Nuovo stadio, l’ora della svolta. E Pallotta cerca sponsor

43
10

ULTIME NOTIZIE STADIO ROMA – Ammettiamolo, il verde dell’erba e la palla che rotola rubano gli occhi e fanno volare la fantasia. Ma la Roma in questi giorni sta giocando altrove un altro paio di partite estremamente importanti, che riguardano in qualche modo il futuro delle ambizioni del club.

Proprio mentre Guido Fienga, ceo dei giallorossi, e Francesco Calvo, direttore commerciale della società, sono a Boston per fare il punto della situazione con il presidente Pallotta, la vicenda che riguarda il nuovo stadio che dovrebbe nascere a Tor di Valle entra in uno snodo decisivo. Entro il fine settimana – o al massimo i primi giorni della prossima – il Comune invierà alla Roma la bozza della Convenzione Urbanistica, che il club valuterà per eventuali correzioni.

Resta il nodo cruciale della contestualità tra la realizzazione delle opere pubbliche e l’apertura del nuovo impianto, che la società giallorossa vorrebbe evitare perché la tempistica dei lavori non a carico del proponente (ma della Regione) difficilmente saranno allineati a quelli dello stadio, rendendo così complicato l’obiettivo finale di far arrivare allo stadio il 50% degli spettatori su «ferro» (treno Roma-Ostia). (…)

Intanto a Boston si cerca di mettere in sicurezza il prossimo bilancio, che sarà privo dei ricavi della Champions. Dopo il «rosso» dell’ultimo esercizio per circa 24 milioni, si lavora su nuovi sponsor. Fra questi, persi gli introiti assicurati dal sito di scommesse Betwin per via del «decreto dignità» varato dal passato governo, si cercano proventi analoghi da partner asiatici, ed in prima fila c’è Awcbet.com. La partita, comunque, è ancora all’inizio.

(Gazzetta dello Sport)

43 Commenti

    • la sindaca e i 5 stalle hanno portato ROMA allo sbando , la mondezza ci sta sommergendo e non sanno fare un cazxo . per lo stadio si sono messi da soli in una situazione ridicola . il comune , pieno di INCAPACI , non può costringere la AS ROMA a subordinare l’ apertura dello stadio al completamento di opere che debbono costruire terzi , nel caso la regione . in un processo avrebbero sicuramente torto , ed è per questo motivo che decidono di non decidere e rimandano continuamente . ora non possono più allungare il brodo e sono alle strette .

  1. Al lavoro ho diversi colleghi Laziali.
    Il loro sogno e che la roma non faccia mai lo stadio.
    Purtroppo questo non è un desiderio dei soli laziali…

    • xxx ….. sei un caciottaro formellese …..puzzi di capra e di pecora ….BBBUUUUHHHHHH !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! torna nell’ovile di formello insieme ai tuoi simili , capre e pecore . BBBBBBBUUUUUUUUUUHHHHHHHHHHHHHHHHH !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • so’ sempre laziali, fidate.

      Certo, a sentire loro sono Romanisti fracichi dal 1900, perché loro prevedevano la nascita della Roma già allora 😀

      come riconoscerli?

      da quando sono piccolo il laziale si riconosce perché:

      1) spera che la Roma perda, per poi dire “te l’avevo detto”;

      2) è contento se ci sono contestazioni nei confronti della società;

      3) non vuole che la Roma faccia il proprio stadio

      4) prende in giro i nuovi acquisti della Roma bollandoli come pippe;

      5) elogia gli ex giocatori della Roma, tutti campioni ovviamente;

      6) chiama i romanisti “cesaroni”

      7) vuole che la Roma passi nelle mani di un presidente coatto peggio del loro

      qualcuno può anche aggiungerne, non mi offendo 😀

      ti sembra che qualcuno dei “romanisti” qui dentro tocchi…

    • Sono della Roma, sono stato abbonato, ho diverse maglie della Roma, alcune di calciatori (totti E nainggolan) e non voglio che lo stadio della Roma si faccia a Tor di Valle, perché è irregolare, e sarebbe dannoso per la città e per i residenti in quel luogo.

      Poi, se vogliamo parlare di altro…la juve, in 8 anni, dallo stadio ha ricavato circa 400 mln – 50 mln l’anno in media.

      Pensate che con 50 mln in più, la Roma, possa essere un top team europeo come auspicato da JJP? Non bastano per comprare lo scarpino sinistro di Hazard, o quello destro di Salah.

      E’ solo una sua speculazione. E a me, di vedere James Joseph Pallotta ricco, senza aver cacciato un euro alla Roma, e per aver accollato il prezzo dell’acquisto alla Roma stessa (vendor loan), non mi interessa,

      • Non ho una grande simpatia per James,ma lo stadio è necessario,anche perche’ è piu’ appetibile per una eventuale vendita.Comunque 50 milioni in piu’ all’anno non mi sembrano pochi,ho qualche dubbio che li investirebbe sulla Nostra,ma è solo una mia supposizione.

      • Come al solito, racconti le cose a metà. Forse perché sei poco informato, o forse perché ti fa comodo così.

        Comunque, i 50 milioni di cui parli, sono relativi solo a biglietteria e abbonamenti. A questi devi aggiungere: i naming rights, gli introiti da pubblicità (cartelloni luminosi), gli introiti da ristorazione, gli introiti dai parcheggi, gli introiti da eventi extra calcio ed extra Juve (partite, concerti, ecc…). Superano tranquillamente i 100 mln annuì.
        Noi oggi, a parte i 39 mln derivanti da botteghino e abbonamenti, da tutto il resto precedentemente elencato, non guadagniamo niente. Però, in compenso, le spese di manutenzione sono a nostro carico (e dei sbiaditi).

        Con 100 milioni in più all anno non ce compro CR7, però forse non sarei obbligato ad arriva’ pe forza quarto.

        • come scrivo spesso non m’addentro in questioni economiche… però leggendo i confronti che vi fate spesso leggo di tutti questi introiti, ma in questi calcoli non andrebbero aggiunte anche le spese di gestione e affitto??? ad esempio i 50 sopra scritti si intendono di incassi o di utili??? cioè anche non essendo un commercialista credo che una non corretta interpretazione dei numeri possa stravolgere i discorsi fatti…

  2. Adelmo
    Ti seguo sempre e ti condivido regolarmente.
    Ma stavolta non posso non intervenire per sottolineare che il tuo decalogo e’ Perfetto.

    Aggiungerei solo una voce
    E’ uno sfigato!

  3. Io dico solo che se Pallotta dovesse riuscire a fare lo stadio, a dispetto di tutto e di tutti, bisognerebbe fargli un monumento.
    Quando sarà, prima possibile spero, sono pronto a partecipare a una sottoscrizione.

  4. Io personalmente sono favorevolissimo allo stadio per come il 99% dei tifosi tutti (che siano essi soddisfatti o meno dell’operato di questa società). Non capisco come un tifoso si possa dichiarare contrario al nuovo stadio e ad un’opera di rilancio della città che darebbe circa 4000 posti di lavoro. Dunque qui non si tratta di caciotte, si tratta di spacconeria e stupidità, anche perché sono certo che lo stadio renderebbe la Roma appetibile a grandi investitori viste le potenzialità del brand. Basta con una storia da eterni secondi, bisogna cambiare il corso delle cose, la Roma dev’essere protagonista e lo stadio in questo senso è indispensabile. L’olimpico vuoto fa schif@.

  5. Aggiungo sono quelli che hanno inventato mai na gioia,mentre per chi ama la ROMA è sempre na gioia , sono tra questi la Roma è na gioia lo è sempre per me ,nella bona e cattiva sorte,daje ROMA

  6. Non so perché si continua a parlare di stadio. Qui il progetto è di una cittadella del business da 1,5 milioni di cui lo stadio è una minima parte con ricadute limitate sulla ASR e non impatta sul prossimo bilancio.

  7. Attenzione alla maxi causa che affosserebbe Roma e i romani. Sarebbe la più grande sconfitta ( sicura ) della storia recente di roma.attenzione. gli americani sono buoni e cari ma quando si incaz*ano sono cavoli amari.

  8. Faranno fare lo stadio perché ormai si stanno muovendo tutte le società.

    Atalanta, Udinese ed ora arrivano Milan Inter e Fiorentina.

    Situazione nauseante, come l’odore di Roma sommersa dell’immondizia, sfregio all’umanità.

  9. Nome e a te che te frega che si fa la cittadella? Ti disturba? Deturpa Tor di Valle? Ti rovina un piano regolatore che ha reso quel quadrante una discarica? Sei mai stato (non dico a Londra, Tokyo o Pechino) a Madrid o Berlino? A furia di fare terrorismo dogmatico sta città puzza di vecchio, stantio e disoccupazione. Ben vengano le cittadelle ed i grattacieli se danno lavoro e capitali alla città di Roma.

  10. Attenzione: il Comune esige che le opere precedano lo stadio (cioè la sua apertura) perché questo dice la deliberazione della Conferenza dei servizi. Il Comune non può fare altro. E se la Roma dovesse fare causa su questo punto, perderebbe. E’ questa la ragione per cui non c’è stato un solo comunicato della Roma di denuncia del blocco della situazione. Il problema è stato a monte, non solo con la scelta di quell’area sbagliata ma con la variazione drastica del progetto, che ha rivoluzionato il quadro, in negativo. Non è una situazione facile.

    • Tanto per chiarire…

      La delibera della CdS esige che ci sia contemporaneità con le opere connesse direttamente allo stadio e a carico dei proponenti. Se non è pronta la stazione tordivalle (a carico dei privati), lo stadio non può aprire. Se non è pronta la stazione Acilia (a carico della regione), si’. Questo parere lo ha dato la regione stessa, non più di quattro mesi fa, su richiesta della Raggi.

      Secondo la legge sugli stadi, il requisito principale a cui l area prescelta per la costruzione della nuova opera deve rispondere, è che sia presente già una struttura adibita allo sport. Come più volte ribadito dagli esponenti del comune.

      La variazione drastica del progetto è stata voluta dalla stessa Raggi. Il famoso “stadio fatto bene”.

      Quindi, basta scuse e basta terrorismo.

  11. Questo articolo viene riproposto ininterrottamente ogni 2/3 mesi. Sono passati quasi 5 anni dalla prima pietra… volevo solo far notare che Inter e Milan, molto probabilmente , tireranno giù lo stadio S. Siro per costruire una mega opera ( 250 mila mq) e sicuramente il tutto si concluderà molto prima di veder chiuso il ns Stadio ( ammesso che ci riescano) .

  12. Il nuovo stadio QUESTA generazione non lo vedrà e FORSE neppure la prossima… ve piace popio da sogna’…. (co pollotto solo incubi, altro che favole…)

  13. anch’io sogno di vedere giocare la roma in uno stadio tutto nostro, ma poi pensando che stiamo in italia dove mafia e corruzione regnano sovrani e dove la rube nel calcio e’ la massima dimostrazione di esse, lo stadio ho paura che non lo vedremo mai.

  14. Sullo stadio di proprietà non si può non essere d’accordo. Ma da solo non basta. E’ difficile pensare che gli introiti dello stadio possano far volare la Roma.
    Bisogna iniziare a vincere. Il brand e l’appeal del marchio di squadre come Barcellona, Real Madrid, Juventus, Bayern Monaco, Manchester Utd, non si basa certo sullo stadio ma perché questi club hanno palmares importanti che gli hanno guadagnato tifosi in tutto il mondo.
    Se devo scegliere di tifare una squadra inglese non vado certo a scegliermi il Leicester ma scelgo il Manchester.
    Se non fai una squadra forte la gente manco ci viene allo stadio a vederla. Davvero si può pensare di riempire il futuro stadio della Roma con una squadra che magari stagna a centro classifica ?
    Quindi serve sempre chi investe sui giocatori forti.

  15. W o ballotta stadium, perche si sa che senza stadio non si puo vincere…quindi niente campioni . Infatti basta guardare l Inda e u napule, a ballooooooo

    • Jo dico io o jo dici tu? vabbè jo dico io

      Ha vinto 1 Champion League 2009-2010
      Ha vinto 1 scudetto 2009-2010
      Ha vinto 1 coppa del mondo per Club 2010
      Ha vinto 2 coppe Italia 2009-2010 2010-2011
      Ha vinto 1 supercoppa Italiana 2010

      Tie conviene che je rispondi:-D

  16. questo da quando è arrivato cerca sponsor…ovvero soldi…uguale : non ha una breccola… così so bravo pure io a fa la testa de legno…

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome