi, si chiama PAULO DYBALA!!!
    Sfido chiunque a contraddire ciò.
    Pure il Brighton…..
    FORZA ROMA

  9. Non sono d’accordo a banalizzare “si gioca sulle fasce” “saranno fondamentali Pippo e Pluto”…
    Sarà fondamentale la determinazione di tutti a fare il proprio lavoro e sacrificarsi anche per i compagni; mantenere la concentrazione e gestire le energie per i 90 minuti; impostare la partita con equilibrio tattico: c’è una difesa da far lavorare bene, un centrocampo cui dare al regia della partita e il compito di tenere compatta la squadra, un attacco e due fasce con il compito di aggredire coralmente l’area avversaria e sfruttare al meglio le occasioni che ci saranno … e saranno tante.
    E che vinca il migliore! Che sappiamo chi è 😉

  10. Il Brighton con tutti gli infortuni che ha è una squadra mediocre anche se dovrebbe far girare bene il pallone.. Mi gioco il 2 a 1.
    Daje

  11. credo che la storia e la statistica dice che per portarsi a casa la qualificazione bisogna vincere in casa! a prescindere dal modulo con 2 o 3 centrali, andrà fatta una partita offensiva nel numero di occasioni da creare o quantomeno dei gol fatti. Un solo gol di vantaggio non sarebbe un super risultato..

  12. Dire che “conteranno le fasce” perchè il Brighton gioca aperto…significa sottintendere che il gioco lo comanderanno loro. Io dico invece che “conteranno i loro centrali difensivi”…visto che noi davanti abbiamo Dybala e Lukaku. Sono loro che devono prendere le contromisure

  13. NOI SIAMO LA ROMA
    dipende quale.
    se quella che vince le battaglie e non le guerre (finale Champions, coppa Italia 2013 , Roma lecce) o se LA ROMA dei 2001 e le finali di Coppa Italia vinte.
    perché dire siamo la Roma conta zero.
    avessi detto Real Madrid…

    • Nel delirio hai anche scordato di citare la Roma alla quale non fanno vincere le guerre (fucking disgrace ti ricorda qualcosa?). Ma basta con queste affermazioni!!!! Siamo la Roma nel bene e nel male. Punto.

    • sono uno che SA di tifare una squadra che nel panorama mondiale del calcio conta come il CA22O a briscola. quindi la storiella del SIAMO LA ROMA, fa ridere. avessi detto siamo lo UTD.

  14. ce la possiamo fare. Non sarà facile ed è giusto che sia così, non è il trofeo Caciottina d’oro, quello lo lasciamo ai lazzieli. Spero di mettere in ghiaccio la qualificazione già stasera, anche a costo di soffrire un po’.
    Daje Roma mia

  15. Oggi serve tutto: corsa, intelligenza nella gestione delle risorse fisiche, concentrazione. Loro correranno di più e più a lungo, e secondo me qui sta l’unico vantaggio che hanno. Speriamo bene. Forza Roma!

  16. Ci sono tre elementi che oggi dovrebbero (condizionale) essere determinanti:
    1) Il Brighton ha assenze importanti
    2) le squadre inglesi fuori casa non rendono
    3) la Roma gioca in casa in un Olimpico pienissimo

  17. WE ARE ROMA!
    secondo me la trasferta di Monza era più insidiosa, ne aveva fatti 4 al Milan, il brightom nelle ultime sette è entrato in crisi, la rosa della Roma è inferiore solo all’Inter, forse…. nei numeri la Roma oggi è la sesta squadra del pianeta dopo real, city, bayer leverkusen e psg. Punto.

  18. Lo posto ovunque perché ce stanno a raccontà le favole ma semo cresciuti:
    Allora, siccome i numeri o i dati reali poi parlano, vediamo quelli della carriera del Genio De Zerbi, genuflettendoci in ossequio a cotanto “stupor mundi”:
    2013 – Darfo Boario – serie D – Retrocesso;
    2014 – Foggia – Lega Pro – 7° – Eliminato 1° turno C.Italia;
    2015-16 – 2° posto gir. C –> Play-off perso in finale;
    2016 – Vittoria C. Italia Lega Pro in Aprile, Esonerato ad Agosto;
    2016 – a Settembre in A nel Palermo di Zamparini, a Novembre Esonerato;
    2017 – in A a Benevento, ultimo posto con 21 punti e Retrocesso;
    2018 – Sassuolo in A 3 campionati risultati: 11°, 8°, 8° posto;
    2021 – Sachtar, Guerra russo-ucraina risoluzione del contratto da 1° in classifica;
    2022-23 – Brighton, 4 anni di contratto, nella prima stagione 49 punti in 32 partite;
    Il resto dev’esse ancora scritto, e noi speramo che il foglio rimanga bianco.
    I dati confermano quanto detto in un post precedente – quello che realmente hai fatto, ormai, non conta una ceppa perché conta invece come uno viene raccontato – purtroppo!
    Questo “Genio”, in 11 anni di carriera, ha vinto per ora 1 Coppa Italia di Lega Pro… se questo è il nuovo che avanza… semo messi male!

  19. io lo dico da settimane, adesso come adesso possiamo battere chiunque, abbiamo sottomesso l’Inter per 60 minuti , e potevamo segnare di più, con Svilar non avremmo mai perso, saranno pure inglesi ma noi 3 gol li facciamo a chiunque , non ci interessa come parlano 😍

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome