ON AIR – CORSI: «Diktat juventino per avere la terza stella», CALO’: «E’ stato un altro Sassuolo», ROSSI: «Ringraziamo la Lega», TRANI: «D’Ambrosio? Si è promesso all’Inter», PETRUCCI: «Tutti guferanno contro la Roma»

0
326

onair2

GIALLOROSSI.NET – Prosegue il nostro appuntamento giornaliero dedicato al variopinto mondo delle radio romane. On Air, la rubrica più copiata (e incollata) del web, è un viaggio per le frequenze  più ascoltate dai tifosi giallorossi a caccia di pensieri, notizie, indiscrezioni e qualche nota di colore.
Buon divertimento! 

Mario Corsi (Centro Suono Sport):A questo punto lo scudetto alla Juve diamoglielo subito. Per carità, per me dobbiamo lottare stasera contro il Milan, però questo campionato…c’è questo diktat juevntino che dice “Dateci la terza stella e basta”. E la società non dice nulla. Noi è dai tempi di Viola che gli rompiamo le scatole, e puntualmente ci bastonano. I tifosi del Napoli ancora non sa che se se la va a giocare con la Juve, gli diranno belli i napoletani, ma poi alla fine diranno: “Levateve”. Fanno sempre così. I tifosi della Roma lo sanno perchè siamo rimasti già scottati. Il Sassuolo di ieri era da prendere il pullman e portarli tutti via, si portano sul Gran Sasso e si lasciano in pantaloncini per due notti. Ragazzi, è scandaloso. Squadra arrendevole. Il Milan? E’ una squadra che non ha arte né parte, è una squadra logora, per la Roma è una partita in discesa”.

Jonathan Calò (Centro Suono Sport): “La partita con il Sassuolo inizia male quando, fatalità, l’attaccante più forte prende l’ammonizione e salta la Juve. Che il Sassuolo potesse opporre una resistenza feroce non c’ho mai sperato, la Juve è anche questo: quando si fanno diciottomila prestiti a una squadra è evidente che quando poi l’affronti non è lo stesso Sassoluo che ha giocato con il Napoli, non è stato il Sassuolo che ha giocato contro la Roma. E’ stato un altro Sassuolo.”

David Rossi (Tele Radio Stereo): “Ieri tutti i risultati che potevano andare storti, sono andati storti. Tutti. Ti ritrovi il Napoli a due punti e la Juventus a più sei. La Fiorentina è tornata a meno sette. C’è il rischio concreto che se stasera non va benissimo, non dico che comprometti qualcosa, ma subiresti un contraccolpo importante. Un ringraziamento sentito alla Lega, che sistema le cose come gli pare. Hanno spostato la Roma al lunedì per far riposare il Milan dopo la partita di Champions, eppure in Europa ci sono squadre come l’Arsenal e il Dortmund che hanno giocato mercoledì come il Milan e poi di sabato in campionato.”

Riccardo “Galopeira” Angelini (Tele Radio Stereo): “Di sconvolgente non c’è nulla in questi risultati delle avversarie. Qualcosina ha fatto capire anche Garcia di non poter far giocare Totti 90’. Bradley non ti fornisce mai la superiorità numerica, cosa che ha invece Pjanic grazie alla facilità di palleggio. Mi piacerebbe vedere un Dodò più disinvolto, alla quarta partita consecutiva”.

Ugo Trani (Rete Sport): “Il Torino vuole monetizzare un giocatore che non firma il rinnovo. Ormai l’entourage del giocatore si è promesso all’Inter a giugno e la Roma deve convincere più il suo entourage che Cairo. Destro non è stato mai bene anche prima del finire della stagione scorsa. Totti non era in grado di giocare contro la Fiorentina, Destro ha fatto un gol di rabbia ma non sappiamo quanti minuti hanno nelle gambe. Magari Totti non sarà al 100% neanche contro il Catania. Le cifre non contano assolutamente nulla, non si possono studiare quelle cifre per affrontare il Milan. Il Milan è un avversario diverso perché Balotelli può segnare in qualsiasi momento: sono quei giocatori che non sai cosa possono inventarsi”

Tony Damascelli (Radio Radio): “Milan – Roma? Da una parte c’è una squadra, la Roma, che sta facendo un campionato meraviglioso. Il Milan sta facendo delle cose inguardabili, non da un paio di mesim ma da tanto tempo, e i motivi sono tanti e sotto gli occhi di tutti.”

Roberto Pruzzo (Radio Radio) “Per quello che ho visto nelle ultime due partite non ci dovrebbe essere partita. Se la Roma non vince è una grande delusione, hai una grande possibilità di tenere botta alla Juventus. Ho visto i primi 20’ di Milan-Ajax e l’Ajax è andata tre volte davanti la porta”

Luca Valdiserri (Rete Sport): “Ditemi un giocatore dell’Inter che potrebbe giocare nella Roma. Palacio? Sarebbe al massimo un’ottima riserva. Nel Napoli invece qualche giocatore. Lo scontro diretto con la Juve? Forse il primo sarebbe stato meglio giocarlo a Roma piuttosto che a Torino. Però immaginiamoci un Roma – Juventus all’Olimpico a fine stagione dove ti giochi lo scudetto: sarebbe una roba da far tremare i polsi.  Se la Roma vince stasera a Milano, all’80% i primi tre posti sono blindati. 

Stefano Petrucci (Tele Radio Stereo): “Oggi addirittura rescuscita Pazzini, esce dal sarcofago dopo mesi. Se sarà una partita normale, stasera il risultato mi sembra abbastanza scontato. Però c’è di mezzo tutto il resto, e tutta l’atmosfera che c’è intorno a questo match. Senza contare la super-gufata che c’è nella speranza di molti che il Milan batta la Roma. Totti? Non è un atleta normale. Io credo che possa giocare, avranno valutato tutti per bene, e se scende in campo è perchè non corre rischi. Il pericolo del Milan arriva dall’attacco, è una squadra assai modesta, con due esterni che non sono infami e degli attaccanti di ottimo livello“.

(CONTINUA…)

Articolo precedenteEX GIALLOROSSI – Stek, altra imbarcata. Osvaldo non si ripete, Marcos e Lamela out
Articolo successivoMilan – Roma, aggiornamento meteo: resta alto il rischio nebbia

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci qui il tuo commento
Inserisci qui il tuon nome