“ON AIR!” – PINCI: “Zaniolo? C’è stato un gesto che ha scosso il ragazzo”, SAVELLI: “L’articolo di Repubblica è cartaccia”, GALOPEIRA: “Terrorismo psicologico creato ad arte”

28
6130

ULTIME NOTIZIE AS ROMA – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore. Buon divertimento!

Matteo Pinci (Tele Radio Stereo): “L’articolo su Zaniolo? Ho scritto di aggressione, ma si parla di aggressione verbale e non fisica. Magari anche con dei gesti molto eloquenti, uno in particolare che ha scosso il ragazzo da quello che mi hanno raccontato. Si tratta di una cosa da spogliatoio, ma che stavolta è stato un filino trascesa. Parliamo di un ragazzo di 21 anni che viene da un infortunio molto duro. Per non aver rincorso un avversario dopo una palla persa, forse quella reazione è stata eccessiva e ha lasciato un segno, e questa non è una mia opinione… Quello che è successo rischia di cambiare il futuro del ragazzo…”

Riccardo “Galopeira” Angelini (Tele Radio Stereo): “Si vuole creare una sorta di terrorismo psicologico intorno a Zaniolo. Supponiamo anche che finita la partita col Verona qualche giocatore con spiccata personalità, magari più grande di lui, per dirgli: “Ah bello, ti devi dare da fare eh..“…ma il calcio è uno sport di squadra… Zaniolo, che sicuramente è un predestinato, non credo sia stato bullizzato, ma richiamato…sono cose di calcio. L’importante è rompere le scatole alla Roma, loro vi devono rovinare l’esistenza, è diventato il loro lavoro, quello di farvi vivere male la Roma… I giornali non si possono più leggere. Finito il caso Fonseca, ora c’è quello Zaniolo. E attenzione, aspettatevi tra tre settimane l’offerta per Ibanez con la Roma costretta a fare plusvalenza…”

Stefano Petrucci (Tele Radio Stereo): “Su Zaniolo sono state costruite non-notizie. C’è stata una discussione ma nessun appuntamento con Vigorelli. Ingigantire piace all’ambiente, lo stile è questo… La piazza non reagisce, è talmente schifata di Pallotta che non fa nulla. La Roma ha rotto le scatole definitivamente, è una società inerme… Quello che succede con la Roma non è più tollerabile, sotto ogni piano…non puoi continuare a prendere schiaffi da tutti le parti, perchè sembra che ti piace, e allora sei masochista…”

Fernando Magliaro (Rete Sport): “Stadio della Roma? Ieri è andato in onda un niente, come era successo due settimane fa… Si aspettava un semaforo verde politico da parte dei malpancisti al progetto stadio, e invece non c’è stato. Il problema è politico: la Raggi ce l’ha una maggioranza in cosniglio o no? Tecnicamente sì: ci sono sicuri 23 voti favorevoli su 26, gliene mancano tre. Sono tre donne dubbiose, hanno le loro ragioni, non entro nel merito ma dopo 4 anni se hai un dubbio o te lo sei fatto passare col sì, o te le devi far passare col no, non è che puoi restare col dubbio, prima o poi lo devi sciogliere…”

David Rossi (Roma Radio): “Se Zaniolo fosse stato alla Juventus, e l’allenatore lo riprendeva per aver fatto qualcosa di storto, avrebbero detto che la Juve raddrizza i giovani, li inquadra, e così via. Invece succede alla Roma e succede il finimondo… Io ricordo Spalletti che rimproverava spesso Dzeko, dicendo che doveva dare di più, e lui ha fatto 39 gol…e parliamo di Edi Dzeko, uno dei primi 10 giocatori più forti della Roma. Ora Fonseca dice che Zaniolo deve fare di più e scrivono di rissa, scontro con Fienga, blitz negli spogliatoio…questa terminologia da catastrofe… Non ti accannano mai, neanche dopo 3 vittorie e un pareggio…Si poteva parlare di tante cose, del modulo, dei giocatori, di che fine hanno fatto gli esterni… No: risse, sciagure, bufere, blitz. Sono arrivati a dire che se resta Fonseca allora Zaniolo va via, perchè non vanno più d’accordo….”

Iacopo Savelli (Roma Radio): “Io ricordo quando nacque Repubblica, non aveva la pagina sportiva…ora non vorrei dire che era meglio…Poi hanno capito che lo sport tira, anche per chi legge un quotidiano politico… Io non faccio critiche di nessun tipo, ma leggo cose che sono veramente cartaccia. Non ci sono altri termini per definirle. Poi si fanno sempre e solo i conti in tasca alla Roma, a cosa bisogna fare per salvare i bilanci. Poi uno guarda le vendite delle copie dei giornali, e una domanda me la faccio…Se prima vendevi 100 e ora 2, un problema ci sarà…”

Redazione Giallorossi.net

28 Commenti

  1. In questo momento la squadra messa in campo da Fonseca (dopo aver sperperato un mare di punti) ha trovato degli equilibri efficaci e anche delle risorse inaspettate (Ibanez); le manca Zaniolo a tempo pieno. Forza Roma dobbiamo cominciare a superare gli ottavi in El.

    • Ibanez che solo una settimana fa era stato già sfondato e bollato come pippa dai soliti “esperti”. Ibanez difeso da me in quella stessa circostanza.

      Basta leggersi le notizie di poco più di una settimana fa.

      Domani come dice Galopeira (di cui sottoscrivo ogni parola), Ibanez sul mercato.

      Perché tanto si è capito, loro fanno notizie solamente allo scopo di creare ansia e dolore ai romanisti.

      E invece di schifarli, certi romanisti danno loro pure ragione.

      Questo è l’ambiente “vincente” che ci troviamo da ben prima che nascesse il calcio.

    • Rammento i commenti sguaiati di “certi romanisti”, in realtà le solite Comari Isteriche, contro chiunque a dicembre si fosse azzardato a scrivere che quelli della banda Lotito sarebbero prima o poi crollati come tanti stupidi bisonti sotto il tiro di Buffalo Bill, seduto su un seggiolino.

  2. Gli articoli contro Zaniolo sono figli della propaganda, di chi pensa che la propaganda contro Pallotta fatta a getto continuo lo spinga a vendere più velocemente

  3. Io invece ricordo, davidino caro, quando facesti una battaglia per cufrè.
    Mi ricordo “prima i campioni”.
    E mi ricordo pure “basta un euro di più per far meglio….” di chi era… pallotta?

  4. La Repubblica è passata da BRERA e MURA, due monumenti del giornalismo,
    a pinci.
    Direi che è lo specchio della decadenza dei tempi.

  5. caro Magliaro, la raggi nella sua arroganza dimentica, come successo a chi sta sopra di lei, che se sono stati eletti è stato anche grazie a quei consiglieri che hanno raccattato voti tra i NO TAV, NO TAP, NO OLIMPIADI, NO STADIO, NO STOKAZZO…la sindaca forse cadrà in piedi, ma questi consiglieri non possono voltare le spalle a chi li ha votati, pur con argomenti da centri sociali, solo perchè ora fa comodo rimangiarsi tutte le “battaglie” del movimento. I malpancisti, visto che è palese che la rielezione è un miraggio persino se ti fai di lsd è più facile che provino a salvare la faccia, per poi riciclarsi al prossimo giro coi verdi o qualche altra manica di scappati di casa. Quindi o l’opposizione decide di cavalcare il momento e va in aiuto della raggi risultando decisiva nella questione stadio (un credito da riscuotere più avanti) o la cosa si ferma ancora una volta fino all’insediamento del prossimo sindaco, fermo restando che le difficoltà vere ci saranno se mai un giorno dovessero aprire i cantieri

    • Bè, i 5S al governo hanno fatto l’esatto opposto di quello che era nel loro programma elettorale.
      Sono delle macchiette, non mi stupisco più di nulla.

  6. Ahahahahahahahaha
    Petrucci e Rossi che dicono che la stampa fa terrorismo psicologico contro la Roma fa ride…
    Il primo, non piú tardi di 10-12 anni fa, inveiva in radio contro la dirigenza dell’epoca perché il Manchester United si era venuto a prendere un tal Petrucci dalla primavera, e per questo la Roma non valeva nulla, oppure si lamentava del fatto che sempre quella dirigenza affittava i pullman da Calabresi invece di averne uno di proprietà. (Tutto questo mentre la Roma lottava punto a punto per lo scudetto contro l’Inter del triplete).
    L’altro è cosa nota, chiedeva in radio di non fare gli abbonamenti oppure andava sotto la sede di Unicredit per chiedere a Profumo, all’epoca dirigente Unicredit, di vendere la Roma a fioranelli.
    In questo quadro esilarante, Galopeira, che faceva trasmissione con Mario Corsi, massacrava i primi due tutti i giorni insieme a corsi dicendo che erano nemici della Roma, e mo ce fa comunella.
    Che fogna l’etere romano ragazzi, veramente una cosa ripugnante.

  7. I giornali non li compro, le radio non le ascolto, chiudete sta rubrica così manco li commentiamo più e devono cambiare tutti lavoro.
    RADIO ROMANE TUTTE P…..E

    • Ti sei accorto che….gr.net è un portale di informazione sportiva sulla Roma, basato al 90% su articoli e opinioni giornalistiche?

  8. I giornali stanno parlando del nulla..non sanno più cosa inventarsi per vendere qualche copia..alcuni saranno sull’orlo del fallimento,per cui la cosa migliore è l’indifferenza a certe notizie che non hanno fondamenta.
    Se il tecnico ha ripreso Zaniolo è perché a lui ci tiene molto e Nicolò lo dovrebbe ascoltare ed essergli grato che qualcuno a volte lo tenga con i piedi per terra,abbiamo visto troppi talenti sprecati (vedi Cassano)per colpa del loro carattere e della loro presunzione.
    Nicolò ti do un consiglio,ascolta i rimproveri del tecnico e dei tuoi compagni più grandi senza offenderti e anzi fanne tesoro per migliorare dal punto di vista tattico e caratteriale .
    Se rimani con i piedi per terra diventerai un grandissimo campione

  9. Mi sono tappato il naso e la bocca e sono andato a sentirmi il podcast su TRS dell’intervento di Pinci, 22 o 23 minuti di patetiche parole… Pinci che letteralmente dice che Zaniolo viene PUBBLICAMENTE umiliato negli spogliatoi dai compagni di squadra, che lo hanno letteralmente aggredito (precisando che si tratti di violenza solo verbale e non fisica, peccato che nell’articolo scritto non l’ha precisato)… Ma gli spogliatoi sono un ambiente pubblico o privato? Lui sa, per certo ciò che è successo, come se fosse stato li presente o come se avesse parlato col solito topino… dando per certo ciò che questo ratto gli riporta? Il terzetto Galopeira, Petrucci e un altro… che tentano di dirgli qualcosa per ridicolizzarlo, senza tanta convinzione… Il Pinci che ammette di aver scritto e detto in passato cose false (in occasione del calcio-scommesse), perchè la fonte che aveva si è rivelata non attendibile, ma dando per certo che in questo caso è assolutamente esatto, con grande sicumera! Ma di cosa stiamo parlando? Trasformare una non notizia, in un fatto di estrema gravità, è uno dei tantissimi mali di questa Roma, di questo ambiente e di questa pseudo stampa!

    • Sì molto grave, secondo me, che solo in radio la cosiddetta “aggressione” diventa aggressione verbale..il che fa tutta la differenza del mondo, ma questo nell’articolo non lo aveva scritto. Non mi è mai piaciuta come parola, ma vorrei sapere chi è (sempre se esiste ed è attendibile) l’infxxe che informa questi piccoli scribacchini

  10. Certo sarebbe interessante capire cosa c’è dietro a questa presa di posizione quasi unanime dei radiocommentatori rispetto alla quasi unanimità dei giornalisti della stampa ma penso non li sapremo mai. A mio avviso la lavata di testa ci sta perché zaniolo rischia molto a livelli psicologico data l’età e la enorme pressione mediatica (predestinato, unto del Signore, campione indiscusso etc) e ritengo che non debba essere la società ad intervenire (rinfocolerebbe le polemiche) ma lo stesso zaniolo (basterebbe una frase detta o scritta per smontare il castello)

  11. Allora chiariamo un concetto : sono ragazzi di 23 anni, chi lo ha apostrofato, e di 21, chi ha subito. Visto che, come si dice non sono implicati i senatori, si tratta di una normale strigliata fra ragazzi e non mi sembra che Zaniolo si debba sentire scosso ! E cosa sarà stato detto…alla prossima ti rompo il c…? Ahò è bello grosso e prestante pure Zaniolo e non penso proprio si possa scuotere più di tanto. Chi ha giocato al calcio lo sa che nello spogliatoio queste cose succedono molto spesso ed al primo allenamento tutto è passato. Il problema, se problema può essere è l’intervento di Fonseca. Evidentemente anche lui ha visto qualcosa di indisponente in Zaniolo e lo ha ripreso pubblicamente tanto per fargli capire che non è nessuno, ancora, e che gli altri, giustamente, non sono disposti a correre anche per lui. Cosa che gli avranno detto pure i compagni, ancor di più perché entrato fresco. E finiamola col dire che ha accelerato il rientro dall’infortunio per la Roma. Sono fesserie. Lo ha fatto per se e per gli Europei che sono poi saltati. Personalmente già prima che si infortunasse lo vedevo egoista. A volte si intestardiva e non passava la palla. A mio modesto avviso deve tornare con i piedi per terra ed il procuratore deve stare zitto fino alla scadenza. Così fa una società seria.

    • Procuratore ? Come quel padre che va a chiedere spiegazioni al maestro che ha rimproverato il bambino che ha sbagliato. Io fossi la società o fonseca non lo riceverei e se fossi zaniolo gli direi di starsene a casa sua e dimostrerei sul campo quanto valgo e che non sono egoista in campo visto che gioco in una squadra e non faccio i 100 metri piani

  12. “Parliamo di un ragazzo di 21 anni che viene da un infortunio molto duro”.
    Sì, però aggiungiamo: “ed è quello stesso ragazzo che certa gentaglia in pigiama ha insultato come “lo zoppo di Roma”, e la sua società di appartenenza (Fonseca in primis) lo ha difeso e sostenuto. Cerchiamo di non dimenticarlo.

  13. Anche dopo l’articolo di Repubblica del 30 maggio 2019 relativo ai famosi quattro senatori etc furono annunciate in pompa magna sviluppi … querele …..che non sono mai arrivate ….ecco si cerca di screditare gli articoli per cercare di nascondere o edulcorare l’amara realtà …..

  14. Scusatemi ma oggi i commenti ILLUMINATI della Banda RADIO RADIO perché non appaiono? Ci dobbiamo preoccupare? È possibile che dato il risultato di ieri sera dei loro PALADINI siano andati a nascondersi? Spero di non leggere più le loro Cattiverie Gratuite in questa Rubrica!!!! Chi è contro la AS.ROMA era Nemico ieri come oggi!!!!!!

  15. Per me e’ tutta una sceneggiata, o lo hanno già’ venduto o hanno deciso di farlo e creano l’alibi. Maledetti incapaci! Venduti e inetti!

  16. Una società che si basa su J.Jesus, Pastore, Santon, Kalinic, Zappacosta, Schick, Gonalons, DEfrel e su vecchietti che se perdono la palla è gol al 100%, come il povero Kolarov (che non ha colpe sulla carta d’identità), acquista un portiere scarso a 30 milioni, come Pau Lopez, lasciando a 16 milioni Szczęsny, compra giocatori ….normalissimi dal Bologna (Diawara), dalla Fiorentina (Veretout) e vuole vendere gli unici potenziali giocatori forti e giovani, come Zaniolo, Under e Kluivert, per saldare il bilancio, istigando il povero Zaniolo per mostrare che sia lui a voler andare via, beh…. NON HO PAROLE!

  17. D’accordo sul senso del post, non sulla valutazione di Veretout, che è un giocatore preziosissimo, che fa un lavoro per tre proprio perché questa è una squadra che cammina, non corre. E spero che siano vere le voci su Kessie (ma non credo proprio), altro corridore di qualità che starebbe benissimo alla Roma.

Rispondi a Romanista Molisano Cancella la risposta

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome